Fermata AV: Cavandoli, basta chiacchiere, governo e maggioranza approvino almeno odg per studio fattibilità

Parma 26 giugno 2020 - Sono stati momenti difficili quelli trascorsi durante i mesi della pandemia e medici, infermieri e volontari sono stati impegnati in prima linea nella gestione sanitaria dell’emergenza coronavirus.

Quelle più preoccupanti in Liguria e Valle D'Aosta. L’Adac ha ispezionato complessivamente 16 tunnel: in Italia, in Croazia e in Austria. Tutte le gallerie austriache hanno superato il test e anche quelle croate sono complessivamente “solide”, anche se una delle tre sottoposte al controllo non rispetta i criteri europei.

In Emilia Romagna il costo dell'RC auto nel mese di aprile 2020 è stato di 437,03 euro, contro i 508,75 euro di un anno fa. Complessivamente il prezzo risulta inferiore anche rispetto alla media nazionale, che si attesta sui 463,74 euro.

Parma, 9 giugno 2020. Modifiche alla viabilità per lavori di rifacimento del fondo stradale in via del Conservatorio.

Dal 15/06/2020 al 18/06/2020, dalle 00:00 alle 24:00, istituzione del divieto di circolazione, destituzione stalli di sosta e contestuale istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata ambo i lati, in Strada del Conservatorio – da Via degli Ospizi Civili a Borgo delle Orsoline - incluse intersezioni.

La Provincia di Reggio Emilia informa che da oggi sul ponte sul Secchia del Pianello lungo la Sp 108, tra i territori comunali di Castelnovo ne' Monti e Villa Minozzo, saranno eseguiti alcuni lavori di manutenzione da parte della Parenti costruzioni che comporteranno - per un tratto centrale di un centinaio di metri - la regolazione del senso unico alternato attraverso semaforo e non più a vista, come avviene dallo scorso gennaio.

Sabato, 23 Maggio 2020 08:41

Vetto, resta chiuso il ponte del Pomello

Il cantiere avrebbe dovuto concludersi questa sera, ma servono ulteriori lavori di consolidamento dei paramenti murari della spalla. I percorsi alternativi da e per Neviano.

Non c'è dubbio che il sogno di ogni famiglia sia quello di poter trascorrere le proprie vacanze estive in totale sicurezza fruendo di numerosi servizi capaci di rendere l'esperienza ancora maggiormente appagante.

Milano Marittima è una delle mete preferite dalle famiglie per le vacanze estive. Qui ci sono tanto divertimento, spiagge, aree attrezzate per i giochi e tutto ciò che occorre per rendere la vacanza rilassante e divertente.

Il turismo in Emilia Romagna riparte. Lo dice a Fuoriporta.org, il portale dedicato ai borghi e alle tradizioni italiane, Andrea Corsini, Assessore Trasporti, Infrastrutture, Turismo e Commercio della Regione Emilia-Romagna.

Presenti i sindaci di Corniglio Delsante e di Monchio Riani. Il deterioramento del manufatto, sulla provinciale che collega i due comuni, ha determinato la chiusura della strada lo scorso 24 aprile. La fine dei lavori è prevista entro un paio di mesi.

Parma, 7 maggio 2020 – Ieri la Provincia di Parma – Servizio Viabilità, dopo un sopralluogo tecnico sul ponticello sulla strada provinciale n. 75 che collega Monchio delle Corti a Corniglio, all’altezza dell’abitato di Grammatica,

Mobilità. In Emilia-Romagna nessuna criticità per il Trasporto pubblico locale all'avvio della fase2. Corsini: "Una buona partenza. Grazie ai cittadini per il grande senso di responsabilità e alle aziende di trasporto per il loro lavoro"

Sui 33 treni monitorati un carico medio di 52 persone (ben al di sotto dei posti disponibili). Corse di treni aumentate del 60%. Riorganizzate le procedure di salita e discesa dai mezzi, intensificate le operazioni di pulizia e sanificazione. Obbligo a bordo della mascherina

Lunedì, 04 Maggio 2020 12:19

KLM riprende i voli per Milano

KLM riprende i voli per Milano lunedì 4 maggio. Da lunedì 4 maggio, KLM riprenderà i voli tra Amsterdam e Milano

Al momento, è un volo giornaliero (KL1629) operato con un aereo Embraer 190; il volo partirà da Amsterdam alle 10:00 e arriverà a T2 a Malpensa alle 11:40. E poi il volo KL1630 partirà di nuovo alle 12:15 per arrivare ad Amsterdam alle 14:10.

Si avviano a conclusione i lavori per la messa in sicurezza dell’incrocio tra la Sp 62R della Cisa e la Sp 2 (via Staffola). Nei prossimi giorni previste asfaltatura e segnaletica orizzontale.

Si avviano verso la conclusione i lavori di realizzazione della rotatoria di Tagliata che a Guastalla, nei pressi della chiesa della Beata Vergine della Neve, renderà più sicuro ad agevole l’intersezione tra via Staffola (Sp 2) e la Sp 62R, l’ex statale della Cisa.

Dalle 8.30 di domani, mercoledì 22 aprile, l'incrocio sarà infatti percorribile con circolazione rotatoria, pur proseguendo le attività di cantiere. In particolare, nei prossimi giorni, approfittando del ridotto traffico a seguito delle restrizioni in atto, si procederà con l'asfaltatura e la segnaletica orizzontale, succesivamente con altre opere di finitura e arredo come pali di illuminazione e cordoli.

La nuova rotatoria di Tagliata ha tre bracci, un raggio esterno di 29 metri ed una corona centrale di 14 metri di raggio.

L’impatto della pandemia Coronavirus sulle attività commerciali e turistiche del nostro territorio è purtroppo in linea con i dati registrati a livello nazionale.

Parma 16 aprile 2020 - Se escludiamo il settore degli alimentari, che ha visto un aumento del fatturato e al contempo anche un rilancio dei piccoli negozi di vicinato, tutti i restanti comparti del terziario, dal commercio, ai servizi al turismo, hanno subito una pesante battuta d’arresto con conseguenti danni enormi per le aziende.

Nello specifico le attività legate al turismo e alla somministrazione di alimenti e bevande sono di fatto ferme dagli inizi di marzo: da allora la stragrande maggioranza degli alberghi è chiusa (i pochi aperti si sono messi a supporto del servizio sanitario) e le attività di somministrazione effettuano esclusivamente il servizio a domicilio, registrando cali del fatturato che vanno da un massimo del 100% ad un “minimo” del 70% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Risulta conseguentemente chiaro che saranno soprattutto questi i settori più penalizzati nelle prossime settimane, perché, come ampiamente anticipato dal Governo, saranno anche gli ultimi a rivedere la riapertura e saranno comunque anch’essi soggetti ad importanti limitazioni per rispettare le norme sanitarie sul distanziamento.
Il settore di beni durevoli (abbigliamento, orafi, profumerie, etc) pur essendo concessa in alcuni casi l’apertura, ha di fatto visto la chiusura di molti esercizi dovuta alla limitazione degli spostamenti concessi per lo più, come sappiamo, per questioni lavorative o di prima necessità.

Alla luce di quanto sopra il danno economico venutosi a creare è enorme. Molte aziende hanno cercato, ove possibile, di sopperire alla chiusura temporanea attivandosi con la consegna a domicilio: sono tante infatti le richieste che ci sono pervenute sulle modalità per poter effettuare tale servizio oltre a quelle di chiarimenti tecnici e ammnistrativi in generale tra cui anche la vendita on line. In quest’ottica la nostra Associazione è di fondamentale importanza per aiutare le imprese a districarsi fra le mille regole imposte dal Governo e dalla Regione, alcune volte anche in contrasto fra loro, per offrire opportunità concrete quali ad esempio il sito ilnegoziovicino.it o la piattaforma ebay che grazie alla partnership con confcommercio offrono condizioni agevolate e per dare infine risposte tempestive alle molte richieste di una maggiore liquidità da erogare con modalità semplici e in tempi veloci.

A tal proposito come ribadito anche a livello Nazionale, in aggiunta ai sistemi di finanziamento studiati dal Governo servirebbero sistemi di contributi a fondo perduto, non restituibili, che vadano ben oltre i 600 Euro mensili ad oggi definiti.

A livello locale, tale fabbisogno di liquidità è stato soddisfatto grazie alla Cooperativa di Garanzia, in cui Ascom è socio fondatore, che ha permesso di erogare quasi 2 milioni di Euro, in due mesi, a favore delle aziende, ma come detto molto resta ancora da fare.

Grazie all’intervento del Sistema delle Camere di Commercio e della Regione Emilia Romagna si stanno inoltre perfezionando finanziamenti studiati appositamente per aiutare le aziende in difficoltà attraverso l’abbattimento dei tassi di interesse e dei costi bancari per somme fino a 150.000 Euro.

Da ultimo ma non per importanza abbiamo chiesto, in buona parte già recepito da molte amministrazioni comunali della provincia, lo slittamento nonché la riduzione della tassazione comunale.
Infine quello che chiediamo, e lo stiamo già facendo a livello regionale e nazionale è che, contestualmente ad un necessario allentamento delle restrizioni sugli spostamenti delle persone, venga definita, già a partire dal prossimo 4 maggio una preventiva programmazione della riapertura delle attività, che preveda modalità e regole certe, effettivamente realizzabili per le aziende di piccole e medie dimensioni che per dimensioni e caratteristiche risultano essere quelli che più facilmente potranno ottemperare alle norme di sicurezza.

Il Presidente Ascom Vittorio Dall’Aglio

 

Viaggiare per lavoro non è mai troppo semplice, in particolare per chi si trova a visitare per la prima volta una città che non conosce. Proprio per questo, ecco una serie di suggerimenti per trovare il giusto hotel.

Soggiornare nell’hotel giusto può davvero avere un impatto su come sarà il proprio viaggio di lavoro. Quindi, è bene impegnarsi nel trovare la soluzione migliore per le esigenze di cui si può avere bisogno.

Avere la possibilità di lavorare senza interruzioni o disturbi, trovarsi a una breve distanza da un ristorante dove pranzare o cenare sono fattori da non sotto valutare. Fattori, che permettono di rimanere concentrati sul quadro generale del viaggio di lavoro e permettono a ogni persona di portare a termine tutte le attività per cui si è intrapreso un viaggio di lavoro.

Ad esempio, per chi si trova a Rimini per un viaggio di lavoro o per presenziare a uno dei tanti convegni che si organizzano in questa città, è bene soggiornare in un hotel vicino al palacongressi di Rimini. In questo modo, senza impiegare troppo tempo, si potrà arrivare al palacongressi per seguire l’evento e allo stesso tempo trovarsi nelle vicinanze del centro cittadino. L’Hotel Corallo di Rimini è una di queste scelte. Grazie a camere spaziose, servizi studiati per le esigenze di chi viaggia per lavoro e un servizio di reception attento e pronto a risolvere ogni problema, si può avere la certezza di non avere nessun problema durante il proprio soggiorno.

1. Assicurarsi che l’hotel abbia tante recensioni positive

Una delle prima cose da valutare, è la reputazione online dell’hotel dove si andrà a soggiornare. Se sono molti gli ospiti che si sono trovati bene in quella struttura, ci sono buone possibilità che anche il proprio soggiorno sarà ottimo. È bene iniziare a verificare le recensioni negative di un hotel, per comprendere se esistono dei veri problemi o se si è verificato solo un problema non inerente le offerte dell’hotel-

Se molti clienti nel settore business si lamentano per una connessione internet inaffidabile o del servizio ristorante messo a disposizione dall’hotel, forse è il caso di prendere in considerazione di cambiare struttura ricettiva per il proprio soggiorno.

2. Prendi in considerazione una catena alberghiera

Quando si sceglie un partner commerciale, in molte occasioni si può beneficiare di speciali convenzioni o sconti. Anche nel caso di viaggi di lavoro, può essere una buona idea prendere in considerazione una catena alberghiera che ha più hotel sparsi per la penisola italiana.

Questa scelta, permette anche di essere sicuri che durante ogni soggiorno si potrà beneficiare di una serie di servizi base come prese usb per caricare i propri dispositivi, bollitore per tè o un servizio in camera 24/24. Fattori, che permettono di rendere più confortevoli le ore che si passerà in hotel durante i propri viaggi di lavoro.

3. Prendi in considerazione hotel con un deposito bagagli

Durante i viaggi di lavoro, può sempre presentarsi il caso che il proprio treno è in ritardo o dopo diverse ore dal check-out dalla propria camera. Per non doversi portare appresso la valigia, è bene verificare la presenza di un deposito bagagli nella struttura dove si è soggiornato.

Questo particolare, che spesso è preso poco in considerazione, permette di organizzare al meglio i propri spostamenti il giorno di partenza, e perché no, anche di avere la possibilità di visitare la città prima di partire per tornare presso il proprio domicilio.

4. Verifica cosa è presente nelle vicinanze

Quando si cerca un hotel dove soggiornare durante una fiera o un viaggio di lavoro, è bene assicurarsi della sua posizione. Se ci si trova in un quartiere molto al di fuori dal centro cittadino o senza particolari attrattive, le ore libere dal lavoro possono diventare molto noiose. In particolare durante la sera, se si prende la decisione di uscire a cena o a sgranchirsi le gambe.

Se si ha la possibilità, può essere una buona idea prenotare in una struttura ricettiva che si trova a una distanza ideale dal luogo dell’impegno di lavoro e dal centro città. In questo modo, non si avranno problemi sia durante le ore di lavoro sia durante le ore libere.

5. Verificare la presenza di una connessione gratuita

Anche se mettiamo questo particolare come ultimo punto da verificare, può essere bene verificarlo come primo. Fornire una connessione Wi-Fi gratuita per i propri clienti è un servizio che il 90% degli hotel fornisce, ma è sempre bene verificare che questo servizio sia presente gratuitamente.

In caso di necessità, potrebbe essere “antipatico” dover pagare la connessione Wi-Fi per inviare una mail di lavoro o fare una conferenza su Skype.

Organizzare anche questi piccoli dettagli per un viaggio di lavoro, può fare una grande differenza. Quando si è in viaggio, è bene evitare tutte quelle situazioni che possono portare a diminuire la propria concentrazione. Scegliere l’hotel giusto per il proprio soggiorno, è il modo migliore per farlo.

Esplode un caricabatterie sul volo Newark-Nassau: fiamme e terrore sull'aereo nel mezzo dell'Atlantico. L'aereo ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza.

Esplode un caricabatterie, fiamme e panico su un aereo in volo sull'oceano Atlantico. Un incendio a bordo di un volo intercontinentale di un Airbus 320 United da Newark, nel New Jersey, in direzione di Nassau, nelle Bahamas, ha costretto a un atterraggio di emergenza a Daytona Beach International Airport. I pompieri sono stati chiamati sull'aereo alle 10:30 circa del 26 febbraio dopo che un caricatore di un telefono cellulare ha preso fuoco su un posto sul jet.

Panico e terrore per i 150 passeggeri a bordo, c'è anche chi ha avuto la forza di riprendere quegli attimi di panico a postare il tutto sui social. La polizia, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha spiegato che l'equipaggio ha estinto l'incendio sul jet iniziato da un caricabatterie che era nel borsello di un passeggero, grazie al rapido intervento del personale di cabina. Il borsello e il caricabatterie in fiamme poi sono stati riposti in modo sicuro in un contenitore ignifugo fino a quando non è atterrato. Un portavoce della polizia ha dichiarato: "Le indagini preliminari ipotizzano che si tratti di un caricabatteria per telefono esterno.

L'aereo è salito a 28.000 piedi prima di dover scendere dopo l'incidente. L'aereo è stato in grado di decollare un'ora dopo un'ispezione, ha dichiarato l'aeroporto di Daytona Beach via Facebook. Fortunatamente, nessuno è rimasto ferito..

(28 febbraio 2020)

L’intervento, realizzato nel Comune di Medesano, ha importo complessivo di 17.800 euro ed è finanziato con fondi della Regione Emilia-Romagna

Medesano (PR), 27 Febbraio 2020 – Un intervento fondamentale per la messa in sicurezza del territorio in una delle zone fortemente colpite negli ultimi anni da importanti precipitazioni, che hanno provocato il graduale deterioramento dell’asfalto. Le maestranze esperte del Consorzio della Bonifica Parmense hanno portato a termine alcuni lavori di manutenzione straordinaria della strada di bonifica Case Prefetto-Case Matteo, nel Comune di Medesano.

L’intervento, dall’importo complessivo di 17.800 euro, è stato finanziato da fondi della Regione Emilia-Romagna.
I lavori hanno riguardato il tratto compreso tra le località Case Prefetto e Case Matteo, dove si registravano le maggiori criticità per il transito dei veicoli. Nello specifico l’intervento ha visto la sistemazione delle cunette stradali e la ripresa della pavimentazione per una lunghezza di 395 metri.

La nuova pavimentazione è stata inoltre impermeabilizzata.

Tenerife, bloccati in hotel italiani positivi al coronavirus. Un medico lombardo e sua moglie in quarantena insieme a tutti gli altri ospiti.

Vacanza rovinata per diversi turisti a Tenerife, nelle isole Canarie. Lunedì le autorità sanitarie spagnole hanno diagnosticato un nuovo caso di coronavirus. Un turista proveniente dall’Italia, un medico lombardo di 69 anni, è risultato positivo al test. Oggi è risultata contagiata anche sua moglie. Da questa mattina l’intero hotel dove alloggiava la coppia è stato messo in quarantena. Sono stati isolati almeno 1000 ospiti.

L'hotel è stato chiuso e non è permesso lasciare le camere. Tutti gli ospiti hanno anche ricevuto mascherine protettive. Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE ) svizzero è al corrente che all’Hotel Palace Adeje risultano positivi al virus diversi turisti tra cui anche una coppia svizzera. Il giornale locale Diario de Avisos, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” ha segnalato che i medici spagnoli hanno visitato gli ospiti dell’hotel.

(26 febbraio 2020)

Parma, 24 febbraio 2020 - TEP ha disposto un nuovo piano di azioni straordinario per contenere il diffondersi del Coronavirus, in modo da dare attuazione all’Ordinanza Regionale pubblicata ieri, 23 febbraio, e garantire ogni tutela per passeggeri e personale aziendale

Già nei giorni scorsi tutto il personale aveva ricevuto un kit comprendente il gel a base d’alcool per la disinfezione delle mani e il documento con le norme igieniche da osservare per prevenire il propagarsi del virus.

A partire da oggi saranno inoltre disposti interventi di pulizia ulteriori rispetto a quelli già previsti. In particolare, l’abitacolo di tutti i bus sarà trattato quotidianamente con prodotti disinfettanti nebulizzati a base di cloro. Stesso trattamento igienizzante sarà effettuato presso gli uffici e le biglietterie.

Da domani, martedì 25 febbraio, sarà temporaneamente chiuso lo sportello TEP in Cicletteria presso la stazione ferroviaria di Parma e il personale riassegnato agli altri sportelli. La vendita dei biglietti a bordo sarà temporaneamente sospesa. Si invitano pertanto i passeggeri a procurarsi i biglietti presso le rivendite a terra o ad acquistarli tramite le app SmarTicket (per iOS e Android) e Muver (per Android).
La salita e la discesa dei passeggeri sarà limitata alla porta centrale e posteriore, mentre la zona anteriore dei bus alle spalle dell’autista sarà compartimentata per i tempi necessari.

L’ufficio oggetti smarriti è temporaneamente chiuso al pubblico.
Per le figure professionali a maggior contatto diretto con il pubblico, verranno valutate, insieme ai rappresentanti dei lavoratori, specifiche dotazioni da impiegare in caso di reale necessità.

Per tutti i passeggeri è già disponibile sul sito www.tep.pr.it  una pagina con tutte le informazioni e gli aggiornamenti utili alla gestione della situazione attuale, come le norme igienico-sanitarie da osservare per garantire adeguate condizioni di viaggio sui mezzi di trasporto e nei luoghi pubblici (http://www.tep.pr.it/news/azioni_limitazione_contagi_coronavirus.aspx).

TEP continuerà ad osservare con attenzione le indicazioni che perverranno dalla cabina di coordinamento istituita dalla Regione Emilia-Romagna e dagli enti locali, adottando tutte le misure necessarie per tutelare l’utenza e il personale in servizio.

Ufficio Stampa TEP spa

Chi lavora nel mondo del turismo lo sa: ogni anno, si fanno strada numerose novità. Se si ha intenzione di rimanere sul pezzo e di risultare attrattivi per l’utenza, bisogna farsi trovare pronti ad accoglierle e, in generale, a rinnovarsi.

Se sei qui, molto probabilmente stai cercando delle idee utili per la tua struttura. Nelle prossime righe, abbiamo raccolto alcune dritte che speriamo possano risultare interessanti.

Automatismi in primo piano

Dati alla mano, uno dei momenti che gli utenti che arrivano in un villaggio considerano con maggiore attenzione è l’accoglienza. A tal proposito, può rivelarsi molto utile il fatto di automatizzare i check-in, permettendo quindi ai propri ospiti di ottimizzare i tempi fin dall’inizio della vacanza e di immergersi da subito in un’atmosfera di relax.

Focus sulla sostenibilità

Proseguendo con le dritte utili per rinnovare il proprio villaggio turistico è possibile citare l’importanza della sostenibilità. Di strade interessanti a tal proposito ne esistono diverse. Si può innanzitutto incrementare l’approccio plastic free, ma anche stringere partnership virtuose con aziende che producono posate e piatti biodegradabili.

Cosa dire poi di tutto quello che ruota attorno al rapporto cibo e sostenibilità? Anche in questo caso contano tantissimo le partnership, che possono essere strette con aziende agricole della zona che operano mettendo in primo piano il rispetto dell’ambiente.

Valute l’introduzione dell’assistente turistico

L’assistente turistico, come sicuramente sai, è un professionista che ricopre un ruolo di grande importanza. La sua presenza è fondamentale quando si tratta di soddisfare i desideri degli ospiti e di capire se tutto procede nel migliore dei modi.

Considerando che, oggi come oggi, chi decide di andare in vacanza in un villaggio turistico cerca esperienze super esclusive, introdurre la figura sopra citata può rivelarsi un’ottima idea.

Ovviamente è bene evitare di muoversi a caso. La scelta giusta consiste nel rivolgersi a una realtà specializzata. Giusto per fare un esempio, ricordiamo starsbeoriginal.com, un punto di riferimento di grande importanza quando si parla di ricerca di profili qualificati per lavori estivi come l’assistente turistico.

Migliora la tua presenza sui social

Al giorno d’oggi, chi ha una struttura turistica come un villaggio e non è presente sui social incontra molte difficoltà quando si tratta di distinguersi dai concorrenti. I social sono fondamentali sia in fase di scelta di una struttura piuttosto che di un’altra, sia quando si parla di fidelizzazione.

Impegnati quindi a migliorarne la gestione anche in ottica di coinvolgimento degli ospiti durante il soggiorno. Crea degli hashtag e metti in primo piano l’approccio della gamification: in questo modo, chi ha scelto la tua struttura di sicuro non dimenticherà la vacanza trascorsa.

Ristruttura gli interni

Un altro consiglio che sembra banale ma che riveste invece una grande importanza è la ristrutturazione degli interni. Rinnovali e, se possibile, coinvolgi anche artisti locali in alcune aree della struttura.

Questa scelta può rivelarsi particolarmente congeniale quando coinvolge le camere. Avere un villaggio turistico o un hotel con una o più stanze uniche nel loro genere e decorate da artisti è un’idea fantastica per distinguersi dai concorrenti.

Social... e non solo

I turisti, oggi come oggi, sono sempre più digitalizzati. Se si ha intenzione di affascinarli e coinvolgerli è cruciale lavorare molto sulla comunicazione online.

Tra le alternative più utili al proposito citiamo la newsletter. Tramite questo canale, è possibile non solo far pregustare a chi ha già scelto la struttura quelle che sono le principali novità per il futuro, ma anche sollecitare le recensioni.

Il comune di Cervia si aggiudica per l’11° anno - a Milano Marittima, Cervia Pinarella e Tagliata - la bandiera che conferisce alle sue spiagge il certificato di “spiaggia a misura di bambino”.

Portare al mare i propri bambini è sempre un’esperienza indimenticabile durante le vacanze al mare. Esperienza che è ancora più indimenticabile, se la si può fare in una delle spiagge più sicure e adatte ai più piccoli.

L’Emilia Romagna, e in particolare la zona di Cervia e Milano Marittima, sono riconosciute come una delle zone più belle per le famiglie che vogliono trascorrere una vacanza in riva al mare. Vacanza, che oltre ad essere salutare deve essere anche sicura.

Gli stabilimenti balneari a Milano Marittima sono da sempre in prima linea, per fornire a ogni ospite la migliore esperienza possibile di vacanza. Tra questi, il Peperittima è uno dei più apprezzati. Ampi spazi tra i lettini, un servizio discreto e sempre puntuale e prezzi vantaggiosi per le famiglie. Questi alcuni dei fattori che ogni anno, richiamano in questo stabilimento balneare un numero sempre maggiore di turisti e famiglie.

Quali sono le caratteristiche per ottenere la bandiera verde?

La zona del litorale di Cervia è dal 2010 che si vanta di ricevere la bandiera verde. Le caratteristiche per ottenere la bandiera verde sono diverse, e bisogna eccellere in tutte per ottenere questo ambito premio.

Vediamo quali sono in dettaglio:

- arenile ampio e ben pulito;
- sabbia fine e che deve digradare dolcemente;
- ombrellino di grandi dimensioni e ben distanziati;
- presenza di intrattenimenti per bambini;
- presenza di squadra di bagnini in caso di emergenze.

Oltre ad avere questa tipologia di caratteristiche, una località che si vuole candidare per ottenere la “bandiera verde”, deve avere nelle vicinanze della spiaggia una serie di servizi pensati per le famiglie. Infatti, nelle vicinanze della spiaggia devono essere presenti ristoranti, gelaterie e parchi giochi dove le famiglie si possono recare in piena libertà. Fattore, che a Cervia e Milano Marittima è presente da molti decenni.

Queste località, offrono da sempre una serie di attrazioni e servizi che le famiglie possono scegliere di utilizzare o meno durante il proprio soggiorno. La zona di Cervia è da sempre attenta a queste necessità. Cosa che gli ha permesso di diventare una meta ideale per le vacanze estive al mare.

Le caratteristiche naturali della zona, che permettono a questa zona dell’Emilia Romagna di essere avvantaggiata in questo campo, e la presenza di più di 200 stabilimenti balneari di prim’ordine non possono che confermare quello appena detto. Inoltre, è bene ricordare che il servizio di vigilanza presente sulla spiaggia è da sempre tra i migliori in Italia. Sono molti, i bagnini che scelgono proprio in questa zona d’Italia per perfezionare le proprie abilità visto l’alto livello richiesto dalla locale associazione bagnini.

Inizieranno lunedì, a Branzana di Canossa, i lavori di ripristino della Sp 54 Ciano- Vercallo-Stella, da tempo interessata da un movimento franoso, che coinvolge la scarpata di valle e parte della carreggiata stradale, in continua evoluzione e riattivatasi anche a seguito delle ondate di maltempo che tra dicembre 2017 e il marzo 2018 avevano interessato la nostra provincia.

Per consentire alla Emiliana Conglomerati Spa di Reggio lo svolgimento in sicurezza dei lavori indispensabili al ripristino della sede viabile individuati dal progetto esecutivo redatto dal Servizio Infrastrutture della Provincia, da lunedì sulla Sp 54 si viaggerà pertanto a senso unico alternato regolato da impianto semaforico o da movieri e con limite di velocità a 30 km/h.

Sono tre i tratti della Sp 54 che saranno ripristinati in comune di Canossa - a partire, lunedì, da quello sotto al Castello di Rossena – nell’ambito di un unico appalto che prevede anche la sistemazione di un’altra piccola frana, sulla Sp 73, a Grassano di San Polo.
Per info in tempo reale sulla viabilità e in caso di eventuali emergenze consultare il profilo Twitter della Provincia di Reggio Emilia @ProvinciadiRE.

Domenica, 16 Febbraio 2020 17:36

Felino: Il monumento al maiale 

Un punto di riferimento per il territorio felinese 

Di Nicola Comparato 16 febbraio 2020 - In un paese famoso per il caratteristico salame, non poteva certo mancare un monumento al Signor Maiale. L'opera è stata realizzata dallo scultore Giuseppe Bonatti su richiesta dell’Amministrazione Comunale di Felino e del Comitato Settimana Felinese. Il monumento al maiale, poco distante da Piazza Miodini a Felino, dal 6 settembre dell'anno 2003, è esposto liberamente al pubblico presso il parco Charlie Chaplin. Ad accompagnare la scultura posta su di un piedistallo, una significativa e semplice incisione che rende omaggio al nobile animale divenuto famoso in tutto il mondo: 

"La natura mi ha fatto un po' grasso, ma ho qualità che nessuno ha. Felinesi e Parmigiani mi hanno capito e siamo famosi nel mondo." 

A seguire la galleria fotografica del Monumento al Maiale:

Sabato, 15 Febbraio 2020 07:59

Un giro per Felino

Il comune autonomo di Felino risale al 1806, e risulta essere stato parte del Dipartimento del Taro fino al 1814. Tra le varie ipotesi si pensa che il nome sia derivato da "Filinum", in riferimento a chi ottenne la propria parte di agro durante l'assegnazione delle terre tolte ai Liguri da parte dei Romani tra il 190 e il 183 A.C.

Di Nicola Comparato 14 febbraio 2020 - Felino è un comune di poco più di 9.000 abitanti situato nella Val Baganza in provincia di Parma, toccato dal torrente Baganza, con un territorio che si divide tra zone collinari e pianeggianti e che comprende le frazioni di Ca' Cotti, Ca' Gialla, San Michele Tiorre, Barbiano, Casale, Monticello, Parigi, Poggio di Sant'Ilario Baganza, Cevola, San Michele Gatti, Soragnola e Sant'Ilario Baganza.

In campo agro-alimentare, Felino è sede di numerose aziende di piccola e media grandezza, e uno dei prodotti che lo caratterizzano e che lo hanno reso famoso è l'omonimo salame.

Tra i monumenti e i luoghi più visitati e conosciuti del territorio felinese troviamo il Castello e il museo del Salame di Felino, Villa Branchi, Villa Caumont Caimi, Villa Brian, la Chiesa della Purificazione della Beata Vergine Maria, la Pieve di Sant'Antonino nella frazione di Barbiano, l'oratorio di San Rocco nella frazione di Casale, la Chiesa di San Michele a San Michele Tiorre, la Chiesa di San Michele Gatti, la Chiesa di Sant'Ilario Baganza nell'omonima frazione, Villa Ceci, Villa Gambara, Villa Monguidi e la Ponticella che collega Poggio e San Vitale. In piazza Miodini è situato il municipio e poco distante è presente il Cinema Teatro Comunale, sede di importanti spettacoli ed eventi di vario genere. Felino è gemellato con il comune francese di Cumiéres dal 1998, e nel 2012 ha stretto un Patto di Solidarietà con il comune di Camposanto in provincia di Modena, in occasione dell'iniziativa promossa dall'ANCI denominata "adotta un comune" istituita a favore dei luoghi colpiti dal sisma in Emilia. Nello stesso anno Felino ha firmato un "Patto Istituzionale di Solidarietà " con i comuni di Concordia sulla Secchia e San Possidonio.

Come spazi civici il comune presenta la biblioteca comunale "C. Pavese", la "Sala Civica Amoretti", l'Archivio Storico Comunale e l'ex InfoGiovani ora "Spazio Civico Giovanile e Comunitario". Inoltre Felino fa parte dell'Unione Pedemontana Parmense insieme ai comuni di Sala Baganza, Collecchio, Montechiarugolo e Traversetolo.

A seguire la galleria fotografica:

Per saperne di più visitate il sito del Comune di Felino a questo link

http://www.comune.felino.pr.it/servizi/notizie/notizie_homepage.aspx

PR_Felino-79a77534088c7185698093bff4c89883_XL_2.jpg

 

 

Svizzera, italiano troppo lento in autostrada, la polizia lo ferma e lo stanga. Circolava a 70 km. Un’altra vicenda che attesta come più volte segnalato dallo Sportello dei Diritti che gli italiani non sono visti di buon occhio al di là delle Alpi

Ha fatto notizia anche in Svizzera l’assurda storia accaduta ad un 56enne italiano che si è visto sequestrato il veicolo e imposto un divieto di guidare dalla Polizia in Svizzera. Secondo gli operatori della polizia di Zugo il conducente ha attirato l'attenzione di una pattuglia sull'autostrada A4, a causa della guida lenta.

L'uomo, un italiano che non risiede in Svizzera, era sotto gli effetti di farmaci. L'italiano stava guidando verso le 0:30 di martedì da Küssnacht (SZ) verso Rotkreuz (ZG) ad una velocità di 70 km/h. All'altezza della diramazione di Blegi non ha reagito ai segnali di una pattuglia della polizia che gli intimava di fermarsi.

Il conducente è stato fermato dopo diversi chilometri, alla stazione di servizio di Affoltern (ZH). Sottoposto al test dell'alito, è risultato sotto l'influsso di farmaci. L'italiano si è rifiutato di sottoporsi al test del sangue e dell'urina ordinato dal Ministero pubblico in un ospedale, precisa la nota.

Le forze dell'ordine hanno sequestrato il suo veicolo e gli hanno imposto un divieto di guidare in Svizzera. Tuttavia nelle autostrade elvetiche vige generalmente il limite di 120 km/h, sulle semiautostrade di 100 km/h, sulle strade principali e secondarie fuori delle località di 80 km/h e all'interno delle località di 50 km/h. Tuttavia, in situazioni particolari, questa velocità massima può essere ridotta. Può infatti capitare che in alcune tratte la velocità venga limitata a 80 o anche a 60 km/h (a causa di un sovraccarico del traffico, di una cattiva qualità dell'aria o per ragioni di sicurezza). Inoltre, all'interno delle località vi sono zone limitate a 30 km/n o a 20km/h. Al di là della vicenda che appare comunque singolare, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è evidente che è assurdo che si possa vedersi sequestrare l’auto e imposto un divieto di guida per la troppa prudenza. Un’altra vicenda che attesta come più volte segnalato che gli italiani non sono visti di buon occhio al di là delle Alpi.

(15 gennaio 2020)

Micromobilità, il monopattino elettrico è più pericoloso della bicicletta. Secondo uno studio americano un terzo degli utenti del mezzo ha avuto un trauma alla testa. Lo Sportello dei Diritti: “Indossare un casco riduce il rischio di traumi”

I monopattini elettrici da gennaio sono stati equiparati dalla legge alle biciclette. Basta salire, accelerare e sterzare. Tuttavia i monopattini elettrici sono molto più pericolosi dal punto di vista del rischio incidenti. Lo rivela uno studio condotto negli Usa e pubblicato da JAMA Surgery, secondo cui sono gli infortuni alla testa quelli più comuni con il monopattino.

I ricercatori dell'università di San Francisco hanno analizzato i ricoveri in pronto soccorso per incidenti dovuti agli scooter tra il 2014 e il 2018, confrontando poi i numeri ottenuti con quelli dei traumi dovuti alla bicicletta negli stessi anni. Nel periodo considerato, spiegano gli autori, il numero totale di incidenti relativi ai monopattini è cresciuto del 222%, e quello dei ricoveri del 315%.

Dal confronto fra i due mezzi è emerso che quasi un terzo degli utenti dei monopattini ha avuto un trauma alla testa, il cui rischio è triplo rispetto a quello dovuto alla bicicletta.

Nel 2018 circa un terzo degli incidenti sugli 'e-scooter' è capitato a donne, e la fascia di età più rappresentata è quella tra 18 e 34 anni. Diversi studi, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, hanno dimostrato che indossare un casco riduce il rischio di traumi. Per tale ragione raccomandiamo di indossarlo e invitiamo anche i produttori dei monopattini a incoraggiarne l'uso.

(9 gennaio 2020)

Venerdì, 13 Dicembre 2019 12:29

Trenord, il disagio continua

Trenord. il disagio continua. Sulla tratta del rimpianto "Parma - Brescia" non c'è da stupirsi.

Nella giornata di mercoledì i viaggiatori hanno dovuto subire l'ennesima odissea. Ieri mattina un convoglio in partenza da Colorno alle ore 10:26 ha subito 55 minuti di ritardo per indisponibilità del personale, mentre peggio è andato per un altro convoglio nel pomeriggio che è stato soppresso senza alcuna comunicazione.
Continua così ad essere pessimo il servizio di Trenord, facendosi continuamente beffa di persone regolarmente munite di titolo di viaggio, quindi paganti.

Fino a quando dovremo continuare a subire tutto questo?... Se Colorno e Torrile - San Polo, furono definite a suo tempo, stazioni inferiori, non bisogna dimenticare che Parma e Brescia sono delle città con una maggior densità di popolazione. Ad oggi solo tante parole e pochi fatti abbiamo visto da parte di istituzioni e politica.

Il gruppo
Amo - Colorno

Qualche giorno fa un’insegnante piacentina non ha potuto acquistare il biglietto a bordo di un pullman extraurbano di SETA S.p.A. perché l’autista non aveva il resto di 20 euro.

La disavventura della donna, riportata dal magazine online Piacenza Diario, ha fatto da spunto per l’interrogazione del consigliere regionale Giancarlo Tagliaferri (FDI).

Il consigliere di Fratelli d’Italia ha sottolineato come “gli utenti che usufruiscono di un servizio bus extraurbano dispongono per forza di meno punti di vendita dove acquistare il titolo di viaggio – si pensi a una frazione o un piccolo centro abitato - e necessiterebbero quindi di un’ulteriore e maggiore assistenza per l’acquisto a bordo del biglietto” e che “la presenza di terminali digitali a bordo, come asserito da SETA stessa, permette il solo pagamento con monete o banconote da 5 o 10 euro; ciò rischia di essere preclusivo: si pensi ancora alla piccola frazione dove magari non è nemmeno presente un esercizio commerciale dove fare moneta”.

Tagliaferri ha poi fatto notare come “i numerosi i commenti seguiti alla pubblicazione della notizia online lasciano intendere che gli utenti non siano del tutto al corrente delle varie modalità di acquisto del titolo di viaggio messe a disposizione da SETA per quanto riguarda i mezzi extraurbani della provincia di Piacenza”.


In merito a ciò, il consigliere regionale ha quindi chiesto alla Giunta se e come “l’azienda SETA S.p.A. abbia provveduto a pubblicizzare le varie forme di acquisto disponibili, se le ritenga adeguate o se ritenga che il servizio informativo debba essere potenziato”. Infine Tagliaferri ha chiesto se, “vista anche l’impossibilità di pagare con carta o bancomat a bordo, non si ritenga limitativo l’obbligo di pagare con banconote di taglio non superiore a 10 euro”.

Pagina 1 di 14