Visualizza articoli per tag: Territorio Provincia di Parma

Sabato, 16 Novembre 2013 11:07

Cà dal Brass: il gusto è servito

Di Chiara Marando - Parma 16 Novembre 2013

Molti di noi hanno pensato di cambiare vita almeno una volta, lasciare quella quotidianità che ci spegne, senza gli stimoli necessari. Sono momenti più o meno rapidi e duraturi, spesso passano senza che nulla si sia modificato, altre volte qualcosa accade.

Per Simone, ad esempio, tutto è partito da uno di questi momenti. Stanco del caos cittadino, desideroso di ritmi diversi e di una vita a contatto con la natura e l’aria pulita, nel 2003 decide di trasferirsi in montagna, con tutta la famiglia. Ristruttura una vecchia cascina appena dopo  Berceto e la rende un luogo accogliente e confortevole, senza snaturarne  l’originario sapore rustico. Nasce così la Trattoria Cà dal Brass, non un agriturismo come può apparire ad una prima occhiata veloce, ma una vera e propria “Trattoria Rurale”, marchio di qualità.

8  MG 0017

Qui la cucina tradizionale, fatta di ingredienti semplici e genuini, si sposa con l’amore per il territorio, con la pazienza legata ai ritmi della natura ed ai suoi frutti. Una stagionalità che si riflette nei piatti del menù, per mantenere sempre il massimo  gusto e freschezza. La parola d’ordine è quella di accontentare il cliente, assecondarne i desideri e le preferenze gastronomiche. Simone ci tiene a dire che la vera pubblicità è il passaparola della clientela, una grande soddisfazione a fronte di un impegno importante.

Regina della cucina è sua moglie Carla, chef per passione più che per mestiere. In fondo anche cucinare è un’arte e lei, restauratrice di lunga esperienza, ha deciso di creare nuove opere ai fornelli. Il suo è un lavoro indispensabile, solo lei conosce le ricette di famiglia, i segreti, le tecniche più appetitose, e solo lei ha la capacità di lasciare carta bianca alla sua fantasia dando corpo a piatti estremamente saporiti.

Il tocco in più è dato dall’accurata scelta delle materie prime, ottima carne, salumi profumati e stagionati al punto giusto, Parmigiano Reggiano di alta qualità e tanti gustosi prodotti della zona come funghi,  tartufo, castagne e cacciagione.

Si parte dagli antipasti golosi come i Crostoni con funghi porcini e Parmigiano, oppure con salsiccia fatta in casa, Parmigiano 12 mesi, e ancora con caciotta di mucca fresca, porri e speck artigianale. Poi ci sono i primi, una vera tentazione, un mix di aromi e bontà come negli Agnolotti di patate alle erbe aromatiche con broccoli e pancetta affumicata altoatesina, o nella Pasta fresca di castagne con porri e crema di noci. Il Porcino fa bella mostra di sé nei Gnocchetti di patate, ulteriormente esaltati dal porro e dalla salsiccia casalinga. E per scaldarsi dal freddo invernale non  c’è niente di meglio di un bel piatto di Cappelletti fumanti.

IMG 7363-tile

Anche i secondi sono irresistibili. Chi ama la carne potrà soddisfare il palato con una meravigliosa Tagliata oppure una succulenta Fiorentina. Se si desidera una variante saporita si può optare per il Melino di Grappa alla grigia, ossia un ricercato taglio di controfiletto, servito con cipolline borettane e aceto balsamico, o per  la corposa Trippa alla Parmigiana.

IMG 7377-tile

E la domenica sera ecco che compare sulla tavola la fragrante e sfiziosa “Focaccia del Pellegrino”, un morbido impasto, farcito con patate, pancetta, funghi, porri, formaggio fresco, oppure secondo richiesta.

Ma Carla ama cucinare non solo queste buonissime pietanze, anche i dolci sono un suo cavallo di battaglia e variano a seconda del periodo e degli ingredienti. Volete qualche esempio? Allora direi di partire dal Semifreddo croccante al caffè, poi dalla Torta gelato con cioccolato fondente, oppure dalla Torta nocciola con crema di gianduia, per terminare con la Delizia di mele con crema calda.

Il tutto in un ambiente rilassante ed ospitale, abbracciati dal calore dell’enorme stufa in pietra ollare, una vera coccola che concilia il pasto e la conversazione, perché come dice Simone “ I più grandi affari si fanno a tavola”.

Trattoria Cà dal Brass

Via Centro, 46 Castellonchio, 

43042 Berceto, Italia

Tel. 0525 6650

www.cadalbrass.com

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Sabato, 26 Ottobre 2013 11:14

La Casa delle Erbe...magiche

Di Chiara Marando - Parma 26 Ottobre 2013

L’estate sembra un ricordo ormai lontano, il sole in questi giorni si fa desiderare e l’umidità non è certo un’ottima compagnia. Tutte verità pressoché inconfutabili, ma la realtà non è poi così negativa come sembra. Già perché l’autunno veste il paesaggio di sfumature incantevoli, atmosfere suggestive talvolta velate di una romantica malinconia, dove i profumi si fanno più intensi e penetranti.

Quindi direi di guardare il bicchiere mezzo pieno e sfruttare questo periodo magari approfittando del weekend per un giro in montagna a contatto con la natura e la sua tranquillità.

dg 93817 panorama

Posti incantevoli, ricchi di bellezze paesaggistiche e tradizioni  come l’Appennino Tosco-Emiliano, nella Valle del Taro. In questa zona, e precisamente tra Compiano e Bardi, si trova un grazioso Agriturismo che quasi si confonde con il paesaggio circostante, in totale condivisione con il contesto in cui è inserito, l’Agriturismo La Casa delle Erbe. Tutto intorno prati e boschi dove poter fare lunghe passeggiate a piedi o a cavalli, immensi campi che seguono l’andamento del terreno, antichi borghi ricchi di storia con i loro maestosi castelli e la piacevolezza di sentirsi lontani per qualche ora dal mondo di tutti i giorni.

Ma la Casa delle Erbe non è solo un  luogo incantevole dove pernottare e rilassarsi avvolti dal tepore  dell’ambiente accogliente e raffinato, ma anche vera e propria azienda specializzata nella coltivazione delle piante officinali e nella produzione di olii essenziali utilizzati anche all’interno del centro benessere della struttura.

api005

Sette deliziose camere dotate di vasca idromassaggio dove potersi coccolare con i prodotti di bellezza offerti dall’agriturismo, cullati dalla luce soffusa delle candele.

Un’oasi di benessere dove farsi viziare con trattamenti, massaggi rigeneranti, riflessologia plantare, aromaterapia, tisane, e una cucina appositamente studiata nel totale rispetto dell’ambiente e dei suoi frutti. Materie prime rigorosamente biologiche, direttamente prodotte in azienda o di provenienza locale, per una cucina strettamente legata al territorio ad alle sue tipicità, con un occhio attento alle esigenze di un’alimentazione sana. Ogni ricetta è impreziosita con le piante officinali coltivate in loco o spontanee, un tripudio di aromi che esaltano i sapori: fiori di sambuco, involtini di salvia scalarea, sciroppo di timo, liquore di menta, dolce alla menta piperita…

Ovviamente niente zucchero, ma solo il miele dell’azienda, ricco di proprietà benefiche, dal gusto corposo, una dolcezza anche da spalmare sul pane quotidianamente  sfornato, preparato con selezionate farine biologiche come quella integrale, di segale, di farro, grano duro oppure frumento.

E quando la stagione lo permetterà allora ecco che l’Agriturismo metterà a disposizione degli ospiti un altro piccolo angolo di paradiso, l’ innovativa ed invitante “bio piscina”.  Costruita interamente utilizzando sassi di fiume, igienizzata  senza l’ausilio di prodotti chimici ma attraverso un procedimento in cui il sale viene trasformato in cloro naturale, che non arrossa gli occhi e soprattutto mantiene inalterato l’equilibrio della pelle.

11





Agriturismo Casa delle Erbe

Loc. Pieve di Campi 60/a 43051 Albareto (PR)

Tel:+39 0525-990 235      338-91 92 666

Email :Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.casadelleerbe.it



Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Sabato, 19 Ottobre 2013 11:12

Benvenuti "Alla Corte dei Golosi"

Di Chiara Marando - Sabato 19 Ottobre 2013

Cozzano, un borgo dell’appennino parmense, uno di quelli che conservano le abitudini ed i ritmi di una volta. Preziosi baluardi della vita contadina. Poche case sormontate da una lussureggiante pineta, qualche rumore attutito dal rispetto per la natura ed un paesaggio che infonde tranquillità.

Qui tutti si conoscono, una piccola comunità dove l’abitudine è di supportarsi a  vicenda, dove la tradizione  vive e prospera. Qui, tra le abitazioni in sasso, si può scorgere l’insegna in legno di un grazioso Agriturismo a gestione famigliare dall’atmosfera  rustica ed accogliente, dove poter gustare i piatti del territorio e la vera cucina casalinga, quella semplice e genuina che fa sentire coccolati. Il nome, poi, promette molto bene: Agriturismo “Alla Corte dei Golosi”.

Walter e Patrizia,  veri appassionati della buona tavola, hanno voluto concretizzare un sogno comune, e nel dicembre 2006 hanno aperto  il Ristorante. Un’idea nata per caso, dalle cene con gli amici, dalla maestria di Patrizia nel preparare piatti da vero chef con la facilità di chi è sempre vissuto in mezzo alla ristorazione ed alle sue rigide regole. Una cultura legata alla terra che si fonda sull’Azienda agricola portata avanti da mamma Anna, pilastro sicuro nell’attività dell’Agriturismo. E’ lei che si occupa di cucinare i profumati arrosti, la succulenta cacciagione, la pasta fatta in casa, il fragrante pane cotto al forno a legna e l’ormai famosa torta fritta.

piatti agrit 001

Perché per portare avanti i lavori di tutti i giorni ognuno fa la propria parte: Walter segue il ristorante e la contabilità, Patrizia si prodiga in manicaretti con l’irrinunciabile aiuto ed esperienza di mamma Anna, suo fratello è il procacciatore della squisita cacciagione proposta nel menù, e poi ci sono i tanti amici che continuamente li aiutano dividendosi  tra cucina, campi e produzione.

Questo clima di condivisione e spontaneità  si riflette anche in tavola, nelle tante portate semplici e squisite.

Accettate il consiglio, non fatevi mancare la Torta fritta della casa con i salumi accuratamente selezionati da Walter, e le strepitose Lasagne di Patrizia, una delizia morbida e sugosa. Anche i Tortelli di zucca non sono sicuramente da meno. Tra i secondi direi che un posto d’onore lo occupano il Prosciutto cotto al forno a legna, rosolato lentamente per circa 12 ore, un vero godimento per il palato, ed il Brasato al Barolo, dal sapore intenso e corposo.

DSC 0624-tile

Inoltre questi sono i mesi in cui il Tartufo Nero della zona fa da padrone in tavola, quindi largo ad un menù ad hoc: Polenta con formaggio e tartufo, Gnocchi di patate con ricotta e tartufo, Caramelle con formaggio di malga, speck e ovviamente tartufo e Filetto al pepe con scaglie di tartufo e patate arrosto. Vi toglierete piacevolmente la voglia.

IMG 6236-tile

E se l’appetito vien mangiando, un ghiotto dolce chiude degnamente un così lauto banchetto, quindi fatevi portare le golose torte della casa. Ricette antiche come la Torta di amaretti, di noci, il Dolce Amore a base pangrattato, noci e caffè, crostate e cioccolato.



Agriturismo Alla Corte Dei Golosi

Via Cacchioli, 1  Cozzano - Langhirano (Pr)

Tel: +39 0521.359116

Cell. +39 345.3362482

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Mercoledì, 24 Luglio 2013 08:12

Tempo di saldi. Acquisti in discesa

 

Bologna, 24 Luglio 2013 - -
Calo nei due primi weekend dei saldi estivi ma possibilità di fare ancora buoni affari.

Pubblicato in Lavoro Emilia

Le squadre giocheranno domenica 27 gennaio nel pomeriggio alle ore 15.
Parma e Napoli si sfideranno nella terza giornata del girone di ritorno del campionato di calcio di Serie A, partita in programma domenica 27 gennaio alle ore 15. Il Parma, reduce dal pareggio fuori casa con il Chievo, sta disputando un ottimo campionato ed è a 31 punti in classifica.

Pubblicato in Calcio Emilia

  “Ragazzi in terra straniera” è il progetto cofinanziato da Unione Europea – Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei Paesi terzi e dal Miniestero dell’Interno. Il  Comune di Parma svolge un ruolo strategico a livello locale in quanto promotore e coordinatore di una serie di azioni volte a dare seguito al progetto stesso che prevede un fondo di poco superiore ai 268mila euro, di cui 67mila messi a disposizione dal Comune di Parma e 201mila euro da parte del Ministero dell’Interno nell’ambito dei finanziamenti del “Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei Paesi terzi”.

Nel bel mezzo delle indagini dell’inchiesta Public Money ci furono pressioni dall’alto per trasferire il comandante della Guardia di Finanza di Parma Guido Maria Geremia. A quasi due settimane dall’operazione che ha portato agli arresti domiciliari l’ex sindaco Pietro Vignali, il capogruppo del Pdl regionale Luigi Giuseppe Villani, l’ex amministratore della società Stt Andrea Costa e l’editore parmigiano Angelo Buzzi con l’accusa di peculato e corruzione, spunta un nuovo inquietante retroscena.

Pubblicato in Cronaca Emilia

È uscito il nuovo spot della Barilla. Dopo venti anni di comunicazione ad altissimo livello diventa importante cambiare e rinnovarsi mantenendo comunque una linea di continuità con il passato. E Barilla ci riesce molto bene.

Pubblicato in Economia Emilia
Pagina 4 di 4