Visualizza articoli per tag: materie prime

La preoccupazione di Confartigianato Emilia – Romagna espressa dal presidente regionale Davide Servadei.

La spirale di rincari delle materie prime e dei semilavorati allarma le imprese del settore manifatturiero e in particolare le micro imprese sulle quali l’impatto degli aumenti dei prezzi è più rilevante. È quanto emerge da un’indagine condotta dall’Ufficio Studi della CNA su un campione di circa mille tra micro e piccole imprese.

Sono materie prime volatili e fluttuanti quelle che hanno contraddistinto il mercato negli ultimi anni, come ha più volte sottolineato anche la Commissione Europea.

Soggette ad una costante oscillazione dei prezzi nel 2017 le materie prime sono tornate a perdere terreno sui mercati finanziari.
Ad indebolirne il potere é soprattutto la paura di un crollo della domanda da parte della Cina.
Rame, gas naturale, nickel e argento hanno subìto nell'ultimo mese i maggiori contraccolpi.

I Paesi africani che dipendono direttamente dalla Cina risultano decisamente esposti agli alti e bassi della domanda di materie prime e al paventato crollo.

 

Prodotti negoziati in Borsa

Le materie prime, negoziate su scala mondiale, considerano minerali metallici, minerali industriali, materiali da costruzione, legno e gomma naturale.
Osservando prezzi e mercati la distinzione di base va fatta tra i prodotti negoziati in Borsa e gli altri. I metalli comuni come l'alluminio, il rame, il piombo, il nichel, lo stagno e lo zinco vengono negoziati in Borsa e il London Metals Exchange (LME) vanta un ruolo di spicco in questo ambito.

Con l'avvio di dicembre i mercati azionari asiatici e dell'area del Pacifico hanno registrato un evidente calo proprio in seguito alle vendite nel comparto delle materie prime e del settore hi tech.
La fase di debolezza dei mercati azionari è in questo ritaglio di fine anno una conseguenza diretta delle materie prime.

 

Mercato delle materie prime osservato speciale

Il mercato delle materie prime, così come quello delle azioni, è un osservato speciale.
Accessibile a tutti, compresi i trader e gli investitori di piccola taglia, il mercato consente di puntare su realtà quali il petrolio ed il rame grazie all'utilizzo dei contratti futures, con fondi pensati espressamente per le materie prime.
Le materie prime possono far registrare oscillazioni persistenti soprattutto laddove si considerano realtà legate a forti cambiamenti fra domanda ed offerta.
Parliamo di materie prime che sono diretta conseguenza d'un ciclo di produzione come quello dei prodotti agricoli, e quindi canna da zucchero, soia, mais, caffè, grano.

Chi investe sulle materie prime deve conoscere bene il settore, vantare una buona competenza e soprattutto essere costantemente aggiornato sulle variabili, a cui è da sempre soggetto il mercato.
Fare trading sulle materie prime è un metodo diffuso fra chi sceglie di speculare sui mercati finanziari.
Si parla di una pratica che si perde nella notte dei tempi, nata centinaia di anni fa in Asia.
Chi negozia le materie prime deve sapere che esistono due approcci specifici: cash e forward, che si distinguono in base alle date di regolamento o consegna.

 

Settori di punta quello energetico e dei metalli

Fra le materie prime maggiormente considerate nelle negoziazioni troviamo il settore dell'energia con materie quali il petrolio ed il gas naturale, il settore dei metalli che considera oro, argento e rame e per finire il comparto delle cosiddette materie prime soft ovvero cacao, caffé, zucchero e grano.
Si tratta di operazioni finanziarie che puntano al rialzo o al ribasso e l'investitore può trarre un utile sull'aumento o sulla diminuzione del prezzo della materia prima, a patto che si intuisca a priori quale sarà l'andamento effettivo.

Pubblicato in Economia Emilia

Cibus Agenzia Stampa Agroalimentare: SOMMARIO Anno 14 - n° 23 7 giugno 2015

(in allegato il pdf scaricabile)

SOMMARIO Anno 14 - n° 23 07 giugno 2015
1.1 editoriale Garibaldi in camicia verde
3.1 Lattiero caseario Lattiero caseario. Una settimana di tregua.
4.1 cereali Materie prime condizionate dalla volatilità del cambio
5.1 expo2015 Expo Milano 2015 stila il bilancio del primo mese di apertura
5.2 expo2015 Cucina ecosostenibile.
6.1 expo 2015 Il balletto dei numeri e la Svizzera ci deride?
6.2 expo2015 La spesa virtuale tra 1.000 marchi del food made in Italy ne padiglione "Cibus é Italia"
7.1 filiera latte Meno stalle e minor prezzo. La crisi del settore lattiero.
9.1 greenpeace Greenpeace cerca fondi sola da privati.
10.1 promozioni vino" e partners

Cibus Agenzia Stampa Agroalimentare: SOMMARIO Anno 14 - n° 21 24 maggio 2015

SOMMARIO Anno 14 - n° 21 24 maggio 2015
(in allegato il pdf scaricabile)

1.1 editoriale Diritti acquisiti, per molti ma non per tutti
3.1 cereali Materie prime. Persiste l'incertezza.
4.1 Lattiero caseario Rimbalzo del latte spot.
5.1 expo2015 I primi riflessi di Expo. Un maggio tra luci e ombre.
5.2 turismo Allarme di Federalberghi. In diminuzione il turismo nazionale.
5.3 Vino OCM Vino, su OCM promozione si poteva fare di più
6.1 MAIS & SOIA Mais & Soia: maggio 2015
7.1 pomodoro Interprofessione, i contenuti del Decreto preoccupano l'OI Pomodoro da Industria
7.2 parmigiano reggiano Parmigiano Reggiano:prosegue il boom dell'export
8.1 pasta Record di pasta esportata nel 2014
9.1 greenpeace Greenpeace cerca fondi sola da privati.
10.1 promozioni "vino" e partners

Cibus 21 COP

Cibus Agenzia Stampa Agroalimentare: SOMMARIO Anno 14 - n° 19 10 maggio 2015

(File pdf scaricabile)

1.1 editoriale Democrazia 2.0 - Un tool come il coltellino svizzero!
3.1 cereali Materie prime, all'alba della discesa?
4.1 cereali Materie prime, all'alba della discesa?
5.1 Lattiero caseario Profondo rosso per i derivati del latte.
6.1 semplificazione Approvato il decreto del Registro unico dei controlli
6.2 crisi Economia non riparte. Serve riforma fiscale
6.3 difesa suolo Emilia Romagna, chiesti 100 milioni per difesa del suolo
7.1 Parmigiano Reggiano Parmigiano reggiano, assalto alla Grande Muraglia
8.1 pasta All'estero trionfa la pasta made in Italy.
9.1 Expo2015 - vino "Vino-a taste of Italy"
10.1 greenpeace Greenpeace cerca fondi sola da privati.
11.1 promozioni  "vino" e partners

 

Cibus 19 COP 2015

 

 

Cibus Agenzia Stampa Agroalimentare: SOMMARIO Anno 14 - n° 18 3 maggio 2015

SOMMARIO Anno 14 - n° 18 3 maggio 2015

(In allegato la news letter in formato pdf scaricabile)

SOMMARIO
Anno 14 - n° 18 3 maggio 2015
1.1 editoriale Festa per il Lavoro. Altro che "choosy"
3.1 cereali Mercati internazionali ancora incerti
4.1 Lattiero caseario Lenta ma costante ripresa del "Parmigiano"
5.1 nutrizione Expo. Inventata la pizza dimagrante
5.2 Expo2015 Parmigiano Reggiano protagonista a EXPO2015
5.3 Expo 2015 Expo2015. Una vittoria dei lavoratori che i Black Block non devono rovinare
6.1 parmigiano reggiano Parmigiano Reggiano, prossimi obiettivi qualità, quantità, export e vigilanza
6.2 Expo2015 Val Tidone a Expo2015
7.1 pomodoro Le tante opportunità per il pomodoro.
8.1 Finanza Credito alle imprese, L'Emilia Romagna fanalino di coda.
9.1 Consorzi agrari La bandiera gialla sventola anche sul Consorzio Agrario di Cremona.
10.1 greenpeace Greenpeace cerca fondi sola da privati.
10.2 promozioni "vino" e partners

Cibus 18 2015 COP

Cibus Agenzia Stampa Agroalimentare: SOMMARIO Anno 14 - n° 12 22 marzo 2015

SOMMARIO Anno 14 - n° 12 22 marzo 2015

(Formato pdf scaricabile allegato)
1.1 editoriale Parola d'ordine, boicottare. Evviva la libertà di pensiero!
2.1 cereali e materie prime (2) Materie prime, tendenze rialziste.
3.1 parmigiano reggiano La corsa degli allevatori per la "quota latte parmigiano reggiano"
4.1 cereali e materie prime (1) Materie prime, un mercato sconquassato. Il confronto con un anno fa.
5.1 Lattiero caseario Deboli segnali di ripresa per il Parmigiano Reggiano
6.1 mais & soia Mais & Soia: marzo 2015
7.1 vinitaly eventi Il Valpollicella diventa Vegan
7.2 aspettando vinitaly Lungarotti: Vino, Cultura e Giovani. Al Vinitaly guardando all'expo
7.3 aspettando vinitaly Vinitaly 2015: la 49^ edizione
8.1 aspettando vinitaly 112 aziende e 210 etichette dalle Marche al Vinitaly
9.1 agricoltura produzioni "AgrOsserva" Speciale Bilancio 2014
9.2 acqua Paesaggi mozzafiato dell'Emilia Romagna dove l'acqua, con la sua bellezza e la sua forza, è regina incontrastata
10.1 Aspettando vinitaly Donelli Vini celebra i 100 anni
11.1 promozioni e Partner Per Bacco che vantaggi con le Card Sconti di Stepa!

Cibus Agenzia Stampa Elettronica Agroalimentare: SOMMARIO Anno 14 - n° 10 8 marzo 2015

SOMMARIO Anno 14 - n° 10 08 marzo 2015

(In allegto il pdf scaricabile)

1.1 editoriale 8 marzo. E' qui la festa?
3.1 materie prime Il recupero del dollaro influenza i valori e accresce l'incertezza.
4.1 agroalimentare AgrOsserva: agroalimentare, prospettive più favorevoli nel 2015
5.1 cereali Cereali, continua l'indecifrabilità. Dallo sciopero brasiliano a quello argentino
6.1 Lattiero caseario Ancora più su i derivati del latte. Leggera flessione a Milano per la crema uso alimentare
7.1 olio ENOLITECH 2015, uno sguardo sule tecnologie per le cantine e i frantoi di domani.
7.2 expo2015 Mc Donald's e Coca-Cola, le mani sopra l'Expo2015
8.1 Mais & Soia Dati previsionali
9.1 vinitaly ricerche Vino, i segnali che fanno ben sperare per il 2015.
9.2 vino Lambrusco, Sangiovese e Pignoletto i più venduti in Emilia Romagna.
10.1 vino Concorso enologico internazionale, passpartout per expo2015

Cibus 10 COP