Visualizza articoli per tag: territorio Boretto

 L’iniziativa è organizzata dalla Galleria Napoleone Cacciani e si svolgerà domenica 8 dicembre -

Boretto, 2 dicembre 2013 -

Un appuntamento per raccogliere fondi da destinare al restauro della Basilica San Marco di Boretto. A organizzarlo la Galleria Napoleone Cacciani, che per domenica 8 dicembre 2013, alle 16.30, ha mobilitato il mondo dell’arte raccogliendo un’importante selezione di dipinti, disegni, sculture e fotografie che verranno messi in vendita a sostegno della prosecuzione dei lavori.

Mentre la prima fase dei restauri della Basilica di San Marco di Boretto entra nella sua fase conclusiva, il Comitato che ha sostenuto, coordinato e documentato i lavori, pensa al futuro e alla prosecuzione dell’opera intrapresa. «Chi ha partecipato ai diversi momenti di apertura del cantiere al pubblico ha avuto modo di conoscere in modo diretto la serietà e l’entusiasmo con cui tutti i soggetti coinvolti stanno operando, e scoprire insieme ai tecnici gli spunti di grande interesse emersi da un restauro condotto secondo metodologie rigorose e aggiornate» spiega Ivan Cantoni, curatore della Galleria Napoleone Cacciani e membro del Comitato per i restauri. «È già il momento di pensare al futuro, di creare le condizioni perché i ponteggi non vengano smontati, ma semplicemente trasportati verso la navata e le cappelle. L’esperienza di questi mesi, le procedure messe in atto, i costi sostenuti ci dicono che si tratta di obiettivi del tutto affrontabili. L’importante è raccogliere le risorse per non interrompere il processo già avviato».

Hanno messo a disposizione le loro opere, oltre ai soci della Galleria, Azeglio Bertoni, Davide Benati, Alfonso Borghi, Marino Iotti, Rossano Cortellazzi, Gianna Zanafredi, Renzo Dall’Asta e molti altri. Anche gallerie e imprese, come Saletta Galaverni di Reggio Emilia e Coopsette hanno donato pezzi dalle proprie collezioni. Le immagini di ciascuna opera verranno proiettate e illustrate da Ivan Cantoni. Sarà immediatamente possibile, per chi lo desideri, prenotare l’opera che intende acquistare. L’intero ricavato andrà a finanziare la partenza del secondo stralcio del cantiere. Nel corso dell'iniziativa sarà inoltre possibile acquistare libri e cataloghi d’arte per regali di Natale di buon gusto e molto economici.

L’appuntamento è presso i locali della Basilica San Marco, domenica 8 dicembre, a partire dalle ore 16.30.

Le opere in vendita saranno esposte alla Galleria Napoleone Cacciani sabato 7 e domenica 8 dicembre (apertura 10-12.00 e 16.00-19.00).

Domenica 8 dicembre, infine, i ragazzi del laboratorio Bibliocampus Natale, organizzato dalla Galleria Napoleone Cacciani e dalla Biblioteca Comunale, saranno presenti in galleria per vendere i loro lavori. Anche il ricavato di questa attività sarà devoluto a favore del cantiere di restauro.

Elenco dei donatori in ordine alfabetico:

Corrado Askerz,Monica Benassi, Davide Benati,Azeglio Bertoni,Alfonso Borghi, Alessandro Bosoni, Marco Cagnolati, Ivan Cantoni, Massimo Canuti, Coopsette, Rossano Cortellazzi, Renzo Dall’Asta, Saletta Galaverni, Sara Giuberti, Henri Guatteri, Marino Iotti, Hicari Miyata, Maria Luisa Montanari, Marco Pinna, Michele Sassi, Ida Tentolini, Elena Viappiani, Gianfranco Zanafredi, Gianna Zanafredi.

in allegato la locandina

(fonte: ufficio stampa Kaiti)

 

Parma, 29 novembre 2013 -
 
Ha patteggiato un anno e 4 mesi, un 33enne, originario del casertano, che due settimane fa ha picchiato una donna a Mezzani e poi ha danneggiato il furgone del marito che era andato a chiedergli spiegazioni dove abita, a Boretto. L'uomo, che è un sorvegliato speciale, aveva ritenuto di accomodare in maniera violenta una questione relativa ad un credito. La donna colpita è stata costretta a recarsi al pronto soccorso, fortunatamente le ferite non erano gravi. Il 33enne è stato accusato di danneggiamento aggravato e violazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale, infatti non aveva il permesso di recarsi nel parmense. Aveva colpito il furgone lanciandogli contro una bicicletta e un casco. Il procedimento penale che era iniziato con il rito direttissimo, si è svolto nel Tribunale di Reggio Emilia.

Bruno Migliore
Pubblicato in Cronaca Emilia
Boretto, 15 novembre 2013
 
La prima fase prevede la deumidificazione delle pareti: in un secondo momento si provvederà al restauro vero e proprio degli affreschi -
Sono stati presentati ieri mattina i lavori di restauro degli affreschi della Sala Consiliare di Boretto. Un'opera unica nel suo genere, realizzata da Marcello Nizzoli, uno tra i più importanti artisti italiani riconosciuti a livello mondiale, nato a Boretto e autore di alcuni tra i simboli del design del Novecento: suoi sono il logo dell'Eni, le macchine da scrivere Lettera 22 e Lexicon, la calcolatrice elettrica Quanta di Olivetti.
 
Dipinta dall'artista a soli 24 anni, la Sala Consiliare rappresenta la prima grande opera realizzata da Nizzoli tra il 1911 e il 1913: un affresco dal grande impatto, che rischiava di essere danneggiato irrimediabilmente dall'umidità che a oggi ha già provocato il distacco di alcune parti di intonaco.
Alla presentazione erano presenti il sindaco Massimo Gazza e l'assessore all'urbanistica Wilmer farri, che hanno illustrato i lavori in corso, gli assessori della Giunta comunale e Paolo Bonelli in rappresentanza della Biodry, l'azienda che interverrà in questa prima fase dei lavori.
«L'umidità dei muri ha iniziato a provocare uno sfaldamento dell'intonaco, con il rischio di far perdere quella che, di fatto, rappresenta la più importante opera del Liberty in Emilia Romagna» ha spiegato il sindaco Massimo Gazza. «è nostro grande interesse recuperare e restituire la Sala ai vecchi splendori, dando il via a un iter che terminerà tra circa un anno e mezzo con il restauro vero e proprio degli affreschi». Le operazioni di intervento si svilupperanno in due fasi: la prima prevede la deumidificazione della Sala, cui seguirà successivamente il restauro degli affreschi ad opera della ditta Marmiroli.
«Abbiamo deciso di provvedere al recupero conservativo considerato lo stato di ammaloramento da umidità degli affreschi, attraverso la tecnologia Biodry, un sistema molto innovativo brevettato dall'azienda di Lugano» ha precisato Wilmer Farri, assessore all'Urbanistica. «Si tratta di un sistema non invasivo, che non produce forze elettromagnetiche e non consuma energia, e che risolverà in maniera definitiva il problema dell'umidità. I tempi di intervento di questa prima fase si aggirano intorno a i 15/18 mesi, al termine dei quali inizieranno i lavori a opera di Marmiroli, un artista del restauro, attivo da quarant'anni e autore dei progetti di riqualificazione di alcuni capolavori del territorio come il Teatro Regio e la Pilotta di Parma»..
«l sistema da noi brevettato» ha infine specificato Bonelli «è del tutto non invasivo ed è stato già utilizzato per numerosi altri interventi, come ad esempio quello presso la Stazione di Monza. Si tratta di un sistema che interviene direttamente sulle forze elettromagnetiche causate dallo scorrimento delle falde acquifere sotto i muri, che consente di risolvere alla radice il problema dell'umidità».
La prima fase dei lavori, che avrà un importo di 6.500, sarà interamente sponsorizzata dalla ditta Next Hydraulics di Boretto.
 
(Fonte: ufficio stampa Kaiti)
Reggio Emilia, 12 novembre 2013

La Provincia comunica che da domani, mercoledì 13 novembre, ci saranno alcune limitazioni al traffico dovute ai lavori per la realizzazione della rotatoria tra l'asse nord-sud di Val d'Enza, la Sp 358R "di Castelnovo" e la Sp1 "Poviglio-Brescello", nel comune di Poviglio.

In particolare sarà istituito un senso unico alternato, regolato da movieri, con l'introduzione del limite di velocità a 30 km/h, sull'area di raccordo tra la Sp358R (Via Romana) con direzione Boretto-Poviglio e il nuovo braccio della rotatoria, per la realizzazione di un nuovo attraversamento per collegare il nuovo impianto di illuminazione a quello esistente.

Un altro senso unico alternato, sempre regolato da movieri, con l'introduzione del limite di velocità a 30 km/h, sarà istituito nella zona della curva di raccordo tra la Sp358R (Via Romana) direzione Boretto-Poviglio e il nuovo braccio della rotatoria, con conseguente deviazione provvisoria del traffico proveniente da Brescello e dalla Sp358R, con direzione Boretto-Poviglio, su questo braccio della rotatoria e direzione obbligata sulla Sp20 Via Bertona e viceversa (da SP20 con direzione obbligata Boretto).

Ci sarà poi la chiusura del ramo di raccordo tra la Sp358R Via Romana, lato Poviglio e la nuova rotatoria, con deviazione del traffico (previa emissione ordinanza del Comune di Poviglio) sulle comunali via Manzoni, via Parma e via Bertona, per raggiungere la Sp20 e procedere in direzione Boretto.

Sarà chiuso anche l'attuale incrocio tra la Sp1-Sp358R, con deviazione traffico sul braccio di raccordo tra la Sp1 e la nuova rotatoria, mediante senso unico alternato regolato da movieri, con l'introduzione del limite di velocità a 30 km/h.

L'ultimo passaggio sarà l'apertura del ramo di raccordo tra la Sp358R Via Romana lato Poviglio e la nuova rotatoria, con ripristino dell'intera funzionalità della nuova circolazione stradale sulla rotatoria e sugli assi di raccordo.

Il traffico e le aree di lavoro saranno opportunamente regolati con l'apposizione della necessaria segnaletica da parte della ditta esecutrice dei lavori.

Per info in tempo reale sulla viabilità e in caso di eventuali emergenze consultare il profilo Twitter della Provincia di Reggio Emilia @ProvinciadiRE.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)
Boretto, 8 novembre 2013
 
Il celebre musical di Hollywood sarà presentato nella versione di Corrado Abbati sabato 16 novembre -
Sarà un avvio di stagione a passo di musica quello del Teatro del Fiume di Boretto: sabato 16 novembre il sipario s'alzerà infatti sulle note di "Cantando sotto la pioggia", opera simbolo del grande teatro di Broadway reinterpretata da Corrado Abbati e dalla sua compagnia "Inscena".
Un classico del musical, riproposto da Abbati con un allestimento del tutto nuovo che vede il coinvolgimento della società inglese Up Stage Designs e dei due scenografi inglese Phil R. Daniels e Charles Cusick Smith, fedele all'ambientazione tracciata nell'omonimo capolavoro cinematografico diretto nel 1952 da Stanley Donen e Gene Kelly.
La vicenda, ambientata nell'elegante e suggestivo mondo di Hollywood, narra la storia dell'attore Don Lockwood, acclamata stella del muto: con l'avvento del sonoro la sua stella rischia di appannarsi, da qui l'idea del suo produttore di trasformare l'ultima pellicola girata dall'attore insieme all'odiata compagna di set Lina Lamont in un film parlato. Lina, tuttavia, ha una voce insopportabile e fastidiosa: per questo il ballerino Cosmo, miglior amico di Don, suggerisce di trasformare il film in musical, facendo doppiare la voce di Lina alla giovane attrice e cantante Kathy, di cui Don si è nel frattempo innamorato. Quando scopre la verità, Lina si infuria e tenta di sabotare la storia d'amore, ma sarà ben presto lei stessa vittima di un brutto ma meritato tiro che la metterà alla berlina del pubblico..
La dinamica regia di Abbati ricostruisce le atmosfere magiche del cinema, costruendo uno spettacolo ricco e coinvolgente tra danza, musica, gag divertenti e molto altro ancora. Da sottolineare le musiche, opera di Nacio Herb Brown, che comprendono anche una splendida versione italiana di "You Are My Lucky Star", "Good Morning" e "Singin'in the Rain". A curare le coreografie e la direzione musicale sono invece Giada Bardelli e Maria Galantino, storiche collaboratrici di Abbati.
Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.00: il costo del biglietto è di 20 euro per la platea, 17 euro per la Galleria e il ridotto. Hanno diritto alle riduzioni i giovani di età inferiore ai 25 anni e le persone oltre i 60.
La biglietteria è situata presso il Comune di Boretto (Piazza San Marco 5) e osserverà i seguenti orari: lunedì e mercoledì dalle 17.00 alle 19.00; sabato dalle 9.30 alle 12.30.
I biglietti potranno essere acquistati anche la sera stessa dello spettacolo, presso il Teatro del Fiume.
La programmazione 2013/2014 del Teatro del Fiume proseguirà con altri nomi noti del teatro italiano, tra cui Valerio Mastrandrea, Silvio Orlando e Giuseppe Giacobazzi. Tra i prossimi appuntamenti: Antonio Guidetti con "Alfio, Delfo e l'Alberta, du campanuon e na serta" (14 dicembre), The followers of Christ con il classico concerto gospel di Natale (23 dicembre) e Valerio Mastrandea con "Qui e ora", mercoledì 29 gennaio 2014.
Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.comune.boretto.re.it
Telefono 0522/963724 – 963723 – 963758 – 963759, tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00.
 
(Fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Boretto, 7 novembre 2013

L'appuntamento è per domenica 10 novembre alle ore 15.00: per partecipare occorre prenotarsi. La partecipazione è gratuita -

Un nuovo appuntamento per scoprire il cantiere di restauro della Basilica Minore di San Marco di Boretto. Dopo il successo in termini di partecipazione delle prime due iniziative, si svolgerà domenica 10 novembre la nuova visita guidata organizzate dal Comitato per i restauri della Basilica, in collaborazione con la Galleria Napoleone Cacciani.

Un'occasione unica per scoprire la storia della Basilica e conoscere nel dettaglio i particolari architettonici presenti all'interno: durante la visita saranno presentati al pubblico il restauro della pavimentazione e l'altare finalmente riposizionato, oltre ai lavori ultimati nel mese di ottobre che hanno interessato il recupero della volta del catino absidale, dell'ancona della pala di San Marco, delle decorazioni delle pareti.

Il ritrovo è previsto sul sagrato della Chiesa alle ore 15.00.

Per consentire un'adeguata organizzazione dell'iniziativa, a ingresso gratuito, è gradita la prenotazione con una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 
(Fonte: ufficio stampa Kaiti expansion)
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Mercoledì, 06 Novembre 2013 16:04

A Boretto, Bibliocampus Natalizio

Boretto, 6 novembre 2013
 
Appuntamento per i ragazzi da 9 a 13 anni per preparare addobbi e decorazioni in vista del Natale -
 
Un laboratorio dedicato ai più piccoli, per preparare addobbi e decorazioni in vista del Natale. Si svolgerà venerdì 8 e 22 novembre presso la Biblioteca "Claudio Zanichelli" di Boretto il Bibliocampus Natalizio. Un appuntamento organizzato dalla Galleria Napoleone Cacciani in collaborazione con la Biblioteca "C.Zanichelli" e dedicato ai ragazzi da 9 a 13 anni: dalle ore 15.00 alle 18.00 di ciascun venerdì i giovani partecipanti potranno cimentarsi con acquerelli, carta, gesso e altri materiali semplici per realizzare biglietti e addobbi per l'albero e la casa!
Un vero e proprio laboratorio a partecipazione gratuita, per far trascorrere ai bambini un pomeriggio in compagnia, promuovendo la loro creatività e fantasia, e far vivere gli spazi della Biblioteca in maniera diversa e divertente.
Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare Sara (Galleria Napoleone Cacciani) al numero 333/7991056.
La partecipazione è gratuita.
 
(Fonte: kaiti expansion)
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Martedì, 05 Novembre 2013 10:15

A Boretto, appuntamento con la letteratura

Boretto, 5 novembre 2013
 
Giovedì 7 novembre saranno presentati i romanzi opera di due cittadini borettesi, Silvano e Matteo Benassi -
 
Si svolgerà giovedì 7 novembre 2013 alle ore 21.00, presso la Sala del Consiglio Comunale, la presentazione dei due romanzi editi da Studio Nobili, "Se l'era preso il mare" di Silvano Benassi e "Cicatrici sull'acqua" di Matteo Benassi, cittadini borettesi.
L'incontro, organizzato dal Comune di Boretto - Assessorato alla Cultura e dal titolo "652 km d'acqua basteranno a farvi venire sete?", sarà coordinato dal prof. Ivan Cantoni, che interagirerà con i due autori, padre e figlio.
Matteo Benassi, nato a Guastalla nel 1974 ma borettese da sempre, unisce la passione per la letteratura al suo lavoro come impiegato tecnico presso un'azienda di servizi presso la quale si occupa del ciclo idrico integrato dell'acqua. "Cicatrici sull'acqua" rappresenta la sua opera prima e racconta la storia di Germano, un individuo poco appariscente, bruttino, insignificante che nutre un'alta considerazione di se che però non trova molti riscontri nella realtà. La sua aspirazione a emergere, talvolta anche a danno di chi lo circonda, lo rende antipatico e fa si che venga continuamente messo in disparte ed emarginato: l'ambizione a fare grandi cose lo porta a immaginare un'esistenza parallela nella quale i suoi gesti, conditi di pochezza, pusillanimità e accondiscendenza quasi servile appaiono eroici, audaci, benefici. Sopraffatto da queste convinzioni arriverà a compiere un gesto temerario che nella sua logica dovrebbe lasciare il segno, una cicatrice appunto nel futuro della sua città e , perché no, dell'intera umanità.
"Se l'era preso il mare. 652 km d'acqua basteranno a farvi venire sete?" è invece il primo romanzo scritto da Silvano Benassi, insegnante elementare oggi in pensione. Una saga familiare ambientata nella Bassa padana, incentrata sui due genitori. Il racconto si dipana nell'arco di tempo che va dal primo periodo antecedente la Seconda guerra mondiale fino alla metà degli anni Settanta, fino agli Anni Duemila, quando sopraggiunge la morte del capofamiglia: una storia che ruota attorno al grande fiume, l'interprete aggiunto che indirizza e avvolge l'intera vicenda.
L'incontro avrà inizio alle ore 21.00: la partecipazione è gratuita.
 
(Fonte: Kaiti expansion)
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Boretto, 29 ottobre 2013

Una giornata dedicata al writing e alla street art per offrire ai giovani nuovi spazi di socializzazione -

Una via Argine Cisa come mai vista prima: a rivalorizzare il lungo Po una serie di murales e graffiti realizzati dai giovani borettesi che sabato 26 ottobre hanno preso parte a "Boretto Street art - secondo tempo".

Un'iniziativa rivolta ad adolescenti e giovani per stimolare la loro creatività e fornire nuovi spazi dove poterla esprimere in maniera costruttiva, organizzata dal Comune di Boretto - Assessorato alle Politiche Giovanili, Associazione "ProDiGio" e progetto "8x8", con il patrocinio della Provincia di Reggio Emilia e dell'Unione di Comuni Bassa Reggiana Ovest.
 
P1090155rid

Murales, graffiti e writing realizzati dai tanti under 24 anni che hanno preso parte al pomeriggio, realizzati nell'ambito di un percorso più ampio iniziato nell'ambito del progetto unionale "8x8", che ha visto il 12 ottobre un intero pomeriggio dedicato alla street art in senso ampio, e che l'Amministrazione Comunale ha voluto riproporre ai propri giovani visto il grande successo ottenuto.

"Abbiamo cercato di costruire insieme ai ragazzi del nostro Comune un'iniziativa a loro misura, in grado di mettere a loro disposizione uno spazio dove dare uno sbocco alla creatività in maniera positiva e costruttiva" spiega Giorgia Bia, Assessore alle Politiche culturali e giovanili del Comune di Boretto. "Oltre a questo importante obiettivo, siamo riusciti anche a rivalorizzare uno spazio pubblico a oggi poco utilizzato, rafforzando allo stesso tempo il legame tra giovani e territorio. L'obiettivo per il futuro è quello di proseguire su questo percorso trovando, in accordo con i giovani borettesi, nuovi modi per renderli protagonisti e partecipi della vita della nostra comunità".
 
(Fonte: ufficio stampa Kaiti)
Bologna, 22 ottobre 2013
 
"L'introduzione di nuove tecnologie e la possibilità di svolgere quasi tutte le funzioni da un unico Centro di controllo del traffico (Ctc) per tutta la rete regionale, con lo scopo di incrementare la regolarità della circolazione e le condizioni di sicurezza, porta comunque, inevitabilmente, alla riduzione degli organici. Nessun località sulla linea Parma-Suzzara, in cui ricade la stazione di Guastalla è presenziata da personale ferroviario". È la risposta dell'assessore regionale ai Trasporti, Alfredo Peri, alla consigliera Liana Barbati (Idv) che, in una interrogazione a risposta immediata in Aula, aveva chiesto interventi al fine di evitare la chiusura degli uffici e del presidio con personale Fer della stazione di Guastalla, in provincia di Reggio Emilia. La consigliera, a questo proposito, aveva rilevato che "la chiusura del presidio lascerebbe la struttura esposta al degrado e alla frequentazione da parte di vandali e sbandati".
"I capistazione che gravitano sulla stazione di Guastalla (alternandosi in turni dalle ore 5.00 alle 21.00) hanno esclusivamente il compito - precisa Peri - di regolare la circolazione. Non rientrano tra i loro compiti attività attinenti l'ordine pubblico o la sicurezza dei cittadini/viaggiatori che resta di esclusiva competenza di altri organi istituzionali. Ove è stato possibile, alcuni locali di stazioni sono stati messi a disposizione in comodato gratuito, come è avvenuto a Boretto, dove il Comune li utilizza come distaccamento della Polizia Municipale. Un comodato d'uso - conclude l'assessore - è stato proposto anche al Comune di Guastalla che sta esaminando concretamente tale ipotesi per mettere a disposizione alcuni spazi per associazioni culturali, sportive, di volontariato o altro. In tal modo verrebbe garantita una ulteriore e ricorrente presenza negli spazi della stazione che, per altro, non è in posizione emarginata rispetto al resto della città".
Nella replica, la Barbati si dice "preoccupata e non soddisfatta di questa situazione che si è venuta a creare nella stazione di Guastalla".
 
(Fonte: ufficio stampa Regione Emilia Romagna)
Pagina 7 di 10