Visualizza articoli per tag: film

Alla regìa Stefano Sollima.

Pubblicato in Cronaca Emilia

La proiezione al Giardino Perla Verde alle ore 21.30 domani 2 luglio.
Esordio dietro la macchina da presa del 42enne regista padovano Filippo Meneghetti, il film – che tratta di omosessualità femminile e terza età – è interpretato da Barbara Sukowa e Martine Chevallier e ha vinto il César 2021 come miglior opera prima. In apertura di serata, la proiezione dei corti vincitori e menzionati della gara del NFF ‘4 Giorni Corti + 2’ 2022. Ingresso gratuito

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

Dopo il grande successo della prima proiezione all'Arena Stalloni di Reggio Emilia, il docufilm di Alessandro Scillitani verrà riproposto, gratuitamente, nel bellissimo contesto naturale de La Collina.

Giovedì, 16 Giugno 2022 19:39

Polivalente sotto le stelle

Tre serate di cinema e teatro all’aperto nell'estate di Praticello

La Festa del Cibo d'autore e del Cinema goloso si svolgerà nel meraviglioso Museo Agorà Orsi Coppini.
Negri: "Un Festival sulle spalle dei giganti". Piovani: "Le mille storie della Bassa come non le avete mai vissute e gustate fino ad oggi". Coppini: "Una grande Festa per tutti e per tutto il territorio" 

Pubblicato in Cultura Emilia
Mercoledì, 16 Febbraio 2022 17:08

Stasera la Spetneda su Video Taro

 Come spesso accade, Romeo Azzali potrete vederlo su 12 Tv Parma a commentare a caldo per Bar Sport, eccezionalmente in onda di Martedì, la partita Cremonese-Parma: la sua ultima opera, però, La Spétnèda – per la quale ha avuto la bontà di scritturarmi, cucendomi addosso il ruolo di Ispettore Majo – dopo l’ampio successo riscosso con le varie proiezioni sull’emittente cittadina, approda ora su Video Taro – RTA 

La storica televisione della nostra montagna, con sbocco anche sulla confinante Liguria, che si capta (in tutta la provincia e zone collegate) sul canale 88 del Digitale Terrestre, trasmetterà la commedia-gialla in prima serata, alle ore 20.50  stasera Mercoledì 16 Febbraio 2022. La redazione di Video Taro ha preparato l’evento fin dalla scorsa settimana con un’ampia video intervista, a cura di Giuliano Capece, a Romeo Azzali che ha diffusamente parlato della sua passione per il cinema, sfociata nella creazione della Mezzani Film: il servizio è andato in onda nel TG Parmense di Mercoledì 9 Febbraio 2022, conduttrice Daniela Bassi.


Il film si snoda su due piani temporali, ossia il 1500, quando La Scapigliata venne dipinta da Leonardo: nella finzione cinematografica il Genio, attratto dalla figlia (La Spétnèda, appunto) di un oste di Mezzano del Vescovo (impersonato da Willer Collura, quello del Derby delle Barzellette col nostro Cantoni), e il 2020-21 con Parma capitale della Cultura. Una improbabile banda, capeggiata da Lupetto Farnese, che vede tra i ladri anche il noto preparatore atletico Vincenzo Pincolini

un habitué dei film azzaliani e la conturbante Alexandra Carminati, riesce a trafugare la preziosa opera d’arte, ma poi viene incastrata dall’ispettore Majo. Tra gli interpreti diversi vip, tra cui il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, nei panni di se stesso così come Simone Verde e Michela Canova del Complesso Monumentale della Pilotta a Parma, ove, nella realtà è custodita l’opera originale di Leonardo.

Pubblicato in Cultura Parma

Il regista Romeo Azzali, dominus della Mezzani Film Productiondurante la puntata di Lunedì sera 29 Novembre 2021 di Bar Sport, nella quale era presente assieme allo storico preparatore atletico Vincenzo Pincolini, che nella pellicola è uno dei protagonisti principali e alla stupenda Alexandra Carminati, attrice, ha promosso la proiezione parmigiana - GIOVEDI SERA 2 DICEMBRE 2021, INIZIO ALLE ORE 20.30, AL “THE SPACE CINEMA”, BARILLA CENTER, INGRESSO AD OFFERTA LIBERA CON RICAVATO DEVOLUTO ALL’OSPEDALE DEI BAMBINI DI PARMA (ONCOLOGIA PEDIATRICA) – del suo ultimo lavoro cinematografico, ossia lSpétnèda, nella quale sono presenti diversi personaggi noti del territorio, tra cui anche il giornalista Gabriele Majo negli inediti panni dell’ispettore Majo. 

Il lungometraggio è dedicato alla Scapigliata, dipinto a terra ombra, ambra inverdita e biacca, un pigmento pittorico, realizzato su tavola, misura circa 24 x 21 cm che si può ipotizzare, con ogni probabilità, appartenere alla maturità di Leonardo. Il Film, infatti, reinterpreta la storia di questo capolavoro – ad oggi conservato nel Complesso Monumentale della Pilotta a Parma (per gentile concessione alcune scene sono state girate proprio all’interno dello stesso) – e svela le avventure che l’hanno accompagnata fino ai giorni nostri, facendo capire perché viene affettuosamente chiamata La Spétnèda. 

Azzali e Pincolini (video) sono stati protagonisti anche di un servizio, a cura  di Luca Ponzi, trasmesso da TGR RAI Emilia Romagna in cui hanno parlato della propria esperienza e delle finalità benefiche della iniziativa. Ingresso con green pass.

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Una nuova presentazione di Volevo Nascondermi: nel nostro tour itinerante nei luoghi di Ligabue, ieri sera, Venerdì 8 Ottobre 2021, ci siamo fermati a Luzzara, il paese – al confine tra le provincie di Reggio Emilia e Mantova – di Francesca Manfredini, che nel pluripremiato film del regista Giorgio Diritti impersona “Cesarina”. Va da sé che sia stata l’applaudita protagonista assoluta della serata, svoltasi nella locale Sala Polivalente, ex bocciofila, presentata dal Gabriele Majo e con guest star “il Ligabue falso d’autore”, al secolo Fulvio Baratti, pittore di San Benedetto Po, che ha donato a Cesarina un quadro raffigurante lo stravagante pittore, con la scritta “Dam un bes” e la promessa di realizzarle un ritratto personalizzato così come Toni ha fatto nella vita reale. 

LINK AL VIDEO DELLA SERATA

Pubblicato in Cultura Emilia
Mercoledì, 08 Settembre 2021 06:45

Pinocchio And Friends incanta Venezia 78 - (trailer)

Red carpet d’eccezione per il nuovo pinocchio animato di Iginio Straffi alla Biennale del cinema. La nuova serie TV dal 29 novembre su Rai Yoyo 

Pubblicato in Cultura Emilia

 

“racconti dal set” degli “attori locali” di Volevo Nascondermi hanno incantato la numerosa platea di “Cinema in Rocca” a ScandianoDopo il sold out della settimana precedente a Suzzara, un nuovo tutto esaurito per il capolavoro di Giorgio Diritti, vincitore di 7 David di Donatello, e dello stratosferico Elio Germano lunedì 26 Luglio 2021 alla Rocca di Scandiano per l’evento organizzato dal locale Cinema Boiardo che ha visto la partecipazione di alcuni degli interpreti emiliani del film, ossia Cesarina (Francesca Manfredini), la locandiera sua madre (Daniela Rossi) e il dottor Carri (Franco Lirici), stimolati a raccontare la propria singolare esperienza dal giornalista parmigiano Gabriele Majo, a propria volta apparso nel film nei panni del mecenate padrone del Castello di Padernello, con la frase tormentone inserita pure nel trailer “Ma lei sa fare solo delle bestie?” che aveva fatto perder le staffe allo stravagante artista facendogli scaraventare le statue che stava plasmando giù dal tavolo di lavoro e dalla finestra. 

Cesarina, tra un gossip e l’altro sull’amore mancato con Tony Ligabue per colpa della terribile mamma, ha invitato gli astanti a candidarsi in eventuali casting in zona per poter conoscere dal di dentro l’affascinante macchina del cinema e magari avere l’inaspettata occasione, come successo a lei, di interpretare una parte importante in un film valsa la nomination quale attrice non protagonista per i David di Donatello, arrivando dodicesima in classifica, mettendo alle spalle diversi altri candidati.

La locandiera ha dovuto ammettere che le paste portate da Ligabue erano in realtà buone e non cattive come lei è stata costretta a dire nella finzione cinematografica, sempre nell’intento di demolire agli occhi della figlia, che era lì lì per cedere, l’improbabile corteggiatore. Il Dottor Carri, invece, ha confessato il suo imbarazzo nell’essersi trovato a sorpresa davanti, nudo come la mamma l’ha fatto, il Ligabue giovanotto da visitare, dopo essersi spaventato ben bene, lui all’esordio, nell’aver visto, prima di salire sul set, l’incontentabile regista far ripetere una cinquantina di volte la scena precedente, temendo che gli toccasse anche a lui.

Ha fatto gli onori di casa l’assessore alla Città Attiva del Comune di Scandiano Matteo Caffettani.

Pubblicato in Cultura Reggio Emilia
Pagina 1 di 9