Visualizza articoli per tag: Ufficio immigrazione

A seguito delle nuove disposizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, si elencano le modalità di fruizione da parte degli utenti degli Uffici della Polizia Amministrativa e dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Modena.

UFFICIO PASSAPORTI

Gli orari di apertura degli Uffici non subiranno modifiche.
La ricezione delle pratiche per il rilascio dei passaporti avverrà solo previo appuntamento tramite “Agenda on line” all’indirizzo https://www.passaportonline.poliziadistato.it, fino ad esaurimento delle prenotazioni.

Eventuali urgenze dovranno essere rappresentate all’Ufficio Passaporti tramite canale istituzionale, inviando un mail all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o direttamente tramite l’Agenda on line alla voce “customer satisfaction”, allegando ogni documento utile a verificare la sussistenza dei motivi di urgenza e un recapito telefonico.

Il ritiro dei passaporti sarà possibile, dal lunedì al venerdì esclusivamente dalle ore 12.00 alle ore 13.00, senza obbligo di prenotazione.

UFFICIO ARMI E LICENZE

Gli orari di apertura degli Uffici non subiranno modifiche. L’attività di ricezione al pubblico per queste due articolazioni avverrà solo su appuntamento da concordare tramite utenza telefonica 059/410768, dal lunedì al venerdì, dalle ore 11.30 alle ore 13.00.

UFFICIO IMMIGRAZIONE

L’ufficio osserverà l’apertura dal lunedì al venerdì.

L’attività di ricezione al pubblico riguarderà la sola consegna dei permessi di soggiorno elettronici agli utenti che riceveranno l’appuntamento tramite sms.

Si invitano gli utenti a recarsi presso gli sportelli del Centro Stranieri dei patronati per la prenotazione del ritiro dei permessi di soggiorno cartacei e dell’appuntamento per la richiesta del permesso di soggiorno cartaceo.

 

Pubblicato in Cronaca Modena
Mercoledì, 13 Maggio 2020 14:54

Questura Parma, riapre l'ufficio immigrazione

Riapertura al pubblico degli sportelli del front office dell’Ufficio Immigrazione di Parma.

Parma 13 maggio 2020 – Il prossimo 18 maggio sarà ripristinata l’operatività del front-office dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Parma.
Al fine di garantire il rispetto delle misure di sicurezza adottate per contenere il diffondersi del virus Covid-19, si raccomanda a tutti gli utenti di presentarsi presso quest’Ufficio secondo l’orario indicato nella

Pubblicato in Cronaca Parma

L’attività dell’Ufficio Immigrazione di Reggio Emilia nel 2019 ha avuto necessità anche di rinforzi dal Ministero attraverso il sostegno del Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna Occidentale.

Questi i numeri dell'attività realizzata.

Sono in totale 20.602 i permessi di soggiorno rilasciati:
- 5528 per famiglia
- 7113 per lavoro
- 1684 per riconoscimento asilo o protezione sussidiaria.
I titolari di permesso di soggiorno nel comune capoluogo sono complessivamente 28.291.

Nella Provincia i Comuni con la maggiore presenza di cittadini stranieri regolari sono Correggio (2766), Novellara (2080) e Guastalla (1930).

La Nazione di provenienza del maggior numero di stranieri titolari dei permessi di soggiorno rilasciati è: Marocco, Cina, Nigeria, India, Ucraina, Albania e Pakistan.
Non sono mancati i decreti di rifiuto e revoca dei permessi di soggiorno.

Sono in tutto 341 i casi in cui si è proceduto al rifiuto e/o irricevibilità delle richieste di permesso di soggiorno e tra le cause più diffuse vi è la mancanza dei requisiti stabiliti dal Testo Unico dell’Immigrazione.
Fra le cause vi sono i falsi domicili e le false convivenze, scoperte dai controlli costanti effettuati dagli operatori di polizia.
Sono stati 64 i casi in cui il Questore di Reggio Emilia ha dovuto revocare un soggiorno precedentemente concesso. Tra le cause più frequenti la lunga assenza dal Territorio Nazionale nonché il pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica nei confronti, quindi, di soggetti considerati autori di gravi reati.

L’Ufficio Immigrazione ha organizzato 27 rimpatri verso l’Albania, Tunisia e Marocco; ha eseguito 35 accompagnamenti presso i centri di permanenza per rimpatri di Bari, Torino, Caltanissetta, Potenza, Roma.
Per coloro che a seguito di decreto di espulsione hanno accettato di tornare volontariamente nel proprio territorio, l’Ufficio Immigrazione ha predisposto le incombenze relative, tra cui il ritiro del passaporto.
Da ultimo, a seguito dei decreti di espulsione il Questore di Reggio Emilia ha disposto 116 "Ordini del Questore" cioè l’ordine di abbandonare il Territorio Nazionale entro 7 giorni.
Per poter disporre i rimpatri e gli accompagnamenti sono stati impiegati nel corso dell’anno un totale di 264 uomini della Questura.
Questa attività così intensa è il risultato dei continui controlli straordinari effettuati per tutto l’anno 2019 in città e in provincia e nati dall’impulso del Questore Sbordone.
Per un totale di circa 208 giornate, i controlli straordinari sul tutto il territorio hanno visto il costante coinvolgimento degli operatori del Posto di polizia di via Turri che si sono concentrati soprattutto nella stazione storica e zone limitrofe.

Per effettuare questi servizi sono stati peraltro richiesti rinforzi al Ministero e per un totale di più di 1000 uomini si è avuto l’ausilio anche del Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna Occidentale.
Per ogni giornata sono state circa 3 le pattuglie messe a disposizione dalla Questura e in molti casi i servizi sono stati svolti con l’ausilio dell’unità cinofila.

RE_Ufficio_imigrazione_1.jpg

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

L'Ufficio Immigrazione della Questura di Parma attiva l'Agenda Elettronica. Cambiano le procedure di accesso agli Sportelli del front-office.

A partire dal 26 marzo, l'Ufficio Immigrazione, concludendo l'iter di progettazione dell'Agenda Elettronica per l'accesso ai propri sportelli, sospenderà la distribuzione quotidiana dei numeri elimina-code.

Le prenotazioni per accedere agli sportelli del front-office dell'Ufficio Immigrazione, quindi, potranno essere effettuate unicamente presso gli enti che hanno siglato il relativo protocollo di intesa, ovvero, Informastranieri del Comune di Parma, alcuni Comuni della Provincia, dal CIAC Onlus, Consorzio Fantasia, dai C.A.S. che operano sul territorio, nonché da alcuni patronati, quali CGIL, CISL, UIL, CNA.

L'agenda elettronica in argomento servirà a disciplinare l'afflusso presso gli sportelli Front-Office di quei cittadini stranieri il cui accesso all'Ufficio Immigrazione non è regolato dall'agenda elettronica di Poste Italiane S.P.A., la quale, come noto, attualmente serve unicamente le istanze di rilascio/rinnovo del titolo di soggiorno presentate attraverso il KIT inoltrato per il tramite degli sportello AMICO.

L'agenda prevede 3 tipologie di appuntamenti che aderiscono alle esigenze proprie di questo Ufficio:

• 1) per informazioni e rinnovo/aggiornamento dei permessi di soggiorno e dei titoli di viaggio dei richiedenti protezione internazionale (nelle giornate di martedì - venerdì fascia oraria 8.30/13.00);
• 2) per il 1° rilascio e rinnovo dei permessi di soggiorno cartacei (dal lun al ven) fascia oraria 8.30/13.00;
• 3) per le integrazioni o informazioni per tutte le tipologie dei permessi (dal lun al ven) fascia oraria 08.30/13.00.

Dal 26 p.v. quindi gli utenti appartenenti alle suddette categorie potranno accedere all'Ufficio Immigrazione unicamente previa presentazione di stampato dell'appuntamento, completo di data e orario, fissato grazie all'intermediazione degli enti accreditati.

L'accesso diretto agli sportelli dell'Ufficio sarà mantenuto per tutte quelle persone che necessitano di dichiarazioni di presenza per turismo e per gli utenti che, tramite portale questure, hanno verificato la possibilità di ritirare il proprio permesso di soggiorno.

Pubblicato in Cronaca Parma