Visualizza articoli per tag: bonifica centrale

Il sindaco di Vetto è stato nominato nella più recente seduta del Cda in sostituzione di Tiziano Pattacini scomparso prematuramente alcuni giorni fa

Dopo un sopralluogo nel principale impianto idrovoro del Consorzio, simbolo della ripartenza post-sisma del 2012 insieme a Mondine, i Consiglieri hanno esaminato la programmazione economica e finanziaria per il triennio 2022-24, caratterizzata da importanti progetti, anche se non mancano le preoccupazioni per il pesante rincaro dei costi di energia e materie prime indispensabili per le attività di difesa e sviluppo del comprensorio

Mercoledì, 22 Settembre 2021 16:41

Ogni giorno pedaliAmo per l’Italia!

Al via la Settimana della Bonifica e dell’Irrigazione di ANBI.

Visite guidate alle “Cattedrali dell’Acqua”, escursioni lungo i canali consortili, presentazioni di libri a tema turistico-ambientale dal 25 settembre al 3 ottobre

I finanziamenti europei per un milione e 370 mila euro hanno l’obiettivo di prevenire il dissesto e ridurre le conseguenze delle calamità naturali in collina e in montagna

Arriva l’autorizzazione dalla Regione ER

Domenica, 27 Giugno 2021 06:29

Ritrovato il bambino scomparso.

Tutto bene quel che finisce bene si dice e, stavolta, possiamo dirlo a voce alta per fortuna.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Reggio Emilia, 26 Aprile 2021 – All’indomani della comunicazione riguardante la scelta di Matteo Catellani di dedicarsi interamente all’ambizioso progetto volto ad infrastrutturare la Val d’Enza, affinché possa colmare il pesante deficit idrico evidenziato dai più recenti studi, il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale ha riunito oggi, secondo le norme statutarie vigenti, il suo Consiglio di amministrazione per provvedere all’elezione del nuovo presidente che guiderà l’ente fino al termine della legislatura.

Con un intervento da 52 mila euro l’ente consortile ha effettuato la ricostruzione di una sponda di raccordo del Cavo Lama e la ripresa della frana allo scarico del fiume Secchia

Secondo il monitoraggio tecnico – che tiene costantemente sotto controllo il transito dei flussi d’acqua straordinari – la quota idrometrica sarebbe la seconda più alta mai registrata. Squadre consortili operative, massima attenzione fino alla fine dell’allerta

Messo in salvo a tempo di record il cantiere alla Traversa di Castellarano prima dei tre picchi di piena del fiume Secchia

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia
Pagina 1 di 7