Martedì, 21 Maggio 2024 06:56

Cinquemila in festa per il Parma Pride 2024 In evidenza

Scritto da

A Parma ieri, sabato 18 maggio 2024, il corteo del PRide ha attraversato il centro storico cittadino: circa cinquemila persone hanno festosamente percorso la città da Piazzale Santa Croce fino al Parco della Musica, diventato per un’intera giornata il fulcro di tutta la società civile parmigiana che chiede con forza uguaglianza sociale e parità di diritti, sapendo che se un diritto non è esercitabile da chiunque diventa un privilegio e se i diritti in questione sono diritti civili e sociali si parla di ingiustizia.

             La manifestazione si è svolta regolarmente secondo il programma previsto:

  • free opening event by Filarmonica A. Toscanini: la celebre favola in musica di Prokofev “Pierino e il lupo”, concerto dedicato a tutte le famiglie;
  • giochi sul prato, attività ludica all’aperto per bambine e bambini, con personale di Tuttimondi asd-aps; parco delle associazioni: venticinque diverse realtà del Terzo Settore, alcune provenienti anche da fuori provincia, che sostengono e condividono le richieste di uguaglianza del Parma Pride, e che ci hanno accompagnato al Parco con i loro stand informativi;
  • corteo: festosa sfilata di circa cinquemila persone da Piazzale Santa Croce al Parco della Musica;
  • interventi dal palco: doverosi i discorsi del Comitato Organizzatore e dell’Assessora Caterina Bonetti per esplicitare quali sono le richieste portate avanti con la manifestazione, per cosa si lavora quotidianamente; concerto serale: la manifestazione si è conclusa, come di rito, con il concerto gratuito finale. Gli artisti della terza edizione sono stati i Queen Of Saba, Immanuel Casto e l’irrinunciabile dj set di Dj WalkMen.


                 Il Parma Pride è organizzato da Tuttimondi asd-aps, L’Ottavo Colore, Uaar Parma, Unità di

Strada di Parma, Sinistra Studentesca Universitaria di Parma, Unione degli Universitari di Parma e

Casa delle Donne di Parma, con il patrocinio di Comune, ANPI e Università di Parma e dalla Regione Emilia Romagna, ed è sostenuto da Filarmonica Toscanini, Laumas, Proges, Barilla e Chiesi.

            Queste le principali richieste portate avanti con la manifestazione:

  • Matrimonio egalitario
  • Modifica della legge sulle adozioni ed ampliamento delle possibili esperienze di affido
  • Riforma della L. 164/1982 affinché garantisca il diritto fondamentale all’identità
  • Consolidamento del Centro Antidiscriminazione LGBTQIA+ di Parma attraverso uno stabile impegno economico del Comune di Parma in tal senso per garantire continuità di servizio alle persone, ed ampliamento del Protocollo Interistituzionale contro le discriminazioni
  • Riconoscimento del diritto all’orientamento sessuale e all’identità di genere anche nelle persone con disabilità, ed accompagnamento di queste ultime verso percorsi di consapevolezza
  • Semplificazione delle procedure di richiesta d’asilo a motivo di discriminazioni per orientamento sessuale o identità di genere del/della richiedente nel Paese d’origine
  • Una legge nazionale contro l’omolesbobitransnegatività e l’estensione della legge regionale

PR_Parmapride_2024_2.jpeg