Visualizza articoli per tag: territorio Sassuolo

Per tutta la mattina del 15 febbraio, in collaborazione con 'Gli Amici del Cuore', sarà possibile sottoporsi a uno screening cardiologico completo e a un colloquio personalizzato per conoscere meglio la salute del proprio cuore -

Modena, 14 febbraio 2015 -

In occasione della 'Settimana del cuore' 2015, cardiologi e infermieri dell'Unità Operativa dell'Ospedale di Sassuolo, con il prezioso contributo degli 'Amici del Cuore', hanno organizzato una giornata di incontro con i cittadini.

Durante tutta la mattina di domenica 15 febbraio, nell'atrio dell'ospedale, sarà possibile sottoporsi gratuitamente ad uno screening cardiologico completo per conoscer meglio la salute del proprio cuore.

Sarà allestito un punto informativo dove le persone potranno effettuare un prelievo per il controllo della glicemia e la misurazione della pressione arteriosa. Dopo una breve visita, sarà anche possibile incontrare - per un colloquio privato e personalizzato - un dietologo e un cardiologo dell'ospedale.

L'iniziativa fa parte del programma 'Insieme per la Salute' che, grazie all'impegno dei volontari del Coordinamento Nazionale Associazioni del Cuore (Co.Na.Cuore), promuove in tutta Italia eventi per il controllo dei principali fattori di rischio delle patologie cardiovascolari.

L'ATTIVITÁ DEI CARDIOLOGI A SASSUOLO

La cardiologia dell'Ospedale di Sassuolo è nata nel 1987 e, ad oggi, è il centro di riferimento per l'intera area Sud della provincia di Modena. Attualmente lavorano in equipe 14 medici, che effettuano attività ambulatoriale anche in alcune sedi distaccate (tra le quali Formigine e Pavullo). Ogni anno a Sassuolo sono circa 900 i ricoveri eseguiti. Per le problematiche aritmiche, l'Unità Operativa è in grado di effettuare test di valutazione per la sincope; impianti di pacemaker (circa 65 l'anno) e defibrillatori (circa 30 ogni anno). La Cardiologia sassolese è l'unica, in tutta la provincia, che esegue il monitoraggio a distanza dei defibrillatori controllando direttamente a casa 150 pazienti. Sono più di 5mila le eco-cardiografie eseguite (tra le quali anche quelle pediatriche per lo screening della cardiopatie congenite) ed è attivo un centro TAO per la gestione della terapia anticoagulante.

(Fonte: ufficio stampa Ospedale di Sassuolo)


Tutto accade nei primi minuti di gioco. Per gli emiliani assenti Berardi, Zaza e Sansone -

Reggio Emilia, 9 febbraio 2015 – di Maria Caterina Viscomi -

Dalla trasferta a Genova il Sassuolo è tornato a casa con un altro punto importante che porta la squadra emiliana a quota 29, insieme a Milan ed Inter. Di Francesco deve fare a meno del tridente titolare, assente per squalifica, ma non rinuncia al solito 4-3-3 con le punte Lazarevic-Floccari-Floro Flores, le quali nonostante una buona prestazione non sono riuscite ad andare a segno. La rete del momentaneo vantaggio neroverde è siglata infatti, a soli tre minuti dall'avvio, da Acerbi, alla sua terza firma stagionale. La Samp è spiazzata ma riesce comunque a porre rimedio sfruttando un ritardo di Vrsalijko, già autore dell'assist per il goal del compagno: è Eder, servito da Soriano, a trafiggere di testa la porta di Consigli (9'). Da qui a fine parziale è il Sassuolo a rischiare ripetutamente il raddoppio con Floccari (33' e 39') e con il nuovo acquisto Lazarevic. Nella ripresa si svegliano invece i padroni di casa, con la coppia Okaka-Eder a guidare l'attacco; a nulla serve l'ingresso di Eto'o che non riesce a sbloccare il risultato. Pari sicuramente più utile al Sassuolo che partita dopo partita si sta avvicinando sempre di più alla salvezza matematica grazie ad un gioco attento ed intelligente e che pur affidandosi alle seconde linee ha trovato da queste un'ottima risposta. Situazione di stallo, invece, per la Samp che ha conquistato solo due punti in tre gare, troppo pochi per una squadra che vuole ambire alla Champions.

Rimandata a causa del maltempo, Parma-Chievo si disputerà mercoledì 11 alle 18. Tardini dunque chiuso per neve e situazione debitoria pesantissima per la società ducale che negli ultimi mesi ha subito una serie di scossoni, a partire dalla cessione di Ghirardi sino all'arrivo del petroliere Taci, da poco arresosi di fronte al disastro. Ora tutto sarebbe nelle mani di Giampietro Manenti, imprenditore bergamasco, già noto all'ambiente calcistico per aver tentato l'acquisto del Brescia. Il 45enne si è già presentato alla squadra e dovrebbe esporre il piano di risanamento nelle prossime ore in vista, soprattutto, della scadenza del 16 febbraio e relativa al pagamento degli stipendi.

Pubblicato in Calcio Emilia

I fondi erogati serviranno per sovvenzionare quattro progetti legati al commercio in centro -

Modena, 3 febbraio 2015 – di Federico Bonati -

È cominciata venerdì 30 gennaio la possibilità per i nuovi esercizi che hanno aperto, o che apriranno entro il termine del 30 giugno prossimo, di presentare le domande per ottenere il voucher, fino ad un valore massimo di mille euro. L'iniziativa è rivolta ai soli esercizi siti all'interno del centro storico sassolese. 
L'erogazione di tale contributo rientra nel progetto di "Valorizzazione del Commercio in Centro Storico", al quale partecipano il Comune di Sassuolo, il Comitato Commercianti del Centro Storico, la Cna, la Lapam, la Confcommercio, la Confesercenti e i loro centri di assistenza tecnica.


Il progetto in questione prevede lo stanziamento di 50.000 € provenienti da contributi regionali e 15.000 € provenienti da contributi comunali, con la coordinazione generale da parte del CAT PROGETTO IMPRESA MODENA Soc. cons. a r.l. . I fondi in questione serviranno a sovvenzionare quattro progetti specifici nella città delle ceramiche.
 Il primo è Sassuolo a Bottega, il quale prevede un'azione di sostegno alla creazione di nuove imprese che viene realizzata nell'ambito del Progetto sperimentale di valorizzazione e gestione condivisa del centro storico di Sassuolo. I soggetti che potranno accedere al bando saranno le newco operanti nel settore terziario commercio e pubblici esercizi con nuova apertura nel centro storico del Comune di Sassuolo effettuata nel periodo dal 01/01/2015 al 30/06/2015. 
In questo senso si avrà quindi diritto a poter ottenere l'erogazione del voucher di 1.000 € da utilizzare per servizi di consulenza tecnica e per servizi di comunicazione Il secondo progetto è Sassuolo in vetrina, un sito internet di promozione commerciale dei negozi del centro storico. All'interno del portale ruoteranno tutte le promozioni singole di ogni attività che 
volesse pubblicizzare eventi tipici della propria azienda, quali sconti e promozione, nonchè quelle collettive e coordinate all'interno del centro stesso. 
Il terzo progetto è stato denominato Sassuolocentro, il quale punta sui due grandi eventi sassolesi: i Giovedì di Luglio e le Fiere d'Ottobre. I contributi saranno finalizzati alla realizzazione di eventi che amplieranno il periodo e le occasioni di visita al centro storico, da integrare con iniziative culturali, sportive e ludiche oltre alla realizzazione di un piano di comunicazione per la valorizzazione dell'immagine del centro storico di Sassuolo. I servizi logistici saranno affidati ad SGP. 
Il quarto ed ultimo progetto riguarda la predisposizione di un'attività di monitoraggio dei risultati sulle iniziative intraprese nell'ambito del progetto sperimentale di valorizzazione e gestione del centro storico di Sassuolo. L'attività di monitoraggio sarà effettuata valutando le attese ed i comportamenti di consumatori e imprenditori.

Pubblicato in Cronaca Modena

A San Siro non basta la rete di Nocerino, migliore in campo insieme a Rodriguez -

Parma, 2 febbraio 2015 – di Maria Caterina Viscomi -

Stesso risultato per le gare Milan-Parma e Sassuolo-Inter, valide per la seconda giornata di ritorno e terminate entrambe sul 3-1. Stesso anche lo scenario, con le prime ad infliggere una pesante sconfitta che conferma la crisi per crociati e neroazzurri.

Entrambe di recente escluse dalla Coppa Italia ed entrambe con una crisi da scacciare, Milan e Parma si sono sfidate nel posticipo della domenica al Meazza. I padroni di casa tornano a vincere dopo 5 giornate, i ducali incassano invece la sconfitta numero 17 di questo campionato. Non è bastata, infatti, una buona prestazione per piegare i rossoneri, che per i tre punti conquistati devono ringraziare un Menez trascinatore e Zaccardo. Milan piuttosto confuso in fase di avvio, con i soliti problemi che sono emersi anche contro un Parma bravo a gestire il gioco nonostante l'ultimo posto in classifica. A sbloccare la situazione è l'arbitro che al 17' fischia un tocco di mano sospetto di Rodriguez: gli emiliani contestano ma Menez trasforma in rete. Per il momentaneo pareggio il merito è dell'ex Nocerino, alla sua prima rete in serie A con un bel tiro a giro e che rischia il raddoppio al 39'. Nel secondo tempo a togliere le castagne dal fuoco ad Inzaghi ci pensano sempre Menez su assist di Cerci e Zaccardo che, dopo aver procurato il rigore per la sua squadra, trova anche la rete del 3-1 di piatto. Nulla comunque da recriminare al Parma che, con qualche difficoltà psicologica in meno, potrebbe sicuramente ottenere qualche punto in più. Dopo la gara contro la Juve, i gialloblù hanno dimostrato ancora una volta di saper resistere agli attacchi avversari e di saper sfruttare i propri punti di forza in avanti. Con la vittoria del Cesena però il Parma è ora sempre più ultimo in classifica, a -6 dai romagnoli.

Dopo ben 15 reti incassate nei tre precedenti scontri contro l'Inter, il Sassuolo è riuscito a sconfiggere per la prima volta nella sua storia in serie A i neroazzurri, scavalcandoli anche in classifica. Vince per 3-1 la squadra emiliana, andata a segno con tutto il tridente: marcature aperte da Zaza al 17', a cui sono seguiti la rete spettacolare di Sansone al 30' e il rigore realizzato da Berardi in un finale piuttosto movimentato. Gli emiliani si sono presi dunque una meritata rivincita, infliggendo all'Inter una sconfitta che porta con sé il sapore della crisi, neanche minimamente allontanata dal recente mercato. Ottima invece la partita del Sassuolo, che prima ha giocato in maniera offensiva sfruttando tutte le ripartenze e che nel secondo tempo ha invece preferito difendere. Migliori in campo per i neroverdi Zaza e Consigli: l'attaccante di Policoro, oltre ad aver realizzato una rete straordinaria, si è mostrato abilissimo ad approfittare delle pecche della difesa avversaria; alla sua ottava firma stagionale, è ormai una certezza per Di Francesco. Il merito della vittoria va attribuito però anche al portiere emiliano, autore di due parate decisive per mantenere il risultato sul vantaggio.

Pubblicato in Calcio Emilia
Lunedì, 26 Gennaio 2015 12:55

Sassuolo - Roberto Ippolito presenta "Abusivi"

Domani, martedì 27 gennaio alla Sala Biasin di Sassuolo, un viaggio nel mondo dell'abusivismo con il giornalista e scrittore Roberto Ippolito -

Modena, 26 gennaio 2015 -

Panettieri, macelli, studi medici, tassisti senza patente, carrozzerie, persino mafiosi abusivi e tombe dove compaiono defunti abusivi. Si resta a bocca aperta leggendo l'inchiesta di Roberto Ippolito e l'elenco infinito di comportamenti illegali e senza scrupoli degli italiani, una lunga lista di irregolarità "fai da te" che fa sorridere, ma anche no, perché dietro di essa ci cela spesso la malavita organizzata e perché comunque le attività abusive, al di là dei rischi per i consumatori, hanno un costo che ricade sull'intera società.
CNA, che ormai da un anno sta portando avanti il progetto "Imprese Vere", finalizzato appunto a contrastare l'abusivismo, ha chiamato a parlarne proprio l'autore di questa inchiesta, che si è tradotta nel libro intitolato "Abusivi: la realtà che non vediamo".
L'appuntamento con Roberto Ippolito è fissato per domani, martedì 27 gennaio alle 20.30 presso la Sala Biasin di Sassuolo, in via Rocca, 22, una serata aperta al pubblico per dibattere su questi temi, assieme anche al presidente della CNA dell'Area di Sassuolo, Claudio Medici.

Roberto Ippolito è un giornalista e scrittore. Autore dei bestseller "EVASORI" (Bompiani), "IL BEL PAESE MALTRATTATO" (Bompiani) e "IGNORANTI" (Chiarelettere). E' direttore di festival letterari a Ragusa, a Cinecittà e al Maxxi di Roma. Dopo aver curato a lungo l'economia per il quotidiano "La Stampa", è stato direttore della comunicazione di Confindustria, delle relazioni esterne dell'Università Luiss di Roma e docente di Imprese e concorrenza alla Scuola superiore di giornalismo della stessa Luiss.

(Fonte: ufficio stampa CNA MO)

Pubblicato in Comunicati Lavoro Modena
Mercoledì, 14 Gennaio 2015 13:52

Tim Cup, il Milan batte il Sassuolo e va ai quarti

Neroverdi sconfitti 2-1. Alle 18 al Tardini appuntamento con Parma-Cagliari -

Reggio Emilia, 14 gennaio 2014 – di Maria Caterina Viscomi -

A distanza di una settimana è ancora Milan-Sassuolo ad andare in scena, stavolta per gli ottavi di Coppa Italia. Ed il risultato è sempre 2-1 ma stavolta a favore dei rossoneri che centrano la qualificazione ai quarti di finale contro la vincente tra Torino e Lazio. Il Milan, pur soffrendo, si è preso, dunque, la rivincita sugli emiliani grazie alla rete di De Jong all'86' e dopo il pareggio di Sansone su rigore. 
Padroni di casa in campo con il tridente El Sharawi-Cerci-Pazzini; per Di Francesco turnover in attacco con Floccari e Pavoletti al posto di Zaza e Berardi. Ottimo primo tempo per il Milan che al 38' sblocca il risultato con Pazzini, autore di una prestazione di valore a dimostrazione di meritare un posto fisso anche in campionato. Il cross è di Cerci che invece non riesce ad andare a segno, nonostante un clamoroso palo al 42' che fa letteralmente tremare la porta del Sassuolo. Pochi minuti dopo sono gli ospiti a trovare il goal ma la rete, realizzata da Vrsalijko, è annullata per un fuorigioco molto dubbio. Nella ripresa altro episodio poco chiaro: al 64' Zapata ha un contatto in area con Pavoletti che va terra; i rossoneri protestano, ma per l'arbitro è rigore. Se ne prende carico Sansone che riesce a freddare Abbiati. Non servono i supplementari per decidere il vincitore: a quattro minuti dalla fine è De Jong a dire la sua regalando la qualificazione al Milan. Dopo le vittorie contro Cittadella e Pescara, il Sassuolo deve invece dire addio alla Coppa.

Pubblicato in Calcio Emilia

Sala, Toni e Valoti travolgono i ducali. Per i neroverdi a segno Zaza -

Parma, 12 gennaio 2015 – di Maria Caterina Viscomi -

Hellas vs Parma - Passo indietro del Parma contro l'Hellas rispetto alla partita di domenica scorsa: scaligeri in campo per sfatare il tabù casalingo (la vittoria al Bentegodi mancava dal 4 ottobre), crociati con l'obiettivo di continuare positivamente sugli entusiasmi della gara contro la Fiorentina. Il dominio nella prima frazione di gioco è tutto dei padroni di casa, l'unico sussulto del Parma viene da Mauri che viene ribattuto dall'avversario, sul rimbalzo Cassano serve De Ceglie che spreca. Più concrete le spinte dei veneti con l'ottima intesa tra Saviola e Sala che al 39' con destro chirurgico riesce a trafiggere la porta di Mirante. Ad inizio ripresa il Parma cambia volto e si lancia con le ripartenze: al 62' Cassano ottiene la punizione, Lodi trasforma in goal. Il pari però dura poco ed a mettere la firma sul vantaggio scaligero è lo scatenato Toni, già più volte fermato da Mirante, che al 72' brucia Paletta, irriconoscibile rispetto alla scorsa stagione. C'è tempo anche per il 3-1 siglato da Valoti, alla sua prima rete in serie A. 
Ancora un brutto Parma che, piuttosto impaurito, non riesce mai a dire la sua sotto la porta avversaria. Testa ora alla sfida di Coppa Italia contro il Cagliari che si giocherà mercoledì 14 e valida per gli ottavi di finale.


Migliore in campo: Toni 
Peggiore in campo: Paletta

Sassuolo vs Udinese - Si è chiusa, invece, con un pari la sfida tra Sassuolo e Udinese: a decidere le reti dei soliti Zaza per i padroni di casa e Thereau per i friulani. Al 12' vanno subito in vantaggio i neroverdi su colpo di testa dell'attaccante della Nazionale che capitalizza un cross di Vrsalijko il quale nel giorno del suo 23° compleanno si è regalato un bel 7 in pagella e il titolo di migliore in campo. Al 26' arriva però la rete del francese a riportare il risultato in equilibrio; la gara è decisa dunque nei primi quarantacinque minuti, nonostante nel secondo tempo i padroni di casa abbiano preso in mano la situazione e rischiato ripetutamente il raddoppio: al 84' Berardi spreca un'ottima occasione per portare a casa la vittoria, rispondono gli ospiti con Bruno Fernandes che manca i tre punti per un soffio. Continua la serie positiva per il Sassuolo, rialza invece la testa l'Udinese dopo la sconfitta casalinga contro la Roma. Risultato più che giusto. 


Migliore in campo: Vrsalijko 
Peggiore in campo: Gabriel Silva

Pubblicato in Calcio Emilia

I ducali raggiungono quota 9 punti ma sono ancora ultimi della classe insieme al Cesena. I neroverdi vincono in rimonta a San Siro -

Parma, 7 gennaio 2014 – di Maria Caterina Viscomi -

Befana generosa per il Parma che nella calza dell'Epifania ha trovato la vittoria casalinga contro la Fiorentina di Montella grazie alla rete di Andrea Costa al 12' della prima frazione di gioco. Il nuovo anno dei ducali è iniziato, dunque, con 3 importantissimi punti che mancavano dal primo novembre, data della gara contro l'Inter. Oltre alla vittoria Donadoni ha ritrovato, dopo Paletta, anche l'ex viola Cassani, autore di una prestazione sufficiente nonostante la lunga assenza per infortunio. Al contrario, è cominciato nel peggiore dei modi il 2015 dei toscani che hanno chiuso la partita in 9 per le espulsioni di Gonzalo Rodriguez e Savic, nonché sprecato l'occasione del pareggio con il rigore fallito da Mario Gomez al 34': De Ceglie trattiene Cuadrado e Damato non ha dubbi sul penalty; il tiro del tedesco però è debole e scontato e viene facilmente neutralizzato da Mirante. Nella ripresa Parma arretrato a difendere il bottino conquistato, Montella tenta di invertire il risultato puntando tutto sui cambi che si rivelano però vani: gli ospiti restano in 9 al 85' e il doppio vantaggio numerico non può che rendere più agevole il finale per gli emiliani. 


Giornata da ricordare anche per il Sassuolo che a San Siro è riuscito nell'impresa di battere per la prima volta i rossoneri: merito non solo della squadra ma anche di mister Di Francesco che sta man mano perfezionando il gioco dei suoi ragazzi, portandoli sino a metà classifica. Il Milan parte con il turbo e impensierisce da subito la retroguardia neroverde con le ottime giocate di El Sharawi e Poli che al 9' realizza la rete del vantaggio. La reazione del Sassuolo non tarda arrivare e lo fa con Berardi, generoso e pronto a sacrificarsi per i compagni: il traversone è per Sansone che stoppa di petto per poi trafiggere Diego Lopez. Padroni di casa invece imprecisi, non basta l'ingresso del neo acquisto Cerci per migliorare la situazione nonostante qualche buona conclusione sulla quale Consigli si fa trovare pronto. Al 67' Zaza mette la sua firma e decide la gara con il goal del 2-1 che fa calare il sipario sul Meazza: fischi per il Milan, applausi per i neroverdi che stanno sviluppando un bellissimo progetto.

Pubblicato in Calcio Emilia
Lunedì, 29 Dicembre 2014 15:44

Sassuolo, in pediatria arriva il Neoblender

Donata attrezzatura per l'assistenza dei neonati con problemi di natura respiratoria.

Sassuolo 29 dicembre 2014 -- -

La somma necessaria, devoluta a favore della Fondazione Ospedale di Sassuolo ONLUS che ha provveduto all'acquisto, è stata raccolta grazie ad una cena di beneficenza organizzata da un gruppo di genitori.

È grazie alla passione e generosità di un gruppo di genitori se l'ospedale di Sassuolo può dotarsi di un nuovo respiratore ad alti flussi 'Neoblender', una strumentazione in grado di aiutare i neonati, in modo particolare i prematuri, con problemi di natura respiratoria. Proprio in questi giorni, come un gradito regalo di Natale, la nuova attrezzatura è stata consegnata in ospedale ed è già entrata in funzione in Pediatria.
Tutto parte dall'idea di un papà per ringraziare medici, infermieri e ostetriche che si sono presi cura di sua figlia. Appena nata, la piccola ha dovuto superare alcuni momenti particolarmente difficili che hanno creato grande apprensione nei genitori. "Mi trovavo nella corsia del reparto – racconta il papà, Paolo Lugli – con le 'spalle al muro'. Ero preoccupato, stremato. Proprio in quel momento un medico si è fermato davanti a me e mi ha abbracciato. Era il dottor Claudio Chiossi. Ricordo che mi disse: forza papà, andrà tutto bene! È stato un momento importante, perché ho ritrovato la forza di sperare. In quei giorni, in quel reparto, ho visto gesti spontanei di umanità e sensibilità e ho trovato grande serietà professionale in tutto il personale ospedaliero. Così sono andato dai responsabili del reparto e gli ho chiesto: come posso rendermi utile?"

È nata così l'idea di organizzare una cena di beneficenza, presso il ristorante Europa 92, per raccogliere i fondi necessari (2.900 euro) per acquistare il "Neoblender".
Il ricavato della cena è quindi stato devoluto alla Fondazione Ospedale di Sassuolo che si era assunta l'impegno di mettere a disposizione della Pediatria la nuova strumentazione.

Dasx-Stefano Sazzi  Sonia Venturelli Bruno Zanaroli Claudio Chiossi Caludio Zanacca Paolo Lugli  Fabio Longagnani


Al Sassuolo non basta la doppietta di Zaza: la Roma trova il pareggio in extremis

Parma, 8 dicembre 2014 – di Maria Caterina Viscomi

Quattordicesima giornata di campionato: Roma-Sassuolo e Parma-Lazio, romane contro emiliane, le due più in forma a sfidarsi nella cornice dello Stadio Olimpico nell'anticipo del sabato, i rispettivi cugini in scena invece al Tardini. Epiloghi di gara diversi per neroverdi e crociati, uniti però da un pizzico di sfortuna e da qualche svista arbitrale.

E' andata comunque meglio al Sassuolo che, seppur rimontato di ben due reti negli ultimi venti minuti, è riuscito nell'impresa di fermare la corsa dei giallorossi, peraltro aiutati da un rigore concesso generosamente da Irrati e che Ljajic ha concretizzato al 77' per poi regalare ai suoi anche il goal del pareggio in pieno recupero, scatenando le proteste degli ospiti che hanno contestato la posizione irregolare di Florenzi, autore dell'assist per il serbo. Scontata la giornata di diffida nella gara contro l'Hellas, è sceso in campo un super Zaza, come sempre al centro del tridente con Sansone e Berardi: ed è proprio l'attaccante azzurro, a digiuno di goal da diverse giornate, a punire per ben due volte a distanza di tre minuti De Sanctis (15' e 18'). Dopo l'intervallo De Rossi si fa espellere per somma di ammonizioni, gli emiliani sembrano avere in mano la vittoria che sarebbe potuta arrivare se non ci fosse stato il rigore a favore dei capitolini (Vrsalijko chiude su Gervinho, la palla va a rimbalzare sul suo braccio e Ljajic dagli undici metri non sbaglia) che ha dato lo slancio al serbo anche per la rete del 93'.

A Parma, invece, non sono bastate le voci (poi confermate dall'a.d. Pietro Leonardi) su un probabile accordo tra Ghirardi ed un gruppo russo-cipriota per la vendita della società a riportare la squadra alla vittoria. Sul campo, infatti, la situazione è rimasta invariata ed i ducali hanno incassato la dodicesima sconfitta stagionale, stavolta contro la Lazio che è invece tornata a vincere dopo tre giornate. I primi minuti della gara vedono gli ospiti predominare, ma la reazione del Parma è buona e gli sviluppi sembrano ribaltarsi in pochi istanti tanto che all'11' sono proprio gli emiliani ad andare in vantaggio con la rete di Gobbi, annullata ingiustamente da Guida per presunto fuorigioco di Cassano.

A trafiggere la porta di Marchetti ed a far sperare i ducali di poter chiudere il primo tempo sull'1-0 è poi Palladino che al 45' la mette dentro deviando una conclusione di Santacroce; pochi attimi dopo però ci pensa il capitano biancoceleste Mauri a riportare il risultato in parità: sono forti le proteste da parte della tifoseria ducale per il recupero troppo prolungato durante il quale è appunto arrivata la rete del brianzolo. Nella ripresa la Lazio mette in mostra il suo lato migliore creando una serie di situazioni pericolose per la retroguardia di casa che al 59' commette un banale errore da cui nasce l'azione che porterà la formazione del parmigiano Pioli nuovamente in vantaggio: rinvio di Iacobucci per Gobbi che sbaglia goffamente regalando un pallone d'oro a Djordjevic il quale a sua volta serve un ispirato Felipe Anderson. Un buon Parma ci prova in tutti i modi a penetrare la difesa laziale che però cala un muro difficile da rompere; Donadoni può essere contento della performance dei suoi, rimasti quasi sempre in partita ed a testa alta nonostante la posizione in classifica che è forse più amara di quel che dovrebbe essere rispetto a quanto visto nelle ultime gare. Se la Lazio riparte da Parma nella sua corsa verso il vertice della classifica, il Parma può ripartire dalla notizia della cessione del club, notizia che dovrebbe diventare definitiva a metà settimana. Il costo dell'operazione si aggira intorno ai 7-8 milioni, ora si resta in attesa della formalizzazione.

Le pagelle -

Sassuolo: Consigli 6,5 – Vrsalijko 6 – Cannavaro 6,5 – Acerbi 7 –Peluso 6 – Taider 6,5 – Missiroli 7 – Brighi 6,5 – (80' Biondini 5,5) – Berardi 6,5 (81' Floro Flores sv) – Zaza 7 (84' Floccari sv) – Sansone 6,5.


Parma: Iacobucci 5,5 – Santacroce 6 (65' Mendes 5,5) - Lucarelli 6 – Costa 6 – Rispoli 5,5 – Mauri 5,5 (77' Belfodil sv) – Lodi 5 – Galloppa 6 (69' Acquah 5,5) – Gobbi 5,5 – Cassano 5,5 – Palladino 6.

Pubblicato in Calcio Emilia