Visualizza articoli per tag: trading online

Il Forex è sicuro se ci si documenta e ci si affida a broker esperti e a piattaforme registrate. Per iniziare si può consultare guide e articoli dedicati per capire come funziona il trading online. E’ un mercato enorme, all’interno del quale bisogna imparare a muoversi.


Chi in qualche modo è esperto, non ha potenzialmente limiti ai propri guadagni perché, grazie alla leva finanziaria, può scalare il proprio capitale e generare oscillazioni grandi anche da piccoli movimenti delle quotazioni; allo stesso tempo, chi non si sa muovere su questo mercato dovrebbe imparare dall’esperienza, dallo studio, dall’uso di un conto demo e dall’osservazione dei grafici. Per chi invece non è esperto e non sa muoversi in questo settore le precauzioni non sono mai abbastanza. Clicca su questo link per approfondire l'argomento e verificare quante e quali tipi di truffe alcuni utenti hanno segnalato. Non è un settore facile per chi è a digiuno di economia e finanza e, oggigiorno, con la crisi economica, le insidie sono dietro l’angolo.


La prima cosa che viene confusa quando si parla di Trading online è che viene associata al gioco d’azzardo. Si pensa infatti che sia una scommessa, un rischio, mentre invece il mercato ha una logica da seguire e capire. Gli esperti consigliano di non improvvisare e di fare formazione come abbiamo già evidenziato pocanzi.


Ecco alcuni consigli per non incappare in errori
1. Prestate sempre attenzione a chi vi promette facili guadagni e verificare che sia un operatore autorizzato
2. Registrati solo su piattaforme permesse dalla Consob che controlla regolarmente ogni operazione. Le piattaforme online possono essere un ottimo modo per i privati di investire con saggezza i loro soldi.
3. Attenzione ai bonus di benvenuto che alcuni broker mettono a disposizione
4. Pensate al forex come un traguardo avvincente da raggiungere, che solo con impegno e determinazione potrà realizzarsi.
5. Molte truffe chiudono dopo aver fatto un “colpo grosso” – quindi verifica da quanto tempo è funzionante il servizio a cui stai pensando di unirti.
6. Non fatevi consigliare da qualcuno che non conosci e fai sempre una tua ricerca prima di prendere una decisione di investimento.
7. Prime Bank: mentre nel suo senso tradizionale, il termine “Prime Bank” si riferisce a istituzioni finanziarie molto rispettabili, è diventato il termine scelto da molti truffatori affinché la loro trappola sembri più legittima. Pertanto, sii cauto con qualsiasi offerta che include il termine. È abbastanza semplice scoprire se una grande banca è effettivamente coinvolta nell’offerta.
8. A volte i truffatori ti invieranno un link che porta a una pagina che ha lo stesso aspetto della piattaforma. Tuttavia, l’URL (indirizzo web) sarà diverso, come parte di un tentativo di rubare i tuoi dati di accesso o altre informazioni personali. Assicurati sempre che l’URL sia corretto e che ci sia una connessione sicura.
9. Non dare mai informazioni personali: le piattaforme ti chiederanno solo di fornire informazioni personali quando ti iscrivi e raramente ti chiederanno informazioni che hai già fornito. Se qualcuno ti contatta sulla piattaforma, chiedendoti di inviare le tue informazioni, molto probabilmente lo sta facendo per ingannarti.

 

 

Pubblicato in Economia Emilia
Giovedì, 29 Agosto 2019 08:45

Segnali forex, cosa sono e come funzionano

Chi svolge un’attività di trading online, sa alla perfezione come sia un impegno su cui sia necessario mettere tanta pazienza, attenzione e professionalità. In questo senso, ci sono una serie di servizi, la cui valutazione può tornare decisamente utile per poter guadagnare delle cifre maggiori. Uno di tali servizi è rappresentato proprio dai segnali forex.


Quando si parla di segnali forex, si fa riferimento a dei suggerimenti di carattere operativo il cui invio viene operato da parte dei broker, oppure vengono venduti da parte di soggetti terzi. L’obiettivo è quello di trovare tutta quella serie di situazioni di mercato che siano particolarmente vantaggiose per poter realizzare ottimi profitti, come si può scoprire con questo corso gratuito di trading con giocareinborsa.com.
Per raggiungere un buon guadagno, una delle principali cose da fare è quella di controllare il capitale e i relativi rischi con grande attenzione. Per questa ragione, i segnali di trading possono essere estremamente utili, ma è necessario fare riferimento ad un servizio che sia veramente affidabile e sicuro. Capita spesso e volentieri, infatti, che tanti servizi, anche a pagamento, provvedono all’invio di segnali forex che in realtà sono errati oppure non funzionano.


Quali sono i segnali forex a pagamento
I segnali forex maggiormente diffusi online sono quelli a pagamento, che vengono proposti da parte di professionisti in questo campo. Esistono poi anche broker CFD che mettono a disposizione come servizio aggiuntivo l’invio di determinati segnali da parte dei propri manager. Un servizio a pagamento non vuol dire necessariamente anche un servizio affidabile e sicuro su cui puntare al 100%. Piuttosto di frequente si possono individuare online dei servizi di segnali di trading per forex che sono sì a pagamento, ma che in realtà funzionano davvero malissimo. Il consiglio migliore da seguire, quindi, è quello di sviluppare il proprio conto di trading e poi eseguire l’accesso ai vari servizi di segnali che sono proposti dalla stessa piattaforma.


Quali sono i segnali di forex più affidabili
Nel caso in cui abbiate intenzione di raggiungere degli ottimi guadagni con il forex trading, è molto importante puntare su dei servizi che riescono a funzionare alla perfezione sotto ogni aspetto. I segnali vengono realizzati in maniera tale da trovare dei trend e delle situazioni di mercato, almeno dal punto di vista potenziale, in cui si possono realizzare davvero ottimi guadagni. Spesso e volentieri, un segnale forex viene sviluppato in base all’andamento di una determinata coppia di valute e bisogna considerare su un periodo medio-lungo (circa qualche mese).


Meglio i segnali automatici o manuali?
Ci sono altre due categorie da considerare, ovvero quella dei segnali manuali e quella dei segnali automatici. Questi ultimi vengono mandati seguendo uno schema del tutto automatico: merito di un software e, di conseguenza, garantiscono un livello di affidabilità ridotto e un rischio molto elevato. I segnali forex manuali, invece, si caratterizza per essere pur sempre i migliori, come quelli che vengono inviati da parte di specifici professionisti. Non è difficile capire il motivo per cui convengano spesso quelli manuali, visto che il professionista svolge una ben precisa indagine che mira ad analizzare a fondo i mercati.

 

Pubblicato in Nuove Tecnologie Emilia
Mercoledì, 25 Ottobre 2017 10:04

Come fare trading sulle criptovalute

Fare trading sulle criptovalute è diventata un'attività molto comune nel corso degli ultimi anni, grazie anche alle piattaforme dei principali broker online, che hanno predisposto dei servizi di facile utilizzo e di intuitiva fruizione per tutti i trader che desiderano poter investire una parte del proprio patrimonio in questo settore.

Ma come fare trading sulle criptovalute?

Cerchiamo di illustrare una brevissima guida al trading criptovalute, introducendo una serie di validi spunti che serviranno da biglietto di ingresso in un comparto dalle mille opportunità!

Che cosa sono le criptovalute

Le criptovalute sono delle valute virtuali, crittografate, decentrate, al portatore, con caratteri di anonimato e di difesa della privacy. Si tratta di valute digitali, che non sono emesse o "gestite" da enti centrali o autorità bancarie, e che poggiano il loro principale funzionamento sul sistema peer-to-peer, con scambi tra utente e utente che avvengono in maniera decentrata e – appunto – crittografata.

Come investire sulle criptovalute

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un vero e proprio boom per gli investimenti nelle cripto valute, che ha condotto tantissimi trader ad avvicinarsi in maniera ancora più convinta a questo comparto finanziario.

Semplificando il tema, possiamo rammentare come oggi sia possibile investire sulle criptovalute in due modi.

Il primo è quello di agire sul mercato "spot", andando ad acquistare le valute virtuali di proprio riferimento, da tenere in portafoglio in attesa che il loro valore cresca nel tempo. In merito, esistono numerosi servizi che vi permetteranno di aprire dei portafogli all'interno dei quali inserire le cripto valute di vostro gradimento. Sono servizi spesso a bassissimo costo, con una facilità di utilizzo piuttosto elevata.

Il secondo modo, che è diventato immediatamente quello più gettonato, è legato alla possibilità di utilizzare le cripto valute come asset sottostante per i propri investimenti derivati finanziari, come avviene con i contratti per differenza o con le opzioni binarie.

In questo caso, il trader non andrà ad acquistare direttamente le criptovalute, ma le utilizzerà come termine di riferimento per poter investire su uno strumento derivato come i CFD, le cui variazioni di prezzo riflettono le variazioni di prezzo del sottostante (in questo caso, le criptovalute). Attenzione, però: si tratta di investimenti ad alto rischio, tipicamente speculativi, che non potranno che essere oggetto di un'attenta ponderazione al fine di non pregiudicare la vostra strategia di trading.

Conviene investire in criptovalute?

Alla domanda se convenga o meno investire in cripto valute non è possibile fornire una risposta puntuale. Tenete infatti in considerazione che questo asset è molto volatile, e che le quotazioni delle criptovalute possono cambiare rapidamente nell'arco di un brevissimo frangente temporale.

Per questo motivo il nostro suggerimento è quello di avvicinarsi con cautela al settore, andando a investire in valute virtuali solamente una parte frazionata del vostro patrimonio (non più del 5%). Per il resto, si tratta di un asset ideale per finalità speculative, con il quale potrete magari cercare una buona redditività di breve o di brevissimo termine, compatibilmente con il vostro modello di investimento finanziario complessivo.

Pubblicato in Economia Emilia