GILDA Insegnanti Parma

GILDA Insegnanti Parma

Durante la recente campagna elettorale i parlamentari che in questi giorni si sono impegnati sul territorio nelle iniziative tese a raccogliere voti per i loro partiti, non hanno dato alcun riscontro pubblico circa l’invitato a non votare il decreto legge 36/20, anche in difformità difforme dalle indicazioni dei loro capi, oppure ad impegnarsi ottenendo concretamente di emendarlo nelle parti che riguardano i docenti. 

Emerge un grave dato politico dal procedimento giudiziario che ha riguardato la causa, dovuta al taglio degli organici degli insegnanti, intentata dal Comune di Gropparello e da alcuni cittadini del paese piacentino contro il Ministero dell’Istruzione.

Parma e Piacenza 4 giugno 2022 - I parlamentari che in questi giorni sono impegnati sul nostro territorio nelle iniziative tese a raccogliere voti per i loro partiti sono pubblicamente invitati a non votare il decreto legge 36/20, anche se ciò dovesse essere difforme dalle indicazioni dei loro capi, a meno che il testo non venga positivamente emendato nelle parti che  riguardano i docenti.

Pagina 1 di 74