Visualizza articoli per tag: didattica a distanza

Mercoledì, 09 Giugno 2021 07:15

La DAD come specchio della vita.

Tutti parlano di dad, ma come ci ha cambiati veramente? Come la vivono i diretti interessati? Tutti dall’esterno cercano di dare il loro parere ma secondo me, prof, studenti e tutta la comunità scolastica ne sanno più di tutti sull’argomento. 

Di Alice Quinodon (*) Greve in Chianti, 8 giugno 2021 - In seguito a una conversazione con il mio professore di filosofia, Franco Banchi, sono affiorati diversi pensieri sia positivi che negativi sulla scuola a distanza.

Non si può riflettere sulla dad senza prendere in considerazione anche tutta la vita quotidiana, poiché la scuola non è una bolla ma è parte integrante della vita ordinaria. 

Una cosa è certa, la DAD ha sconvolto il nostro modo di pensare alla scuola e anche di come viverla.   Noi studenti  ci siamo dovuti adattare, cambiare le nostre abitudini; chi non è riuscito a fare ciò si è trovato in grave difficoltà.

Infatti, professori e studenti hanno dovuto modificare i loro metodi, purtroppo però è successo che alcuni di questi hanno continuato come se fossero in una situazione normale e nel caso dei professori, penso che vada a ricadere negativamente sugli studenti e in particolare sul loro tasso di apprendimento in forza di una tecnica d’insegnamento non adatta alla “distanza”. 

PR_-_PROTESTA_STUDENTI_PREFETTURA_CORONAVIRUS_2021_26.jpeg

La scuola a distanza ha accresciuto alcuni problemi, che in condizioni normali sarebbero stati latenti, come ad esempio l’ansia di affrontare gruppi di persone oppure  in taluni ha aumentato la pigrizia,  determinata data dal fatto di restare sempre a casa, perché, se ci si pensa bene, l’ “andare a scuola” ha tutto una sua routine dietro:  ci si prepara per uscire, si prendono dei mezzi dove si possono incontrano amici con cui parlare, ridere e scherzare e poi si entra a scuola, un luogo pieno di persone e di altre regole. 

La dad è tutto il contrario: ci si sveglia, si fa colazione e si ritorna al solito luogo in cameretta davanti a un dispositivo elettronico, comunicando con i propri compagni tramite chat. Nessun contatto, nessun profumo, nessuna emozione scambiata.

PR_-_PROTESTA_STUDENTI_PREFETTURA_CORONAVIRUS_2021_17.jpeg

Pensandoci è molto triste.

Ma bisogna anche guardare i lati positivi. Questa nuova situazione ci ha fatto misurare la nostra abilità a di risolvere i problemi. Nonostante i giorni ci sembrino tutti uguali bisogna prendere in mano le cose e organizzare le giornate per riempirle come meglio si può e trarre la maggiore soddisfazione e gratificazione.  

Il professore mi ha detto che lui e i suoi colleghi si sono avvicinati molto di più al mondo dei social, e quindi anche ai ragazzi, avendo più modalità e strumenti  per comunicare insieme in modo collettivo e confrontarsi. Quest’aspetto secondo me è molto positivo, perché come ho potuto appurare, abbiamo l’occasione di sperimentare e acquisire un’organizzazione molto migliore e, in caso di problemi, la via di comunicazione era diretta e rapida nonostante la distanza fisica. 

La dad ha cambiato anche il modo di socializzare; molto più tempo attaccato ai attraverso social più che al vedersi, in ragione della impossibilità di uscire, del lockdown e del “coprifuoco”.

Personalmente mi sono accorta di essere stata molto più attaccata al telefono. Malgrado questo, a parer mio, il rapporto di gruppo della classe è migliorato rispetto agli altri anni precedenti, forse è dovuto al fatto che potersi vedere non era più così scontato o forse come reazione solidale nella condivisione delle difficoltà comuni. L’aiutarsi a vicenda in questa situazione un po’ complicata ci ha fatto, molto probabilmente, avvicinare.

La dad è completamente un altro mondo e un altro stile di vita, perché non si tratta solo di scuola ma di tutta la giornata e della vita sociale di uno studente e di un’insegnante a venire modificata, per non dire stravolta.   

La scuola non è una bolla isolata e non si può parlare solo di programma non completato come fanno purtroppo alcuni professori, ma bisogna prendere in considerazione lo stato d’animo e la condizione dello studente prima di trarre conclusioni. Tralasciare la psicologia di una persona è un grave errore in condizioni normali, lo è a maggior ragione in condizioni di estrema difficoltà.

Alla fine di questa riflessione sono venuti fuori molti aspetti, sia positivi che negativi, ma penso ho rilevato che il pensiero più diffuso sia quello di voler ritornare al più presto e al 100% in presenza, con i nostri compagni e professori senza più il disagio di una pandemia e poter affrontare la scuola nel modo più sereno possibile.

PR_Scuola-COMPLESSO_SCUOLA_MICHELI_PARMA_CORONAVIRUS_2020_2.jpeg

__________________________

Autore (*) 

Alice Quinodon, studentessa.

4°A liceo scientifico ordinario, Piero Gobetti .

Bagno a Ripoli (FI)

Il sogno di Alice è poter arrivare a essere una apprezzata divulgatrice scientifica.

Il percorso di studi post liceo sarà indirizzato verso ordinamenti scientifici ma nel frattempo vuole prendere confidenza con la comunicazione in generale e il giornalismo in particolare.

Un percorso di studio integrativo e complementare con l’indirizzo accademico principale.

Pubblicato in Scuola Emilia

Parma 26 marzo 2021 - A Parma, come in moltissime altre piazze d'Italia, genitori, studenti e insegnanti si sono uniti nella protesta per una scuola "chiusa".

Pubblicato in Scuola Parma
Venerdì, 19 Marzo 2021 15:16

Gli studenti protestano contro la DAD

Stamattina è andata in onda l'ennesima protesta degli studenti contro la DAD (Didattica a distanza). 

Pubblicato in Scuola Parma

Ancora una volta le scuole sono stata chiusa con grave danno per gli studenti e le famiglie. Le mamme ancora una volta sono chiamate a una ciclopica gestione contemporanea del lavoro, della DAD e della educazione. (Foto di Francesca Bocchia)

Pubblicato in Scuola Parma

L’indagine consegnata alla Ministra Azzolina: didattica a distanza genera stress, noia e fatica

Pubblicato in Scuola Emilia
Giovedì, 29 Ottobre 2020 15:30

L’Università Popolare ci prova

Il 30 novembre l’Università Popolare di Parma inaugura il nuovo A.A. 2020/2021. Si comincia online in modalità a distanza. Storia medievale, archeologia, letteratura greca, letteratura dell’Africa Sub-Sahariana alcune delle novità. 215 corsi proposti in 8 comuni. Rossi:”UniPop porta avanti valori che sono, mai come ora, collante della nostra società” .

Teatro Ragazzi 2019/2020 - “SALT’IN BANCO” - 40a Rassegna di Teatro Scuola - “InFormazione Teatrale” 2020

Il lavoro proseguirà nel mese di giugno per le scuole dell’infanzia. 

Sono già più di settanta gli incontri teatrali realizzati fino alla fine di maggio da Teatro Gioco Vita sulle varie piattaforme per la didattica a distanza delle scuole di Piacenza e provincia. Una programmazione che ha preso il nome di “Salt’in banco per la didattica a distanza” e che, dopo la chiusura delle scuole e dei teatri per l’emergenza dovuta alla diffusione del coronavirus, ha raccolto il testimone della Rassegna di Teatro Scuola “Salt’in Banco” e dei progetti educational di “InFormazione Teatrale”, attività proposte con la Fondazione Teatri di Piacenza e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.

Il Presidente dell’Associazione Italiana Formatori (AIF) Maurizio Milan ha indirizzato una lettera aperta alla Ministra Azzolina offrendo al MIUR la collaborazione dell’associazione per far fronte alle sfide che la scuola si trova oggi ad affrontare. 

UniCredit Social Impact Banking, insieme ai partner Cisco e isapiens, mette a disposizione degli oltre 300 istituti superiori iscritti al programma di educazione finanziaria e imprenditoriale Startup Your Life la suite Cisco Webex a sostegno della didattica a distanza.

In questo particolare momento di chiusura delle scuole a causa dell’emergenza sanitaria globale, i partner hanno sviluppato un’integrazione della piattaforma di e-learning Startup Your Life con la suite Webex per offrire video lezioni real time. Oltre 1500 tra docenti ed educatori e più di 18 mila studenti hanno la possibilità di connettersi gratuitamente alla piattaforma e proseguire da remoto non solo l’attività didattica curriculare ma anche le lezioni di Startup Your Life, il programma triennale di educazione finanziaria, inclusione e orientamento al lavoro, promosso da UniCredit e riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca tra i “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”.

Laura Penna, Responsabile UniCredit Social Impact Banking di Gruppo commenta: “Anche in questo periodo di emergenza e difficoltà, grazie alla preziosa collaborazione dei nostri partner e al supporto dei nostri educatori, colleghi e volontari UniGens, abbiamo la possibilità di fornire un supporto concreto sia agli studenti che al corpo docenti. Siamo orgogliosi di poter dare un contributo al miglioramento della didattica a distanza nelle scuole e quello che ci rende felici e pieni di speranza è il senso di collaborazione, di comunità e vicinanza tra tutti gli attori coinvolti che hanno reso possibile l’iniziativa.”

Webex è la piattaforma di Cisco che offre oltre al video conferencing anche molte funzionalità che consentono la gestione di una vera e propria aula virtuale, inclusa la capacità di professori e alunni di condividere e collaborare sui documenti in diretta, la possibilità di svolgere dei questionari “live”, sia con domande a risposta multipla che a risposta aperta e, infine, di gestire l’accesso e l’uscita dall’aula con la stessa sicurezza e facilità come se fosse una stanza fisica.

“Le tecnologie per collaborare online si sono rivelate uno strumento vitale per dare continuità alla formazione, che è anche uno dei pilastri più importanti del nostro impegno per il Paese. Con Cisco Webex abbiamo messo a disposizione una piattaforma, insieme alle nostre competenze, per aiutare le scuole a proseguire sia nella didattica, sia nelle iniziative che la accompagnano, arricchendo l’esperienza che possono offrire agli studenti, anche a distanza” afferma Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia.

La partnership tra UniCredit, isapiens e Crossknowledge offre opportunità di apprendimento attraverso una innovativa piattaforma online, momenti in aula con l’assistenza sia di tutor UniCredit che di tutor delle scuole e sviluppo di attività progettuali. Per il programma Startup Your Life, isapiens ha fornito alla banca un team di consulenti dedicato al design, implementazione, gestione, monitoraggio e rendicontazione dell’offerta di educazione finanziaria e all’imprenditorialità.

Michelangelo Ferraro, CEO di isapiens dichiara “Per garantire un contributo davvero efficace a UniCredit, isapiens ha assicurato un impegno complessivo che ha portato alla produzione di tutti i contenuti formativi dell’offerta digitale, fornendo un supporto costante all’attività di monitoraggio, comunicazione e rendicontazione del progetto. Isapiens ha inoltre sviluppato con UniCredit un sistema di valutazione ad hoc e creato un modello di competenze. Questa sinergia ha permesso l’efficacia del progetto e la soddisfazione degli attori coinvolti.”

 

Milano, 15 aprile 2020

UniCredit
UniCredit è una banca commerciale paneuropea, semplice e di successo, con una divisione Corporate & Investment Banking completamente integrata e una rete unica in Europa occidentale, Centrale e Orientale a disposizione della sua ampia base di clientela. UniCredit offre un servizio competente alla clientela internazionale e locale, offrendo un accesso senza eguali a banche leader in 13 mercati principali grazie alla sua rete bancaria europea, che include Italia, Germania, Austria, Bosnia e Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia. Disponendo di una rete internazionale di uffici di rappresentanza e filiali, UniCredit serve i clienti di altri 18 Paesi di tutto il mondo.
Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cisco
Cisco (NASDAQ: CSCO) è il leader tecnologico mondiale che dal 1984 è il motore di Internet. Con le nostre persone, i nostri prodotti e i nostri partner consentiamo alla società di connettersi in modo sicuro e cogliere già oggi le opportunità digitali del domani. Scopri di più su https://news-blogs.cisco.com/emear/it/ e seguici su Twitter @CiscoItalia. Digitaliani: l’impegno Cisco per la Digitalizzazione del Paese
Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

isapiens
isapiens è l’evolution partner delle persone nelle aziende in trasformazione. Affianchiamo persone e aziende nello sviluppo di competenze, abilità e comportamenti necessari nel lavoro di oggi e di domani. Impieghiamo l’AliveLearningTM, il nostro modello di apprendimento, che mette le persone al centro e valorizza gli strumenti tecnologici digitali. Utilizziamo una piattaforma avanzata e i migliori contenuti dei nostri partner nazionali e internazionali.
Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.