Visualizza articoli per tag: Territorio Borgotaro

Parma, 6 agosto 2020 – In 11 uffici postali di Parma (Via Pisacane, Via Pastrengo, Largo Mercantini, Largo Novaro, Via Verdi, Borgo Tommasini, Strada Costituente, Piazzale Santa Croce, Via Venezia, Vicolo Largo Le Ore e San Lazzaro Parmense), nei 2 di

Pubblicato in Cronaca Parma

.Sono le ore 7:18 quando la Centrale Operativa dei Carabinieri di Borgo Val di Taro, riceve una chiamata sul 112. Al telefono un cittadino di Ostia Parmense che comunica di vedere dalla finestra un cittadino di origini straniere che sta devastando la locale Stazione Ferroviaria.

Pubblicato in Cronaca Parma

Territorio. L'assessore Corsini nel parmense: Pontremolese e Via Francigena, interventi per circa 172 milioni di euro. Corsini: "Risorse fondamentali. Fondi nazionali che dimostrano il ruolo strategico dell'Emilia-Romagna e che si aggiungono al costante impegno della Regione sul territorio"

Il Bancarella Sport 2020 è stato conquistato da Piero Trellini con il libro “LA PARTITA”, edito da Mondadori, una corposa rievocazione (607 pagine) della famosa partita dei Mondiali di Calcio Brasile Italia del 1982. A Beppe Conti invece è andato il “Premio Bruno Raschi”.

Pubblicato in Costume e Società Parma
Domenica, 19 Luglio 2020 08:14

Il tremendo omicidio/suicidio di Borgotaro

Un ragazzino di 13 anni sotto shock, una madre che non c’è più, un padre che si è tolto la vita con lo stesso fucile utilizzato per uccidere la moglie. Non si tratta delle trama di un film horror, ma del tremendo omicidio/suicidio avvenuto a Borgotaro in provincia di Parma nella notte tra mercoledì e giovedì. Le liti erano ormai all’ ordine del giorno tra Anastasia Rossi e Franco Dellapina, coppia in fase di separazione. La donna voleva interrompere la relazione.

Pubblicato in Cronaca Parma
Martedì, 30 Giugno 2020 14:52

Brutale omicidio nei pressi di Bedonia

Nel tardo pomeriggio di ieri 29 giugno 2020 si è consumato un brutale omicidio in località Setterone del comune di Bedonia, alle pendici del Monte Penna.
Alle ore 20:00 è infatti pervenuta una telefonata alla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Borgo Val di Taro, tramite il numero di emergenza 112, nella quale veniva segnalato un uomo riverso a terra in un lago di sangue sulla strada comunale del piccolo centro abitato di montagna.

Pubblicato in Cronaca Parma

Quasi diciassette mila euro di donazioni provenienti da oltreoceano. Serviranno per acquistare attrezzature sanitarie.

Dagli Stati Uniti a Borgotaro, per aiutare la comunità di origine in un momento di difficoltà. E’ di quasi dicassette mila euro infatti, la cifra raccolta negli States e destinata all'acquisto di attrezzature per l’Ospedale Santa Maria.

Martedì, 05 Maggio 2020 20:36

Poste Italiane: da 158 anni al servizio del Paese

Nella difficile emergenza sanitaria, anche in provincia di Parma l’Azienda conferma la sua vocazione storica e il suo ruolo al servizio dei cittadini e del territorio, delle imprese e della Pubblica Amministrazione. 

Raggiunge oggi il traguardo dei 158 anni l’attività di Poste Italiane al servizio degli italiani e dello sviluppo del Paese. Un anniversario che cade nella drammatica fase di emergenza sanitaria globale provocata dal contagio da Covid-19, nel corso della quale il ruolo e la missione di Poste Italiane hanno acquistato ancor più valore e significato.

In provincia di Parma sono rimasti operativi gran parte dei 114 Uffici Postali, 112 dei quali attualmente aperti, dove i dipendenti hanno continuato a garantire il servizio ai cittadini che, inoltre, hanno potuto ricevere regolarmente la loro corrispondenza grazie al quotidiano impegno dei portalettere dei sei Centri di Distribuzione del territorio (Parma, Pilastro, Fornovo Taro, Borgotaro, Fidenza e San Secondo Parmense).

In presenza di provvedimenti restrittivi necessari per contrastare l’epidemia, le donne e gli uomini che lavorano in Poste Italiane si sono adoperati per mettere in atto tutte le misure atte a tutelare la sicurezza e la salute personali e dei clienti, garantendo continuità ad un servizio essenziale per la vita del Paese. Sono state avviate formule innovative nel campo della organizzazione del lavoro e sono state predisposte soluzioni efficaci per fornire in sicurezza tutti i servizi essenziali per i cittadini, garantendo una attenzione speciale alle categorie sociali più fragili e bisognose.

In coerenza con i suoi 158 anni di attività, oggi come ieri la storia di Poste Italiane e dei suoi 130.000 lavoratori si è così intrecciata con quella dell’Italia. Con i suoi portalettere, gli Uffici Postali, con la raccolta del risparmio che ha permesso la realizzazione delle grandi opere che hanno modernizzato l’Italia, Poste Italiane è oggi un punto di riferimento per tutti i cittadini come lo fu nel secolo scorso, in qualità di artefice della missione unitaria che puntava a “fare gli italiani”.

Oggi Poste Italiane, quotata alla Borsa di Milano, rappresenta la più grande rete di distribuzione di servizi in Italia. Le sue attività comprendono il recapito di corrispondenza e pacchi, i servizi finanziari e assicurativi, i sistemi di pagamento e la telefonia mobile. Con una rete di oltre 12.800 uffici postali, circa 130 mila dipendenti, 536 miliardi di euro di attività finanziarie totali e 35 milioni di clienti, il Gruppo è parte integrante del tessuto sociale e produttivo del Paese e rappresenta una realtà unica in Italia per dimensioni, riconoscibilità, capillarità e fiducia da parte della clientela.

Pubblicato in Cronaca Parma

Colombe, bevande ed una lettera di ringraziamento per gli operatori del Santa Maria.

Un “dolce” augurio di buona Pasqua, per ringraziare gli operatori dell’Ospedale di Borgotaro, impegnati quotidianamente a fronteggiare l’epidemia da coronavirus.

Un regalo frutto della generosità dell’Associazione di promozione territoriale borgotarese “Bosco di Via” che, nella giornata di Pasqua, ha inviato ai reparti del “Santa Maria” colombe, bevande ed una lettera di ringraziamento.

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

La Federazione di Parma del Partito della Rifondazione Comunista partecipa con la somma di 2.000 euro alla sottoscrizione promossa dalle Aziende Sanitarie a favore degli ospedali di Parma e provincia.

E’ un piccolo contributo per testimoniare la nostra vicinanza e la nostra riconoscenza nei confronti dei lavoratori della sanità che stanno
sostenendo pesanti sacrifici per affrontare l’emergenza. Tutti dobbiamo preoccuparci che si faccia tutto il possibile per garantire in primo luogo la loro sicurezza.
Inoltre vogliamo ribadire una nostra radicata convinzione: i servizi essenziali (e in primo luogo la sanità) devono essere garantiti con una gestione pubblica e adeguati finanziamenti.

Occorre stabilire la giusta priorità negli investimenti da parte dello Stato e rimediare ai tagli e ai processi di privatizzazione che negli scorsi anni hanno inciso pesantemente sul servizio sanitario.
E’ necessario in particolare un programma di assunzioni a tempo indeterminato, un lavoro sicuro e qualificato che tuteli la salute di tutti i cittadini.

Rifondazione Comunista - Federazione di Parma

Pagina 5 di 14