Visualizza articoli per tag: Territorio Taneto di Gattatico

Dalle 19.00 grigliata con la presentazione del libro di Valeria Carletti "A oltranza, (dis) avventure di una vecchia groupie"

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia

Prosegue mercoledì 10 luglio a Casa Cervi (Gattatico, Reggio Emilia) la 18^ edizione il Festival Teatrale di Resistenza, rassegna di teatro civile contemporaneo, ideata e promossa da Istituto Alcide Cervi insieme a Cooperativa Boorea, che proseguirà sino al 25 luglio sempre ad ingresso libero.

Alle ore 21.30 sarà presentato il secondo spettacolo in concorso: “Figli senza volto” con Natascia Curci, regia di Aldo Cassano, una produzione Animanera/CRT Centro Ricerche Teatrali, con il sostegno di Comune di Milano.

Adattamento teatrale del racconto di Ida Farè “Come voi", pubblicato in “Il pozzo segreto. Cinquanta scrittrici italiane” (Giunti, 1993), lo spettacolo restituisce lo spaccato di una generazione guardata con gli occhi di oggi. 

Anni '70 nella periferia di una città del Nord: in un casermone dell’edilizia popolare vive una coppia simile a tante. Ma dietro i gesti e le azioni delle normalità si nascondono due terroristi in clandestinità, e con essa i sentimenti di disperazione che possono alimentare la scelta estrema della lotta armata: la dimensione di una vita consumata nell’ombra, l’ansia di riuscire a mimetizzarsi, la paura di essere riconosciuti, l’ascolto dei passi e il controllo ossessivo dei vicini, nella speranza che tutto vada come deve andare…

L’esito della vicenda è noto, ma l’interesse sta nell’entrare nella mente e nella psicologia di quei figli della società della crescita economica e del benessere diffuso che hanno scelto di muovere guerra a un sistema capace di garantire soltanto quella pallida esistenza - la tragedia di una generazione che ha tentato l’ “assalto al cielo”.

Al termine dello spettacolo seguirà la conversazione con la Compagnia “Degustando il Teatro. Voci autorevoli incontrano la Compagnia” insieme a Iefte Manzotti, studioso di storia contemporanea, occasione di approfondimento e riflessione sul rapporto che intercorre tra la scena del teatro e il paesaggio umano, sociale e politico contemporaneo. 

La serata sarà allietata dalla degustazione di prodotti del territorio dell’Azienda Latteria Sociale “La Grande” (Castelnuovo di Sotto-RE) accompagnati dai vini della Cooperativa “Cantine Riunite” (Campegine-RE).

 

Il Festival proseguirà sino al 25 luglio, serata della Premiazione nell’ambito della Festa della Storica Pastasciutta Antifascista. La Giuria, presieduta da Maurizio Bercini (regista), e composta da Roberta Biagiarelli (autrice, attrice, regista), Stefano Campani (Boorea), Maddalena Massafra (Fondazione A.Toscanini), Damiano Pignedoli (critico teatrale) - decreterà lo spettacolo vincitore del Premio Museo Cervi – Teatro Memoria (2.000 Euro) e il secondo premio (1.000 Euro). Verrà infine assegnato anche un terzo premio secondo il giudizio del pubblico (Premio del Pubblico – 1.000 Euro).

 

Il Festival Teatrale di Resistenza è ideato e promosso da Istituto Alcide Cervi insieme a Cooperativa Boorea con il sostegno di Proges, con il patrocinio di Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, Comune di Reggio Emilia, Restate 2019, Unione Terra di Mezzo, Comune di Castelnovo di Sotto, Provincia di Reggio Emilia, Comune di Parma, Provincia di Parma, Comune di Casalmaggiore, in collaborazione con I Teatri di Reggio Emilia, Arci,ErmoColle, Associazione Culturale dai CampiRossi, Strada dei Vini e dei Sapori di Scandiano e Canossa.

 

Durante le serate di spettacolo, Casa Cervi rimane aperta ai visitatori.

Dalle ore 19 alle ore 24 è disponibile il servizio di caffetteria e bar presso il Ristoro di Casa Cervi.

 

 

INFORMAZIONI 

Casa Cervi, via Fratelli Cervi, 9 - Gattatico (Reggio Emilia)

Tel. 0522.678356 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

 

MERCOLEDÌ 10 LUGLIO ORE 21.30

Compagnia Animanera / CRT Centro Ricerche Teatrali 

FIGLI SENZA VOLTO

 

SABATO 13 LUGLIO ORE 21.30
Teatro della Cooperativa e Aparte Ali per l'arte 

DITA DI DAMA

 

MARTEDI 16 LUGLIO ORE 21.30
Compagnia Beppe Casales 

NAZIEUROPA

 

VENERDI 19 LUGLIO ORE 21.30

Ippogrifo Produzioni 

RICCARDO PERSO

 

DOMENICA 21 LUGLIO ORE 21.30
Compagnia ErosAntEros 

VOGLIAMO TUTTO!

 

MARTEDI 23 LUGLIO ORE 21.30

Teatrodallarmadio 

ALFONSINA PANCIAVUOTA

 

GIOVEDI 25 LUGLIO DALLE ORE 19.30
Festa della Storica Pastasciutta Antifascista di Casa Cervi

ore 22.00 

PREMIAZIONE

 

 

FUORI FESTIVAL

 

SABATO 27 LUGLIO ORE 21/ NUOVA PRODUZIONE

CASA CERVI - BIBLIOTECA EMILIO SERENI

Compagnia Pietribiasi/Tedeschi 

DAL TRATTORE ALL'ARCHIVIO 

casacervi#memoriedelsuolo

 

MARTEDI 27 AGOSTO ORE 21 /CASTELNOVO DI SOTTO - PARCO ROCCA

Compagnia Stefano Panzeri e Teatro del Buratto

TERRA MATTA PARTE PRIMA: QUESTA E’ LA VITA BELLA CHE HO FATTO

Federico Bertoncini, 22 anni, di Collecchio (Pr) è stato colpito mentre si trovava nel noto locale di Taneto di Gattatico, nel reggiano. Trauma cranico e 5 punti di sutura. Il giovane ha postato sul suo profilo Facebook anche le foto che lo ritraggono in ospedale, sanguinante e con la benda in testa.

Di Manuela Fiorini

Reggio Emilia, 1 febbraio 2016

"Io pensavo che si andasse in discoteca per ballare, stare con amici e bere qualcosa. Ma ieri sera ho scoperto quale è il nuovo passatempo preferito dei cerebrolesi: lanciare sassi dai binari adiacenti al Fuori Orario addosso alla gente che sta ballando o sta prendendo da bere, tutto ciò ha comportato un trauma cranico lacero contuso alla mia testa: 3 cm di taglio profonto tanto da vedere la scatola cranica ergo 5 punti di sutura".
Così scrive Federico Bertoncini, 22 enne di Collecchio (Pr), che la sera tra il 30 e il 31 gennaio è stato protagonista di una brutta avventura mentre si trovava al Fuori Orario, noto locale di Taneto di Gattatico, nel reggiano. Secondo la ricostruzione, mentre il ragazzo stava ballando con gli amici, è stato colpito alla testa da una grossa pietra, scagliata da ignoti dai binari che passano vicino all'ingresso del locale, probabilmente per fare una bravata che poteva avere conseguenze ancora peggiori.
Il giovane ha postato sul suo profilo Facebook anche le foto che lo ritraggono in ospedale, sanguinante e con la benda in testa. Oltre al trauma cranico dovuto all'impatto, la pietra gli ha causato anche una profonda ferita lacero contusa per medicare la quale sono stati impiegati 5 punti di sutura.

 

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Continuano i furti e le rapine nella provincia di Reggio Emilia. Questa volta a farne le spese è stata la sezione del Partito Democratico di Bagnolo in Piano.

 

Reggio Emilia, 17 marzo 2014 di Ivan Rocchi -

Ieri, poco prima delle 23.00, un volontario del Pd stava tornando a casa con l'incasso della Festa del Pesce, che poi avrebbe versato in sezione la mattina successiva. Mentre si trovava in via Don Sturzo, però, è stato avvicinato da due persone che avevano il volto coperto dal passamontagna. Questi dopo averlo scaraventato a terra si sono impossessati dello zaino, che conteneva circa 4.000 euro. Il 65enne rapinato, che se l'è cavata con qualche lieve escoriazione, ha chiamato subito i carabinieri. Le ricerche sono state estese a tutta la Bassa reggiana.
Verso le 4.30 di stanotte, invece, i carabinieri di Casalgrande sono intervenuti in Via Circonvallazione per un furto in un bar collocato presso il distributore ad insegna Ipergas. Giunti sul posto, i militari hanno accertato che i ladri si erano introdotti nel locale dopo aver forzato la porta d'ingresso e avevano portato via 4 videopoker. Tra danni e refurtiva sottratta, il danno ammonterebbe a diverse migliaia di euro, ma è ancora in corso una stima esatta. Sulla vicenda sono state avviate le indagini per il reato di furto aggravato a carico di ignoti.
Poco dopo le 8.00 di ieri, invece, i carabinieri di Gattatico sono intervenuti presso il distributore di benzina di via Tonelli, nella frazione di Taneto, in seguito alla chiamata del gestore. Durante la notte i ladri avevano tagliato la colonnina bancomat del self service, probabilmente con un flessibile, impossessandosi della cassetta blindata con i soldi. I danni cagionati per la perpetrazione del furto sono in corso di esatta stima. Sulla vicenda gli uomini dell'Arma hanno avviato le indagini in ordine al reato di furto aggravato a carico di ignoti.

Pubblicato in Cronaca Emilia
Parma, 4 ottobre 2013
 
Giunge alla sua undicesima edizione il Festival Ottobre Africano che si svolgerà dal 6 al 27 ottobre con un programma intitolato "Dall'Incontro la Cultura" -
 
Nato a Parma su iniziativa dell'Associazione di promozione sociale "Le Réseau", creata per favorire la reciproca conoscenza, la collaborazione fra immigrati ed italiani e la convivenza fondata su rispetto, comunicazione e scambio culturale, Ottobre Africano quest'anno, in continuità con le edizioni precedenti, si trasforma in un festival delle culture e delle sinergie, itinerante e multidisciplinare, ramificandosi, oltre che a Parma, a Reggio Emilia, Milano e Roma.
Se la storia del Festival racconta di dieci anni di eventi letterari, teatrali, artistici, di incontri pubblici e nelle scuole, in collaborazione con molteplici strutture del territorio e un folto pubblico, il Festival giunge all'inizio di un nuovo ciclo, in corrispondenza di un bisogno sempre più forte di contribuire all'emergere di una nuova visione dell'immigrazione e dell'Africa.
Dopo aver riflettuto di cultura, immigrazione, cooperazione internazionale, questi concetti vengono ora messi in relazione. Non si può infatti parlare di cooperazione internazionale senza conoscere la cultura dei Paesi in cui si intende praticarla. La presenza delle persone che provengono da questi paesi è una risorsa e il loro apporto va ricercato e valorizzato.
L'edizione 2013, in completa assonanza con il dibattito sulla nuova legge sulla cittadinanza e le linee politiche del Ministro Cécile Kashetu Kyenge, che ha dato il patrocinio del Ministero all'iniziativa, mette l'accento sull'importanza dell'approccio culturale all'immigrazione. Tra gli obiettivi del Festival quello di creare una finestra spazio-temporale in cui dialogare attorno al co-sviluppo valorizzando la "risorsa immigrazione" e dare visibilità ai giovani e ai talenti artistici stranieri e appartenenti alle "seconde generazioni".
Madrina del Festival, quest'anno, é la cantante Fiorella Mannoia.
Cinema, conferenze, letteratura, mostre, danza, musica: tra i vari appuntamenti del denso programma, si segnalano i seguenti.
Nella sezione letteratura, in collaborazione con la casa editrice 66thand2nd e il Festival Internazionale di Ferrara, la presenza, dal Congo, del poeta e romanziere Alain Mabanckou, i cui romanzi sono tradotti in quindici lingue e hanno ottenuto diversi premi tra cui il Premio Renaudot e Gran Premio dell'Académie Française; dal Benin il giornalista, scrittore, drammaturgo e sceneggiatore Florent Couao-Zotti, Premio Ahmadou Kourouma; la scrittrice nigeriana Lola Shoneyin, autrice del romanzo "Prudenti come serpenti"; Kossi Komla-Ebri cittadino italo-toghese, medico chirurgo, presenta "Imbarazzismi", un libro di episodi esilaranti, inquietanti, di quotidiano e spesso inconsapevole razzismo; la scrittrice e regista del Burkina Faso Marie Reine Toe presenta "Il mio nome è regina".
Per il cinema Ottobre Africano ospiterà, in collaborazione con l'Institut Française Centre Saint- Louis di Roma e dell'Ambasciata del Burkina Faso, un focus sull'attore Sotigui Kouyatè (Roma, 17-18 ottobre), attore e drammaturgo africano scomparso nel 2010. Considerato uno dei più importanti attori dell'Africa occidentale, fondatore nel 1997 del Mandeka Theatre, lo si ricorda nel "Mahabharata" di Peter Brook e nei film "La Genèse" di Cheick Oumar Sissoko e "Little Senegal" di Rachid Bouchareb-
La sezione musica ospita il concerto di Zamua che si esibirà a Roma all'Institut Français Saint-Louis. Nato in Sardegna da madre sarda e padre burundese, Zamua, attraverso la musica, dà vita al suo meticciato e alla sua storia; lo straordinario Gabin Dabiré, nato in Burkina Faso, si esibirà in una piccola performance a Roma, mentre il musicista Zak Gb anche lui burkinabé al Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia); infine a Milano sarà sul palco uno dei più bravi percussionisti di sabar, DouDou Ndiaye Rose in concerto con gli African Griot.
Tra i numerosi appuntamenti si segnala l'iniziativa "Educare contro il razzismo", kermesse di musica, danza e teatro con le diverse realtà artistiche giovanili delle seconde generazioni, che si svolgerà alla presenza del Ministro dell'Integrazione, l'Onorevole Cécile Kashetu Kyenge.
Ottobre Africano dedica uno spazio anche alla creazione di moda: al Fuori Orario di Taneto di Gattatico Ara Compaore, stilista del Burkina Faso, presenterà le sue creazioni realizzate con tessuti africani, con uno stile contemporaneo, e la sfilata di moda "African fashion" a cura della stilista Nyny-ryke F. cresciuta in Italia e diplomata in Fashion Design a Milano, per la giornata del Sud Africa.
Numerose le conferenze tra le quali si segnala "Uscire dal Blog", incontro con "Alzo la mano adesso", collettivo di scrittori, giornalisti, blogger di varia provenienza e residenti in Italia e "L'arte come mezzo di cambiamento sociale" con Odile Sankara, Gabin Dabirè e Fiorella Mannoia, madrina del Festival, e il convegno "Idee e pratiche per ridisegnare il ruolo dei migranti in un'ottica di integrazione e cosviluppo", appuntamento conclusivo del Festival.
Il Festival Ottobre Africano è reso possibile grazie al patrocinio del Ministero per l'Integrazione e dell'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Comune di Roma - Assessorato alla Cultura, creatività e promozione artistica - e dell'Organizzazione Internazionale delle Migrazioni (OIM); al sostegno della Camera di Commercio di Roma, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Parma e dell'Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio (ACRI) e Fondazioni4Africa, della Legacoopsociali e dello sponsor RIA Italia srl; alla collaborazione con il Festival Internazionale di Ferrara, l'Istituto Francese di Roma, la CNA Roma, la CNA World, la REDANI (Rete della Diaspora Africana Nera in Italia), la Casa delle Letterature di Roma, l'ONG CIPSI, Libreria le Griot, l'Officina GRIOT e numerose associazioni di comunità e di artisti internazionali come Destination West Africa.
 
CALENDARIO della manifestazione nelle tappe fra Parma e Reggio Emilia
 
Domenica 6 ottobre
Parma > Tempory Palazzo > ore 18
Libri
Presentazione di Zitto e muori di Alain Mabanckou (Premio Renaudot 2006)
Presentazione di Non sta al porco dire che l'ovile è sporco di Florent Couao-Zotti (Premio Ahmado Kourouma 2010). Saranno presenti gli autori.
In collaborazione con la casa editrice 66thand2nd e il Festival Internazionale di Ferrara.
Lunedì 7 ottobre
Parma > Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi > ore 18
Conferenze
Essere studenti africani (e non) a Parma Evento promosso dall'Associazione dei Camerunensi di Parma e Provincia e Union Love
Martedì 8 ottobre
Parma > Giovane Italia > ore 19
Libri
Prudenti come serpenti di Lola Shoneyin. Sarà presente l'autrice. In collaborazione con la casa editrice 66thand2nd e il Festival Internazionale di Ferrara.
A seguire Cena nigeriana in collaborazione con la Comunità Nigeriana di Parma e Provincia.
Mercoledì 9 ottobre
Taneto di Gattatico (Reggio Emilia) > Fuori Orario > ore 19
Musica
FestAfrica - Omaggio all'Africa - Concerto con il musicista ZAk Gb, sfilata di moda e cucina del Burkina Faso – Sfilata di Moda della stilista burkinabè Ara Compaore
In collaborazione con l'Associazione dei burkinabé dell'Emilia Romagna, l'Associazione MondAttivo.
Giovedì 10 ottobre
Felino (Parma) > Sala Civica > ore 20
Conferenze Uscire dal Blog – Incontro con gli scrittori di Alma.blog - "Alzo La Mano Adesso" (A.L.M.A.), collettivo di scrittura composto da scrittori, giornalisti e blogger di varie origini, residenti in Italia. Con Karim Metref, Mohamed Malih, Rabii El Gamrani, Cleophas Adrien Dioma
Venerdì 11 ottobre
Felino (Parma) > Sala Civica ore 18
Mostre
Inaugurazione mostra fotografica Dio sul tetto e i nuovi angeli di Giuseppe Morandi
Felino (Parma) > Cinema Teatro Comunale > ore 19
Incontri
Educare contro il razzismo – kermesse di musica, danza, teatro con le diverse realtà
artistiche giovanile delle seconde generazione.
Incontro con il Ministro dell'Integrazione, l'Onorevole Cécile Kashetu Kyenge.
In collaborazione con Associazione dei Camerunensi di Parma e Provincia
Sabato 12 ottobre
Parma > Centro Interculturale dalle ore 16
Conferenze
Donne e Co-sviluppo - con Fanta Tiemtore (Burkina Faso) e Coumbaly Diaw (Senegal) già
impegnate in progetti di cooperazione nei loro paesi di provenienza
In collaborazione con ACRI, Fondazione4Africa, Kuminda, Progettidee.
Stu Pasubio > ore 18
Incontri
Aperitivo sudafricano – African Fashion
con il patrocinio e la presenza del Console del Sud Africa a Milano.
Degustazione di prodotti alimentari afro-parmigiani e assaggio di vini sudafricani
A seguire Elezioni di Miss Ottobre Africano 2013 – Prima Edizione
Sfilata di Moda
In collaborazione con l'Associazione dei Camerunensi di Parma e Provincia
Mboa Club > ore 23
Dj set: Super festa con i Dj Tommy e Dj Nino
 
(Fonte: Ufficio Stampa le Staffette)
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
È GRATIS! Clicca qui sotto e compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna quotidiana.



"Gazzetta dell'Emilia & Dintorni non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio e a conservare la nostra indipendenza, con una piccola donazione. GRAZIE"