Visualizza articoli per tag: cinema

 

Dal 16 al 23 settembre 2020 a Salsomaggiore Terme (Parma) si terrà la settima edizione di Mangiacinema - Festa del cibo d’autore e del cinema goloso. Il Festival più pop d'Italia, ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri, si fa, adottandole misure di sicurezza necessarie, stabilite dalle autorità competenti. Per la prima volta in sette anni, non si possono proporre le degustazioni gratuite di Mangiacinema, ma tutti gli eventi cinematografi e gli spettacoli sono ugualmente "appetitosi".

Pubblicato in Cultura Emilia

Proiezione unica ore 21, biglietto d’ingresso 5 euro per tutti. Saranno rigorosamente osservate tutte le norme di sicurezza e di distanziamento fisico.

Con la proiezione del fortunato film di Ferzan Ozpetek “La Dea Fortuna” inizia domani venerdì 17 luglio alle ore 21 “Mac Is Back”, rassegna cinematografica di undici importanti titoli – fino al 24 agosto nelle giornate di venerdì, sabato, domenica e lunedì – con la quale il Cinema Teatro Walter Mac Mazzieri di Pavullo nel Frignano (MO) è pronto a ripartire dopo i mesi del lockdown e ad accogliere i suoi spettatori. Sempre nel pieno rispetto delle regole di contenimento rispetto al Covid-19.

Pubblicato in Cronaca Modena

Continua l’apprezzata rassegna presso la Cooperativa Agricola Biodinamica La Collina con una selezione di corti horror e storie da brivido da tutto il mondo.

Nuovo appuntamento, venerdì 17 luglio alle ore 21.30, per la rassegna Cinema in Collina, ciclo di serate ad ingresso libero e gratuito di presentazione di cortometraggi internazionali a cura del Reggio Film Festival presso la Cooperativa Agricola Biodinamica La Collina a Codemondo, a pochi chilometri da Reggio Emilia.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Parte CONTROTEMPI – Itinerari Sonori XIX Edizione nell’arena estiva del cinema D’Azeglio

Giovedì 16 luglio si esibiranno gli ATTACCHI DI SWING

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito del Comune di Parma

 

Pubblicato in Cultura Emilia
Martedì, 07 Luglio 2020 15:50

Aperta la rassegna al cinema d'Azeglio

Honeyland, docufilm nominato agli Oscar 2020 come miglior film internazionale e miglior documentario, ha aperto la rassegna cinematografica dell' EFSA in collaborazione con il Cinema D'Azeglio.

Alla proiezione hanno partecipato il sindaco Federico Pizzarotti, l'assessore alla Cultura Michele Guerra, il Direttore Esecutivo dell' EFSA Bernhard Url e il Responsabile del Progetto #EFSA4Parma2020 Alberto Spagnolli.

Saranno due le rassegne cinematografiche in programma nei mesi di luglio e agosto.

Pubblicato in Cronaca Parma

8 luglio dalle 20.30 in piazzale Borri-Quadrilegio 2020 dopo le diverse iniziative online durante il Lockdown, torna al suo pubblico nel pieno rispetto delle normative vigenti, con una “maratona” di cinema d’autore parmigiano in una serata evento inserita nel cartellone ufficiale di Parma Estate 2020 Capitale della Cultura- Altri 3 appuntamenti all’Antico Casale delle Vigne di Ozzano Taro.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

In attesa della nuova edizione, in programma a novembre, al via un ciclo di quattro serate di presentazione di cortometraggi presso la Cooperativa Agricola Biodinamica La Collina, luogo ricco di bellezza e di senso etico.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

E già da lunedì 8 possibili le prove senza la presenza di pubblico. Via anche a congressi e convegni e tornano i concorsi pubblici. Nuova ordinanza del presidente Bonaccini, con le linee guida per la sicurezza
Riaprono gli spazi di gran parte della produzione e fruizione culturale: massimo 200 spettatori al chiuso, mille all'aperto, e distanza di almeno un metro. Riattivati anche i set cinematografici e riprendono i circhi. Sì a tutte le attività formative in presenza. Recepito il Protocollo sulle scuole guida. Nuove indicazioni anche per i condizionatori d'aria

In occasione del centenario della nascita di Federico Fellini sono state diverse le iniziative dedicate ad uno dei grandi maestri del cinema italiano: tra le più interessanti senz'altro l'uscita in Blu Ray di uno dei suoi ultimi capolavori quel tanto discusso e criticato Casanova diffuso nelle sale nel 1976 al quale il regista dedicò 3 anni d'intensi lavori dopo il successo internazionale di Amarcord.

Pubblicato in Cultura Emilia
Giovedì, 28 Novembre 2019 15:02

il Cinema D'Azeglio propone il Mondo delle Donne

"Il cinema è un mezzo immediato per entrare in una dimensione, per diffondere un messaggio, per confrontarsi con una storia" ha detto l'Assessora Nicoletta Paci, che insieme a Giovanni Cossio del Cinema D'Azeglio ha presentato la nuova proposta dell'Assessorato alle Pari Opportunità che proseguirà le proposte del calendario dedicato alla Giornata contro la violenza verso le donne.

Parma -

Che cosa sono le donne oggi? Negli ultimi decenni molti elementi delle istituzioni sociali e famigliari di tipo patriarcale sono stati demoliti, grazie alle tante battaglie per i diritti e la parità condotte proprio dalle donne. Nonostante questo permangono le disuguaglianze in ambito politico, sociale, economico e le donne sono costrette a fare i conti con nuove forme di sessismo, di discriminazione e di violenza maschile che trovano terreno fertile in una nuova realtà ibridata composta da reale e virtuale. Eppure cambiamenti ci sono stati, percorsi nuovi e strade tracciate per un nuovo modello di relazione che mettere donne e uomini a confronto su un piano di parità. Un ciclo di film, realizzato dall’Assessorato alle Pari opportunità del Comune di Parma, per conoscere e riflettere sull’esperienza femminile oggi.

 

Comune di Parma in collaborazione con D’Azeglio società cooperativa

Parma dal 2 al 19 dicembre, Cinema D’Azeglio, Via Massimo D’Azeglio 33

Lunedì 2 dicembre, ore 21.00 - La verità di Kore'eda Hirokazu (film, Francia 107’)

Diva del cinema francese, Fabienne Daugeville pubblica un libro di memorie e per l'occasione riceve la visita della figlia Lumir, sceneggiatrice che vive a New York con il marito Hank e la figlia Charlotte. Nella villa parigina di Fabienne, le due donne si sforzano di entrare in contatto l'una con l'altra e di fare i conti con il passato. Le Verità stupisce per la perfetta sinfonia di ambiguità e allusioni dei suoi dialoghi, giocati su un corto circuito costante di età, ruoli familiari, ricordi e riflessi di sé.

Lunedì 9 dicembre, ore 21.00 - Santa subito, di Alessandro Piva (Documentario, Italia, 2019, 60’)

Santa Scorese è una ragazza vivace, dalla forte vocazione religiosa, che vive a Bari negli anni ‘80. Poco più che maggiorenne sogna di diventare missionaria, frequenta assiduamente la Chiesa, affida i suoi pensieri a un diario e a una famiglia che la segue e l'asseconda affettuosa. Fin quando la sua vita si trasforma in un incubo, per colpa della morbosa attenzione di uno sconosciuto che non smetterà di seguirla e perseguitarla. Tra femminicidio e martirio, l'imperdibile documentario di Piva racconta la storia di una morte annunciata.

Martedì 17 dicembre, ore 21.00 - La vita invisibile di Euridice Gusmau (film, Brasile, 2019, 139)

Euridice e Guida sono due ragazze che crescono nella stessa famiglia rigida e conservatrice. Quando Guida fugge una notte per incontrare il suo amante, Euridice acconsente di reggerle il gioco. Guida però non farà ritorno, sceglierà di sposarsi all'estero e la lontananza tra le due sorelle diventerà presto un abisso insuperabile quando il padre di entrambe deciderà di eliminare la peccatrice Guida dalla memoria della famiglia, impedendole di avere qualunque contatto con sua sorella. Euridice obbedisce, sempre e comunque, ma non rinuncerà mai a cercare in ogni modo sua sorella, che intanto vive tra gli ultimi, solo per una piccola ribellione adolescenziale.

Giovedì 19 dicembre, ore 21.00 - Il corpo della sposa di Michela Occhipinti (film, Italia-Mauritania, 2019, 94’)

In Mauritania, Verida è una ragazza moderna che lavora in un salone di bellezza, frequenta i social network e si diverte con le amiche. Quando la famiglia sceglie per lei un futuro sposo, Verida – come molte sue coetanee – si vede costretta a prendere peso affrontando il gavage, per raggiungere l'ideale di bellezza e lo status sociale che la tradizione del suo Paese le impone. Mentre il matrimonio si avvicina a grandi passi, pasto dopo pasto, Verida mette in discussione tutto ciò che ha sempre dato per scontato: i suoi cari, il suo modo di vivere e – non ultimo – il suo stesso corpo.

Tutte le proiezioni sono ad ingresso gratuito.

Pagina 4 di 15