Visualizza articoli per tag: territorio sala baganza

Di Redazione Sala Baganza 11 febbraio 2019 - A Sala Baganza e zone limitrofe continuano a giungere segnalazioni di furti con "malloppi" più o meno ricchi ma con danni sempre piuttosto rilevanti.

Nel fine settimana è stata la volta di un furto ai danni di un commerciante di Sala Baganza. Secondo quanto riportato da residenti del luogo, i ladri avrebbero agito sabato notte del tutto indisturbati ai danni di un negozio di elettronica in via Martiri della libertà. Domenica invece, sarebbe stata scassinata la portiera di una vettura in via "Maria Luigia", recuperando solo pochi euro ma lasciando al proprietario un danno considerevole.

Il nervosismo tra i cittadini accresce di pari passo alla loro sensazione di insicurezza, l'allarme sociale si espande a macchia d'olio e la domanda che più frequentemente si rincorre è "Quanti altri furti ed atti vandalici dovremo ancora subire, prima che vengano presi provvedimenti, da nuovi addetti alla sicurezza locale a una rete di video-sorveglianza?"

Al momento la risposta più pronta al contrasto della "micro criminalità", quella più a contatto con la società civile, si basa sul "controllo di vicinato" per il momento attivato nella località di Maiatico ed al quale ha deciso di aderire Davide Adorni, detto "il guerriero" per le sue abilità nel combattimento, nella speranza di riuscire a coinvolgere un numero considerevole di cittadini pronti a occuparsi di sicurezza e non solo all'interno del "quartiere". Una sorveglianza privata che risponde a ben precise regole, non sostituendosi alle forze dell'ordine, dove i cittadini, organizzati per quartiere, hanno il compito di tutelare in modo efficace il territorio, non solo con riferimento alla sicurezza generale ma anche alla tutela dell'ambiente e del decoro urbano.

"La sicurezza viene prima di ogni cosa, commenta Davide Adorni , non è la prima volta che a Sala e nella Val Baganza succedono cose di questo genere. Bisogna fare qualcosa. La portiera scassinata è dell'automobile della mia compagna e mi sento coinvolto in prima persona. Mi sto già muovendo per il controllo di vicinato, e spero di dare la spinta a partecipare anche ad altri cittadini. A breve dovrebbe essere tutto pronto per cominciare. Tutti insieme possiamo vincere contro la criminalità. Personalmente voglio essere d'esempio per gli altri concittadini, ma soprattutto voglio essere un esempio per i miei figli. Non voglio che loro crescano in un ambiente poco sicuro. Non lo permetterò!"

Ma in cosa consiste il controllo di vicinato? Dal sito del comune di Sala Baganza leggiamo:

"L'obiettivo del progetto è di aumentare il senso civile, indispensabile a contrastare la criminalità, rammentando che ogni atto criminale deve essere sempre seguito da una regolare denuncia agli organi di polizia. Le Forze dell'Ordine, insieme ai cittadini, beneficeranno di questa attività attraverso l'instaurazione di un dialogo continuo, unito alla sorveglianza del proprio quartiere."

Per saperne di più consigliamo di visitare il sito del comune di Sala Baganza http://www.comune.sala-baganza.pr.it/servizi/menu/dinamica.aspx?ID=92568&bo=true , mentre a questo link è possibile rileggere l'articolo che era stato dedicato al "personaggio" di Sala Baganza Davide Adorni https://www.gazzettadellemilia.it/cronaca/costume-e-societa/item/21957-il-personaggio-davide-adorni-il-guerriero-di-sala-baganza.html 

Ricordiamo che per le  segnalazioni dei lettori è possibile contattare la redazione della Gazzetta dell'Emilia all'indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  inviando foto e descrizione e soprattutto i recapiti per essere contattati. (NiCo)

 

Davide_Adorni_20190211_192313_2.jpg

(Davide Adorni - Il Guerriero)

Sala_Baganza-Cartello_stradale.jpg

 

 

Pubblicato in Cronaca Parma

Mercoledì 30 gennaio, a partire dalle ore 20.15 nella Sala del Consiglio del Municipio di Felino, si riunirà il Consiglio dell'Unione Pedemontana Parmense.

Tra i punti all'Ordine del Giorno, due convenzioni.

La prima con l'Unione Montana Appennino Parma Est per l'esercizio delle funzioni attribuite dalla Regione Emilia-Romagna in materia di vincolo idrogeologico.

La seconda per il funzionamento, la crescita e lo sviluppo della "Community Network Emilia-Romagna". Ricordiamo che la seduta è aperta al pubblico.

Pubblicato in Cronaca Parma

I migliori sportivi di Sala Baganza: atleta dell'anno è Alice Merusi, Miglior squadra il Real Valbaganza, miglior allenatore Riccardo Bertoli. E la giovane promessa si chiama Aldo Pavarani.

Parma -

Si chiamano Alice Merusi, Riccardo Bertoli e Aldo Pavarani, le stelle dello sport salese che hanno brillato di più nel 2018, insieme ai giocatori della squadra seniores del Real Val Baganza.
Sono loro i ""Fantastici quattro" vincitori dei premi "Eracle" e "Diemmi", consegnati dall'Amministrazione comunale e dai presidenti delle società sportive agli atleti che si sono maggiormente distinti nell'anno appena concluso.

Premi che, come vuole la tradizione, sono stati assegnati durante la serata intitolata "Un anno di sport a Sala Baganza", che si è svolta venerdì 18 gennaio nella Sala convegni della Rocca Sanvitale, brillantemente condotta dallo scrittore sportivo Alessandro Freschi. E a festeggiare i vincitori è stata, come sempre l'intera comunità salese, dove l'attività fisica ha radici profondissime: tra i 5.600 abitanti del comune pedemontano, ci sono infatti oltre 700 persone tesserate con le tante società sportive del territorio.

 

MIGLIOR ATLETA DELL'ANNO: ALICE MERUSI

Il premio Eracle riservato al "Miglior atleta dell'anno" è andato ad Alice Merusi, seconda linea nella squadra femminile del Rugby Colorno, con cui si è laureata Campione d'Italia. Ma oltre a giocare, Alice si occupa anche di aiutare i più deboli, allenando i "Bufali", un team formato da ragazzi tra i 18 e i 30 anni segnalati dal Servizio Disturbi Mentali dell'AUSL di Parma. A consegnarle il premio è stato il presidente del Rugby Colorno femminile Ivano Iemmi.

 

MIGLIOR DIRIGENTE/ALLENATORE DELL'ANNO: RICCARDO BERTOLI DELL'A.S.D. BASEBALL CLUB SALA BAGANZA

Il premio Eracle "Miglior dirigente/allenatore dell'anno" se l'è aggiudicato Riccardo Bertoli dell'A.S.D. Baseball Club Sala Baganza. Riccardo, da una vita impegnato nel volontariato (è stato presidente dell'AVIS e oggi è il coordinatore locale dell'AUSER), da sempre allena i futuri campioni del batti e corri. Una passione che non va in letargo nemmeno in inverno, dedica gran parte delle sue mattinate a spiegare il baseball nelle scuole. Bertoli ha ricevuto il premio dalle mani del manager del Parma Baseball Gianguido Poma, ex campione del batti e corri nazionale che in passato ha allenato anche il Sala Baganza.

Riccardo_Bertoli.jpg

 

MIGLIORE SQUADRA DELL'ANNO: IL REAL VAL BAGANZA SENIORES

La "Migliore squadra dell'anno" è stata invece il Real Val Baganza, più precisamente quella seniores, capace di vincere in modo trionfale la Prima Categoria guadagnandosi la qualificazione al Campionato di Promozione e riportando a Sala Baganza il calcio dilettantistico che "conta". Una squadra, quella di Mister Bianchi, con un ruolino di marcia impressionante: 61 punti in 30 partite. A consegnare il premio ai giocatori del Real Val Baganza è intervenuto Alessandro Melli, uno degli "Eroi di Wembley" del Parma, che oggi allena la squadra 2005 del Real Val Baganza.

Real_Val_Baganza.jpeg

 

PREMIO "MARIANGELA DIEMMI"

Al baseball salese è andato anche il Premio "Mariangela Diemmi", dedicato alla memoria della professoressa di educazione fisica che ha insegnato alle scuole medie di Sala Baganza e riservato alla "Miglior promessa dell'anno" under 16. La promessa è Aldo Pavarani, classe 2007. Figlio d'arte (papà Luca ha militato a lungo nella squadra di baseball locale come esterno, vincendo anche una Coppa Italia di Serie B) Aldo è stato convocato nella Selezione Nazionale Sperimentale Under 12 (di fatto una Nazionale B, per gli atleti del penultimo anno della categoria), con la quale ha partecipato al Torneo di Buttrio (Udine), svoltosi dal 12 al 15 giugno. A premiare Aldo è intervenuto Roberto Bucci, dirigente e atleta dell'Associazione sportiva + Kuota.

Aldo_Pavarani.jpg 

«Le tante persone che sono qui stasera, esprimono da sole quale sia il significato dello sport per Sala Baganza – ha commentato il sindaco salese Aldo Spina –. Fare sport nel nostro paese significa compiere un gesto collettivo, voglia di stare insieme, raggiungere dei risultati insieme. I premiati sono una bella rappresentazione di cosa può essere lo sport oggi e questi riconoscimenti sono diventati un'istituzione per la nostra comunità, non solo perché vengono consegnati ad atleti salesi, ma anche perché testimoniano il tessuto straordinario costituito dalle nostre società sportive».
«Il servizio che svolgono è un servizio pubblico – ha sottolineato il vicesindaco con delega allo Sport e all'Associazionismo Giovanni Ronchini –. Un patrimonio prezioso che va preservato. Sala Baganza è un luogo dove tantissimi cittadini praticano sport, tra i primi comuni parmensi come rapporto tra tesserati e abitanti. E non bisogna dimenticare l'impegno delle tante famiglie nel permettere ai loro ragazzi di praticare attività sportiva». A ribadire l'importanza dello sport è intervenuto anche il referente locale del Coni, Giovanni Squarcia: «Ci dà la possibilità di vivere in mezzo agli altri nel migliore dei modi».

 

Fonte: Comune di Sala Baganza

Una merenda fuori dalla scuola, tutta sana e genuina, rigorosamente targata "Campagna Amica". E' quella che, giovedì 17 gennaio alle ore 10,00, troveranno e degusteranno gli alunni di due classi della Scuola elementare di Sala Baganza in visita al Mercato di Campagna Amica in Via Vittorio Emanuele II a Sala Baganza.

Gli alunni saranno accolti dal Direttore di Coldiretti Parma Alessandro Corsini e dalla Presidente di Agrimercato Parma Paola Bartoli.
A riceverli il Sindaco Aldo Spina, che ha condiviso la finalità educativa dell'iniziativa e sostenuto, fin dal suo avvio, il mercato dei produttori di Campagna Amica, credendo nell'importanza della filiera corta e della valorizzazione dell'agricoltura locale.

L'iniziativa - comunica Coldiretti - è un'occasione per sensibilizzare le nuove generazioni ad una corretta alimentazione e avvicinarle alla conoscenza dei prodotti legati al territorio. Obiettivi che Coldiretti sta portando avanti con il progetto "Educazione alla Campagna Amica", rivolto proprio agli Istituti scolatici di Parma e provincia, che quest'anno è centrato sul tema della biodiversità.

SUAP: Dal primo febbraio invio pratiche solo tramite "Accesso Unitario". Istanze, segnalazioni e comunicazioni che riguardano lo Sportello Unico Attività Produttive dovranno essere tramesse esclusivamente tramite il portale regionale che sostituisce SuapER.

Più, semplice, più veloce e a prova di errore. Da venerdì primo febbraio 2019, tutte le istanze, le comunicazioni e le segnalazioni che riguardano lo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) dell'Unione Pedemontana Parmense, che svolge la funzione associata per i Comuni di Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo, dovranno essere inviate esclusivamente tramite il portale regionale "Accesso Unitario" e non più attraverso la piattaforma SuapER.

Una novità introdotta con la convenzione, stipulata tra l'Ufficio Registro Imprese REA della Camera di Commercio di Parma e lo Sportello SUAP dell'Unione Pedemontana Parmense, per l'attivazione dell'interscambio informativo al fine di ottemperare alla disposizione normativa che impone la creazione del fascicolo d'impresa.

A partire dal primo febbraio 2019, quindi, saranno respinte tutte le istanze, comunicazioni e segnalazioni presentate tramite Posta elettronica certificata (PEC), ad eccezione dei documenti integrativi o chiarimenti che facciano riferimento a procedimenti già avviati utilizzando la piattaforma SuapER, per i quali sarà ancora possibile la trasmissione via PEC.

Originale, solitario, introverso e controverso, Nicola Comparato, in arte "CumbaRat", si racconta. Non teme di mettere a nudo anche le fasi più delicate della sua vita, consapevole di essere "cresciuto" e di avere la coscienza di sé stesso e dei suoi potenziali.


Di Lamberto Colla - 7 gennaio 2019 - Originale, solitario e controverso. Stiamo parlando di Nicola Comparato in arte "CumbaRat" l'ex "Rapper della Val Baganza". Nicola è di origine lucana, nato il primo marzo del 1982 a Policoro in provincia di Matera, ma originario di Rotondella, un paese limitrofo.


Cresciuto nelle terre parmensi, più precisamente nella Val Baganza, si è avvicinato alla musica da giovanissimo, dapprima con il genere metal, (infatti si esibì per la prima volta sul palco dell'oratorio di Sala Baganza a 18 anni col suo amico di vecchia data e grande musicista "Dave Colombo" di Felino) e successivamente con la musica Punk/Rock con il gruppo "Melodia Zero", fondato con alcuni suoi amici di San Vitale Baganza (PR), anche se musicalmente lui ammette di essere cresciuto ascoltando Michael Jackson e le BoyBands.


I "Melodia Zero", dopo aver inciso il primo demo si sciolgono e ognuno dei componenti prende strade diverse.
Gli anni passano e Nicola inizia a scrivere testi in rima. Comincia la sua avventura nell' hip hop verso il 2002, cantando in coppia con il rapper di Collecchio "Disturbo". A quei tempi Nicola si fa chiamare "Delirio". Dopo questa prima esperienza, cambia il suo nome d'arte in "Nick Delirio", e poco dopo fonda i "Senza Nazione Kru" col suo grande amico "M-Salento". In questo periodo scriveranno il brano "Il battello della gioia" con "Dave Colombo" alla batteria. Cominciano cosi le prime serate dal vivo sotto la supervisione di un importante realtà della musica Drum'n'Bass, i "Quia Sound System".


Alle loro serate sarà sempre presente il loro più grande fan, un ragazzo di Monticelli Terme, "Il Capitano di lungo corso Massimo Tenore".
Numerose le esibizioni live, dal "Maffia Club" a Reggio Emilia al "Bloom" di Renazzo in provincia di Ferrara, fino ai locali di Parma, "Mu" e "Positiva". Nicola, nel frattempo partecipa anche alla realizzazione di un cortometraggio per il "Centro Giovani Montanara" di Parma, in veste di attore e compositore del brano "Oi Menina" per la colonna sonore del clip. Di lì a poco, scriverà un brano per un festival sui diritti umani dal titolo "Guardami", dove si esibirà sul palco con "M-Salento".


Tutto sembra andare bene, ma col tempo le cose si fanno sempre più difficili. Nicola si presenta sul palco della finale del "Live Song Festival 2008" a Traversetolo (PR) in condizioni pietose. La prestazione non è delle migliori. Poco prima al "Maffia Club" a Reggio Emilia, durante la gara di freestyle "Tecniche Perfette" successe la stessa cosa.
In seguito i "Senza Nazione Kru" si sciolgono. M-Salento ritorna in Puglia e Nicola resta solo. Comincia la fase di autodistruzione di Nicola. Si cimenta come speaker a "Radio Senza Nome" ma il progetto viene abbandonato quasi subito. Fausto Bertucci in arte "Faustino DJ", verso il 2010 gli propone di fare il vocalist per alcune serate. All'inizio la cosa funziona, ma Nicola, vittima del suo stile di vita fuori controllo, termina una serata in un locale parmense, esattamente a Calestano, vomitando nel bagno.
Ormai è la fine. Nicola non registrerà più nulla e non si esibirà più dal vivo. Ma un giorno, nel 2015, ritorna l'ispirazione. Nicola, con il nome d'arte "CumbaRat", che nel dialetto del suo paese d'origine non è altro che il suo cognome "Comparato", inizia a dedicare tempo e musica alla terra parmense in cui è cresciuto: La Val Baganza! "Poggio di Sant'Ilario Baganza" e "Voglio stare con te" sono solo alcuni dei brani più conosciuti dell'ex rapper. Finalmente sembra che le cose comincino ad andare per il verso giusto, ma di colpo comincia il periodo più nero del cantante.


La vita sregolata continua a creargli degli ostacoli con la musica, peggiorano i suoi rapporti con il mondo femminile e con gli amici, non sa più quale direzione prendere. Il disturbo ossessivo compulsivo e la sua voglia di isolarsi dal mondo hanno la meglio su di lui. Per parecchio tempo non avrà più una vita sociale. Inizierà a starsene da solo provando solo odio nei confronti di tutti, in attesa di una rivincita. Si ritroverà anche senza mezzo di trasporto, e questo lo porterà a perdere 20 kg a causa dei km percorsi a piedi, in bici e in autostop per recarsi al lavoro per diversi anni. Viene inoltre associato ad un grave fatto di cronaca nera a causa di alcuni canzoni da lui scritte in quel periodo.
Tuttavia nel 2016 si esibisce al "Be Bop" di Felino cantando il brano "Cambiamo Felino" dedicato alla lista civica di centro destra locale per protesta contro una sinistra che lui non riconosce più. Fino a questo momento per Nicola la politica è sempre stata una cosa personale, ma diventerà determinante negli anni a venire, riscoprendo alla fine le sue radici socialiste da tempo abbandonate per la voglia di fare polemica e di farsi notare.
Ironia della sorte, quella sera l'impianto ha un guasto, ma lui prende in mano la situazione e termina la canzone senza l'accompagnamento musicale ricevendo gli applausi dei presenti. Quella sera capisce che è giunto il momento di cominciare sul serio ad occuparsi di politica, ma prima farà un viaggio in Tunisia in compagnia di Simone di Berardino, (un organizzatore di eventi Techno/HardStyle/Progressive, leader del Team Morfos Staff e collaboratore del grande DJ Ginger Il Komandante, il padre di questo genere musicale) e la sua canzone intitolata "Italia-Tunisia" del 2017, verrà trasmessa in alcuni locali di Hammamet. In Tunisia farà anche visita alla tomba di Bettino Craxi.


Al suo ritorno in Italia, Nicola si recherà alla "Cripta Mussolini" a Predappio, per fare una ricerca sul fascismo e su quel periodo storico, poi inciderà "Ruspa" che sarà trasmessa in diretta nazionale su Rai Due in un programma condotto da "Costantino Della Gherardesca", andando contro tutti i suoi principi, alla ricerca di visibilità perché schiavo del suo personaggio. In questo periodo entrerà nella Lega senza nemmeno sapere il perché.
Seguirà "Arrivano i migranti", che susciterà l'interesse della stampa svizzera, dove il rapper, mettendosi nei panni dei cittadini, parla dell'arrivo di alcuni migranti in una frazione del comune di Felino, la località parmense in cui risiede. Da sempre innamorato della Val Baganza, Nicola si è anche dichiarato contrario al progetto "Cassa di Espansione" sul Baganza, "la costosa e impattante diga artificiale che da tempo fa discutere molti" e per la quale ha scritto un brano con la partecipazione di "Sammy Varin", lo speaker di "Radio Padania Libera", l'unico vero amico che lo ha sempre rispettato durante il brevissimo periodo leghista.


La strada va avanti tra alti e bassi, Nicola, pubblicamente schierato a destra, ma con il cuore infranto che batte a sinistra, per provocazione e per amore di una ragazza tunisina, si avvicina all' Islam, ma dopo pochi giorni lascia la religione, si fa un esame di coscienza, e decide seriamente di smettere di giocare e di impegnarsi con il Partito Socialista Italiano, l'unico partito che lo rappresenta veramente da sempre.
Prima dell'Islam aveva anche frequentato i Testimoni di Geova per tantissimo tempo. Ancor prima aveva vissuto un periodo ebraico. Questi fatti lo porteranno ad essere attaccato da molti. Viene etichettato come incoerente e poco credibile, ma lui se ne frega e va avanti per la sua strada, perché per quanto gli riguarda, la coerenza è solo un limite. E lui non ha limiti! Cita questi episodi nel brano del 2018 "Mi sono innamorato di te". Nella canzone, lui viene rifiutato dalla ragazza che ama, a causa delle troppe maschere che troppo spesso indossa.


Il suo addio alla musica è vicino, ma prima del saluto finale, scrive alcune canzoni per il "Parma Calcio", e per un po' ricomincia il successo.
Ma Nicola non ha più nulla da dire. Lui vuole solo comunicare. Dopo tanti anni la musica lo ha stancato, ma la voglia di scrivere non si è mai fermata e per questo motivo l'ex rapper ha cominciato a scrivere articoli ai giornali.
Ora Nicola ha messo la testa a posto. La sicurezza, il decoro urbano e la giustizia sociale sono i suoi nuovi obbiettivi. Il suo cavallo di battaglia sono i cittadini. Di recente è riuscito a farsi eleggere delegato sindacale con la maggioranza dei voti. Attualmente svolge anche il ruolo di segretario della Consulta del Poggio di Sant'Ilario Baganza, Cevola e Sant'Ilario Baganza, tre frazioni del comune di Felino in provincia di Parma. Di recente è anche entrato a far parte del direttivo provinciale PSI Federazione di Parma e provincia.


Il commento di Nicola Comparato:
"Io penso che nella vita tutto faccia esperienza. Specialmente gli errori. Sono un socialista che si è perso per strada, ma al contrario di tanti altri alla fine sono ritornato a casa. Ho avuto tanti problemi e avevo smesso di credere in me stesso. Ero depresso, ero da solo. Cercavo di farmi apprezzare in qualche modo. Per fortuna grazie all'appoggio dei compagni sono riuscito a riprendere in mano la mia vita. W il PSI!"

Alleghiamo i link a alcune canzoni di questo intrigante personaggio ,augurandoVi un buon ascolto.

1) Poggio di Sant'Ilario Baganza https://m.youtube.com/watch?v=YF7-l0hur04 
2) Voglio stare con te https://m.youtube.com/watch?v=Ip5NcG_Z-2E 
3) Mi sono innamorato di te https://m.youtube.com/watch?v=RtKyyGtzmz4 
4) Cassa di Espansione https://m.youtube.com/watch?v=VtOfYve7jDo 
5) Italia-Tunisia https://m.youtube.com/watch?v=TdpcZ8faBLs 
6) Arrivano i migranti https://m.youtube.com/watch?v=pIX8NV_Nll8 
7) Ruspa https://m.youtube.com/watch?v=9Oowo6oU6ms 

 

 

Nicola_comoarato_stadio_1.jpg

Pubblicato in Costume e Società Parma

Felino: scatta la profilassi per un caso di malattia invasiva da meningococco. L'ausl invita a presentarsi nelle sedi di Parma e Langhirano le persone che dal 24 al 29 dicembre hanno frequentato il bar dove lavora la l'uomo. 

L'uomo contagiato lavora al pub "Fox and the Goose", è ricoverato al Maggiore, le sue condizioni di salute sono stabili. L'Ausl invita chi ha frequentato il locale dal 24 al 29 dicembre a presentarsi al Servizio Igiene e Sanità Pubblica oggi o sabato.

Un uomo di Felino è risultato positivo al meningococco. Lavora al pub "Fox and the Goose" di Felino, attualmente ricoverato a Parma in Azienda Ospedaliero-Universitaria, le sue condizioni di salute sono stabili.

L'Azienda USL, dopo la segnalazione dei medici del Maggiore, ha da subito messo in atto la procedura prevista in casi come questo: informare i contatti del paziente e iniziare, in caso di necessità, la profilassi antibiotica.

Considerata la professione svolta dall'uomo, l'Azienda USL invita coloro che hanno frequentato il pub nei giorni dal 24 al 29 dicembre scorso a recarsi negli ambulatori del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica di Parma, in via Vasari o di Langhirano, alla Casa della Salute di via Roma, edificio C terzo piano, venerdì 4 gennaio dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17 e sabato 5 gennaio, dalle 9 alle 12 solo negli ambulatori di Parma. I sanitari potranno così valutare l'opportunità di iniziare la profilassi antibiotica e fornire ogni utile informazione. Perché la terapia sia efficace è importante intervenire tempestivamente: per questo l'invito a presentarsi nei prossimi due giorni.

I sanitari dell'AUSL hanno già provveduto a prescrivere la terapia ai contatti più stretti, quindi ai familiari e conviventi dell'uomo.

Al momento si ritiene che queste azioni siano sufficienti per la tutela della salute pubblica.

Si parla di malattia invasiva da meningococco quando nell'organismo è presente il batterio del meningococco che può provocare una serie di infezioni quali ad esempio meningiti, otiti, polmoniti, ecc. Il batterio si trasmette da persona a persona per via respiratoria, attraverso le goccioline di saliva e le secrezioni nasali, che possono essere disperse con la tosse, con gli starnuti o mentre si parla. Affinché il contagio avvenga è, comunque, necessario essere a contatto stretto e prolungato con la persona infetta o trovarsi in ambienti molto affollati.

Pubblicato in Salute e Benessere Parma
Mercoledì, 02 Gennaio 2019 14:17

“Scuole Aperte” a Sala Baganza

Da martedì 8 gennaio al via gli incontri rivolti ai genitori per illustrare il Piano Offerta Formativa, le attività e fornire informazioni sulle iscrizioni.

Parma -

Incontri di “Scuole Aperte” ai nastri di partenza a Sala Baganza. I Docenti dell'Istituto Comprensivo di Felino saranno a disposizione dei genitori per illustrare il Piano Offerta Formativa dei vari istituti, fornire chiarimenti sulle modalità di iscrizione e far conoscere le attività che sono state programmate per rendere la scuola un luogo privilegiato di formazione, apprendimento e socializzazione. 

Il primo appuntamento, previsto per martedì 8 gennaio alle 18 sarà rivolto ai genitori degli alunni della Scuola primaria “Athos Maestri” e si svolgerà nel plesso di via Vittorio Emanuele II. 

Mercoledì 9 gennaio, sempre alle 18, ad aprire le porte sarà invece la Scuola dell’infanzia “Balbi Carrega” in via Garibaldi, mentre nella giornata di martedì 15 gennaio, sempre alla stessa ora, i docenti della Scuola Secondaria di primo grado “Ferdinando Maestri” attendono i genitori nella sede dell’istituto, sempre nel polo scolastico di via Vittorio Emanuele. 

Eventuali aggiornamenti verranno pubblicati sul sito dell’Istituto www.icfelino.gov.it.

Di Nicola Comparato - 29 dicembre 2018 - Davide Adorni, detto "Il Guerriero", è nato a Parma il 4 agosto 1978 e vive a Sala Baganza, in provincia di Parma. Numerose sono le esperienze di Davide che spaziano dal lavoro in fabbrica alle missioni in terra straniera, fino ad arrivare al ruolo di padre amorevole.

Davide Adorni è un addetto alla sicurezza e ha svolto questa mansione nei locali e e al seguito di personaggi importanti, vantando al proprio attivo corsi di specializzazione in Italia e all'estero nel settore delle armi. È un ottimo Driver quanto un esperto BodyGuard, ma nonostante la sua indole da duro, è il primo a farsi avanti per aiutare una persona in difficoltà, specialmente se si tratta di donne, anziani e bambini.

Molto abile nella lotta corpo a corpo, da ragazzo ha praticato Judo e negli ultimi anni si è dedicato alla lotta Krav Maga. Tra le varie esperienze, degna di nota, prima fra tutte è senz'altro quella con i Legionari. Ha partecipato ad un corso molto duro. Pochi uomini selezionati, ma tantissimi partecipanti per il primo evento di questo genere in Italia, sotto la guida e supervisione di un Legionario anziano che non ha bisogno di presentazioni, Danilo Pagliaro, autore del libro "Mai Avere Paura". Un addestramento serio, non adatto a tutti. Una full immersione di tre giorni tra fatica e cibo razionato, primo evento di una lunga serie. Ci saranno altri Step in futuro e il guerriero, di certo non mancherà.

Un'altra caratteristica degna di nota di Davide Adorni, è quella di riuscire a mantenere la calma anche nei momenti più difficili e questo lo si deve soprattutto agli addestramenti compiuti in situazioni estreme. Di certo, a prima vista, potrebbe essere scambiato per un soggetto violento, ma la realtà dei fatti, è che la violenza per lui è sempre l'ultima carta da giocare, mentre la prima per Davide Adorni è la testa. Un uomo che porta rispetto e che lo pretende come è ovvio e capace, come si può immaginare, di difendersi se attaccato. Davide Adorni odia le ingiustizie e non sopporta chi se la prende coi più deboli e forse è stato proprio questo uno dei motivi che lo hanno trasformato in un combattente.

"Molti mi vedono solo ed esclusivamente come un duro. E lo sono! - commenta il "Guerriero di sala Baganza" - Ma ho un cuore anche io e batte solo per i miei figli. Quando sono in missione il primo e l'ultimo pensiero è per i miei bambini. Ho fatto tanti errori nella vita e non voglio che loro facciano i miei stessi sbagli. Sono un guerriero, ma ragiono con il cuore. Sono addestrato per mantenere la calma in situazioni di estremo pericolo. Ogni giorno potrebbe essere l'ultimo."

Il profilo Facebook di Davide Adorni https://www.facebook.com/davide.adorni.1 

Davide_Adorni_Sala_B-PR-20181229_130724.jpg Davide_Adorni_Sala_B-PR-20181229_130753.jpg

Davide_Adorni_Sala_B-PR-20181229_130818_1.jpg

Davide_Adorni_Sala_B-PR-20181229_131457.jpg

 

 

Pubblicato in Costume e Società Parma
Giovedì, 20 Dicembre 2018 11:33

Unione Pedemontana Parmense - uffici aperti e chiusi

Festività natalizie: uffici aperti e chiusi - Si informano i cittadini che, per quel che riguarda i servizi erogati dall'Unione Pedemontana Parmense, nelle giornate di lunedì 24 dicembre e di lunedì 31 dicembre resterà aperto al pubblico lo Sportello della Polizia Locale e il Servizio di Protezione civile all'interno della Centrale operativa di Felino, in via Donella Rossi 1. Piena operatività anche per i servizi di emergenza.

Chiusi, invece, lo Sportello Unico Attività Produttive di Traversetolo, l'Ufficio Protocollo e la Segreteria che hanno sede nel Comune di Collecchio.
Per quel che riguarda i servizi di Azienda Pedemontana Sociale, il 24 e il 31 dicembre gli Sportelli Sociali di Collecchio, Felino e Montechiarugolo chiuderanno alle ore 12, mentre quelli di Sala Baganza e di Traversetolo resteranno chiusi.

Tutti gli uffici e gli sportelli dell'Unione e di Azienda Pedemontana Sociale, resteranno ovviamente chiusi nelle giornate di martedì 25 dicembre, mercoledì 26 dicembre e martedì primo gennaio.