Venerdì, 22 Ottobre 2021 11:03

Good Luck Have Fun In evidenza

Scritto da

Parte da Reggio Emilia il progetto di educazione finanziaria rivolto ai giovani promosso da Ministero dell’Istruzione e Banca d’Italia
Oltre 300 studenti dell’Istituto Superiore Statale Gobetti di Scandiano e dell’Istituto Superiore Scaruffi-Levi-Tricolore di Reggio Emilia hanno partecipato alla lezione di educazione finanziaria con gli esperti di Banca Centro Emilia

Risparmiare, investire responsabilmente, proteggere. Queste le parole chiave della lezione tenuta dagli esperti di Banca Centro Emilia a una platea di oltre trecento studenti dell’Istituto Superiore Statale Gobetti di Scandiano e dell’Istituto Superiore Scaruffi-Levi-Tricolore di Reggio Emilia, riuniti rispettivamente al PalaRegnani di Scandiano e al Centro Internazionale Loris Malaguzzi di Reggio Emilia.

I ragazzi delle classi IV e V, accompagnati dagli insegnanti, sono stati introdotti alla conoscenza della finanza e della previdenza complementare attraverso un percorso di consapevolezza sull’utilizzo responsabile del denaro, in un’ottica di migliore pianificazione del proprio futuro.

Risparmiare è un valore che ci permette di finanziare e garantirci il futuro, per questo è importante investire in modo eticamente sostenibile e responsabile – ha spiegato Gianluca Filippi, esperto di finanza del Gruppo Cassa Centrale – imparare a gestire correttamente le proprie risorse economiche permette di esaudire sogni e desideri, ma per farlo occorre essere ben informati e affidarsi a persone competenti e affidabili”.

Lo squilibrio demografico che si registra in Italia lascia intravedere serie difficoltà sul mantenimento dell’attuale sistema pensionistico per le generazioni future – ha sottolineato Cristiano Carlin, vice direttore di Assicura Agenzia – per questo è davvero importante cominciare fin da giovani a programmare un accantonamento di risorse che possano garantire un futuro di tranquillità per sé e per la propria famiglia”.

Il progetto di educazione finanziaria dedicato agli studenti degli Istituti scolastici superiori di secondo grado dal titolo “Good Luck Have Fun”, ideato da Banca Centro Emilia su indicazione di Ministero dell’Istruzione e Banca d’Italia, prevede un roadshow di 4 iniziative territoriali nel Mese dell’Educazione finanziaria istituito dal Ministero dell’Economia e delle finanze ed è volto ad accrescere le conoscenze di base sui temi finanziari, assicurativi e previdenziali.

L’Italia, infatti, è fra i paesi del G20 con i livelli di alfabetizzazione finanziaria più bassi: oltre la metà dei cittadini non è in grado di prendere decisioni consapevoli sull’impiego delle proprie risorse finanziarie, non conosce l’effetto dell’inflazione su una somma di denaro e capisce parzialmente i meccanismi dell’economia.

Ogni nostra scelta ha un valore e, di conseguenza, una ricaduta economica – ha concluso Federica Guaraldi, responsabile Marketing di Banca Centro Emilia – per questo invitiamo i ragazzi a entrare far parte di un Gruppo di lavoro finalizzato ad approfondire il rapporto fra giovani e denaro per comprendere meglio i loro bisogni”.

Commento di Ilenia Malavasi, vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia con delega alla Scuola.

Credo che ogni percorso che porta ad accrescere informazione ed educazione costituisca un valore importante, sia per i partecipanti sia per le ricadute sull’intera comunità. Non fa eccezione questa iniziativa dedicata all’educazione finanziaria, un tema che, sempre più, assume una valenza importante proprio per l’impatto che la conoscenza delle dinamiche finanziarie ha sulla vita dei cittadini e delle famiglie. Avere una maggiore consapevolezza rispetto all’utilizzo del denaro, del suo valore anche nell’ottica della sostenibilità del bilancio famigliare, e su come usarlo al meglio per pianificare il proprio futuro - obiettivi di questa iniziativa, nell’ambito del mese dedicato all’educazione finanziaria - serve ad accrescere le conoscenze di base su temi importanti, fornendo ai cittadini, partendo dai giovani e dagli studenti, strumenti per compiere scelte consapevoli, mettendoli anche a conoscenza delle figure professionali cui potersi rivolgere in caso di necessità. In questo senso, l’educazione finanziaria diventa, così, anche un importante strumento di protezione per i consumatori e di sviluppo di cittadinanza attiva, parte integrante dell’educazione civica su cui, negli ultimi anni, scuola e Istituzioni stanno molto investendo. Non posso che ringraziare l’Istituto bancario per aver messo a disposizione delle nostre scuole questo percorso formativo, un utile contributo per sviluppare una cultura finanziaria “di base”, indispensabile nella vita di ognuno di noi per costruirsi un futuro solido e consapevole”.


CORPORATE PROFILE
Banca Centro Emilia, Banca di Credito Cooperativo appartiene al Gruppo Bancario Cassa Centrale Banca. Opera nel territorio compreso fra le province di Ferrara, Modena, Bologna e Reggio Emilia con 28 filiali. In provincia di Reggio Emilia è presente con 9 filiali. Fondata nel 1906 a Corporeno, la banca ha progressivamente sviluppato la sua presenza nel territorio e, nel dicembre 2018, con l’incorporazione del Credito Cooperativo Reggiano, ha raddoppiato la base di clienti e soci aprendosi ad un territorio ampio e diversificato: dalla meccatronica del reggiano, all’automotive di Cento, dal biomedicale di Mirandola alla filiera agroalimentare, con l’eccellenza del Parmigiano Reggiano, al turismo dei lidi di Comacchio.
https://www.bancacentroemilia.it/chi-siamo/

Galleria immagini

Altro in questa categoria: « Good Luck Have Fun