Visualizza articoli per tag: Giuseppe Verdi

Piacenza, 30 ottobre 2013
 
Il presidente Trespidi e l'associazione Piacenza nel mondo: "In esposizione un'immagine di Verdi inedita" -
Resterà in esposizione nell'ingresso della biblioteca Passerini Landi di Piacenza fino al prossimo 15 novembre la mostra "Giuseppe Verdi – Patriota, Filantropo, Agricoltore" che da da più di dieci anni sta attraversando l'Europa e i continenti grazie all'impegno dell'associazione Piacenza nel Mondo. Questa mattina il presidente della Provincia Massimo Trespidi, il presidente e i rappresentanti dell'associazione Piacenza nel Mondo Sandro Molinari, Giovanna Amorini e Antonio Parmigiani e la responsabile del servizio biblioteche della Passerini Rosella Parma hanno fatto visita alla mostra.
"I pannelli che raccontano la vita di Verdi e il suo profondo legame con il territorio piacentino – ha spiegato il presidente di Piacenza nel Mondo Sandro Molinari – sono stati ideati nel lontano 1999. Da allora l'esposizione ha fatto il giro del mondo facendo tappa nelle località in cui risiedono i piacentini emigrati. In occasione del bicentenario Verdiano la mostra è tornata a Piacenza, a disposizione di tutte le scuole". "L'allestimento – ha detto il presidente della Provincia Massimo Trespidi – rende omaggio a tre anime del compositore che devono essere messe in luce. Verdi patriota: ricordo che il compositore fu consigliere provinciale a Piacenza e che l'aula del Consiglio oggi porta proprio il suo nome. Verdi filantropo: fu infatti per volere del compositore che venne costruito l'ospedale di Villanova. Verdi agricoltore: non fu solo la capacità gestionale del patrimonio terriero del compositore a spiccare ma anche le novità che lui stesso introdusse nel campo delle lavorazioni agricole".
 
(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)
Piacenza, 24 ottobre 2013
 
Prosegue il progetto di valorizzazione, in ambito internazionale, del territorio piacentino attraverso il legame con la figura di Giuseppe Verdi, presentato non solo come geniale compositore ma anche nelle vesti, meno note, di innovativo imprenditore agricolo. Dopo la conferenza tenuta a Chicago alcune settimane fa, la ricercatrice del Laboratorio di Economia Locale dell'Università Cattolica Ilaria Dioli ha illustrato la passione del Maestro di Busseto per la coltivazione della terra e le eccellenze enogastromiche a Lione, nell'ambito di un evento organizzato dall'Istituto italiano di Cultura in collaborazione con il Dipartimento degli Affari Culturali della locale Université Jean Moulin.
L'iniziativa, promossa con le associazioni Ibidem e Le Terre Traverse, vede anche la collaborazione della Regione Emilia Romagna e del Comune di Piacenza: durante la settimana della lingua italiana nel mondo, a un folto pubblico è stato proposto un approfondimento sull'evoluzione del concetto di gusto e le abitudini alimentari dell'800, senza dimenticare le preferenze culinarie di Verdi, con citazione di alcune ricette.
Al termine dell'incontro, grazie al fondamentale contributo del Consorzio Salumi Tipici Piacentini e di numerose aziende del nostro territorio, è stato allestito un apprezzato buffet di prodotti tipici.
Le prossime tappe del progetto, tra la fine di novembre e l'inizio di dicembre, saranno in Asia.
 
(Fonte: ufficio stampa Comune di Piacenza)
Bologna, 21 ottobre 2013
 
Verdi200: l'opera Nabucco in diretta dal Teatro Comunale di Bologna il 24 ottobre a partire dalle ore 18,30. In Regione 7 luoghi collegati in cui vedere l'opera gratuitamente in maxischermi -
Con la diretta del Nabucco, dal Teatro Comunale di Bologna sul sito www.giusepeeverdi.it, il programma della seconda metà dell'anno del progetto regionale Verdi200 entra nel vivo, offrendo anche la possibilità di vedere gratuitamente l'opera sui maxischermi di 6 tra teatri e sale della regione.
La diretta streaming partirà giovedì 24 ottobre alle ore 18,30, con l'illustrazione dell'opera da parte del prof. Marco Beghelli, docente di Musicologia e Storia della Musica dell'Università di Bologna e ad alcune interviste istituzionali .A partire dalle ore 20.00, si potrà assistere a Nabucco, con la regia di Yoshi Oida. Il regista giapponese, la cui regia viene ripresa in questa occasione da Maria Cristina Madau, si è formato con Peter Brook, per il quale è stato anche interprete, e proietta la storia in uno spazio senza tempo, stilizzando le scene e i costumi, in una rarefazione elegante e quasi metafisica. L'allestimento è del Teatro Comunale di Bologna ed è realizzato con il contributo straordinario del Comitato promotore delle celebrazioni verdiane e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il Cast
L'opera ha un cast di prestigio: Vladimir Stoyanov nei panni di Nabucco (Rodolfo Giugliani il 20,23 e 26), Sergio Escobar nel ruolo di Ismaele, Vitalij Kowaljow nel ruolo di Zaccaria (Sergey Artamonov il 20, 23 e 26), Anna Pirozzi nel ruolo di Abigaille (Maria Billeri il 20, 23 e 26) mentre Veronica Simeoni si cala nel ruolo di Fenena (Marina Pinchuk il 20 e il 22). ?Sul podio dell'Orchestra del Teatro Comunale, Michele Mariotti che dirige il secondo titolo della Stagione 2013, proseguendo il suo lavoro di ricerca sul repertorio verdiano. Alla direzione del Coro del Comunale, il maestro Andrea Faidutti.
L'Opera
Terza opera del catalogo verdiano, Nabucco è uno dei titoli più popolari del compositore. Andata in scena per la prima volta il 9 marzo 1842 al Teatro alla Scala di Milano, dopo soli dodici giorni di prove, l'opera ammaliò il pubblico milanese, il cui entusiasmo crebbe ad ogni replica, tanto che il titolo fu ripreso ben settantacinque volte prima della fine dell'anno. ?Composta su libretto di Temistocle Solera, l'opera è stata spesso letta come la più risorgimentale di Verdi, gli spettatori italiani dell'epoca potevano riconoscere la propria condizione politica in quella degli ebrei, soggetti al dominio babilonese. Ed è proprio il coro degli ebrei, sconfitti e prigionieri, a farsi personaggio: ad esso il Maestro assegna il momento più amato e celebre dell'intera opera,il Va', pensiero, un canto che è insieme sospesa contemplazione della terra amata e sconfortata constatazione del proprio amaro destino.
La diretta
La diretta del Nabucco, fa parte della programmazione del cartellone Verdi 200 digitale, realizzato dall'Assessorato regionale alla Cultura e coordinato dal Teatro Comunale di Bologna, in collaborazione con Lepida Tv e la rete dei teatri regionali collegati a Lepida. La regia è dell'Accademia del Cinema Di Bologna.
L'opera, sarà visibile gratuitamente , a partire dalle ore 20 in simulcast sui maxi schermi di Arena del Sole di Bologna, Teatro Comunale di Ferrara, Teatro Comunale di Modena, Teatro degli Atti di Rimini, Auditorium Corelli di Fusignano, Sala Consiliare del Comune di Villanova sull'Arda.
Grazie alla collaborazione tra Regione Emilia-Romagna, Ambasciate d'Italia e Istituti italiani di Cultura, Nabucco sarà trasmesso anche in più città del mondo che si collegheranno anche nei giorni successivi, in orari consoni al loro fuso. L'opera sarà visibile anche sui siti: www.magazzini-sonori.it, http://streaming.cineca.it/tcbo/, www.lepida.tv, http://www.youtube.com/user/comunalebologna1 e sul canale regionale 118 del digitale terrestre LepidaTV.
Orari
ore 18.30 (conferenza di presentazione dell'opera: 60',interviste Nicola Sani, direttore Michele Mariotti e regista Maria Cristina Madau: 28')
ore 20.00 - inizio dell'opera Nabucco (prima parte 77')
ore 21,17 - intervallo ( durata 25' – interviste ai cantanti)
ore 21,45 - seconda parte: 66 '
ore 22.50/23.00- fine diretta
Il Cartellone Verdi 200 digitale propone, con cadenza mensile, una diretta o una differita di opere verdiane in streaming e in simulcasting prodotte dai teatri di tradizione del territorio (il programma su www.giuseppeverdi.it). Il Cartellone Verdi 200 digitale fa parte del più ampio progetto Verdi 200, con cui la Regione Emilia-Romagna celebra Giuseppe Verdi nell'anno del bicentenario della nascita.
/CL
(Fonte: ufficio stampa Regione Emilia Romagna)
Mercoledì, 16 Ottobre 2013 16:16

L’ opera lirica scende in piazza

Parma, 16 ottobre 2013
 
In occasione del Bicentenario Verdiano  a Parma la prima de "I masnadieri" sul maxi schermo in piazzale Picelli, venerdì 18, alle 20.00 -
Un' occasione unica, che darà la possibilità di assistere in diretta alla prima di una grande opera del maestro Verdi senza doversi recare a teatro. A fare da cornice Piazzale Picelli dove gratuitamente la cittadinanza potrà accomodarsi e assistere in diretta alla prima dei Masnadieri sul maxi schermo. La prima dell'opera verdiana in programma al Teatro Regio di Parma, verrò trasmessa a partire dalle 20.00, nell'ambito del Festival Verdi, grazie al patrocinio ed alla coorganizzazione del Comune di Parma, il coinvolgimento di alcuni commercianti di piazzale Picelli e di via Imbriani, di Tv Parma come media partner e della Fondazione Teatro Regio di Parma.
L'iniziativa è stata illustrata, oggi, nel corso di una conferenza stampa, dall'assessore al commercio, attività produttive e turismo Cristiano Casa e da Cristina Novelli, commerciante di via Imbriani.
"Presentiamo un'iniziativa interessante – ha spiegato l'assessore Casa -. Si tratta del primo risultato di un percorso avviato con i commercianti di piazzale Picelli e via Imbriani che si sono uniti ed hanno fatto alcune proposte al Comune volte a vivacizzare questa zona dell' Oltretorrente. L'assessorato al commercio ha accolto favorevolmente le indicazioni dei commercianti di collocare un maxi schermo in piazzale Picelli in occasione del Festival Verdi, un modo per coinvolgere i parmigiani e le nuove generazioni per avvicinarli all'opera. Ringrazio Fondazione Teatro Regio, Tv Parma ed i commercianti che si sono trovati e organizzati con spirito collaborativo". L'assessore Casa ha anche anticipato che uscirà a breve un bando volto a finanziare nuove attività in Oltretorrente con l'obiettivo di riempire gli spazi commerciali vuoti oggi esistenti.
Cristina Novelli ha ringraziato il Comune. "Abbiamo trovato nell'assessorato al commercio – ha spiegato – un interlocutore attento. Speriamo che sia la prima di una serie di iniziative anche in vista del periodo natalizio. Per questo abbiamo fondato un'associazione, per unirci e parlare con una sola voce. Venerdì 18, in occasione della proiezione sul maxi schermo in piazzale Picelli, saranno aperti il bar della piazza ed alcuni negozi. I partecipanti potranno sedersi in piazza comodamente e gustarsi l'opera, grazie alle sedie messe a disposizione del Comune".
L'appuntamento, in piazzale Picelli è alle 20.00, con l'avvio della rappresentazione al Regio. L'occasione è ghiotta dal momento che permetterà ai parmigiani dell'Oltretorrente, ma non solo, di poter apprezzare, gratuitamente, un'opera coinvolgente. Il Teatro Regio si apre idealmente ad una platea ancora più vasta rispetto a quella che viene ospitata al suo interno. "I Masnadieri" fu composta da Verdi nel 1874 su libretto di Andrea Maffei e sarà riproposta nel nuovo allestimento di Leo Muscato, insignito da poco del Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana quale "Miglior Regista", con le scene di Federica Parolini, i costumi di Silvia Aymonino e le luci di Alessandro Verazzi.
Seguendo le orme di altre città europee come Vienna e Salisburgo, dove iniziative di questo tipo sono frequenti, Parma propone la visione di un'opera lirica in una piazza pubblica della città con l'obiettivo di coinvolgere i parmigiani ed avvicinare anche le nuove generazioni, meno abituate a frequentare il teatro, alla forte tradizione lirica della città; anche la scelta dell' Oltretorrente è simbolica.
 
(Fonte: Comune di Parma)
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Bologna, 11 ottobre 2013
 
Verdi200: domani 12 ottobre alle 20,30 diretta streaming dell'opera "Luisa Miller" dal Teatro Municipale di Piacenza. In differita il melodramma sarà trasmesso nelle sedi delle Rappresentanze Diplomatiche e Culturali di Lisbona, La Paz, Ankara e all'Irst di Meldola -
Primo appuntamento autunnale con il Cartellone Verdi200 digitale, che per sabato 12 ottobre propone "Luisa Miller", il melodramma di Giuseppe Verdi musicato su libretto di Salvadore Cammarano. L'opera, che andrà in scena alle 20,30 al Teatro Municipale di Piacenza, potrà essere seguita in diretta streaming sui siti www.giuseppeverdi.it, http://streaming.cineca.it/tcbo/, http://www.magazzini-sonori.it/, http://www.lepida.tv/, oltre che su Lepida Tv (canale digitale terrestre 118).
In differita sarà invece trasmessa nelle sedi delle Rappresentanze Diplomatiche e culturali di Lisbona, La Paz, Ankara e all'Irst (Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori) di Meldola.
La diretta streaming è realizzata grazie alla collaborazione del Teatro Comunale di Bologna e dell'Accademia Nazionale del Cinema, con il contributo tecnico di Lepida Spa e la regia televisiva di Guido Fiandra.
 
Il Cartellone Verdi200 digitale
Il Cartellone Verdi200 digitale fa parte delle iniziative realizzate dalla Regione Emilia-Romagna per celebrare il bicentenario della nascita del grande compositore emiliano. Obiettivo del progetto è diffondere l'opera verdiana offrendo al pubblico la possibilità di seguire gratuitamente gli spettacoli in programma, via web o nei maxischermi dei teatri regionali aderenti a TeatroNet e cablati dalla rete Lepida. Il Cartellone è coordinato dall'Assessorato regionale alla Cultura e dal Teatro Comunale di Bologna, con il supporto di Lepida Spa.
 
Luisa Miller
È un melodramma tragico in tre atti, musicato da Verdi su libretto di Cammarano dal dramma "Kabale und Liebe" di Friedrich Schiller. Scritta nel 1849 per il Teatro San Carlo di Napoli, l'opera è considerata la chiave di volta nella carriera di Verdi, che precede la straordinaria stagione della maturità. Per la prima volta il Maestro non mette più in risalto la descrizione dell'evento storico, ma le passioni umane: amore, vendetta, desiderio di potere, affetto filiale. La complessità dei personaggi si realizza in una nuova suggestione melodica capace di sondare le intime pieghe dell'anima.
Assente da dieci anni dal cartellone piacentino, viene proposta in un nuovo allestimento coprodotto da Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara e Teatro Alighieri di Ravenna, in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna. Curatore della messa in scena teatrale il baritono Leo Nucci; l'Orchestra Giovanile "Luigi Cherubini" è diretta da Donato Renzetti e il Coro del Teatro Municipale di Piacenza da Corrado Casati.
Importante la collaborazione siglata con il Comune di Busseto e il Concorso internazionale Voci Verdiane, che vanta una lunga esperienza nella scoperta del talento vocale e interpretativo del repertorio verdiano. Attraverso un'accurata selezione, nella produzione di Luisa Miller sono stati impegnati i Solisti del Corso d'alto perfezionamento per interpreti del Canto Verdiano, riconosciuto dal Comitato scientifico delle Celebrazioni verdiane come progetto d'eccellenza formativa.
Scene e realizzazione pittorica di Rinaldo Rinaldi e Maria Grazia Cervetti, assistente scenografo Andrea De Micheli, regista collaboratore Salvo Piro, costumi di Alberto Spiazzi, disegno luci di Claudio Schmid. Responsabile degli allestimenti Emanuele Grilli; direttore di scena Davide Battistelli, maestri collaboratori Kayoko Ikeda e Niccolò Nardoianni.
Il basso Gianluca Lentini interpreta il Conte di Walter, il mezzosoprano Renata Campanella dà voce a Laura e il tenore Bruno Nogara riveste i panni di Un contadino. Il resto del giovane cast è doppio, quindi per ogni ruolo si alternano due cantanti nelle due recite in programma (il 12 e il 15 ottobre): i contralti Junhua Hao e Tamta Tarieli nel ruolo di Federica, i bassi Cristian Saitta e Costantino Finucci in quello di Wurm, i baritoni Mansoo Kim e Byunghyuk Choi interpreti di Miller; a Luisa danno voce i soprani Giulia Della Peruta e Samantha Sapienza, mentre Rodolfo è interpretato da Medet Chotabayev e Vincenzo Costanzo.
 
Qualche curiosità sulla storia dell'opera
La collaborazione tra Verdi e il Teatro San Carlo di Napoli subisce un duro colpo con la decisione del Maestro di cedere "La battaglia di Legnano" al Teatro Argentina di Roma. A causa del tentato annullamento del contratto, Salvadore Cammarano viene minacciato di essere recluso in prigione, così che Verdi pensa ad un'altra opera che possa sostituire "La battaglia di Legnano". La prima scelta cade su un dramma storico intriso di patriottismo come l'"Assedio di Firenze", ma poiché a Napoli la censura non avrebbe mai accettato un argomento simile, quella definitiva è per il dramma intimistico e borghese di Friedrich Schiller, dal titolo "Kabale und Liebe". Verdi compone la musica viaggiando tra Parigi, Busseto, Roma e Napoli dove l'opera va in scena con il titolo di Luisa Miller l'8 dicembre 1849.
 
Tempi della diretta streaming
Dalle ore 20,30 alle 23,15 (con due intervalli) diretta streaming dell'opera Luisa Miller.
Prima della diretta, a partire dalle 19,30, sarà mandato in onda il video "Buon compleanno Maestro", che raccoglie suggestive immagini dei luoghi verdiani e la testimonianza di cantanti lirici, registi e direttori d'orchestra che in Emilia-Romagna sono nati o lavorano e che qui raccontano il "loro Verdi".
Seguiranno alcune video-interviste all'assessore alla Cultura del Comune di Piacenza Tiziana Albasi, al direttore artistico del Teatro Municipale di Piacenza Cristina Ferrari, al direttore d'orchestra Donato Renzetti e a Leo Nucci, curatore della messa in scena teatrale dell'opera. /EC
 
(Fonte: ufficio stampa Regione Emilia Romagna)
Bologna, 10 ottobre 2013
 
Verdi200: la Regione Emilia-Romagna celebra il compleanno del Maestro con un video, una nuova App, un gioco e un calendario di spettacoli in diretta, differita e in simulcast nei teatri della Regione e nelle sedi della rete delle Rappresentanze Diplomatiche e Culturali italiane -

Il video "Buon compleanno Maestro", con interviste ai protagonisti verdiani del nostro territorio; una App per seguire gli eventi legati a Verdi; un gioco per conoscerlo, un calendario di spettacoli in diretta o differita on line da domani sul sito www.giuseppeverdi.it , in maxischermi nei teatri della regione e all'estero negli Istituti Italiani di Cultura e una Maratona verdiana di opere e interviste per concludere l'anno. Tutto questo è l'ulteriore offerta di Verdi 200, il progetto realizzato dalla Regione Emilia-Romagna per celebrare il grande compositore di Busseto a duecento anni dalla nascita, il 10 ottobre 1813. Obiettivo dell'iniziativa è quello di diffondere l'opera verdiana, offrendo la possibilità di vedere le opere gratuitamente sul web o a teatro, ma anche di valorizzare le realtà produttive del territorio, mettendo in rete i soggetti culturali, turistici ed enogatronomici ed offrendo loro una vetrina per raccontare tutti i progetti e gli eventi regionali che si realizzano durante le celebrazioni.

IL VIDEO

Il video (dal titolo Buon compleanno Maestro, visibile già oggi sul sito della Regione) è realizzato dall'Agenzia Informazione e Comunicazione della Giunta e dall'assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna. Raccoglie otto interviste ad altrettanti artisti (cantanti, registi, direttori d'orchestra) nati in Emilia-Romagna o che qui si sono stabiliti e hanno lavorato. Raccontando "il loro Verdi" le cantanti liriche Mirella Freni, Raina Kabaiwanska, Maria Agresta, Anna Pirozzi e Sergio Escobar, entrambi impegnati nel Nabucco in programma al Teatro Comunale di Bologna; la regista Cristina Mazzavillani Muti e i direttori d'orchestra Leone Magiera e Michele Mariotti. Il video, di circa 16 minuti, raccoglie anche immagini dei luoghi verdiani, dalla casa natale di Roncole Verdi a Villa Sant'Agata, dove il maestro ha vissuto e composto le sue opere più conosciute. Ne emerge un ritratto del Maestro e della sua attualità, dei motivi che lo rendono universale e immortale e un'inedita visione del Verdi emiliano-romagnolo.

IL CARTELLONE

Il cartellone Verdi200 digitale nella seconda parte dell'anno propone due opere in diretta: Luisa Miller, in scena al Teatro Municipale di Piacenza il 12 ottobre, alle ore 20,30 e il Nabucco al Teatro Comunale di Bologna il 24 ottobre ore 20,00. Sono previste le differite di: La Traviata, una produzione del Teatro Comunale di Bologna, il 18 novembre alle ore 20,00 e Falstaff, produzione del Ravenna Festival, il 18 dicembre ore 20,00. Per concludere l'anno sarà realizzata la Maratona Verdiana che riproporrà in più giorni lo streaming di tutte le opere del Cartellone Verdi200 con interviste e commenti dei protagonisti. Le opere in programma verranno trasmesse sul sito www.giuseppeverdi.it , su Lepida Tv (canale digitale terrestre 118), sui siti www.magazzini-sonori.it, www.lepidatv.it , www.cineca.it, in vari teatri della regione cablati dalla rete Lepida e in alcune sedi delle Rappresentanza Diplomatiche e culturali italiane nel mondo.

LA APP

La App Verdi200, per tablet e smartphone, sia Apple (iPad e iPhone) sia Android, consente al navigatore di assistere alle dirette e differite degli spettacoli previsti dal Cartellone Verdi200 digitale; di Consultare il calendario degli eventi legati a Verdi che si svolgono sul nostro territorio, in Italia e all'Estero e di ascoltare le opere verdiane contenute nel portale musicale della Regione Magazzini Sonori (complessivamente 21 opere integrali e oltre 450 brani, molte di queste anche in video). Inoltre si possono trovare i luoghi verdiani e le proposte turistiche appositamente realizzate, oltre a notizie e curiosità. La APP, dal design sobrio ed elegante, accompagna il navigatore alla ri-scoperta del Maestro, delle sue opere, della sua vita e del suo territorio, consentendogli di vivere in mobilità il suo viaggio virtuale e di condividerne, con un semplice click, le emozioni nella più attuale dimensione globale.

IL GIOCO

Playing Verdi Opera è un gioco in italiano e in ingleseper conoscere attraverso una serie di quiz alcune opere del Maestro. Il gioco, realizzato grazie alla collaborazione della Fondazione Teatro Comunale di Modena e integrato sia sul sito, sia sull'APP, consente di apprendere le opere del Maestro, descritte in breve nella sezione "Impara", e di sperimentare il livello di conoscenza acquisito, rispondendo alle domande proposte nella sezione "Gioca". Playing Verdi Opera è un quiz musicale e intuitivo, sulle opere più famose di Verdi e comprende oltre 150 domande a scelta multipla. Attenzione però, si possono fare al massimo tre errori e selezionare tre diversi livelli di difficoltà: "Gioco a vite" nel quale non si hanno limiti di tempo per rispondere; "Domande a tempo" nel quale si hanno solo trenta secondi per ogni domanda; "Gioco a tempo" dove si hanno solo sessanta secondi per risolvere il quiz. Per l'appassionato, rappresenta un modo nuovo di ri-scoprire il Maestro, per il neofita, un modo divertente per avvicinarsi all'opera verdiana.

GLI EVENTI

Gli eventi celebrativi del Bicentenario nel mondo non fanno che ribadire la grandezza del Cigno di Busseto: solo secondo gli appuntamenti pervenuti alla redazione del sito Verdi, sono 200 le città nei cinque Continenti che lo hanno celebrato con 331 opere, 302 concerti, 163 conferenze e incontri, 84 proiezioni, 44 mostre, 14 rappresentazioni teatrali, 12 spettacoli di danza e balletto, per un totale di oltre mille eventi. La sola programmazione del calendario Verdi200 digitale della Regione Emilia-Romagna, dall'inizio dell'anno ha trasmesso in streaming 8 opere che sono state riprese in 10 teatri, 3 sale comunali e dall'Istituto Scientifico Romagnolo per la Cura e lo Studio dei Tumori di Meldola (luoghi cablati dalla rete Lepida Tv), per un totale di 60 spettacoli riprodotti. Inoltre gli spettacoli sono stati trasmessi anche in 24 sedi estere, con la rete mondiale delle Rappresentanze Diplomatiche e Culturali italiane.

Il sito www.giuseppeverdi.it è realizzato dalla Regione Emilia-Romagna (Assessorato alla Cultura, Agenzia Informazione e Comunicazione, Istituto Beni Culturali, in collaborazione con l'Assessorato regionale al Turismo e Commercio e l'assessorato Scuola, Formazione professionale, Università e ricerca, Lavoro) e dalla Provincia di Parma con il contributo di enti e istituzioni locali e privati. Il sito da quando è stato rinnovato nella grafica e nei contenuti ( 9 marzo 2013) ha ricevuto circa 500 mila visite.

Il cartellone Verdi200 digitale è coordinato dall'Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna e il supporto tecnico di Lepida spa e Cineca. /CL

(Fonte: ufficio stampa Regione Emilia Romagna)
Tante le iniziative tra Busseto e Roncole Verdi per festeggiare il giorno della nascita di Giuseppe Verdi -
 
Parma, 9 ottobre 2013

Quest' anno un ottobre ancora più ricco di appuntamenti per celebrare il noto compositore di Bussetto nelle terre verdiane per  il bicentenario della nascita, proprio nella terra dove il grande musicista è nato. Un programma significativo, messo a punto dal Comune di Busseto per rendere omaggio al Maestro nei luoghi in cui Verdi ha vissuto e scritto opere immortali. Fra le realtà coinvolte l'Accademia del Teatro alla Scala, il Festival Verdi col Teatro Regio di Parma, Ravenna Festival, LaVerdi di Milano, l'Orchestra Luigi Cherubini, la Filarmonica Toscanini, la Filarmonica Salernitana "G. Verdi", ATER Formazione e la Fondazione Teatri di Piacenza con Teatro Comunale di Ferrara e Teatro Alighieri di Ravenna.
Domani, giovedì 10 ottobre, giorno della nascita del compositore, la giornata sarà interamente in suo onore sino a notte inoltrata. Una serie di eventi straordinari in più tappe, che vedranno il Sindaco, le Autorità, le Istituzioni musicali e il Comitato di Roncole Verdi celebrare la ricorrenza presso la Casa Natale di Giuseppe Verdi a Roncole con la presentazione del francobollo Giuseppe Verdi emesso da Poste Italiane in occasione del 200° anniversario della nascita.
Seguirà l' eccezionale apertura al pubblico della prima sala del Museo Renata Tebaldi, che verrà inaugurato il 1° febbraio 2014 presso le restaurate Scuderie di Villa Pallavicino a Busseto. La Gran serata del Bicentenario si terrà al Teatro Verdi, con l' anteprima del Falstaff dedicata alla città di Busseto in cui si esibiranno i solisti dell'Accademia di perfezionamento per cantanti lirici del Teatro alla Scala, per la regia di Renato Bruson e Marina Bianchi con l' orchestra filarmonica e il coro del Teatro Regio di Parma.
Ma la serata continua fino a tarda notte, dalle due circa, infatti il Teatro Verdi accoglierà la proiezione della Messa da Requiem in diretta mondiale da Chicago. Il più acclamato interprete verdiano a livello internazionale, il Maestro Muti dirigerà la Chicago Symphony Orchestra in occasione del Bicentenario Verdiano.

In allegato la locandina della manifestazione
 
(fonte: Comune di Busseto)
Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Mercoledì, 09 Ottobre 2013 08:10

Giuseppe Verdi e le “note di agricoltura”

Piacenza, 9 ottobre 2013
 
Ha un titolo evocativo, "Note di agricoltura", il convegno organizzato dalla Regione Emilia Romagna a Piacenza, venerdì 11 ottobre, dalle 9.30 alle 12.30 presso la sala Piana dell'Università Cattolica. L'appuntamento, aperto a tutti i cittadini interessati, è il primo di quattro incontri che l'assessorato regionale all'Agricoltura promuoverà, oltre a quello cittadino realizzato anche in collaborazione con l'Amministrazione comunale, negli atenei di Parma, Reggio Emilia e Bologna, per celebrare il bicentenario verdiano.
Del rapporto tra il compositore e la terra, che coltivava con sapienza e con passione, discuteranno il preside della Facoltà di Agraria Lorenzo Morelli, l'assessore regionale all'Agricoltura Tiberio Rabboni, Michele Stanca dell'Università degli Studi di Reggio Emilia e Modena, la ricercatrice Daniela Morsia della Biblioteca Passerini Landi, Ilaria Dioli del Laboratorio di Economia Locale dell'Università Cattolica di Piacenza e Paolo Rizzi, docente della Facoltà di Economia e Giurisprudenza dell'ateneo di San Lazzaro. All'attore Domenico Sannino sarà affidata la lettura di alcuni brani.
Il dibattito, che approfondirà la figura di Giuseppe Verdi come imprenditore agricolo e come cultore della buona tavola, aprirà inoltre una riflessione sul concetto di "personality branding territoriale", individuando nel compositore di Busseto un testimonial autorevole e particolarmente efficace per il nostro territorio, anche in vista di un grande evento come l'Expo 2015.
 
(Fonte: ufficio stampa Comune di Piacenza)


Piacenza, 6 settembre 2013 -

L' iniziativa promossa in collaborazione con la Provincia di Piacenza gode di un nuovo finanziamento concesso al territorio dalla Presidenza del Consiglio dei ministri -

"Verdi a perdifiato" e "Verdi popolare" sono i due nuovi corsi di specializzazione promossi dalla Provincia di Piacenza in collaborazione con il Conservatorio "Giuseppe Nicolini" in occasione del Bicentenario Verdiano. L'iniziativa, che ha ricevuto un contributo di 20mila euro da parte del Comitato promotore delle celebrazioni Verdiane, riguarda la specializzazione nelle opere del celebre compositore riservata a maestri e artisti del coro e agli strumenti a fiato. Il bando si rivolge agli studenti del conservatorio Nicolini e scadrà il 12 settembre 2013.
Il finanziamento destinato alla Provincia rientra in un budget complessivo di 138mila euro - assegnato al territorio piacentino (e in particolare ai Comuni e alle associazioni di Villanova, Piacenza e Cortemaggiore) tramite un decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 5 agosto 2013 - che servirà a sostenere 8 nuovi progetti legati al bicentenario. La quota si aggiunge, lo si ricorda, al milione di euro già destinato al restauro di Villa Verdi a Sant'Agata di Villanova.
"Si tratta - spiega l'assessore provinciale alla Cultura e al Turismo Maurizio Parma – dell'ennesima iniziativa promossa dalla Provincia per le celebrazioni del Bicentenario: l'obiettivo è quello di mantenere viva sul territorio la memoria del Maestro attraverso una massiccia organizzazione di eventi. La collaborazione con il conservatorio Nicolini è particolarmente importante in quanto permette ai giovani di scoprire la meraviglia delle arie musicali di Verdi. Ricordo infine che i corsi di specializzazione si aggiungono al ricco cartellone di manifestazioni promosse sul territorio per celebrare l'importante anniversario della nascita di Giuseppe Verdi". "Siamo onorati – hanno evidenziato il presidente del Conservatorio Nicolini Daniele Cassamagnaghi e il direttore Fabrizio Dorsi – di rappresentare l'unico Conservatorio che ha beneficiato di un riconoscimento nell'ambito delle celebrazioni: il livello del progetto presentato è altissimo. Il lavoro di squadra della Provincia e dei Comuni ha consentito di raggiungere questo importante risultato".
Il programma delle iniziative è interamente consultabile sul sito internet dedicato al turismo della Provincia di Piacenza (turismo.provincia.pc.it).

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

Piacenza, 30 agosto 2013 -

Tris di appuntamenti dedicati a Verdi a Monticelli il 5, 7 e 10 settembre -

Torna a Monticelli la rassegna vocale-strumentale "Amilcare Zanella", l'appuntamento che ormai da nove anni porta in passerella giovani talenti musicali. La manifestazione, in scena il 5, 7 e 10 settembre nella chiesa di San Giorgio di Monticelli, è dedicata al compositore, pianista e direttore d'orchestra originario di Monticelli e scomparso nel 1949. Quest'anno, in occasione della ricorrenza del bicentenario Verdiano, la rassegna sarà dedicata al compositore di Roncole di Busseto.
Il programma dell'evento è stato presentato questa mattina in Provincia alla presenza dell'assessore alla Cultura Maurizio Parma, che ha sottolineato "l'importanza di continuare a proporre, nonostante il difficile momento di crisi, manifestazioni di altissimo livello culturale nei piccoli comuni". "Non possiamo guardare al futuro - ha aggiunto il sindaco di Monticelli Michele Sfriso - senza prestare attenzione al passato. Monticelli, così come Piacenza, è stata terra di grandi personaggi come appunto Zanella che ha avuto il grande merito di ricercare continuamente giovani talenti".
"La rassegna - ha quindi spiegato il direttore artistico della rassegna, il maestro Fabrizio Garilli - si impegna a riscoprire la figura del compositore e a presentare i giovani talenti ad un pubblico anch'esso giovane. I musicisti che si esibiranno sono, nonostante la giovane età, di altissimo livello".
La rassegna strumentale è patrocinata dalla Provincia di Piacenza e dal Comune di Monticelli con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, rappresentata questa mattina da Stefano Pareti. "Il ruolo della Fondazione - ha detto Pareti - è quello di avvicinare un nuovo pubblico alla cultura e di valorizzare l'attività culturale soprattutto in un momento così difficile come quello attuale. La Fondazione ha scelto di sostenere le iniziative che altrimenti rimarrebbero sacrificate a causa della crisi".

IL PROGRAMMA

Giovedì 5 settembre 2013
Giovani cantanti premiati e segnalati al concorso vocale regionale "A. Zanella-2013". Collaboratore pianistico Elio Scaravella

Sabato 7 settembre 2013
Ensemble corale "Terre Verdiane" del teatro municipale di Piacenza
Direttore: Corrado Casati

Martedì 10 settembre 2013
Pianista: Roberto Corlianò

I concerti, nella chiesa di San Giorgio di Monticelli, inizieranno alle 21 e sono ad ingresso gratuito.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

Pagina 9 di 10