Visualizza articoli per tag: territorio fontanellato

Lunedì, 06 Giugno 2016 12:55

"Mister Italia 2016" arriva nel Parmense

Arriva anche nel parmense il tour di "Mister Italia 2016". Il concorso è aperto a futuri indossatori, fotomodelli e attori. I Casting sono aperti e continueranno fino al 18 Giugno. 

Parma, 6 giugno 2016

Arriveranno nei prossimi giorni, in terra parmense, i Casting e le Selezioni di Mister Italia 2016, il concorso Nazionale che ha lanciato diversi personaggi del mondo dello spettacolo come Gabriel Garko, Giuseppe Lago, Nicola Canonico, Raffaello Balzo, Beppe Convertini, Karim Capuano, Leonardo Tumiotto e tanti altri.

L'iniziativa è dedicata a ragazzi di bella presenza, futuri modelli e indossatori, a coloro che voglio intraprendere una carriera nel fashion, nella televisione e nel cinema, con un'età compresa tra i 16 e i 30 anni.

I Casting sono aperti e continueranno fino al 18 Giugno, data in cui i prescelti potranno cimentarsi in passerella, con una prestigiosa sfilata di moda, in programma ai piedi della Rocca di Fontanellato, nell'ambito della rassegna "Fontanellato Vintage Fashion Week ", nel corso della quale verranno proclamati i Mister Italia Città di Fontanellato 2016, Modello d'Italia, Mister Talento d'Italia, Il Bello per il Cinema, Volto + Bello d'Italia, titoli valido per accedere alla Finale Regionale.

Per informazioni sul Concorso "Mister Italia", basta contattare l'Associazione Talento d'Italia di Parma al 338.33.39.327 o inviare un' e.mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Pubblicato in Costume e Società Parma

Elaborazioni statistiche della regione Emilia-Romagna per centri superiori e inferiori ai 15mila abitanti. I casi "particolari" dei comuni con un solo candidato e di quello in cui si corre legalmente per il terzo mandato.

Bologna, 26 maggio 2016

Sono 163 i candidati sindaco che domenica 5 giugno si sfidano per le 50 fasce di primo cittadino a disposizione; 34 di essi sono donne, per una percentuale di poco superiore al 20%, ma in due centri sarà sicuramente eletta una donna, non essendosi candidati uomini. In cinque piccoli comuni c'è un solo aspirante sindaco, mentre in un caso un candidato aspira al suo terzo mandato, possibilità compendiata per i comuni al di sotto dei 15mila abitanti. Le liste sono complessivamente 220.
Sono le prime elaborazioni scaturite dal Servizio Statistico della Regione Emilia-Romagna, in relazione ai dati sin qui affluiti dalle Prefetture e dai Comuni interessati.

Comuni con meno di 15mila abitanti

I comuni con popolazione inferiore ai 15mila abitanti sono 41. Si sfidano 114 candidati sindaco, di cui 23 donne (il 20,2%). Le liste sono 114, perché nei piccoli comuni ogni candidato corrisponde a una lista. In media ci sono 3 candidati per comune. Si va da un massimo di 5 candidati a Fontanellato (Pr) al minimo di un solo candidato, ad esempio, a Gaggio Montano (Bo), Montefiorino (Mo), Palagano (Mo) e Neviano degli Arduini (Pr). Per essere eletti sindaco nei comuni con un solo candidato, bisogna superare i quorum previsti dalla legge (267/2000 Tuel enti locali): quindi bisogna riportare un numero di voti validi non inferiore al 50% degli elettori iscritti nelle liste e il numero dei votanti non deve essere inferiore agli stessi iscritti nelle liste del Comune. In 24 comuni su 41 non si è candidata nessuna donna, mentre sarà sicuramente eletta una donna a Gaggio Montano (Bo) e Formignana (Fe), perché qui tutti i candidati sono donne.

Comuni con più di 15mila abitanti

I comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti sono 9, con 49 candidati sindaco di cui 11 donne (il 22,5%). A Rimini le donne sono il 50%, mentre in 3 comuni non si presenta nessuna candidata (San Giovanni in Persiceto, Cesenatico e Cento). Le liste sono 106. In media, in ogni comune di sono 5 candidati e 12 liste e ogni candidato è sostenuto da 2 liste.

Sindaci uscenti

In 33 comuni su 50 il sindaco uscente è al primo mandato e quindi può ricandidarsi. Corrono per il secondo mandato i due terzi dei sindaci uscenti, mentre in 11 comuni il sindaco uscente ha deciso di farsi da parte. In 9 comuni su 50 il sindaco uscente è al secondo mandato. A Sestola il sindaco uscente corre per il terzo mandato (Legge 56/2014 ). Sette comuni al voto sono invece ora in Amministrazione straordinaria: sono i 4 comuni di nuova istituzione più San Giovanni in Persiceto (Bo), Felino (Pr) e Gazzola (Pc).

(Fonte: ufficio stampa Regione ER)

Il Teatro Comunale di Fontanellato ospita il monologo della talentuosa attrice Arianna Scommegna in "La Molli. Divertimento alle spalle di Joyce", in scena venerdì 29 Aprile alle ore 21.00: nella libertà del flusso di coscienza, scorrono gioie e drammi di una quotidianità universale.

Di Cristina Pedretti

Parma, 27 aprile 2016

Sarà "La Molli. Divertimento alle spalle di Joyce" lo spettacolo conclusivo della stagione 2015/2016 al piccolo e bellissimo scrigno del Teatro Comunale di Fontanellato (Parma). Venerdì 29 Aprile alle ore 21 il palco sarà tutto per Arianna Scommegna, attrice lombarda (classe 1973) che interpreterà Molli, una versione "milanese" e contemporanea della Molly Bloom di James Joyce, il personaggio che chiude il romanzo "Ulisse" con un monologo in flusso di coscienza: pensieri e parole in assoluta libertà. E così la Molli della Scommegna per circa un'ora aprirà il "rubinetto" dei suoi pensieri, raccontando con intensità il suo universo quotidiano: una sedia, un bicchiere, qualche fazzoletto e nient'altro che la Vita, a scorrere nella voce di una donna che si lascia parlare fino in fondo.

Come Molly Bloom, Penelope infedele, aspettava il ritorno a casa del marito Leopold nel testo di Joyce, così questa Molli attende il marito Poldi, e la sua attesa è specchio di un'esistenza fatta di solitudine e insoddisfazione: l'ironia però si insinua a distendere la tensione, e nel flusso di coscienza lacrime e risate sono pronte a mescolarsi. Una prova notevole per Arianna Scommegna, che ha già visto riconosciute le sue doti ottenendo il Premio della Critica 2010, il Premio Hystrio 2011 e il Premio UBU 2014, e che insieme al regista Gabriele Vacis ha ideato questo spettacolo. La produzione è della Compagnia ATIR (Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca), fondata nel 1996 da un gruppo di ragazzi neo-diplomati alla Scuola d'Arte Drammatica "Paolo Grassi" di Milano: una di loro era proprio Arianna Scommegna.

Il Teatro Comunale è in via Sanvitale, 21 a Fontanellato, Parma. Per informazioni: 327 4089399 e www.teatrofontanellato.it 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

I dati resi noti dalla Provincia. Le presenze degli stranieri crescono del 14,8% e rappresentano circa il 30% del totale. Nel Capoluogo le presenze aumentano del 7,1%, mentre nelle località Termali del 2,5%. Il Presidente della Provincia Fritelli: "Grande interesse per il nostro territorio, per il terzo anno di seguito."

Parma, 16 febbraio 2015

Sono buoni i dati del turismo per il 2015 nella provincia di Parma: 687.490 arrivi (con un +10,7% rispetto al 2014) e 1.675.342 presenze (+3,9%).
Sia gli arrivi che le presenze sono al livello più alto registrato dal 2008; in particolare, le presenze straniere sono cresciute del 14,8%, arrivando a 518.168 (il 30,95%) del totale, mentre la permanenza media passa dalle 2,6 alle 2,4 notti per cliente.
Il flusso dei turisti italiani, che fino al 2012 aveva subito delle rilevanti diminuzioni, presenta una sostanziale stabilità delle presenze rispetto al 2014 (-0,3%).

I turisti Cinesi si attestano al primo posto della graduatoria degli stranieri, superando le presenze dei Francesi e dei Tedeschi, che sono i mercati esteri tradizionalmente più interessati al nostro territorio; in particolare i Francesi fanno registrare una diminuzione del 13,3%.
Variazioni positive,invece, del 3,7% per gli USA e del 14% per il Regno Unito.

Esaminando le performance delle varie aree, il Capoluogo fa rilevare un buon aumento delle presenze (+7,1% rispetto al 2014), mentre si conferma il dato già registrato nel 2014 della ripresa delle località Termali, che nel 2015 incrementano le presenze del 2,5%.
Buona, con un +4,2%, la crescita delle presenze nell'area delle Città d'arte (Busseto, Colorno, Fidenza, Fontanellato, Fontevivo, Roccabianca, San Secondo, Soragna, Zibello). La Montagna mostra invece una certa sofferenza nelle presenze, con un calo del 4% rispetto al 2014.

"Si conferma per il terzo anno consecutivo un buon risultato per il turismo parmense, e questa continuità ci indica che il nostro territorio si è agganciato in modo stabile a dei flussi turistici importanti – sottolinea il Presidente della Provincia Filippo Fritelli - I numeri positivi, in particolare del Capoluogo e del comparto Termale, testimoniano come ci sia da parte di diversi operatori turistici italiani e stranieri un interesse per Parma e il suo territorio, anche se non sempre le aumentate presenze generano ricadute importanti per tutti gli operatori economici."

Come l'anno scorso, e a differenza del periodo precedente, per il 2015 è il comparto alberghiero che evidenzia le migliori performance percentuali rispetto al 2014, +12,4% di arrivi, +6,2% di presenze.
L'extra-alberghiero registra, dopo vari anni di incremento, una diminuzione delle presenze di circa il 2%.

"I flussi turistici a livello mondiale stanno crescendo, e quindi il settore presenta notevoli opportunità per i nostri imprenditori – spiega il Delegato provinciale alla Statistica Maurizio Vescovi - La strategicità di questo comparto si conferma a maggior ragione in un periodo di crisi economica, perché nel turismo si può generare valore aggiunto mettendo a valore idee e progetti che, in vari casi, non necessitano di investimenti inarrivabili in un periodo difficile come questo."

I dati di dettaglio su www.statistica.parma.it 

(Fonte: Ufficio stampa Provincia di Parma)

Pubblicato in Comunicati Turismo Parma
Martedì, 09 Febbraio 2016 12:26

Le varie identita' del Parmigiano Reggiano

Lunedì 22 febbraio, presso il Labirinto della Masone a Fontanellato (Parma), si terrà la Parmigiano Reggiano Identity, dove il mondo della ristorazione e della gastronomia di qualità potrà conoscere direttamente i produttori di Parmigiano Reggiano e compiere un viaggio nel variegato mondo del Re dei formaggi.

Reggio Emilia, 9 febbraio 2016

Un originale momento di incontro e conoscenza diretta tra chi produce il Parmigiano Reggiano e chi ne fa uso in cucina: sarà questo la Parmigiano Reggiano Identity, organizzata dal Consorzio di tutela; un'iniziativa, alla prima edizione, che si terrà il 22 febbraio prossimo, dalle 10,30 alle 18.00, presso il Labirinto della Masone, di Franco Maria Ricci a Fontanellato (Parma). Un evento concepito per permettere ai professionisti della ristorazione (cuochi, ristoratori, pizzaioli, enotecari) e della distribuzione di qualità (gastronomie, delicatessen, gourmandises) di incontrare i produttori, conoscere le diverse realtà dei caseifici, per scegliere in modo più consapevole il Parmigiano Reggiano più adatto alle proprie esigenze e a quelle del proprio locale e di ogni specifica attività.


La giornata metterà in contatto circa 25 produttori – rappresentativi dei vari territori della zona di origine e delle differenti declinazioni produttive del Parmigiano Reggiano, delle sue biodiversità, delle diverse razze bovine – con numerosi utilizzatori qualificati, che potranno così conoscere approfonditamente le varie tipologie di prodotto; i produttori stessi faranno assaggiare i propri formaggi di diverse stagionature, si faranno conoscere da chi professionalmente utilizza il Parmigiano Reggiano, per instaurare rapporti e collaborazioni commerciali dirette, offrendo agli utilizzatori finali la possibilità di evidenziare nei punti vendita le diverse tipologie di Parmigiano Reggiano e i nomi dei produttori.


"La realtà del Parmigiano Reggiano è in continua evoluzione – spiega Riccardo Deserti, direttore del Consorzio del Parmigiano Reggiano – con una forte presenza di caseifici che a fianco del marchio collettivo Parmigiano Reggiano DOP comunicano sempre più la loro marca aziendale, proponendosi per le specifiche distintività. Ovviamente, tutti sono tenuti a rispettare il disciplinare di base, che consente di sviluppare una forte identità di prodotto, basata sul legame con la zona di produzione, sull'alimentazione delle bovine con i foraggi della zona di origine, sugli ingredienti (latte crudo, caglio di vitello, sale, senza alcun additivo) che lo rendono un prodotto totalmente naturale, caratterizzato da una tipica struttura della pasta e un profilo aromatico complesso, che cambiano durante la stagionatura. Tuttavia, per il Parmigiano Reggiano si afferma nel mercato sempre più la domanda di prodotti specifici e distintivi: di montagna e collina, di vacche brune, di vacche rosse, di vacche bianche, prodotto seguendo le procedure dell'agricoltura biologica o con la certificazione kosher. Ecco, con la Parmigiano Reggiano Identity vogliamo offrire la possibilità di conoscere tutte queste diverse declinazioni e queste particolarità al mondo dei professionisti che utilizza il nostro formaggio, affinché possano scegliere il Parmigiano Reggiano più adatto alle proprie esigenze. Inoltre c'è un valore aggiunto impagabile; quello di entrare in contatto direttamente con il produttore. Infatti, ogni caseificio e ogni famiglia di produttori, con la loro storia e le loro particolarità, sono un'espressione a sé che merita di essere conosciuta e apprezzata".


La giornata inizia con la presentazione dell'evento alle 10,30, seguita dall'apertura dei banchi d'assaggio. Alle 11,00 è offerta la possibilità di una visita guidata al Labirinto della Masone (il più grande d'Europa, con i suoi tre chilometri di dedalo tra il bambù). Alle 14,00 un incontro di approfondimento su "Come scegliere, proporre e raccontare il Parmigiano Reggiano alla clientela", seguito alle 16,30 dalla presentazione di "Gamma Mito", la nuova linea di prodotti freschi ottenuti dalla lavorazione del latte dei caseifici del Parmigiano Reggiano con le varie possibilità gastronomiche. 
L'ingresso è gratuito ed occorre registrarsi sul sito www.pridentity.parmigianoreggiano.it 

Parmigiano Reggiano Identity Formaggio rid

(Fonte: Centro Stampa Comunicazione Integrata Consorzio del Parmigiano Reggiano)

Sabato, 06 Febbraio 2016 10:35

Cibo e Corsa insieme nella Verdi Marathon

Il 28 febbraio 2016 prenderà il via la 19ª edizione della Verdi Marathon, per una domenica all'insegna di podismo e buon cibo. Partenza dalle colline della città termale di Salsomaggiore, per poi passare attraverso i paesaggi suggestivi che caratterizzano la provincia di Parma: Soragna, Fontanellato, Busseto. 

Parma, 6 Febbraio 2016 -

Cibo e corsa, un'accoppiata vincete, un binomio che coniuga il piacere dello stare in forma con la corsa, con quello per la tavola.
Nella Bassa parmense questo salutare e gustoso binomio prenderà forma in occasione della 19ª edizione della Verdi Marathon, la Maratona delle Terre Verdiane, in programma per il 28 febbraio 2016.
La manifestazione, che richiama ogni anno centinaia di sportivi e appassionati, parte dalle colline della città termale di Salsomaggiore, per poi passare attraverso i paesaggi suggestivi che caratterizzano la provincia di Parma: Soragna, Fontanellato, Busseto, ovvero i luoghi simbolo della storia, della musica e della tradizione culinaria di un territorio appena riconosciuto dall'Unesco come luogo d'eccellenza per la creatività gastronomica.
Quattro le distanze previste: i 10 km della "Salso-Fidenza", i 21,097 km della "Mezza Maratona di Fontanellato" (con arrivo al fianco dell'omonima Rocca), i 30 km della "Corsa del Principe" (resa unica dallo spettacolare passaggio all'interno della Rocca Meli Lupi di Soragna) e i 42,194 km della "Sojasun Verdi Marathon", che passa proprio accanto alla Casa Natale del Maestro di Busseto.
Ovviamente, dopo le fatiche della corsa, non può esserci nulla si meglio di un buon pasto ristoratore. Proprio per questo sarà un vero piacere scegliere tra i tanti menù tipici proposti da osterie e ristoranti.
Per l'occasione verranno proposte particolari offerte rivolte a tutti coloro che parteciperanno all'evento. INC Hotels Group, ad esempio, offre condizioni speciali per i podisti, ed i loro accompagnatori, all'interno di tutte le strutture del gruppo: Best Western Hotel Farnese, Holiday Inn Express, Hotel San Marco. Prezzi a partire da 30 euro a persona, al giorno e in camera doppia, con pernottamento e prima colazione.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

L'uomo aveva fatto ritorno in Italia dalla Germania sperando di farla franca, ma il nucleo Operativo Radiomobile di Fidenza con una mirata attività di indagini è riuscito a scovarlo. Destinatario di un mandato di arresto europeo è stato tratto in arresto ed è ora presso il Carcere di Parma a disposizione della Corte di Appello di Bologna. -

Parma, 9 gennaio 2016

Era destinatario di un mandato di arresto europeo per "ricettazione, guida senza patente ed usurpazione di identità" emesso dall'Autorità Giudiziaria tedesca ed è stato tratto in arresto ieri pomeriggio dai Carabinieri del nucleo Operativo e Radiomobile di Fidenza. L'uomo, 38anni di origini ferraresi, aveva cercato di sottrarsi alle indagini lasciando la Germania e credendo di farla franca, ma una volta inviato in Italia il provvedimento di cattura i Carabinieri di Fidenza si erano subito messi in moto alla ricerca.
Nel 2013 era stato fermato nel comune tedesco di Schawabmunhen alla guida di un'auto di illecita provenienza e con la patente di guida sospesa, poi si era presentato in un albergo con una patente non sua, ma appartenente ad un altro cittadino italiano.
L'uomo è stato tratto in arresto e portato presso il Carcere di Parma a disposizione della Corte di Appello di Bologna.

Pubblicato in Cronaca Parma

Un'opera fondamentale per la prevenzione del rischio di alluvioni. Fritelli:"Finalmente si è realizzata un'opera importante che salvaguarda Fontanellato dalle piene, il primo stralcio importante delle opere di difesa della Bassa Ovest". Gazzolo:" l'intero nodo idraulico di Parma riveste un'importanza strategica". -

Parma, 24 ottobre 2015 –

E' stata inaugurata ieri pomeriggio a Fontanellato la cassa di espansione sul cavo Ramazzone.
Il manufatto è stato finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e realizzato dalla Provincia di Parma.
Al taglio del nastro davanti al Santuario hanno partecipato l'Assessore regionale alla Difesa del suolo Paola Gazzolo, il Presidente della Provincia Filippo Fritelli e il Sindaco di Fontanellato Domenico Altieri.

Soddisfazione del Presidente della Provincia Filippo Fritelli:"Finalmente si è realizzata un'opera importante che salvaguarda Fontanellato dalle piene del Ramazzone, il primo stralcio importante delle opera di difesa della Bassa Ovest."

"Oggi mettiamo un altro importante tassello per la difesa del nostro territorio e delle nostre comunità - ha affermato l'assessore regionale alla Difesa del suolo Paola Gazzolo - Grazie allo stanziamento da parte della Regione di oltre 1 milione di euro inauguriamo un'opera fondamentale per la prevenzione del rischio di alluvioni, ma non ci fermiamo qui, perché l'intero nodo idraulico di Parma riveste un'importanza strategica. Dal Governo arriveranno 55 milioni di euro per la realizzazione della Cassa del Baganza, che è stata riconosciuta come un intervento prioritario a livello nazionale".

LA STORIA DELLA CASSA

A seguito delle piogge torrenziali e delle alluvioni del 2009 e del giugno 2010, la Regione Emilia Romagna su richiesta della Provincia di Parma, identifica come prioritario l'intervento sul cavo Ramazzone, allo scopo di prevenire ulteriori esondazioni nel capoluogo di Fontanellato con danni a privati, opere pubbliche ed in particolare al Centro per la Riabilitazione Neurologica "Cardinal Ferrari".
Quindi assegna alla Provincia di Parma un milione e cento mila euro per la realizzazione di una cassa d'espansione a Fontanellato, e per il miglioramento dell'attraversamento della ex Strada provinciale 11, sempre a Fontanellato.

L'OPERA

Si è realizzato un invaso di circa 40.000 m3 con impianto di sollevamento per le acque residue,, oltre alla realizzazione di un by-pass allo scopo di rimuovere una strozzatura nell'attraversamento nel capoluogo.
L'invaso è costituito da una briglia selettiva a monte, un invaso laterale con scarico in parte a gravità ed in parte con sollevamento meccanico.
Sono state installate tre pompe (di cui una di riserva).
Le portate naturali con TR=100 anni sono pari a circa 8m3/s, quelle rilasciate sono di circa 2,5 m3/s. Lo scolmatore a valle senza funzionamento in pressione può fare defluire 3 m3/s.
L'attuale conformazione dell'attraversamento nel capoluogo determinava un forte rigurgito, con esondazioni improvvise e pericolose.
L'opera terminata passerà al demanio comunale. Dovrà poi essere redatta una convenzione con la Protezione Civile, allo scopo di potere intervenire con un generatore di corrente nel caso di mancanza di energia elettrica e nell'ipotesi di evento avverso segnalato.

(fonte: ufficio stampa Provincia di Parma)

Sabato, 20 Giugno 2015 11:10

Fiorella Mannoia a Musica in Castello 2015


Domenica 21 Giugno ore 21.30 Fontanellato (PR) in piazza Garibaldi. "Siamo così, dolcemente complicate.... Parole e musica di e con...
In collaborazione con Avis Fontanellato.-

Parma, 20 giugno 2015 -

"Nelle sere tempestose, portaci delle rose, nuove cose e ti diremo ancora un altro si...": notte davvero magica domenica 21 giugno alle 21.30 a Musica in Castello con un evento unico – sul quale c'è grande attesa - in carnet a Fontanellato, complice la suggestiva cornice della Rocca Sanvitale. Un luogo scrigno per una regina della musica d'autore italiana che riempie stadi e arene. Una grande artista che canta con l'anima libera, con una voce straordinaria e inconfondibile, ed il cuore pieno di gratitudine verso il pubblico. Amatissima dagli spettatori, trasversale alle generazioni – 35 album pubblicati, 13 raccolte, 4 live - in grado di emozionare: Fiorella Mannoia sale sul palco della tredicesima edizione della rassegna estiva delle Terre Verdiane in uno speciale "parole e musica con...".

Titolo della serata è la strofa di un brano celebre, tra i tanti famosi, dell'interprete romana: "Siamo così dolcemente complicate", omaggio a "Quello che le donne non dicono" da cui prende spunto l'incontro dell'artista con il pubblico, possibile grazie a Piccola Orchestra Italiana, Comune di Fontanellato, Unione Terre Verdiane.

Così Musica in Castello ha realizzato anche quest'anno un carnet un po' serendipity, dando spazio ad atti unici nel seguire l'arte di imbattersi in qualcosa per caso. "Siamo grati a Fiorella Mannoia di averci fatto un regalo così grande ed aver accettato l'invito di Musica in Castello: siamo onorati che un'artista così grande abbia accettato di sperimentare con noi, cercando contaminazioni originali, dando spazio a quello che sul palco sarà un "atto unico – parole e musica con" spiegano Enrico Grignaffini e Giulia Massari di Piccola Orchestra Italiana.

Non ha bisogno di presentazioni Fiorella Mannoia: dal duetto inciso con Pierangelo Bertoli in Pescatore del 1980 a Come si cambia dell'84, i Festival di Sanremo, i premi della critica, Le Notti di Maggio, il rapporto con i grandi autori come Ivano Fossati e Enrico Ruggeri che scrivono per lei canzoni che la Mannoia interpreta con spessore vocale unico, I treni a vapore e Il cielo d'Irlanda, il 1999 quando pubblica il primo album live Certe piccole voci, un doppio cd certificato doppio disco di platino con oltre 200.000 copie vendute. Dall'album viene estratto il singolo Sally, cover di Vasco Rossi. Ed è ancora grande successo nel 2001 per l'album Fragile, ancora doppio disco di platino con oltre 200.000 copie vendute. Sempre nel 2001seguono due raccolte: I grandi successi originali e I miti. Il 2 giugno 2005 viene nominata Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e esce il libro-biografia di Fiorella Mannoia Biografia di una voce. Seguono, poi, gli anni degli omaggi alla musica popolare brasiliana con i duetti con Gilberto Gil, Chico Buarque, Carlinhos Brown, Chico César, Djavan, Lenine, Jorge Benjor e Adriana Calcanhotto, Milton Nascimento. Collaborazioni importanti anche con Noemi e Claudio Baglioni. Gli ultimi album in studio degli anni duemila: Onda tropicale, Il movimento del dare, Ho imparato a sognare, Sud, A te, album tributo a Lucio Dalla, mentre le raccolte: Canzoni nel tempo, Gli album originali, Capolavori. La super raccolta Fiorella del 2014 esce per festeggiare i 60 anni dell'artista, preceduto dal singolo "Le Parole Perdute" scritto da Fiorella Mannoia con Cesare Chiodo e Bungaro. L'album si compone di due cd: nel primo l'artista ha rivisitato alcuni dei pezzi più importanti della sua carriera, nel secondo ha voluto omaggiare tutti gli autori con cui ha collaborato nel corso degli anni, duettando con loro. Tra gli ospiti dell'album: Laura Pausini, Enrico Ruggeri, Daniele Silvestri, Massimo Bubola, Adriano Celentano, Claudio Baglioni, Frankie HI-NRG, Franco Battiato, Dori Ghezzi, Tiziano Ferro, Luciano Ligabue, Dori Ghezzi, Renato Zero, Pino Daniele, Ivano Fossati, Niccolò Fabi, Pau dei Negrita, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro e Cesare Cremonini. L'ultima traccia dell'album è "Il Parco dell luna", ulteriore omaggio a Lucio Dalla dopo il progetto discografico "A te" dell'anno precedente, interamente dedicato al cantautore bolognese.

MUSICA IN CASTELLO 2015 rid

Musica in Castello è la rassegna estiva in grado rappresentare in maniera corale il territorio, sotto il profilo dell'offerta turistico-culturale: attraverso 25 eventi, le persone hanno l'opportunità di conoscere un'ampia area, punteggiata dai Castelli del Ducato e molti altri monumenti. Musica in Castello continua ad essere un'opportunità per un nuovo rilancio del territorio. Fontanellato è da tredici anni capofila di questo progetto culturale in cui abbiamo sempre creduto tantissimo" ha evidenziato Domenico Altieri, Vice Presidente dei Castelli del Ducato e sindaco di Fontanellato, tra le municipalità che ospitano e sostengono Musica in Castello.

Solo in caso di maltempo lo spettacolo verrà rimandato a data da destinarsi.

La rassegna "Musica in Castello" è firmata da Piccola Orchestra Italiana con la direzione artistica del maetro Marco Gerboni ed è possibile grazie al contributo e al patrocinio di Regione Emilia Romagna, Unione Terre Verdiane, Provincia di Parma, Provincia di Piacenza, Provincia di Reggio Emilia, Provincia di Cremona con la collaborazione di tutti i Comuni inseriti in cartellone che ospitano i concerti, tra cui il Comune di Fontanellato capofila.
Musica in Castello, inoltre, riserva posti agli ospiti del Centro Cardinal Ferrari.
Sostengono e contribuiscono alla rassegna.
Main Sponsor: Conad "Persone oltre le cose", Banca Mediolanum, Pomì.
Sponsor: Synthesis, Emiliambiente, Ascaa, Scadif, DataConSec Business Security & It Governace, Rastelli Impianti, Centro Cardinal Ferrari Santo Stefano Riabilitazioni, Coop Multiservice, Nuova Pulichimica macchine e prodotti per la pulizia.
Sponsor Tecnici: La SQuola di Blog, Elios, Comeser, Cantine Bonelli, Birrificio Farnese.

Per informazioni sugli spettacoli:
Piccola Orchestra Italiana
+ 39 380.3340574
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  www.musicaincastello.it  

Per informazioni turistiche
IAT R – Terre di Verdi c/o Fidenza Village – tel. 0524.335556
Per pacchetti turistici
IAT R – Terre di Verdi c/o Fidenza Village – tel. 0524.335556

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Martedì, 24 Marzo 2015 15:36

Tre scosse di terremoto in 9 minuti nel parmense

La terra trema nel parmense. L'stituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha registrato tre scosse di terremoto dalle ore 13.47 -

Parma, 24 marzo 2015 -

La terra ha tremato questo pomeriggio a Parma. L'stituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha riferito che si tratta di tre scosse di terremoto di magnitudo 2.6 alle ore 13.47, la seconda di magnitudo 2.5 alle ore 13.52 e la terza, di magnitudo 2.0 alle ore 13.56.

L'epicentro in provincia di Parma. I Comuni entro i 10 chilometri dalle scosse sono Noceto, Fontanellato, Fontevivo, Medesano e Collecchio.

Pubblicato in Cronaca Parma
Pagina 7 di 9