Visualizza articoli per tag: territorio Sassuolo

Domani il maestro fiorista Giordano Simonelli insegna come coltivare le erbe aromatiche e usarle per addobbare case e giardini. -

Modena, 24 aprile 2015 -

Continua alla cooperativa sociale Solgarden di Sassuolo la mostra sulle erbe aromatiche. Domani – sabato 25 aprile – alle 15.30 il maestro fiorista Giordano Simonelli insegna come coltivare le erbe aromatiche e usarle per addobbare case e giardini. Info: tel. 0536.811959; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(Fonte: ufficio stampa Confcooperative MO)

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

Da sabato 18 aprile mostra di erbe aromatiche alla Solgarden sino a domenica 3 maggio. Dimostrazione pratica su come conservare e cucinare le erbe aromatiche. -

Modena, 17 aprile 2015

Erbe aromatiche in mostra alla cooperativa sociale Solgarden di Sassuolo da domani – sabato 18 aprile – a domenica 3 maggio. Domani pomeriggio la Solgarden, in collaborazione con "La cucina incantata", organizza l'incontro su "Aromatiche, dall'orto alla tavola". Si tratta di una dimostrazione pratica su come conservare e cucinare le erbe aromatiche; l'iniziativa si svolge dalle 15 alle 18 presso il garden in via Madre Teresa 5 (a fianco di Automoda).

Info: tel. 0536.811959; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(fonte: ufficio stampa Confcooperative Modena)

Vanno a ruba le margherite Airc a sostengono della ricerca sul cancro in vendita alla Solgarden fino al 25 aprile. -

Modena, 14 aprile 2015

Sono numerosi i cittadini di Sassuolo e zone limitrofe che in questi giorni sostengono la ricerca sul cancro acquistando le margherite Airc in vendita alla Solgarden. La cooperativa sociale sassolese, infatti, è tra gli oltre cinquanta centri di giardinaggio sparsi in tutta Italia che aderiscono a Margherita per Airc. Fino al 25 aprile la Solgarden vende piante di margherite 100 per cento italiane al prezzo di 4.50 euro, un terzo dei quali (1,50 euro) è devoluto all'Associazione italiana per la ricerca sul cancro. A livello nazionale finora sono state vendute quasi 20 mila margherite; un boom al quale ha contribuito anche la clientela della Solgarden, particolarmente vicina alle persone che soffrono.

«Durante le festività pasquali molte persone hanno comprato e regalato margherite Airc proprio con l'intenzione di sostenere la ricerca sul cancro – dichiara il presidente della cooperativa Solgarden Enzo Giovini – Anche chi era abituato ad acquistare gerani e surfinie adesso sceglie le margherite sapendo che, attraverso questa iniziativa, contribuisce a finanziare un'annualità di una borsa di studio di un giovane ricercatore. Per un giovane la borsa di studio è il primo fondamentale passo che gli consente di formarsi in un campo complesso come quello delle malattie oncologiche».

Airc, che nel 2015 compie cinquant'anni, è sempre stata attenta alle esigenze dei ricercatori sviluppando percorsi formativi ad hoc, dalle borse di studio per i neolaureati ai progetti di specializzazione all'estero, per arrivare fino alle start-up che offrono ai ricercatori la possibilità, per cinque anni, di gestire il lavoro di ricerca in assoluta autonomia avviando un proprio laboratorio in Italia. L'obiettivo finale è rendere il cancro sempre più curabile portando nel più breve tempo possibile i risultati dal laboratorio ai pazienti. Solgarden si trova in via Madre Teresa 5 - tel. 0536.811959; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

(Fonte: ufficio stampa Confcooperative MO)

A Parma risolve la pratica l'argentino classe 1996. Donadoni: «Grande soddisfazione in un'annata maledetta» -

Parma, 13 aprile 2015 – di Maria Caterina Viscomi -

Davide contro Golia, ultima contro prima, 13 punti contro 70. Un club fallito contro la squadra che ha da parecchio messo l'ipoteca sullo scudetto ed è pronta per i quarti di finale di Champions contro il Monaco, gara in vista della quale Allegri ha messo in campo la "Juventus 2" che, sulla carta rimane comunque superiore all'attuale Parma: in difesa spazio ad Ogbonna e Lichtsteiner, in attacco a Coman e Llorente. Nomi che già a sentirli potrebbero incutere timore nell'ultima nella classe. E la differenza infatti si sente, inizialmente sono gli ospiti a spingere maggiormente, ma i crociati sono molto abili a chiudersi e ad impedire agli avversari di trovare spazio.

Donadoni, che deve ancora fare a meno dello squalificato Lucarelli, opta per il 3-5-2 con Ghezzal e Belfodil come punte. E' proprio dall'algerino che nasce la prima azione pericolosa davanti ad un impreparato Chiellini. Per la Juve suonano la carica Vidal e Coman al 32' ed al 43': Mirante, dimenticato l'incubo dell'andata terminata con un passivo di 7 reti a 0, si prende la rivincita e mette un muro davanti la sua porta. A sbloccare la situazione a favore dei ducali è Josè Mauri, classe 1996, che su assist di Belfodil arriva in corsa e insacca la palla all'incrocio dei pali. Da far vedere alle future leve nei manuali di calcio... Dopo la rete dei gialloblù i bianconeri si perdono, gli unici tentativi di reazione vengono da Morata ma il Parma, che nelle difficoltà ha trovato il vero spirito di squadra, chiude in maniera solida e compatta le maglie della sua rete.

Vittoria meritata ma che, nonostante l'enorme soddisfazione, non fa perdere il senso della realtà a Donadoni: «Nel finale di stagione ci giochiamo tutto, ma siamo ancora ultimi e lontani...». Nulla è impossibile, però, soprattutto se si pensa che degli attuali 16 punti ben 7 sono stati realizzati nelle ultime tre gare, giocate peraltro tutte a distanza ravvicinata nel giro di una settimana. 
Mercoledì alle 18.30 al Marassi ci sarà l'impegno contro il Genoa, ultima partita da recuperare e per la quale i crociati avevano chiesto il rinvio in febbraio come forma di protesta contro la FIGC.

Ko per i cugini del Sassuolo

C'è chi vince e c'è chi perde. Stavolta il ko è per i cugini del Sassuolo, piegati a Bergamo da un Denis in formissima e che non fa rimpiangere ai suoi l'assenza dello squalificato Pinilla. L'ex Napoli realizza, infatti, una personale doppietta che ferma la corsa dei neroverdi, prima con rovesciata, poi dal dischetto. Al 62' Berardi, schierato nel tridente con Floccari e Sansone, accorcia invano le distanze. Entrambe le squadre chiudono la gara in dieci: espulsi, per doppia ammonizione, Missiroli e Biava. E' la prima vittoria per Edy Reja sulla panchina orobica, a Bergamo ora si sente odore di salvezza.

Pubblicato in Calcio Emilia

La posizione della direzione dell'Ospedale di Sassuolo rispetto alle critiche avanzate da alcune sigle sindacali in riferimento alle recenti elezioni delle RSU, Rappresentanze Sindacali Unitarie. -

Modena, 7 aprile 2015 -

"Abbiamo agito in modo corretto e trasparente, sia nell'applicazione delle procedure, sia con riferimento al rispetto della volontà dei lavoratori che, per noi, rappresentano il valore più importante. Respingiamo quindi qualsiasi addebito di comportamento antisindacale." È ferma la presa di posizione della direzione dell'Ospedale di Sassuolo e non lascia spazio alle interpretazioni rispetto alle critiche avanzate da alcune sigle sindacali in riferimento alle recenti elezioni delle RSU, Rappresentanze Sindacali Unitarie.

A dimostrarlo, in modo oggettivo, c'è lo svolgimento del percorso di avvicinamento alle elezioni delle RSU – iter indispensabile per fissare le norme operative - che è avvenuto nel totale rispetto delle regole. Nella fase preparatoria, il 9 marzo, si è svolto un incontro al quale erano presenti tutte le sigle sindacali; in quell'occasione fu fissata la data della votazione - 18, 19, 20 maggio - viceversa non si raggiunse l'accordo sul tema dell'elettorato ammesso al voto. Per cercare di superare questa divergenza e, soprattutto, applicare correttamente l'art.11 del generale sistema delle relazioni sindacali sottoscritto da tutte le sigle nel luglio 2007 (prevede che, obbligatoriamente, le elezioni delle RSU all'Ospedale di Sassuolo possono svolgersi soltanto dopo un specifico accordo tra l'Ospedale stesso e le sigle sindacali) la direzione dell'ospedale di Sassuolo ha posto in essere uno sforzo concreto e verificabile per individuare una data ed un orario che potesse conciliare le esigenze di tutti i rappresentanti dei lavoratori. Inspiegabilmente non è stata accettata nessuna delle molte soluzioni proposte, nonostante i numerosi inviti per date e orari differenti, volti ad agevolare la presenza di tutti.

Solo e soltanto a questo punto, per applicare correttamente il citato articolo 11, si è dovuto scegliere, come data ultima ed improcrastinabile dell'incontro il 31 marzo al fine di stipulare l'accordo, vera e propria "condicio sine qua non" per garantire, nelle date previste, il diritto di voto a tutti i lavoratori. In quell'occasione la direzione dell'Ospedale di Sassuolo ha avuto anche modo di esprimere la propria posizione rispetto all'ammissione al voto dei comandati dell'Ausl, vale a dire personale dipendente dell'Azienda sanitaria di Modena che lavora presso l'Ospedale di Via Ruini.

Sul tema, durante l'incontro del 31, dalla direzione dell'ospedale è stato ricordato che, dalla nascita della Società, in tutte le precedenti tornate elettorali la RSU è sempre stata l'espressione del voto dei dipendenti della Società e del personale in comando, dipendente dell'Azienda Ausl di Modena; tutto questo sempre con l'approvazione di tutte le sigle sindacali. A ciò va aggiunto che, attraverso la raccolta di 430 firme, numero che rappresenta l'87% del personale interessato alle elezioni, è stato chiesto che potessero votare sia i dipendenti della S.p.a. si i comandati. Queste argomentazioni nel corso dell'incontro del 31 marzo 2015 hanno trovato il pieno consenso dell'unica sigla sindacale presente con la quale è stato sottoscritto uno specifico accordo.

(Fonte: ufficio stampa Ausl MO)

Sabato, 28 Marzo 2015 08:40

Weekend dolce a Sassuolo

Oggi e domani il cioccolato sarà protagonista nel centro storico della città. In piazza Garibaldi stand sempre aperti dalle ore 9.00 alle 20.00, dove sarà possibile assaggiare ed acquistare creazioni e specialità al cioccolato puro. Il tutto rigorosamente made in Italy. -

 - di Federico Bonati -

Modena, 28 marzo 2015 –

Per gli amanti del cioccolato e per gli inguaribili golosi, l'appuntamento per il weekend è a Sassuolo. L'arte del cioccolato artigianale sarà di nuovo in scena, a seguito del rinvio di febbraio in seguito all'abbondante nevicata di quel periodo. "Cioccolato vero in Sassuolo" è un evento promosso da ACAI, con il patrocinio del Comune di Sassuolo - Assessorato al Commercio e Turismo, realizzato in collaborazione con gli esercenti locali, che oggi e domani porterà in piazza Garibaldi, con stand sempre aperti dalle ore 9.00 alle 20.00, dove sarà possibile assaggiare ed acquistare creazioni e specialità al cioccolato puro. Il tutto rigorosamente made in Italy: le prelibatezze al cacao giungeranno nella terra delle ceramiche dal Piemonte, dal Veneto, dalla Lombardia, dall Toscana, dalla Liguria e naturalmente dall'Emilia - Romagna. 


Tanti gli appuntamenti previsti, a partire dal Choco Story Educational, un percorso a cura dell'ACAI, il cui fine è far conoscere tutte le fasi di lavorazione del cioccolato, attraverso testimonianze dirette ed esempi di filiera corta. Presso il laboratorio del Cioccolato sarà possibile vedere gli artigiani del cioccolato puro all'opera e partecipare gratuitamente ai laboratori e lezioni di cioccolato. Un ricco programma di degustazioni proporrà abbinamenti curiosi, senza dimenticare l'immancabile animazione per i più piccoli. 


Soddisfatti ed entusiasti dell'iniziativa sia il presidente di ACAI Maurizio Obialero che l'assessore al commercio e al turismo del comune di Sassuolo Andrea Lombardi, che afferma: "Un'iniziativa in cui crediamo e per la quale ringraziamo, oltre ad ACAI, anche il Comitato Commercianti del Centro Storico che ha immediatamente aderito con promozioni e animazioni e senza il quale sarebbe stato impossibile realizzare un vero e proprio evento capace di coinvolgere, per due intere giornate, l'intero centro storico cittadino". 
Va infatti ricordato che tutti i clienti che effettueranno acquisti, nei due giorni della rassegna, presso i negozi aderenti al Comitato Commercianti del Centro Storico, riconoscibili grazie all'esposizione dell'apposita locandina, avranno diritto ad uno sconto del 10% sull'acquisto di cioccolato, presentando negli stand lo scontrino fiscale attestante l'acquisto. 
Coloro che desiderassero iscriversi gratuitamente alla "Scuola del Cioccolato" potranno farlo inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o telefonando al numero 0536/1844801. 
Per ogni tipo di informazione sarà possibile visitare il sito www.acaicioccolatopuro.eu

Cioccolato Sassuolo 2

Pubblicato in Dove andiamo? Modena
Mercoledì, 18 Marzo 2015 09:21

Sassuolo - Viabilita', novita' per le ZTL in centro

A Sassuolo, tra marzo e aprile, verranno realizzate le modifiche alla zona a traffico limitato di Piazza Garibaldi -

- di Federico Bonati -

Modena, 18 marzo 2015 –

Per i residenti nel centro storico di Sassuolo sono in arrivo novità nell'ambito delle ZTL. Le proposte di modifica alla viabilità sono state presentate a fine febbraio dall'assessore comunale al commercio Andrea Lombardi e dal Comandante della Polizia Municipale Stefano Faso in una assemblea pubblica che ha riscontrato una notevole partecipazione della comunità sassolese. 


Le novità proposte ai residenti riguardano l'allargamento da 30 a 60 minuti della sosta consentita all'interno delle fasce orarie attualmente previste specificate da contrassegno e, per i soli residenti di Piazza Garibaldi, l'estensione a tutte le 24 ore, esclusi i giorni di mercato, della possibilità di accedere all'area, a fronte di un periodo di sosta massima consentita di 15 minuti, legata ad operazioni di carico e scarico.

"Si tratta di proposte che mirano ad agevolare spostamenti e permanenza di chi vive in centro storico, elaborate sulle base delle diverse istanze avanzate dagli stessi residenti del negli incontri di quartiere che insieme al Sindaco e la giunta abbiamo organizzato lo scorso autunno. – ha affermato Lombardi- Siamo qui per dialogare su queste proposte ed ascoltarne e raccogliere altre ed eventuali". Poiché, si sa, il dialogo con i residenti della zona, inerente a certi temi, è pressochè basilare.


L'entrata in vigore delle modifiche è prevista a cavallo tra marzo ed aprile, e sarà soggetta alla preventiva approvazione di una delibera di giunta, all'aggiornamento del software per l'autocertificazione per l'accesso al di fuori delle fasce, e della relativa interfaccia telematica. 
Ampio apprezzamento per le novità introdotte, sia in relazione all'estensione della durata della sosta sia per l'accesso esteso per i soli residenti alle 24 ore in Piazza Garibaldi.

Pubblicato in Cronaca Modena
Lunedì, 16 Marzo 2015 09:26

Sassuolo-Parma, è derby con poker


Inutile il pari di Lila che dura solo dieci minuti, il protagonista indiscusso è Sansone. A chiudere la sfida in anticipo ci pensa Missiroli che al 66' cala il poker, servito sempre dal numero 17.-

Reggio Emilia, 16 marzo 2015 – di Maria Caterina Viscomi -

Con il derby di ieri tra Sassuolo e Parma, Di Francesco ha collezionato le cento presenze sulla panchina neroverde ed ha potuto festeggiare il traguardo con la facile vittoria per 4-1 sui cugini gialloblù. Tre punti che arrivano dopo una serie di quattro sconfitte e che permettono di staccare ulteriormente la zona rossa della classifica, chiusa proprio dal Parma, ora a quota 9 a causa dell'ulteriore penalizzazione inflitta in settimana.

L'uomo partita è sicuramente Sansone, autore di una doppietta e bravo a procurarsi il rigore. L'ex crociato sblocca il risultato al 24' su cross di Taider; replica però subito per il Parma Lila (26'), alla sua prima firma in serie A. Il pari dura solo dieci minuti ed il merito è ancora di Sansone che la insacca alla sinistra di Mirante con una conclusione potentissima.

Nella ripresa sono sempre i padroni di casa a fare la partita: Zaza sfiora il pareggio al 53', ostacolato da un'ottima risposta del portiere ducale che però al 60' regala gli undici metri agli avversari atterrando in area Sansone. Per il fischietto Cervellera è fallo su chiara occasione da goal: inevitabile dunque il rosso per l'estremo difensore e rigore a favore dei padroni di casa. Berardi non sbaglia e spiazza Iacobucci, entrato a rilevare Varela. A chiudere la sfida in anticipo ci pensa Missiroli che al 66' cala il poker, servito sempre dal numero 17.


Parma in campo con il solito orgoglio che stavolta non è bastato; rotto comunque il digiuno di reti: il goal mancava dall'1 febbraio, dalla gara contro il Milan persa per 3-1. 
Giorni fa, intanto, in attesa dell'udienza fallimentare il direttore amministrativo del Parma, Marco Preti, ha depositato in tribunale gli ultimi bilanci della società insieme alla situazione economica-patrimoniale al 15 febbraio 2015.

Pubblicato in Calcio Emilia

A segno Anderson, Klose e Parolo. Per i neroverdi è la terza sconfitta consecutiva -

Reggio Emilia, 2 marzo 2015 – di Maria Caterina Viscomi -

Mentre i cugini emiliani del Parma si sono ritrovati per la seconda domenica consecutiva ad assistere da spettatori al campionato, al Mapei Stadium i neroverdi hanno affrontato una Lazio super agguerrita, seppur in turnover in vista della gara di Coppa Italia di mercoledì contro il Napoli. In avanti spazio quindi a Felipe Anderson, Keita e Mauri per i biancocelesti; per Di Francesco è invece emergenza in difesa, situazione che ha comportato un inevitabile 3-4-3 rispetto al canonico 4-3-3.

Gli emiliani arrivano alla partita dopo le sconfitte subite contro Fiorentina e Napoli, ma la loro voglia di riscatto deve fare i conti con una Lazio in ottima forma e reduce da due vittorie importantissime. La prima occasione ghiotta si presenta al 12' proprio sui piedi degli ospiti, in particolare su quelli di Keita che però la manda a lato dello specchio; la risposta dei padroni di casa arriva un minuto dopo con Zaza, l'unico tra i suoi a cercare con insistenza il pareggio e fermato con prontezza da Marchetti. Per il resto, sino all'intervallo è sempre la Lazio a spingere ed a realizzare le conclusioni più pericolose, con uno scatenato Keita in cerca della prima rete stagionale a duellare con Consigli. Ad aprire le marcature è il solito Felipe Anderson con un bellissimo tiro a giro dai 20 metri. Nella ripresa i neroverdi tentano la reazione con Berardi e Zaza, poco supportati dalla retroguardia che in corso di gara diventa a quattro per arginare l'attacco avversario: neanche il cambio di modulo serve a Di Francesco per ostacolare i biancocelesti che vanno infatti a segno altre due volte, prima con il colpo di testa di Klose (70') e poi con l'ex crociato Parolo, entrambi serviti dal compagno brasiliano, migliore in campo tra i suoi.

Per il Sassuolo, dunque, la situazione in classifica è invariata da tre giornate, fermo a 29 punti dalla gara contro la Sampdoria chiusa con un pari. Il prossimo appuntamento, inoltre, non è dei più semplici: lunedì 9 allo Juventus Stadium i neroverdi affronteranno la capolista, che in tutta la stagione ha perso una sola gara, quella contro il Genoa lo scorso ottobre.

Le pagelle 
Sassuolo: Consigli 6 – Gazzola 5 – Bianco 5 (dal 62' Brighi 5,5) – Acerbi 5,5 – Biondini 5,5 – Taider 5 (dal 80' Floccari sv) – Missiroli 5,5 – Longhi 6 – Berardi 5,5 – Zaza 5,5 – Sansone 5,5 (dal 74' Lazarevic 5,5)
Lazio: Marchetti 6,5 – Cavanda 6 – Mauricio 6,5 – De Vrij 6 – Radu 6,5 – Cataldi 6 – Biglia 7 (dal 75'Ledesma 6) – Parolo 6,5 – Felipe Anderson 8 – Mauri 6,5 (dal 65' Klose 7) – Keita 6 (dal 74' Candreva 6)

Pubblicato in Calcio Emilia


Crociati a quota 10, è il secondo pari stagionale. A Reggio l'ultimo ad arrendersi è Berardi -

Parma, 16 febbraio 2015 – di Maria Caterina Viscomi -

A vederle sul campo non sembrava che fossero seconda e ultima in classifica. Così, quella che per tutti era una partita già vinta dalla Roma, è invece terminata con un pari a reti inviolate, il secondo per il Parma di Donadoni che oltre ai problemi in campionato sta affrontando un periodo molto complesso. Per i capitolini, al loro ottavo pareggio, assenti Totti, Pjanic e Maicon; rientrano da vincitori dalla Coppa d'Africa gli ivoriani Gervinho e Doumbia che però non danno i frutti sperati. Il Parma parte dunque con poche chance ma riesce a meritare molti applausi, mettendo a tacere le voci circolate in settimana circa la possibilità di falsare da ora in avanti il campionato vista la drammatica posizione. I ducali soffrono poco e giocano ben chiusi nella propria metà campo per annullare gli attacchi giallorossi che vengono soprattutto da Ljajic, probabilmente il più pericoloso tra i suoi. Il film è lo stesso anche nel secondo tempo, sino a quando Garcia cambia modulo per cercare di conquistare l'intero bottino. E' Gervinho il primo a provare l'assalto, neutralizzato da una grande parata di Mirante (58'); sfortunati anche Doumbia e Verde che mancano di poco lo specchio. Nel complesso buona prestazione per il Parma, autore di un gioco perlopiù difensivo e di retroguardia che non ha mai impensierito De Sanctis tra i pali di casa. 


In giornata è atteso il pagamento degli stipendi da parte della società, viceversa scatterà la messa in mora.

Le pagelle: Mirante 6,5 – Cassani 6,5 (dal 45' Feddal 90' sv) – Mendes 7 – Lucarelli 6,5 – Costa 6,5 – Mauri 6 - Mariga 5,5 (dal 86' Lodi sv) – Nocerino 6,5 – Varela 5,5 (dal 78' Palladino sv) – Belfodil 6 – Rodriguez 6,5

Disfatta, invece, per il Sassuolo nell'anticipo del sabato pomeriggio che ha aperto la 23^ giornata di campionato. La sfida, disputata anche sulla panchina tra i due ex compagni di squadra Di Francesco e Montella, è stata vinta dai viola che si sono imposti già dal primo tempo sui padroni di casa, avvicinandosi al vantaggio a pochi secondi dal fischio di avvio con Salah. E' proprio lui, servito da Babacar, a sbloccare le marcature al 32': due minuti dopo il numero 74 ricambia il favore fornendo l'assist per il compagno di reparto che va a segno con un destro perfetto. I neroverdi sembrano assenti, al 45' però Berardi alza la testa e con una bellissima conclusione da fuori area fa tremare la porta di Tatarusanu che resta immobile. Nella ripresa gli emiliani tentano di invertire la rotta ma è sempre la Fiorentina a dominare e a trovare la rete con Babacar al 62' che chiude definitivamente la partita. Cinque minuti dopo a rendere meno pesante il passivo per il Sassuolo è Berardi; nel finale Di Francesco opta per le 4 punte ma il risultato rimane invariato.


Le pagelle: Consigli 6 – Gazzola 5,5 – Cannavaro 5 – Acerbi 5,5 – Longhi 5 (dal 80' Missiroli sv) – Biondini 5 – Magnanelli 5,5 – Brighi 5 (dal 63' Floccari 5,5) – Berardi 6,5 – Zaza 5,5 – Sansone 5,5

Pubblicato in Calcio Emilia