Di Nicola Comparato - Che cos’è il Tai Chi? Abbiamo contattato il maestro Luca Marconi, nato a Parma il 03-09-1977, della scuola “Drago giallo, sede di Parma affiliata alla Wang Xian Taiji Italy”, che da anni pratica questa disciplina per avere maggiori informazioni.
Il Maestro Luca Marconi inizia a studiare Taijiquan stile Chen nel 2003, affidandosi alla guida del Maestro Marcello Sidoti, responsabile tecnico della Wang Xian Taiji Italy, svolgendo anche un percorso professionistico, prima, nella musica classica e poi nei massaggi.
Luca si appassiona a quest’ “Arte Marziale” complessa e dura, conoscendone le tante tipologie di allenamento, le tante sue sfaccettature, integrando più morbido e più duro, come recita il principio dello yin e dello yang. Il Taijiquan Chen di Chenjiagou osserva un duro training d’allenamento, non per tutti, ma per chi seriamente motivato a lavorare duro. “Gong Fu” infatti significa “abilità ottenuta con duro lavoro”. Il Chen di Chenjiagou integra lo studio fondamentale delle “Taolu” e del “Neigong” con lo studio del “Tui Shou” e, per chi desidera, dello “Shuaijiao” e dello “Sparring” con protezioni. È una boxe cinese, completa, dinamica, faticosa, ed inoltre un profondissimo lavoro sulla mente e sulle emozioni.
La parola al Maestro:
“Una domanda che spesso mi viene posta è “a cosa fa bene il Tai Chi”. Io riformulerei la domanda in “a chi fa bene il Tai Chi”.
Partendo da tale riformulazione, mi verrebbe da rispondere che giova a chi è disposto a fare fatica. A chi è disposto a muovere gambe piedi e natiche per cominciare un lungo percorso di consapevolezza di sé.
Se ci volessimo esprimere in termini più vicini e reali, rispetto alla tradizione studiata a Chenjiagou, dovremmo parlare, più che di Tai Chi stile Chen, di Taijiquan Chen gong fu. Perché il Taijiquan Chen è gong fu: nei suoi modi, nelle sue metodologie di allenamento – infinite, progressivamente dalle più lievi alle più dure e per pochi – nella sua tecnica, nel suo mostrarsi caratteristico. Non immaginatevi una danza che accarezza l’Universo: pensate piuttosto ad un’ Arte Marziale faticosissima e dove dalle forme si giunge allo sparring, allo Shuaijiao; semplicemente ognuno decide liberamente fino a dove spingersi. L’allenamento è duro, faticoso sin dai primi passi, richiede studio a casa, richiede costanza quotidiana. E, aggiungo, richiede di abbandonare quel biasimo diffuso verso il mondo e l’altro, quell’incolpare il mondo della nostra sofferenza: per prendere in mano i nostri errori, le nostre mancanze, le nostre responsabilità, il nostro buio. Questo, anche questo, è gong fu.
Aspettatevi di avere paura. Non aspettatevi fiori, tappeti; ma solo fatica, sudore, male alle gambe. E troverete un tesoro inestimabile.”

Luca marconi ThaiChi.jpg

 


Per info e contatti:
La pagina Facebook Tai Chi Parma
https://www.facebook.com/TAICHIPARMA/ 
Il video dimostrativo su Youtube
https://www.youtube.com/watch?v=jBOl4r5H8Bc 

 

Di Nicola Comparato - Prese, schienamenti, sottomissioni, grandi atleti che si sfidano sul ring in incontri spettacolari per intrattenere e divertire lo spettatore. Tutto questo è il Wrestling! Questo stile di lotta viene fatto risalire alle fiere itineranti, dove l’attrazione principale era sempre un incontro tra due lottatori. Col passare degli anni il wrestling si è evoluto sempre di più fino a diventare molto popolare in paesi come gli Stati Uniti, il Messico, il Canada e il Giappone. Ma chi l’ha detto che il Wrestling vive solo oltreoceano? In Italia esiste una scena wrestling che non ha nulla da invidiare alle federazioni estere e una di queste è la Wiva, con sede principale a Reggio Emilia. Jessica Magno, che riveste il ruolo di Presidente di questa federazione, ci ha dedicato un po’ del suo tempo  per parlarci di lei e di come è entrata a far parte di questo mondo.


“Sono una ragazza del sud nata il 22/08/92 a Benevento, ma ho vissuto fino al 2015 nel mio paese natio ovvero Bonito in provincia di Avellino. Attualmente risiedo a Praticello di Gattatico (RE) con il mio compagno e i miei 2 bambini Sofia e Gabriel. Onestamente il wrestling per me fin da piccola era una realtà americana e il mio lottatore preferito non poteva non essere “The Rock”. Mi ci sono avvicinata per gioco visto che nel 2017 feci una scommessa sull’essere all’altezza con l’allora presidente Marco Folloni, nonché mio grandissimo amico. Da allora non sono più stata lontana da questo mondo. Ho cominciato come presentatrice e questo aveva fatto già avere una maggiore visibilità alla federazione, nonostante non fossi una persona conosciuta, dopodiché sono diventata Vice Presidente (sempre braccio destro del presidente Marco Folloni) e dopo la pausa della maternità, per volere e decisione collettiva di tutti gli atleti e federati sono ascesa al “trono” rivestendo appunto il ruolo di Presidente.”

Wiva logo (1).jpg

 



Per maggiori informazioni:
La pagina Facebook di Jessica Magno 
https://www.facebook.com/jessicamagno9222/ 
La pagina Facebook Wiva Wrestling
https://www.facebook.com/wrestlingwiva/ 

 

Sport. La Fortitudo Baseball di Bologna premiata in Regione per il trionfo nella European Champions Cup. Presenti una folta schiera di giocatori capitanati da Alessandro Vaglio, il manager Daniele Frignani, il presidente Stefano Michelini e il direttore sportivo Christian Mura, insieme agli altri dirigenti e allo staff. Il presidente della Giunta: "Basta parlare di sport minori, dietro questi risultati un grande lavoro e tantissima passione dai tifosi".

Bologna –

Per sei volte sul tetto d’Europa. E’ arrivato a inizio giugno il 6^ titolo europeo - la European Champions Cup - per la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna, uscita in trionfo dalla final eight giocata quest’anno proprio sotto le Due Torri negli stadi ‘Falchi’ in città e ‘Bondi’ a Castenaso.

Un palmares importante per la Fortitudo Baseball Bologna, i cui dirigenti e giocatori sono stati ricevuti oggi in Regione, nel pieno della stagione arrivata ai play off, dal presidente della Giunta, Stefano Bonaccini, che ha consegnata una targa quale riconoscimento per l'impresa dei biancoblu, che hanno riportato in Italia la massima competizione europea per club.

È la seconda volta che la Fortitudo Baseball viene ricevuta e premiata dalla Regione. La prima, nell'aprile 2017, in periodo di pre-season, in occasione della conquista dello scudetto della stella.

“Sono contento di incontrarvi di nuovo qui in Regione - ha affermato Bonaccini-, dove ci eravamo trovati per la conquista del decimo scudetto. Ora festeggiamo la vittoria nella Coppa dei campioni, la sesta. Penso che occorra cominciare a mettere da parte questa idea che ci sono alcuni sport maggiori e altri minori. Bologna era la capitale del baseball italiano, ora è tornata ad essere la capitale europea. E a conferma di questo, il 30 settembre ospiterà una manifestazione straordinaria di livello internazionale. Merito ai tecnici, agli atleti, alla dirigenza: insieme hanno tenuto alto il nome di Bologna e della nostra regione in Europa. E poi, battere gli olandesi, solitamente super favoriti, e batterli in quel modo credo che meritasse da parte della Regione un riconoscimento, ringraziandoli a nome di tutta la comunità dell'Emilia-Romagna per questo straordinario risultato e per fargli un in bocca al lupo per quello che verrà, a iniziare dai play-off. Se la Fortitudo vincesse anche quest’anno lo scudetto, sarebbe la prima volta per due anni consecutivi: l’ennesima dimostrazione che questa terra ha una grande tradizione nella disciplina del baseball”.

All’incontro erano presenti il presidente della Fortitudo Baseball Bologna, Stefano Michelini, il direttore sportivo Christian Mura, il manager Daniele Frignani, la squadra guidata dal capitano Alessandro Vaglio e lo staff tecnico.

Fonte: Regione ER

Giovedì, 11 Luglio 2019 09:59

18 anni del GP Motonautico del Po

Sabato 13 e domenica 14 luglio è in programma il 18esimo GP Motonautico del Po organizzato dall’Associazione Motonautica San Nazzaro (Piacenza) in collaborazione con C&B Racing Team. Un evento che prevede competizioni di motonautica di altissimo livello come l’esordio nel piacentino del Mondiale della Formula 500 o la sfida nell’Europeo di F250 tra i campioni piacentini Alex Cremona e Claudio Franzini.

Queste le categorie in gara: Campionato Mondiale F500, Campionato Europeo in prova unica F250, Campionato Italiano Open F2, Osy 400, Formula Junior e il Campionato Italiano Radiocomandata motonautica F1.

 

Programma 

Sabato 13 luglio dalle ore 09:00/9:30 sono previste le prime prove libere di tutte le categorie, mentre le qualifiche che determinano la linea di partenza sono in programma nel pomeriggio. Inoltre sempre il 13 luglio si parte con la prima manche del Mondiale 500 e della prova unica del Campionato Europeo 250 con in gara i fratelli piacentini Alessandro e Massimiliano Cremona. 

Domenica 14 luglio invece dopo le prove libere del mattino, nel primissimo pomeriggio - intorno alle ore 12 - scattano le gare per tutte le categorie.

Siamo veramente orgogliosi di portare per la prima volta in casa nostra una prova del Campionato Mondiale 500- spiega Ezio Cremona Presidente dell’Associazione Motonautica San Nazzaro - perché è davvero una competizione prestigiosa. Poi per la seconda volta consecutiva avremo anche, in prova unica, il Campionato Italiano di Formula 2, che quest’anno è internazionale, quindi è attesa la partecipazione di piloti anche fuori dai confini italiani. 

 

Diventare maggiorenni con la 18esima edizione è un traguardo importante

“Quando ho preso l’incarico 16 anni fa non pensavo di arrivare così avanti. Infatti sono il più longevo Presidente che abbia avuto la Motonautica San Nazzaro. In questi anni al timone ho vissuto la crescita di questa società, soprattutto perché abbiamo la fortuna di avere uno specchio d’acqua incantevole, lo definirei quasi un lago su un fiume. Infatti con lo sbarramento dell’Isola Serafini noi non abbiamo corrente, presente invece in altre sedi di competizione. Poi il nostro è un luogo apprezzato in tutto il mondo, basta pensare ai team internazionali che durante il soggiorno in Italia scelgono San Nazzaro per le loro prove. Insomma posso definirmi contentissimo per come è stato lo sviluppo del movimento e poi c’è la felicità di veder coinvolta tutta la famiglia, con Alex e Massimiliano che mi danno sempre grandi soddisfazioni.

 

Oltre la gara c’è anche un contorno importante 

“Segnalo il Mercatino dei Creativi. In pratica sono persone che si presentano con cose che hanno realizzato personalmente, è qualcosa più di un semplice hobby. E’ già il quarto anno che ospitiamo questo evento con molto piacere”.

 

Un sogno per il futuro parlando di Motonautica

Un titolo internazionale per Massimiliano Cremona, perché Alessandro - ride mentre lo dice - ne ha già vinti tanti!”

La XXII edizione dei Campionati del Mondo di deltaplano è pronta a spiccare il volo. Per la quarta volta l'Italia ospita la massima competizione mondiale dopo quelle del 1999, 2008 e del 2011 tutte volate in Umbria.

Questa volta, dal 13 al 27 luglio, toccherà ai cieli del Friuli e non solo perché non si può escludere sconfinamenti nelle vicine Austria e Slovenia. Dipenderà dai percorsi di gara che in buone condizioni possono superare i 100 km e anche dalla meteo che condizionerà pure la scelta del sito di decollo e quello di atterraggio. A disposizione il monte Crostis in Carnia, il Cuarnan sopra Gemona e il Valinis a Meduno (Pordenone); atterraggio ufficiale a Bordano e base operativa a Tolmezzo entrambe in quel di Udine. Grazie al sistema live tracking i voli, uno al giorno meteo permettendo, potranno essere seguiti momento per momento sulla pagina facebook, e nel sito ufficiale dell'evento, oltre che su un mega schermo al centro operativo.

Ai nastri di partenza un massimo di 125 piloti in rappresentanza di 29 nazioni. La squadra nazionale italiana si presenta dall'alto dei suoi nove titoli iridati, dei quali cinque consecutivi, l'ultimo due anni or sono a Brasilia, più cinque europei e una pioggia di medaglie nell'individuale. Tuttavia il CT degli azzurri, il varesino di Castiglione Olona Flavio Tebaldi, non fa mistero dell'arduo compito che i nostri si apprestano ad affrontare. Avranno di fronte nazioni come la Repubblica Ceca che in Brasile ci ha dato del filo da torcere. Anche Gran Bretagna, Australia e Austria non staranno a guardare, senza contare che qualche out sider potrebbe spuntare all'orizzonte.

La formazione italiana non si discosta molto da quella che ha vinto il titolo in Sudamerica e lo scorso anno quello europeo in Macedonia: Alex Ploner di San Cassiano (Bolzano), Cristian Ciech di Folgaria (Trento) e varesino di adozione, Filippo Oppici di Sala Baganza (Parma), Davide Guiducci di Villa Minozzo (Reggio Emilia), Tullio Gervasoni di Brescia, Suan Selenati di Enemonzo (Udine), Marco Laurenzi di Veroli (Frosinone) e l'esordiente Manuel Revelli da Cervasca (Cuneo). Aiutante in campo del team leader Tebaldi sarà Elia Piccinini di Castellarano (Reggio Emilia).

Molte e per tutti i gusti le manifestazioni di contorno ai mondiali: dallo sport alla musica, dal cinema all'enogastronomia. Sfilata delle nazioni il 13 luglio; premiazione il 27.

Emozioni a non finire per l’inaugurazione della sesta tappa: a Parma, anche la calciatrice dell’AC Milan, Martina Capelli.
 
Parma, 9 luglio 2019 
 
Un’inaugurazione da “ciuff”. Il “ciuff” nel basket è quel rumore meraviglioso che fa la retina quando la palla entra perfettamente nel canestro, pulita, senza toccare il ferro. Ed è il rumore che provoca grandi emozioni nei cestisti. L’inaugurazione della tappa di Parma del Candido Junior Camp OSO – la sesta del progetto finanziato da Fondazione Vodafone Italia dopo Firenze, Livigno, Porto Torres, Reggio Calabria, Pontecagnano Faiano – è stata una grande emozione per tutti i 22 partecipanti, provenienti dall’Italia intera: alcuni totalmente neofiti, altri già inseriti nel movimento del basket in carrozzina. Non solo. Anche per i 20 volontari, per lo staff tecnico e quello medico è stata un’esperienza molto forte quella provata al PalaCiti di via Lazio dove si svolgeranno due allenamenti al giorno fino all’11 luglio. Una squadra preparata e motivata quella del “Candido” che ha accolto, nell’emozione, prima Martina Capelli, calciatrice 27enne in forza all’AC Milan, con una pluriennale esperienza all’estero, e poi il vicesindaco e assessore allo sport di Parma, Marco Bosi; il rappresentante regionale dell’Emilia Romagna del Comitato Italiano Paralimpico, Andrea Grossi; il presidente della Polisportiva GiocoParma, Marco Tagliavini; Jacopo Stefanini della Tigers Academy Basket e Ileana Ramazzina, docente di scienze motorie dell’Università di Parma.
 
Martina Capelli, originaria di Parma, ha raccontato la propria storia, di quando ha iniziato a giocare tanti anni fa nella Crociati Noceto per poi accettare sfide importanti all’estero. Ha risposto alle domande dei ragazzi e si è seduta in carrozzina desiderosa di imparare le basi della pallacanestro paralimpica: “Essere qui, per me, è un’occasione unica: anzitutto perché mi affascina molto questo mondo che ho già avuto il piacere di conoscere quando sono andata a vedere la Briantea84 a Cantù. Ritrovare questo ambiente a Parma è per me una grande gioia, anche perché credo che ci voglia davvero tantissima forza, penso che ci vogliano le palle per giocare a basket in carrozzina!”. E dopo aver provato e riprovato, ascoltando le indicazioni di coach Marco Bergna e dei due assistenti Stefano Rossetti e Primo Fior (centrando anche due canestri), ha ammesso: “È completamente diverso tirare a canestro da seduta o in piedi – ha detto ai ragazzi la centrocampista rossonera – mi sono accorta di non avere poi così tanta forza nelle braccia, come credevo. I miei sogni per il futuro? Sto facendo anche l’università perché bisogna essere realistici e, dopo una carriera da atleta, bisogna trovare anche altre strade. Sto frequentando scienze motorie, curriculum calcio, al San Raffaele e, ovviamente, spero di rimanere nel mondo dello sport. Giocherò finché le gambe reggeranno. Oh, scusate…”. Martina pensava di aver fatto una gaffe, avendo davanti tanti ragazzi con disabilità, ma, invece, ha strappato un sorriso a tutto il gruppo con il quale poi ha affrontato un allenamento vero.
 
_2019_07_09_Bosi_Candido_Juonior_Camp8199.jpeg
 
“Fare l’assessore allo sport a Parma è tutto sommato facile – ha detto il vicesindaco e assessore alla partita Marco Bosi – perché c’è tanto movimento, tanto interesse e c’è sempre stato, a prescindere dal colore politico. Lo sport a Parma è da sempre sviluppo ed inclusione. Vorrei ringraziare la Fondazione Candido Cannavò e tutti i partner per aver scelto la nostra città. Se oggi siamo qui è perché negli anni sono stati posti un mattoncino sopra l’altro dalla Polisportiva GiocoParma ma anche da tante altre iniziative come questa. Vogliamo essere una città dove tutti si sentano accolti e dove possa uscire il talento di tutti”. 
 
Felice anche il presidente della Polisportiva GiocoParma, Marco Tagliavini: “Siete uno spettacolo – ha detto – e non possiamo far altro che ringraziarvi per averci dato la possibilità di partecipare e di diventare sempre più grandi. Se oggi sono qui a parlare ad un microfono è perché ci sono tante persone che lavorano dietro a questa realtà. Questo Palazzetto ha visto partite di categorie importanti, del basket femminile per esempio, ma credo che una fotografia così bella, come la vostra oggi, non si sia mai vista. Penso che se oggi siamo qui con più di venti atleti, son sicuro che un paio, magari cinque o dieci, o ancora, perché no, tutti e venti, potrò incontrarli di nuovo tra dieci anni nelle serie più importanti. Penso che continueremo a divertirci”.
 
Ogni Sport Oltre (OSO) è il progetto di Fondazione Vodafone volto a promuovere e diffondere la cultura della pratica sportiva tra le persone con disabilità. Lanciata a giugno 2017, OSO è la prima piattaforma digitale che mette a disposizione online tutte le informazioni utili a chi vuole praticare sport e ha l’obiettivo di creare una vera e propria comunità digitale coinvolgendo persone con disabilità, le famiglie, gli istruttori e tutti coloro che sono appassionati di sport. OSO è aperta a tutte le associazioni che vogliono far conoscere il proprio progetto e accedere a una raccolta fondi da parte degli utenti della community.
 
LE TAPPE del 2019 DEL CJC
 
Già nel 2017, l’edizione siciliana – che propose anche il nuoto ai piccoli partecipanti - aveva ampliato il raggio di azione e la diffusione sportiva del camp, nato a Livigno nel 2015, insieme agli incalcolabili benefici sui partecipanti e nei confronti delle famiglie coinvolte. Con OSO, in questi anni, i risultati sono stati e saranno ancora più massicci, nel segno della continuità con il passato ma senza perdere di vista le sfide future. Oltre alla sede storica del camp estivo, ossia Livigno (dal 19 al 23 luglio 2018), l’estate scorsa si sono aggiunte una tappa nel centro Italia (Firenze, 5-8 luglio 2018) e una sulle isole (Porto Torres, 2-5 settembre 2018). Nel 2019, invece, due le tappe del Sud: una a Reggio Calabria (2-5 gennaio) e una a Pontecagnano Faiano – Battipaglia (25-28 giugno), concludendo con Parma (8-11 luglio). Il progetto può contare su un team rodato composto dalla Briantea84, dalla Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina, da ASBI (Associazione Spina Bifida Italia) e dalla Fondazione Candido Cannavò per lo Sport. Braccio destro operativo sul territorio emiliano è stata la Polisportiva Gioco Parma.

 

Martedì, 09 Luglio 2019 07:58

Il bilancio sulla stagione del Parma

Dopo anni di delusioni e sofferenze a causa del fallimento determinato dalla cattiva gestione del duo Ghirardi-Leonardi, per il Parma questo rappresentava l’anno zero. Nonostante l’obiettivo minimo ad inizio campionato fosse il raggiungimento di una salvezza tranquilla, nella prima fase di stagione i ragazzi di D’Aversa hanno divertito e non poco i tifosi crociati, salvo poi accusare un calo nel girone di ritorno e rischiare di pregiudicare quanto di buono fatto sino a quel momento. Alla fine, la stagione si è conclusa con una meritata salvezza, ma ciò che conta maggiormente è che questo campionato lascia in eredità ai parmensi la consapevolezza di avere a propria disposizione una rosa decisamente interessante che, se puntellata con i giocatori giusti, potrà regalare tante gioie ai tifosi anche nella prossima stagione.

Il ritorno in Serie A

Dopo aver collezionato consecutivamente la promozione dalla Serie D alle Serie C, dalla Serie C alla Serie B e dalla Serie B alle Serie A, c’era grande attesa nello scoprire come il Parma si sarebbe comportato nel primo campionato del nuovo corso in massima serie. In estate, la dirigenza aveva agito bene sul mercato ed era riuscita ad assicurarsi le prestazioni sportive di giocatori del calibro di Gervinho, Bruno Alves ed Inglese, la cui esperienza è risultata decisiva ai fini del conseguimento dei risultati sportivi raggiunti. Nella prima fase di stagione, come raccontato anche da La Gazzetta dello Sport, la squadra allenata da un convincente mister D’Aversa aveva dimostrato di potersela giocare alla pari contro ogni avversario e, per qualche settimana, aveva lasciato intendere di avere a propria disposizione tutti i mezzi per sognare addirittura l’aggancio alla zona Europa.

Poi, tuttavia, qualcosa si è rotto e, vuoi per i ripetuti problemi fisici di Inglese e di Gervinho, vuoi per un fisiologico calo fisico e motivazionale di tutta la squadra, i crociati hanno iniziato a perdere un'infinità di punti per strada, finendo per navigare nella parte centrale della classifica senza particolari ambizioni. Nella fase conclusiva del girone di ritorno, tuttavia, complice la generale accelerata nella parte bassa della classifica, con Empoli, Bologna, Udinese e Spal, che di colpo hanno iniziato a dare continuità ai propri risultati ed hanno innalzato sensibilmente la quota salvezza, il Parma si è ritrovato improvvisamente ed inaspettatamente invischiato nella lotta per non retrocedere. Fortunatamente, il mister ed i giocatori sono stati bravi a ritrovare subito la concentrazione e le giuste motivazioni, tornando ad esprimere quel gioco spumeggiante che aveva caratterizzato la prima parte di campionato e conquistando la salvezza senza particolari patemi d’animo. In vista della prossima stagione, l’obiettivo minimo dei crociati resta il raggiungimento di una salvezza tranquilla e al 3 di luglio, secondo le scommesse online di Betway, a quota 5,50, il Parma non è tra le principali indiziate per la retrocessione in cadetteria. La salvezza passa inevitabilmente dalla conferma dei giocatori più importanti e, stando alle ultime voci, il primo a confermare la propria permanenza in Emilia dovrebbe essere il bomber Roberto Inglese, intenzionato a restare alla corte di D’Aversa per almeno un altro anno.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Gervinho (@gervinhofficial) in data:

I giocatori da cui ripartire

Questo campionato lascia in eredità alla società ed alla tifoseria la consapevolezza di avere un allenatore estremamente valido, capace di gestire e di far rendere al meglio il capitale umano a propria disposizione. Soprattutto nella fase conclusiva del campionato, nel momento in cui le cose si erano terribilmente complicate, è emersa la personalità di uomini del calibro di Bruno Alves, Gervinho e Kucka, i quali hanno letteralmente trainato i propri compagni alla conquista della matematica salvezza. Proprio i goal di Kucka, sono risultati decisivi nelle ultime giornate e pare proprio che la società sia intenzionata a partire la prossima stagione affidando le chiavi del proprio centrocampo all’esperto mediano slovacco.

Un altro colpo da maestro messo a segno dal DS Faggiano è stato sicuramente quello che nella scorsa estate ha portato Bruno Alves alla corte del mister D’Aversa. Il forte difensore portoghese, che come raccontato da Calciomercato.com pare prossimo al rinnovo, insieme ai compagni di reparto Gagliolo, Bastoni e Iacoponi, ha innalzato un vero e proprio muro a difesa dell’estremo difensore Sepe, dimostrando di aver ancora tanta voglia di determinare e di vincere, nonostante i 37 anni suonati. Il giocatore che ha inciso maggiormente sul rendimento dei crociati, sia per le proprie caratteristiche tecniche, sia per la sua comprovata esperienza a determinati livelli, è stato Gervinho. La freccia ivoriana, che come ci racconta Fox Sport era chiamato al rilancio dopo qualche stagione tra più bassi che alti in Cina, ha dimostrato di essere ancora in grado di fare la differenza e si è reso protagonista di una stagione sensazionale, collezionando ben 11 goal e due assist.

Molto positiva è stata anche la stagione di Mattia Sporcati: l’esterno offensivo classe 1993, dopo aver incantato con la Salernitana in Serie B, nell’ultima fase di campionato ha dimostrato di poter dire la sua anche in Serie A, risultando determinante in più di un’occasione con le sue giocate imprevedibili. La società, ad ogni modo, è sulle tracce del prossimo bomber ed il principale indiziato per ricoprire questo ruolo è Mario Balotelli. L’attaccante italiano, dopo la sua esperienza in Francia con le maglie di Nizza e Marsiglia, sembra intenzionato a fare ritorno in patria ed il DS Faggiano sta intensificando i contatti per mettere a segno quello che sarebbe un colpo a dir poco incredibile.

Dopo aver vissuto l’inferno del fallimento, il Parma è finalmente riuscito a tornare nel calcio che conta. La società è già al lavoro per pianificare il futuro ed i tifosi crociati sperano che questa stagione possa rappresentare solo l’inizio di un nuovo percorso fatto di soddisfazione e successi.

Giulia Ghiretti chiude con successo la 42a edizione dei Campionati Assoluti Estivi di Nuoto Paralimpico. Tre i podi di categoria conquistati dalla nuotatrice parmigiana in forza a Ego Nuoto alla piscina Manara di Busto Arsizio.

“Gli italiani sono un appuntamento irrinunciabile perché qui ho avuto le mie prime soddisfazioni. Volevo esserci, anche per dare l'esempio ai più giovani, malgrado sapessi di non poter disputare le gare dei 100m rana e 50m farfalla perché in programma domenica, mio unico giorno di riposo dagli allenamenti in questa lunga marcia verso i Mondiali di Londra”.

Nonostante non abbia gareggiato nelle sue specialità Ghiretti ha ottenuto tre ottimi piazzamenti nelle giornate di venerdì e sabato. 53’34 il tempo che gli è valso il terzo gradino del podio nei 50m stile libero S5. Poi due secondi posti di categoria nei 100m stile libero S5 e nei nei 50m dorso S5 rispettivamente in 1’54”98 e in 49”96.

“Anche se non ho partecipato alle gare in cui sapevo di poter dare il massimo, ho tratto spunti importanti a livello cronometrico e di forma. Mi sento bene e posso continuare la mia preparazione verso Londra”.

I Campionati Italiani di Busto Arsizio hanno visto la partecipazione di 108 atleti e 67 atlete di 53 diverse società sportive e sono stati l’ultima gara nazionale valevole per la qualificazione ai prossimi Campionati del Mondo che si terranno a Londra dall’8 al 15 settembre.

 

Il rispetto della tradizione unita alla capacità di innovarsi e alla cura estrema dei dettagli. E’ stata svelata, venerdì scorso, la prima divisa ufficiale che Erreà ha realizzato per il Parma Calcio 1913, in vista del prossimo campionato di serie A 2019-2020.

Il rispetto della classicità si fonde con la voglia di un look sempre più sofisticato puntando sullo studio dei particolari e sulla tecnicità del tessuto. Nel pieno della tradizione, la prima divisa presenta, pulita ed essenziale, l’ormai storico motivo della croce nera su base bianca. Semplicissima e elegante, si distingue per particolari ricercati come il collo a V rivisitato e poco profondo realizzato in costina su cui si estende la croce.

La sua lunetta interna propone un inserto nero che a livello ottico vuole riprendere proprio il proseguimento della grafica crociata.

Realizzata interamente in stampa transfer, la vestibilità è semi-aderente e si sposa perfettamente con l’impiego e l’abbinamento di un doppio tessuto. Il corpo centrale della maglia è realizzato in un filato particolarmente indicato per il calcio, morbido, resistente, confortevole a garantire una perfetta vestibilità. Un secondo tessuto, posto lungo i fianchi, si caratterizza per la particolare lavorazione a maglia aperta, una rete con fori di media dimensione studiati per agevolare e favorire la traspirazione e la fuoriuscita del calore assicurando una straordinaria ventilazione e una perfetta regolazione della temperatura corporea.

Come negli anni passati, confermato il leitmotiv dell’Araba Fenice e la scritta “Parma Calcio” ricamati sul retro della divisa.

La nuova maglia Home è già in vendita sia presso il Tardini Store, sia nello Store Online Ufficiale crociato.

La parmigiana Giulia Ghiretti ai blocchi di partenza per la 42a edizione dei Campionati Italiani Assoluti Estivi di Nuoto Paralimpico. Teatro della competizione sarà dal 5 al 7 luglio la piscina “Manara” di Busto Arsizio.

La nuotatrice in forza a Ego Nuoto sarà in vasca venerdì 5 luglio alle 17:00 nei 50m stile libero S5, sabato 6 alle 9:30 nei 100m stile libero S5 e alle 17:00 nei 50m dorso S5.

“È sempre bello partecipare a questo tipo di competizione anche per dare l’esempio ai più piccoli e ricordare loro che tutto è possibile con l’impegno e la determinazione. Questi Italiani saranno un test per la preparazione in vista dei Mondiali di settembre, mancano solo due mesi e voglio arrivare più in forma possibile.” 

Gli Assoluti di Busto Arsizio, che vedranno la partecipazione di 176 atleti in rappresentanza di 53 diverse società sportive, consentiranno l’aggiudicazione degli ultimi preziosi punti di qualifica per i Campionati del Mondo che si disputeranno a Londra a settembre 2019.

 

A partire da questo venerdì, i campi di San Pancrazio, faranno da cornice ad una tre giorni dedicata a baseball e softball a cui parteciperanno ben 25 squadre che arriveranno sui campi di Parma da tutta Italia.

Alla conferenza stampa hanno partecipato piccoli atleti della Crocetta Baseball e Marco Bosi,vice sindaco con delega allo Sport del Comune di Parma, Iacopo Zinelli, vice presidente Crocetta Baseball, Maurizio Carpana, responsabile Crocetta Softball, Paolo Bocci, presidente Avis San Pancrazio, Corrado Vecchi, presidente associazione Giocamico, Davide Battistini,segretario Fondazione Nazionale Carlo Collodi e Vania Sghia responsabile attività esterne Crocetta Baseball e Softball.

“Il torneo Crocetta è un appuntamento molto atteso ogni anno e richiama moltissimi appassionati e amici dello sport. Il baseball, ha radici molto solide nella nostra città, ma ogni anno si rinnova e si presenta con qualcosa di innovativo mantenendo viva questa tradizione” ha introdotto Marco Bosi.

Iacopo Zinelli ha illustrato il torneo: “Ospiteremo 25 squadre comprese le quatto del mini baseball, otto per U15, otto per U12 e cinque per U15. Undici squadre arriveranno da fuori Parma. Sarà un vero spettacolo sui campi dello Stuard che vedranno le compagini affrontarsi per accaparrarsi la vittoria del torneo. Diciotto le partite disputate ogni giorno. Avremo  ventuno arbitri federali a disposizione. Anche quest’anno avremo gli amici dell’Avis San Pancrazio che si occuperanno della serata dedicata alla torta fritta. Venerdì ad animare la serata ci sarà lo spettacolo di ‘Io Parlo Parmigiano’ che porterà sul palco il loro ultimo spettacolo”.

Non solo sport ma anche solidarietà, parte del ricavato verrà devoluto all’associazione Giocamico: “Il baseball è prima di tutto gioco ed è quello che anche noi facciamo in Ospedale con i bambini ricoverati. E’ un bellissimo messaggio quello che attraverso il Torneo riusciamo a dare come Associazione: creare sinergie tra i bambini, in qualunque condizione siano, è quanto di più sano ci sia”  ha sottolineato Corrado Vecchi.

Un premio speciale verrà dato alla squadra vincitrice del torneo di mini baseball grazie al sostegno di Fondazione Nazionale Carlo Collodi e Sinapsi Group: “Fondazione Nazionale Carlo Collodi tutela la figura di Pinocchio nel mondo e tra i bambini. Ha voluto così portare il proprio simbolo anche al torneo Crocetta. La squadra che si aggiudicherà il torneo avrà come trofeo un pinocchio intagliato a mano con indosso la divisa del Crocetta baseball. E’ un oggetto che racchiude un significato profondo per i valori che porta con sé. Siamo molto contenti che possa essere tra di voi”, ha detto Battistini segretario di Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

Parteciperanno anche tante squadre anche di softball grazie all’impegno che la società ha messo nel diffondere questo sport.

Anche per questa edizione ci sarà la speciale lotteria nella giornata di domenica, che metterà in palio ricchissimi premi. I numeri vincenti saranno pubblicati successivamente anche sul sito del Crocetta Baseball.

 

Una splendida festa dello sport e della sportività. Nemmeno due temporali hanno rotto l'incantesimo di un grande evento sportivo aperto a tutti, dagli atleti d'elite ai più giovani e ... persino alla schiera di simpatici amici a quattro zampe. Un esercito di amici e volontari hanno reso possibile l'accoglienza di oltre 1.100 atleti provenienti da tutta Italia.

di Lgc Noceto 24 giugno 2019 - "la festa è finita, gli amici se ne vanno..." ma siamo sicuri - sostengono gli organizzatori, palesemente soddisfatti di come sono andate le cose - "che ci ritroveremo ancora tutti tra un anno sempre qui a Noceto (PR) per l'edizione numero 6 della Farm Run".

Quasi 1.200 iscritti hanno preso d'assalto il Centro Sportivo "Il Noce" e animato uno spettacolare evento sportivo nel quale tutti sono stati protagonisti attivi, sia sul percorso di gara e sia fuori. 1.200 giovani e meno giovani, sorridenti e soddisfatti. "E' stato il più bel riconoscimento che potessimo ricevere - commentano gli organizzatori di ACME ASD -. Sentire un tale tasso di positività e di apprezzamento per il percorso di gara, per l'organizzazione e l'accoglienza non ha prezzo. Il timore che qualcosa potesse andare storto, anche in forza del gran numero di atleti iscritti che si sono riversati sul "Villaggio di Gara" quasi contemporaneamente, ci faceva tremare le gambe. Invece, grazie alla calma e alla serenità delle ragazze e dei ragazzi che si sono organizzati in segreteria, tutto è andato secondo i tempi stabiliti e ogni problemino è stato immediatamente risolto".

Il violento temporale che si è scatenato verso le 14,30 di sabato scorso, oltre a interrompere l'alimentazione della corrente elettrica obbligando a sospendere il cerimoniale delle premiazioni (riprese poco dopo ma senza il sostegno dell'amplificazione audio) ha ritardato la partenza delle corse del pomeriggio (le 5 km ) per dar tempo di verificare i tracciati e indotto alcune decine di partecipanti a non prendere il via.

Ma anche in queste corse, il risultato è stato di pieno apprezzamento per tutti, dogs compresi.

Per la cronaca della manifestazione e del Campionato Italiano OCR, al quale la tappa appartiene, a conquistare il podio sono stati:

MASCHI:
Alessandro Coletta - Team WRI
Raffaele Depedri - Team Run Army
Riccardo Mori - Inferno Team

FEMMINE:
Carol Zenga - Inferno Team
Francesca Dambruoso - White Donkeys OCR Team
Daniela Lovato - White Donkeys OCR Team

TEAM:
Inferno Team
White Donkeys OCR Team
WRI

"Un evento così complesso da organizzare, non sarebbe riuscito senza il contributo di tutti i partecipanti, al loro favoloso e piacevole coinvolgimento e infine agli oltre 100 tra Giudici e volontari che con grande professionalità e responsabilità hanno contribuito alla accoglienza, alla sicurezza e ai servizi generali dedicati ai partecipanti. A tutti quindi, concludono gli organizzatori, va il nostro più affettuoso ringraziamento"

(Video: https://youtu.be/vykLY4AoTsI )
(il Canale FarmRun: https://www.youtube.com/channel/UCkZZvO15f5d4gqI4lPsnCRg/videos?view_as=subscriber  )

LINK utili

farmrun: http://www.farmrun.it

https://www.facebook.com/farmrun.noceto 

Video Promo: https://youtu.be/BM1WRMidVOw 

Video Promo FarmDog: https://youtu.be/5CRwzQkYA54 

FarmJUNIOR: http://www.farmrun.it/farm-junior?fbclid=IwAR1eE59e42179nakZ8VX3WsJrXXYUDppcu5VP_YwDtypdYzACWKtwGNHX6w 

https://www.gazzettadellemilia.it/component/banners/click/56.html 

 

Il Programma della manifestazione - Noceto 22 GIUGNO 2019 - Centro Sportivo IL NOCE Via A. Sordi, 1
Ore 8,30 Breafing per i Giudici e Volontari
9,15 Breafing con Atleti
9,30 Partenza primo gruppo Competitivi 12 KM
ore 11,00 partenza primo gruppo Non Competitivi 12 Km.
15,00 Premiazioni Competitivi
15,30 Partenza primo gruppo 5 Km Non Competitivi
16,00 Partenza Farm JUNIOR
17,00 Partenza Farm DOG

 

Gli amici e partner di Farm Run 2019 - i links -
- Osteria dei servi http://www.osteriadeiservi.com/osteriadeiservi/default.asp 
- Osteria del teatro http://www.osteriateatro.com/osteriadelteatro/default.asp 
- Warehouse gmbh https://www.runningwarehouse.com 
- Consorzio del Parmigiano Reggiano https://www.parmigiano-reggiano.it 
- Emil Banca https://www.emilbanca.it 
- Fotostudio3 https://www.fotostudio3.com 
- Soul kitchen https://www.facebook.com/SoulKitchenIlNoce/ 
- Centro sportivo il Noce http://www.comune.noceto.pr.it/municipio/uffici/ufficio-patrimonio/impianti-sportivi/centro-sportivo-il-noce 
- Molino Grassi https://www.molinograssi.it 
- Avd Reform http://www.avdreform.it/it/http://www.grupposem.it/1/1/IT/Home_page.htm 
- INC Hotels Group http://www.inchotels.com/it-1/hotel-a-parma-reggio-emilia-e-piacenza/ 
- Parma Rotta http://www.parmarotta.com 
- La Barchetta www.labarchetta.it 
- Nuova editoriale Gazzetta dell'Emilia http://www.gazzettadellemilia.it/cultura/itemlist/user/957-farm-run.html 
- Gruppo SEM http://www.grupposem.it/1/1/IT/Home_page.htm 
- La Verde Bike and Fun http://www.laverdebikeandfun.it 
- Obiettivamente Gruppo Fotografico - https://www.facebook.com/pg/obiettivamentegruppofotografico/about/?ref=page_internal 
-Assicurazioni Generali Parma Via Mazzacavallo - https://www.agenzie.generali.it/PARMA/ 
- Studio Medico Scienza dell'Alimentazione e Dietologia http://www.dottfedericocioni.it 
- Rescue Dogs https://www.rescuedogs.it 
- Pet & Garden https://www.facebook.com/petgarden.org https://www.instagram.com/pet_e_garden_noceto 
- Rugby Noceto http://www.rugbynoceto.it 

- Pole Dance Parma Asd https://www.poledanceparma.it/#https://www.facebook.com/PoleDanceParma/

 FarmRun-Junior-by-GP_Russo-rid-IMG_3386.jpg

(Foto di Giampaolo Russo - Pisa)

 

5-ft00000172_6.jpg

Una grande sorpresa per i 140 bambini e ragazzi iscritti al Parma Summer Camp, ma anche per tutti i tifosi Crociati: venerdì 28 Giugno 2019, in occasione della conclusione della 2^ Settimana del campo estivo griffato Parma Football Academy allo Stadio Ennio Tardini di Parma, la tradizionale Sfida ai Mister sarà estesa, dalle ore 19, a un Triangolare benefico (ingresso gratuito, raccolta fondi a sostegno di Giocamico) tra gli stessi allenatori dell'Academy, gli amici de "La Cultura si fa Sport" (con alcune famose vedette del mondo dello spettacolo) e le Vecchie Glorie Crociate.

L'edizione 2019 di "Un gol per Giocamico", dunque è stata una sfida a colpi di fair play con protagoniste non più due sole squadre, ma tre: la presenza degli allenatori in campo (selezionati da Parma Football Academy tra i migliori delle società affiliate al Parma Calcio in Italia).

(foto racconto di Francesca Bocchia)

UN_GOAL_PER_GIOCAMICO_GIUGNO_2019_055.jpg

 

 

 

 

 

Gli istruttori di allenamento funzionale non devono essere confusi con i personal trainer, anche se si tratta di figure professionali che hanno diversi aspetti in comune. Per esempio, in entrambi i casi è necessaria una formazione di base relativa all'anatomia del corpo umano, con riferimento in particolare alla biomeccanica di base nei movimenti corporei, ai distretti muscolari e alla fisiologia degli apparati respiratorio e cardiaco. A parte questo, però, i principi del training classico sono molto differenti rispetto a quelli dell'allenamento funzionale, il quale si distingue anche dal training per il body building.

Come si svolgono i corsi per gli istruttori di functional training

I corsi per gli istruttori di functional training prevedono soprattutto lavoro a corpo libero, basati su tutti quei movimenti che il corpo umano compie in modo naturale e spontaneo per le azioni della vita di tutti i giorni: essi sono definiti, appunto, movimenti funzionali. In concreto, gli esercizi presuppongono la ripetizione di movimenti come le torsioni, i piegamenti, i salti, e così via: le serie di burpees, di push up, di plank, di affondi e di squat sono molto importanti da questo punto di vista.

Gli attrezzi e l'allenamento funzionale

Ciò non toglie che anche il functional training possa prevedere l'impiego di attrezzi, tra i quali i manubri, la palla medica e la sandbag. Nel corso delle lezioni è fondamentale imparare a usarli e, prima ancora, a riconoscerli. Chi aspira a diventare un trainer in questo settore, infatti, non può prescindere da una competenza completa nel dirigere e maneggiare gli strumenti, tra i quali kettlebell e bilancieri, che pure vengono usati di frequente anche in discipline differenti. Si pensi, giusto per proporre un esempio, alle esercitazioni con kettlebell: l'allenamento funzionale vi ricorre per esercizi di clean, di swing, di jerk, di snatch, di push e press, di squat e di stacco.

Come vengono usati gli strumenti per il fitness nel functional training

Con i bilancieri, invece, si apprende in che modo devono essere diretti - e ovviamente effettuati - press, dead lift e altri esercizi. Ad andare per la maggiore in questo ambito, a dire la verità, è il suspension training: come il nome lascia intuire, si tratta di prendere posizioni in sospensione, dalle rotazioni al crunch, passando per plank e push up.

Le differenze con il fitness

Chi è interessato a seguire un corso di allenamento funzionale ha la possibilità di scoprire, nello sviluppo delle lezioni, le importanti e notevoli differente rispetto al fitness: basti pensare a tutti quegli esercizi che sono finalizzati a potenziare e ad aumentare la forza esplosiva, da svolgere in equilibrio e in condizioni di instabilità. Il suspension training è indicato anche dalla sigla TRX, acronimo che sta per Total Resistance Exercise, e si svolge con un attrezzo che è costituito da due tiranti appesi al soffitto: il vero strumento che si sfrutta per allenarsi, però, è il peso del corpo. Tutti gli esercizi in questione hanno l'obiettivo di rendere i muscoli più tonici, con il carico del corpo che assicura un notevole potenziamento. Le posizioni possono essere cambiate, in modo da dare vita a esecuzioni differenti. Come è facile intuire, allora, con l'allenamento funzionale si va oltre gli schemi tipici del training tradizionale, anche perché ci si basa su alta intensità e tempi brevi. Inoltre, vengono lasciati da parte i macchinari del fitness e del body building.

Dove seguire un corso per personal trainer

Fitnessway è il punto di riferimento a cui ci si può rivolgere nel caso in cui si sia interessati a seguire un corso personal trainer: il programma prevede 24 ore di formazione e, al termine delle lezioni, il rilascio di un diploma riconosciuto Asi/Coni, che è indispensabile per lavorare in modo legale.

Torna anche quest’anno Una partita per la vita, iniziativa promossa da Admo, Aido, Avis, Città di Bobbio e Oratorio San G.Bosco in collaborazione con l’Azienda Usl di Piacenza. In memoria di Michele Lizzori si svolgerà un triangolare di calcio con la Nazionale italiana calcio trapiantati, una rappresentanza del 118 e una squadra di amministratori locali. L’evento prevede anche un momento di informazione sulla donazione di organi, tessuti e cellule e sull’attività di trapianto che si svolgono a Piacenza. 

partita_per_la_vita_2019.jpg

 

Sale la febbre ma crescono anche i numeri dell'edizione 2019 della Farm Run. Crescono gli atleti, crescono i partner e crescono le collaborazioni. Il 22 giugno 2019 a Noceto sarà festa dello sport e dell'amicizia. Un ringraziamento ai partner e ai tanti volontari che sostengono l'iniziativa.

Noceto (PR) 18 giugno 2019 - Sarà il solstizio d'estate a dare il benvenuto alla quinta edizione della FARM RUN (22 giugno 2019 a Noceto - Parma), la spettacolare e originalissima prova energetica nel fango e che anno dopo anno oltrepassa i propri limiti arrivando a sfiorare la perfezione nella scorsa edizione, almeno a sentire le testimonianze di chi l'aveva partecipata.

Tutti in crescita i numeri dell'edizione 2019 della tappa del campionato italiano OCR (Obstacle Course Race Campionato OCR 2019 – Federazione Italiana OCR.) che precede l'appuntamento europeo in Polonia (OCR European Championships.), occasione nella quale il testimone per i campionati 2020 passerà alla nostra federazione (FIOCR Federazione Italiana OCR).

Crescono gli appuntamenti (FarmJUNIOR, e FarmDOG) per il divertimento e lo sport con i propri fedeli "amici" e giovani familiari.
"Il nostro obiettivo primario, sottolineano gli organizzatori (ASD ACME), è divulgare l'attività sportiva all'aria aperta, dove il divertimento rappresenta il motore propulsivo per mantenersi in forma da soli, ma anche con i propri familiari a partire dai figli e nipoti e perché no, i nostri fedeli cani che ci accompagnano ormai in qualsiasi occasione."

Crescono gli atleti che molto probabilmente sfonderanno il muro dei 1000 iscritti (tra competitivi e non) e crescono i partner e fiancheggiatori dell'evento sportivo di Noceto.

Dalle conferme ormai "storiche" come la nocetana AVD Reform (integratori alimentari a base di funghi), il Consorzio del Parmigiano Reggiano, l'Hotel san Marco, Emilbanca e vari ristoranti di Parma e della zona (vedi elenco completo in calce), ai nuovi ingressi dell'edizione 2019 come il Molino Grassi, Rescue Dogs (sicurezza e recupero animali) e lo "Studio Medico Scienza dell'Alimentazione e Dietologia del dottor Federico Cioni", si è recentemente affiancata anche l'Agenzia delle Assicurazioni Generali di Parma, via Mazzacavallo, sempre più attenta alla qualità di vita delle persone e al welfare. Gli obiettivi di comunicazione di Farm Run, secondo quanto dichiarato dai titolari dell'agenzia, sono perfettamente allineati con i loro obiettivi ed è per questa ragione che hanno trovato interessante affiancarsi a questa disciplina sportiva e alla Farm Run in particolare.
"L'Agenzia Generali di Parma - commentano i titolari d'agenzia - è protagonista nel migliorare la vita delle persone, attraverso soluzioni assicurative specifiche dedicandosi al vero ruolo dell'assicurazione: la gestione e la mitigazione dei rischi per le persone e per le istituzioni. Abbiamo a cuore il futuro dei nostri clienti con l'obiettivo di migliorarne la qualità della vita, generando ricchezza e sicurezza tramite consulenza e servizio."

IMG_7085.jpg

 

Insomma, squadra che vince non si cambia, anzi, si allarga.

"Di anno in anno, commentano da ACME Asd, abbiamo raccolto nuovi consensi che sono divenuti strutturali con la Farm Run. un processo che ci auguriamo possa proseguire anche negli anni successivi portando l'evento sportivo di Noceto al vertice della classifica nazionale. Oggi siamo molto vicini e anche se non dovesse essere raggiunto l'obiettivo saremmo pienamente soddisfatti se fossimo riusciti a divulgare e consolidare l'apprezzamento verso uno sport dagli elevati contenuti tecnici ma anche etici e ambientali. Un grazie anticipato a tutti coloro che ci hanno assecondati e ci asseconderanno per i prossimi anni, soprattutto a quelle decine di volontari (tra assistenza ai giudici, giudici federali stessi e staff impiegato nelle diverse mansioni) senza dei quali sarebbe impossibile gestire un così importante evento."

ACME ASD e la sue FarmRUN, FarmJUNIOR e FarmDOG vi aspetta perciò sabato 22 giugno 2019 a partire dalle 9,00 a Noceto (PR) per un'altra giornata di festa, sport e divertimento per tutti, cani compresi.

 

LINK utili

farmrun: http://www.farmrun.it

https://www.facebook.com/farmrun.noceto 

Video Promo: https://youtu.be/BM1WRMidVOw 

Video Promo FarmDog: https://youtu.be/5CRwzQkYA54 

FarmJUNIOR: http://www.farmrun.it/farm-junior?fbclid=IwAR1eE59e42179nakZ8VX3WsJrXXYUDppcu5VP_YwDtypdYzACWKtwGNHX6w 

https://www.gazzettadellemilia.it/component/banners/click/56.html 

 

Il Programma della manifestazione - Noceto 22 GIUGNO 2019 - Centro Sportivo IL NOCE Via A. Sordi, 1
Ore 8,30 Breafing per i Giudici e Volontari
9,15 Breafing con Atleti
9,30 Partenza primo gruppo Competitivi 12 KM
ore 11,00 partenza primo gruppo Non Competitivi 12 Km.
15,00 Premiazioni Competitivi
15,30 Partenza primo gruppo 5 Km Non Competitivi
16,00 Partenza Farm JUNIOR
17,00 Partenza Farm DOG

Programma.jpg

Gli amici e partner di Farm Run 2019 - i links -
- Osteria dei servi http://www.osteriadeiservi.com/osteriadeiservi/default.asp 
- Osteria del teatro http://www.osteriateatro.com/osteriadelteatro/default.asp 
- Warehouse gmbh https://www.runningwarehouse.com 
- Consorzio del Parmigiano Reggiano https://www.parmigiano-reggiano.it 
- Emil Banca https://www.emilbanca.it 
- Fotostudio3 https://www.fotostudio3.com 
- Soul kitchen https://www.facebook.com/SoulKitchenIlNoce/ 
- Centro sportivo il Noce http://www.comune.noceto.pr.it/municipio/uffici/ufficio-patrimonio/impianti-sportivi/centro-sportivo-il-noce 
- Molino Grassi https://www.molinograssi.it 
- Avd Reform http://www.avdreform.it/it/http://www.grupposem.it/1/1/IT/Home_page.htm 
- INC Hotels Group http://www.inchotels.com/it-1/hotel-a-parma-reggio-emilia-e-piacenza/ 
- Parma Rotta http://www.parmarotta.com 
- La Barchetta www.labarchetta.it 
- Nuova editoriale Gazzetta dell'Emilia http://www.gazzettadellemilia.it/cultura/itemlist/user/957-farm-run.html 
- Gruppo SEM http://www.grupposem.it/1/1/IT/Home_page.htm 
- La Verde Bike and Fun http://www.laverdebikeandfun.it 
- Obiettivamente Gruppo Fotografico - https://www.facebook.com/pg/obiettivamentegruppofotografico/about/?ref=page_internal 
- Assicurazioni Generali - https://www.generali.it/Servizi/Trova-Agenzie/?utm_source=Google&utm_medium=cpc&utm_campaign=BRND_AGENZIE_EXACT&utm_term=AdvSearch&prv=search&gclid=CjwKCAjw5dnmBRACEiwAmMYGOSMcJgcGZ6jAAWKcouWyqyJqqq72U4MvPORbg-sWxLgEm6RB2fdCzhoC5FoQAvD_BwE 
- Studio Medico Scienza dell'Alimentazione e Dietologia http://www.dottfedericocioni.it 
- Rescue Dogs https://www.rescuedogs.it 
- Pet & Garden https://www.facebook.com/petgarden.org https://www.instagram.com/pet_e_garden_noceto 
- Rugby Noceto http://www.rugbynoceto.it 

- Pole Dance Parma Asd https://www.poledanceparma.it/#https://www.facebook.com/PoleDanceParma/

 

 

5-ft00000172_6.jpg

Ancora pochi giorni di attesa e il grande tennis sarà di scena a Parma. Da lunedì 17 a domenica 23 giugno il Tennis Club President di Basilicanova (Montechiarugolo) ospiterà la prima edizione degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup, secondo Memorial dedicato a Filippo Ricotti. La manifestazione tennistica di spicco a livello mondiale (54.160 dollari di montepremi più ospitalità per tutti i giocatori) fa parte del circuito ATP Challenger 80 ed è organizzata da MEF Tennis Events, società presieduta da Marcello Marchesini: l’evento tennistico, il più importante dell’anno organizzato in Emilia Romagna, riporta il tennis che conta a Parma dopo diverse stagioni di attesa.

I protagonisti – Il livello di partecipazione alla prima edizione degli Internazionali di Tennis sui campi del President sarà altissimo, come dimostrano i numeri: due atleti tra i primi cento del pianeta, cinque tra i primi duecento e ventuno tra i primi trecento. Si tratta di una batteria di tennisti stellare a livello Challenger, guidata da due punte di diamante come Hugo Dellien e Paolo Lorenzi. Il boliviano è esploso quest’anno, e soltanto nelle ultime tre settimane ha superato il primo turno al Roland Garros e raggiunto i quarti di finale nell’ATP 250 di Ginevra. Per quanto riguarda Lorenzi, qualsiasi parola sarebbe limitante per esaltarne la spettacolare carriera: un esempio di abnegazione e di ferrea volontà, una macchina da guerra a livello Challenger (ne ha vinti addirittura ventidue in mezzo a tante soddisfazione nei tornei “major” ATP). Tra i “big” è doveroso citare anche il giapponese Taro Daniel, di appena tre posizioni fuori dai primi 100 del mondo, e Tommy Robredo, ex numero 5 al mondo e esponente di spicco della corazzata spagnola guidata da Rafael Nadal. 

Per quanto riguarda gli italiani saranno dieci i qualificati di diritto nel tabellone principale, compreso il già citato Lorenzi. Alessandro Giannessi, Stefano Travaglia, Andrea Arnaboldi e Federico Gaio sono tutti nomi di spicco, che vantano numerose partecipazioni in tornei del Grand Slam e una consolidata esperienza a cavallo dei top-100. Una riflessione a parte la merita Gianluigi Quinzi: considerato la più grande speranza del tennis azzurro dopo il trionfo a Wimbledon juniores nel 2013, ma non ancora capace di confermare le enormi aspettative nei suoi confronti.

Gli interventi –Ringrazio il presidente e il direttore del circolo per il duro lavoro svolto in questi anni – ha commentato il sindaco neo-eletto di Montechiarugolo Daniele Friggeriche ha permesso di organizzare questo evento di portata internazionale. Attraverso la nostra amministrazione siamo felici di veicolare i valori sani dello sport di cui un torneo di questo livello è naturale portatore”. 

In occasione della conferenza stampa di presentazione hanno fatto gli onori di casa il presidente  del circolo Romano Botti, il quale ha ringraziato il presidente di APT Emilia Romagna Davide Cassani per aver inserito la manifestazione all’interno del calendario di Parma Capitale della Cultura 2020, l’amministrazione, gli sponsor e lo staff organizzativo di MEF, e il direttore del torneo Fabio Rossi, che ha descritto il tasso tecnico degli atleti in gara: “Sarà una settimana speciale per tutta la nostra comunità e un’occasione unica di vedere all’opera personaggi del calibro di Dellien, appena una settimana fa al Roland Garros, di Paolo Lorenzi, dell’ex numero 5 al mondo Tommy Robredo e della truppa di giovani azzurri, che certamente ben figurerà. Personalmente, oltre a tutti i ringraziamenti di rito, ci tengo a ricordare il nostro Filippo Ricotti, nella speranza che questo sia il modo migliore per onorarlo”.

Alla presenza del vice-sindaco di Parma Marco Bosi, del vice-presidente del consiglio regionale Fabio Rainieri, del vice-presidente del comitato regionale della FIT Roberto Vitale, del rappresentante del CONI Emilia Romagna Andrea Vaccaro e di Gabriele Premoli, rappresentante del title sponsor GoldBet, ha concluso la serie degli interventi Marcello Marchesini, responsabile di MEF Tennis Events: “Con il Tennis Club  President abbiamo firmato un contratto triennale nella certezza di istaurare un rapporto di collaborazione di successo per tutti noi. La nostra società ha organizzato 21 tornei Challenger, incontri di Federation Cup e le finali di Serie A, ma sono convinto che l’appuntamento in rampa di lancio sia un valore aggiunto fondamentale, capace di portare in Emilia Romagna una manifestazione di altissimo livello e di fare da traino a tutto il movimento”.

Le wild card – Sempre in occasione della conferenza stampa di oggi sono state svelate le cinque wild card per il tabellone principale assegnate dall’organizzazione: gli inviti sono andati a Lorenzo Musetti, Giulio Zeppieri, Emiliano Maggioli, Julian Ocleppo e Adelchi Virgili. Per quanto riguarda Musetti e Zeppieri, si tratta degli under 18 più forti d’Italia, rispettivamente numero 1 e numero 16 al mondo nel ranking ITF juniores: in particolare il 2002 carrarese è ritenuto, assieme a Jannik Sinner, il futuro campione tanto atteso dal nostro movimento, dopo gli splendidi risultati ottenuti quest’anno e la vittoria agli Australian Open juniores. Adelchi Virgili invece ha conquistato l’invito aggiudicandosi il Torneo Race do MEF Challenger di San Severo (Foggia), che appunto metteva a disposizione una wild card per Parma: il “genio fiorentino”, seppur non più giovanissimo, è uno dei tennisti più spettacolari di tutto il circuito. In qualificazioni la wild card è destinata a Francesco Forti.

Non solo tennis: una settimana ricca di eventi – La settimana del Challenger parmense non avrà come protagonisti soltanto gli eroi della racchetta. L’organizzazione infatti ha allestito un ricco calendario di eventi collateraliche renderanno gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup un evento di sport e spettacolo a 360°.

Domenica 16 giugno alle ore 18:30 si terrà il raduno del Team Ballkids presso il Centro Commerciale Eurotorri. I campioni del torneo si presteranno a giochi e autografi con i bambini (evento aperto a tutta la cittadinanza). Mercoledì 19 giugno (ore 20:00) è in programma il “Players Party”, una serata con musica e buffet da trascorrere assieme ai i giocatori degli Internazionali all’interno del Tc President. Due giorni dopo, venerdì 21 giugno (ore 10:00), ci sarà un meeting “in-formativo“ (dedicato principalmente agli insegnanti di tennis ma aperto a tutti) di presentazione dell’innovativa macchina lanciapalle Dragonet. 

Tutti i giorni del torneo inoltre sarà possibile accedere al “Dunlop Kids Village”, uno spazio riservato interamente ai bambini (https://www.internazionaliemiliaromagna.com/2019/05/28/dunlop-kids-village/)

Informazioni e biglietteria – Gli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup prenderanno ufficialmente il via lunedì 17 giugno con il tabellone di qualificazione a quattro atleti e il tabellone principale a quarantotto. Sul sito ufficiale della manifestazione (http://www.internazionaliemiliaromagna.com) è possibile seguire tutti gli aggiornamenti in vista dell’inizio della competizione.

L’ingresso ai campi è gratuito da lunedì 17 a giovedì 20 giugno. È previsto un biglietto giornaliero di € 10,00 per le fasi finali del torneo nei giorni 21-22-23 giugno o una formula abbonamento che prevede la tariffa scontata di € 25,00. I ragazzi dai 6 ai 12 anni hanno una riduzione del 50%, mentre gli under 6 sono gratuiti. Per assicurarsi un posto in tribuna è possibile acquistare già da oggi i biglietti online sul sito www.diyticket.it. Tutte le informazioni possono essere richieste all’Ufficio Ticketing & Accrediti ai seguenti recapiti +39 3270798143 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biglietti e abbonamenti: https://www.internazionaliemiliaromagna.com/tickets/.

Le ultime a dare il loro appoggio alla Farm Run 2019 sono state le ragazze della Pole Dance di Parma. Una contaminazione sportiva scoperta durante il 70esimo della UISP che pian piano prende forma.

di LGC Noceto (PR), 10 giugno 2019- Ancora poco più di 10 giorni (sabato 22 giugno) e la quinta edizione della Farm Run avrà inizio.
Un crescendo di apprezzamenti sportivi e organizzativi per uno degli eventi sportivi del circuito nazionale OCR (Obstacle Course Race) più apprezzati, ma soprattutto un continuo ingresso di nuovi "amici", partner e sostenitori che contribuiscono a elevare l'apprezzabilità e la accoglienza della manifestazione.

E' delle scorse ore la conferma della presenza di una rappresentanza del POLE DANCE PARMA le quali, oltre a deliziare con alcune esibizioni, probabilmente una loro squadra si sfiderà nella 5 km.

"Una contaminazione sportiva avvenuta per caso lo scorso settembre, hanno dichiarato gli organizzatori di Farm Run. Eravamo affiancati durante i festeggiamenti del 70esimo anniversario di UISP e mentre noi eravamo attratti dalla loro leggiadra sensualità mentre eseguivano impensabili evoluzioni sui pali o sui tessuti, alcune di loro hanno tentato, peraltro con successo, alcuni ostacoli che avevamo portato in esibizione. Ed ora, a nove mesi di distanza eccoci a partorire questo primo esempio di collaborazione, che ci auguriamo possa proseguire in un reciproco, piacevole e gratificante successo."

giogy-500x320.jpgLorenza.jpg

 

Molte le novità che la quinta edizione della Farm Run offre dal punto di vista sportivo. Un evento sempre più aperto alla divulgazione della sana pratica sportiva grazie anche alla collaborazione con lo Studio Medico Scienza dell'Alimentazione e Dietologia ( http://www.dottfedericocioni.it ) e alla ampia gamma di percorsi non competitivi dedicati al divertimento e a mettere alla prova i propri limiti in totale sicurezza.

Gli eventi sportivi del 22 giugno 2019 offerti a Noceto da Farm Run:

Una domenica di sport e divertimento per i 5.089 color runner protagonisti della prima tappa della fun race più divertente del mondo - (Foto e Gallery di LaPresse)

Parma, 09 Giugno 2019 - Per la prima volta, The Color Run #LoveTour ha invaso le strade di Parma oggi, domenica 9 giugno: un vero successo per questo coloratissimo appuntamento che ha visto il coinvolgimento di ben 5.089 partecipanti e che si è svolto a conclusione del ricco programma di eventi di «Alè Parma Sport Festival», una due giorni coordinata dal Comune di Parma per avvicinare le giovani generazioni all'attività sportiva.

La 5 chilometri non competitiva dai colori dell'arcobaleno, organizzata in Italia da RCS Sports & Events/RCS Active Team, si riconferma un format estremamente apprezzato da tutti e in grado di coinvolgere un pubblico sempre più variegato: adolescenti, genitori con i loro piccoli e gli amici a quattro zampe, tutte le generazioni sono state protagoniste di questa giornata. Una vera festa, ispirata al tema LOVE, l'amore in tutte le sue sfumature; la fun race più attesa dell'anno è stata un inno allo sport, al benessere, alla voglia di stare insieme e celebrare l'arrivo della stagione estiva.

Marco Bosi, Vice Sindaco di Parma con delega allo Sport ha affermato:"Per il primo Festival dello Sport abbiamo voluto fare le cose in grande e non poteva esserci chiusura migliore che con The Color Run. I valori della fun race più bella del mondo sono gli stessi della nostra tre giorni: divertimento attraverso lo sport e lo stare insieme. Rimarrà una corsa indimenticabile per la nostra città"

"Il Festival dello Sport organizzato dal Comune di Parma si sposa perfettamente con lo spirito di The Color Run #Lovetour. Dal suo esordio, più di 400 mila persone hanno partecipato alla corsa più divertente e colorata del pianeta e molti hanno, poi, continuato a correre perché è uno sport amico del benessere delle persone. Questo conferma che The Color Run è un 'veicolo divertente' per condurre le persone a fare sport", ha sottolineato Andrea Trabuio, Head of Mass Events di RCS Sports & Events.

Con partenza dal Parco della Cittadella, cuore pulsante della manifestazione, i color runner hanno percorso un tracciato davvero unico che dalla storica location li ha condotti per le vie del centro storico. Ad ogni chilometro, a rendere spettacolare e ancora più divertente la corsa, ci hanno pensato i sette punti divertimento: 5 punti colore, 1 bolle e 1 schiuma.

La festa è proseguita al Color Village, collocato proprio nel Parco della Cittadella, dove musica e intrattenimento hanno riscaldato l'atmosfera e il lancio dei color blast ha dipinto dei colori dell'arcobaleno tutti i partecipanti.

Sul palco, la speaker ufficiale Chiara Giorgianni, ha coinvolto il caloroso pubblico accompagnata dalla musica di Radio Italia, radio partner dell'evento, introducendo le straordinarie esibizioni della TNT CREW, gruppo hip hop vincitrice del Crazy Dance Contest nel 2018 e 2019, diKIRA, il meraviglioso performer che abbina la forza fisica derivante da anni di breaking alla grazia del Rou Cyr, finalista di Italia's Got Talent 2016 e dei iMARCHIATI, gruppo musicale italiano che ha presentato l'ultimo singolo alla città della musica!

A Parma, che per la prima volta ha accolto questa straordinaria manifestazione, c'è stata una vera e propria esplosione di colori inaugurando nel migliore dei modi l'edizione 2019 della The Color Run #LoveTour pronta a invadere le strade delle altre tappe italiane!

Il CALENDARIO - Quattro le tappe del #LoveTour 2019: dopo Parma il 9 giugno seguiranno Lignano Sabbiadoro il 27 luglio con la sunset edition, prima tappa al mare, Torino l'8 settembre e Milano il 14 settembre per il gran finale.


LE ISTITUZIONI E I PARTNER COINVOLTI - Comune di Parma, Città di Lignano Sabbiadoro, Comune di Milano e Arexpo, Comune di Torino. eBay // OPPO // Vitasnella. Local partner: MISURA (Colussi). Media Partner: Radio Italia - La Gazzetta dello Sport. Charity Partner: Lega Italiana Fibrosi Cistica

(foto: credits LaPresse -)

Langhirano 9 giugno 2019 - Grande successo per la sesta edizione dell'iniziativa "Sportiva@Mente Langhirano", presso il Parco Allende. Un evento dedicato allo sport, al fitness e alla danza, ma soprattutto a chi decide di trascorrere una giornata all'insegna del divertimento. Protagonista indiscusso dell'iniziativa è stato il pubblico, che oltre ad assistere alle varie esibizioni, ha partecipato alla divertente ed originalissima "Coloramente@Run.

Ma Sportiva@Mente Langhirano non è solo spensieratezza e divertimento, è anche altruismo e beneficenza e proprio per questo motivo, gli organizzatori hanno deciso di donare una parte del ricavato a "Lollo", un ragazzo che da 10 anni lotta con tutte le sue forze contro una grave malattia chiamata "Fibrosi Cistica".

Sulla pagina Facebook di Sportiva@Mente Langhirano, un post che riassume il programma della giornata appena trascorsa: https://www.facebook.com/sportivamentelanghirano/

(Foto e Gallery di Valentina Carpin)

 

PR-Langhirano_Sportivamente_9giu19-PHOTO-2019-06-09-22-35-22.jpg

L'evento sportivo, che è anche un'occasione di promozione del territorio, è stato presentato oggi pomeriggio in Provincia da Garbasi, Cesari, Pavarini.

Parma, 6 maggio 2019 – Mercoledì 19 giugno Sorbolo Mezzani ospiterà la partenza della 5a tappa in linea del Giro d'Italia Under 23, la più ambita e prestigiosa corsa a tappe internazionale per i grandi talenti mondiali del ciclismo Under 23, in programma dal 13 al 23 giugno.

L'evento sportivo è stato presentato oggi in Provincia dal Vice Presidente della Provincia di Parma con delega allo Sport Alessandro Garbasi, il Sindaco di Sorbolo Mezzani Nicola Cesari, il Direttore d'organizzazione del Giro d'Italia Under 23 Marco Pavarini.

La tappa Sorbolo Mezzani (Pr) - Passo Maniva (Bs) sarà una delle frazioni più importanti ai fini dell'esito agonistico del Giro d'Italia Under 23. Dopo la partenza da Sorbolo Mezzani e il passaggio a Mezzano Superiore e Colorno, il gruppo andrà verso Casalmaggiore, attraversando le province di Cremona, Mantova e Brescia. Il traguardo, dopo 158,3 km e 1.800 metri di dislivello, sarà posto ai 1.744 metri di altitudine del Passo Maniva, di fronte alla Hotel Locanda Bonardi.

"Ben volentieri abbiamo ospitato a Palazzo Giordani la presentazione di questo grande appuntamento sportivo di rilievo internazionale – dichiara il Vice Presidente della Provincia di Parma Garbasi - Il Giro d'Italia Under 23 è una macchina organizzativa che gestisce una carovana di 600 persone, oltre 6.000 posti letto, l'allestimenti di 20 villaggi sponsor nelle partenze e arrivi di ogni tappa, una community con oltre 1 milione di contatti e soprattutto la messa in sicurezza di 1.200 km per consentire il passaggio della corsa. E' evidente che si tratta di un evento straordinario sia per la promozione dello sport tra i giovanissimi e le famiglie, soi ma anche un'occasione per la promozione del nostro territorio, dei suoi percorsi turistici, della ricchezza gastronomica e delle tipicità locali."

"Per Sorbolo Mezzani la partenza della 5a tappa del Giro d'Italia Under 23 rappresenta anche una occasione di promozione e valorizzazione dei futuri percorsi turistici, tra cui la "Food Valley Bike", pista ciclabile che consente di coniugare la passione per lo sport, il suggestivo contesto paesaggistico e la ricchezza gastronomica e i prodotti tipici di questa terra - aggiunge il Sindaco Nicola Cesari - Per il nuovo comune di Sorbolo Mezzani è un il primo step di un ampio programma finalizzato a generare nuove opportunità turistiche, che stiamo già progettando per arrivare pronti all'appuntamento di Parma 2010, anche con la promozione del turismo ciclabile."

«Il Giro d'Italia Under 23 è ripartito dall'Emilia-Romagna, dove ha trovato amministrazioni sensibili e reattive alla nostra mission di portare innovazione nel ciclismo e di favorire la crescita dei giovani e del movimento ciclistico italiano - aggiunge Marco Pavarini, Direttore di organizzazione del Giro d'Italia Under 23 - Questa gara cresce anno dopo anno, non solo in Italia ma anche a livello internazionale: lo dimostra il numero di richieste di partecipazione giunte dall'estero e la crescente attenzione dei media nazionali e internazionali. Il Giro Under 23 oggi è un grande palcoscenico di sport e promozione, per il ciclismo, per i territori e per i nostri partner che credono nel progetto».

Il Giro d'Italia Giovani Under 23 Enel è un appuntamento di fondamentale importanza per la crescita del movimento ciclistico italiano, organizzato per il terzo anno consecutivo dalla società romagnola Nuova Ciclistica Placci 2013 di Mordano (Bo) presieduta da Marco Selleri (Direttore generale del Giro U23), che ha collaborato da subito con Clinic 4, struttura di Temporary Management con sede a Parma diretta da Marco Pavarini.

Rilanciato nel 2017 (mancava dal 2012) sotto l'impulso del CT Davide Cassani, e voluto fortemente dal presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco, il Giro d'Italia Under 23 si svolgerà dal 13 al 23 giugno 2019, toccando cinque Regioni (Emilia-Romagna, Toscana, Lombardia, Trentino e Veneto) e consentendo di confrontarsi ai massimi livelli del ciclismo Under 23 a 176 giovani atleti, in rappresentanza di 31 società sportive da 11 Paesi nel mondo.

Nella foto: Luca Righetti, Alessandro Freschi, Marco Pavarini, Isotta Barbieri, Nicola Cesari, Alessandro Garbasi

Mercoledì, 05 Giugno 2019 07:45

Una gamba per i 1.000 km della Francigena

ANDREA DEVICENZI (Atleta Paralimpico) -  Un Passo alla volta, l atleta Paralimpico Andrea Devicenzi, sta percorrendo i 1.000 chilometri che separa San Pietro in Roma da l Passo del Gran San Bernardo in Valle d Aosta con la sua gamba l e sue due stampelle e da i su oi sponsor storici quali Parmovo, Bmw, Quixa e Dama Abbigliamento Terminati i primi 300 chilometri, p artirà il prossimo mercoledì 5 giugno il 4 ° Step che porterà Andrea e tutto il suo team da Montale fino a Berceto , in cui si lascerà alle spalle la sua Pianura Padana per addentrarsi sulle Colline P armensi , arrivando ai piedi del Passo della

Per la prima volta dopo le 15 tappe precedenti , ad accompagnare la squadra di Viaggi in Gamba (pagina facebook e www.viaggingamba.it ) sarà il sole, uscito da alcuni giorni e che visto le previsioni, non mancherà nemmeno nei prossimi giorni. Devicenzi anche per queste 5 tappe ha preferito mantenersi su distanze non troppo sfidanti, senza mai superare i 25 giorni, lunghezza a d oggi molto difficile da superare.
La squadra di Andrea, formata da esperti nel settore inge gneristico, materiali e soluzioni legate alla disabilità, stanno lavorando a materiali e soluzioni per aumentare il chilometraggio giornaliero, ma soprattut to per togliere e/o alleviar e difficoltà che incontrano le persone che deambulano con le stampelle"

La Via Francige na , mia seconda esper ienza in cammino, è un proseguo del mio percorso interiore di crescita personale che vede in questi 1.000 chilometri un aspetto nuovo "", portare la mia esperienza ultr a ventennale nell utilizzo di questo ausilio, al servizio di tutti. Il superamento di moltissime barriere e l aver a ccettato e raggiun t o sfide all apparenza impossibili, mi ha portato a capire i punti deboli di ciò che c è oggi sul mercato e du nque lavorare e testare cosa fare per ovviare a questi limiti.
E una sfida nella sfida , affrontata con Passione, Costanza e Divertimento Devicenzi ricorda a tutti che chiunque può camminare al suo fianco per il tempo ed i chilometri che preferisce, queste le tappe:

Queste le tappe:
Mercoled ì 5 Giugno Montale Fiorenzuola

Giovedì 6 Giugno Fiorenzuola Fidenza

Venerdì 7 Giugno Fidenza Medesano

Sabato 8 Giugno Medesano Bardone

Domenica 9 Giugno Bardone Berceto


Brevemente la STORIA di Andrea
Corre l'anno 1990, ho 17 anni, ed in sella alla mia 125cc perdo per sempre la gamba sinistra in un incidente stradale. Coricato in un letto di ospedale e con una gamba in meno, nella mia vita prende il d o minio la parola IMPOSSIBILE
Ma pian piano con il passare degli anni sono riuscito a sgretol are quel muro grazie all e sfide vinte, alle scon fitte e ai traguardi raggiunti tramutando cosi la parola IMPOSSIBLE in I'M POSSIBLE...
Pratico sport sin dall 'età di 5 anni: Judo, Calcio, Canoa, e nel 2007, entra nella mia vita la mia prima due ruote a pedale.

Andrea_Devicenzi-Via_Francigena-57568417_827505987583366_6517146876318318592_n_1.jpg

 

 

 

Negli ultimi mesi ha cambiato categoria, scendendo da 64 a 60 kg e ora si prepara alle selezioni per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Valentina Alberti, bolognese, classe 1994, questa mattina è stata premiata in Regione dal presidente Stefano Bonaccini. L’atleta fa parte del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito con il grado di caporale maggiore ed è capitano della Nazionale Italiana di Pugilato. Nel fine settimana appena trascorso Valentina è uscita vittoriosa nel ‘dual match’ con la Nazionale indiana a Biella.
 
Quest’anno, a febbraio, ha conquistato la medaglia d'oro nel corso della 70ma edizione del Torneo internazionale di Strandja in Bulgaria, con 43 nazioni partecipanti, prima donna italiana di sempre a vincere l'oro. Successivamente, a marzo, altra medaglia d'oro al Torneo Internazionale "Les Ceintures” ad Argenteuil in Francia con 26 nazioni. Con la premiazione, la Regione Emilia-Romagna ha voluto sottolineare l’impegno e i risultati conseguiti dall’atleta. “Farò del mio meglio per tenere alto il nome di Bologna nel mondo”.
 
Valentina_Alberti_Italia_Boxe.jpg
 
La carriera
 
Valentina ha iniziato a tirare i primi pugni alla storica Pugilistica Tranvieri di Bologna, con i maestri Sergio Rosa e Sergio Di Tullio. Dal 2015 è entrata nell’Esercito al Centro Olimpico della Cecchignola a Roma, allenata dal maestro Michele Cirillo, unica donna pugile in un gruppo di cinque uomini.
Valentina è stata chiamata nel 2011 nella Nazionale Italiana di Pugilato, allenata dal maestro Emanuele Renzini. Nel 2014 ha vinto l’oro nel torneo “Talent League of Boxing”. Nello stesso anno ha conquistato il primo posto ai Campionati Italiani Assoluti a Roma. L’anno successivo è medaglia d’argento alla prima edizione dei Giochi Olimpici Europei a Baku. Nel 2016 ha vinto nuovamente l’oro ai Campionati Italiani Assoluti a Bergamo.
 
Il suo record è di 74 incontri, 49 vittorie, 22 sconfitte e 3 pareggi. Prossimi impegni nel 2019: mondiali, europei, olimpiadi militari in Cina e, appunto, le qualificazioni per Tokio 2020.

 

 

A poco più di 30 giorni dall'evento (22 giugno 2019) è stato presentato ufficialmente alla stampa l'evento sportivo che da 5 anni apre l'estate di Noceto e che da quest'anno vede il coinvolgimento di nuovi e qualificati attori. Un nuovo nucleo di organismi e specialisti che vanno a rafforzare il legame tra la manifestazione sportiva e il territorio che l'ha tenuta a battesimo nel 2015.

Noceto, 21 maggio 2019 - E' Lamberto Colla, portavoce della organizzazione di Farm Run a nome di ACME ASD, a esprimere la grande soddisfazione per le collaborazione che si sono innestate sul già solido modello organizzativo dell'evento sportivo considerato uno dei più belli e apprezzati del Campionato Italiano OCR. "Innanzitutto la riconferma della collaborazione con il Centro Sportivo il NOCE, qui rappresentata da Simone Alberici, è stata la naturale conseguenza a seguito del pieno successo conquistato lo scorso anno. Ma quest'anno altri due importanti accordi si sono aggiunti al mosaico, sempre più colorato, della Farm Run: Rescue Dogs, qui presente con Jair Zurolo e Denis Madini (addestratore) con i quali si innalzerà il livello di sicurezza e con i quali , in collaborazione con Alessandro Tagliapietra (Pet & Garden), si è organizzata la prima edizione di Farm DOG . A questa collaborazione si anche aggiunto il parternariato Scientifico con lo Studio Medico della Scienza dell'Alimentazione e Dietologia nella persona dello stesso Dottor Federico Cioni con il quale si è intrapreso un percorso educativo per divulgare un approccio consapevole allo sport per condurre un' attività fisica nel pieno benessere, rispettando il triangolo "magico" composto da Alimentazione, Riposo e Allenamento. Infine, ma non da ultimo la contaminazione di Farm Run con il Rugby Noceto, un pilastro sportivo per Noceto e non solo, con il quale stiamo ragionando circa collaborazioni su diversi piani, uno dei quali sarà sicuramente quello educativo e divulgativo sul tessuto giovanile. Sta quindi prendendo forma, conclude Lamberto Colla, il progetto iniziale di creare una manifestazione originale e duratura nel tempo ma soprattutto condivisa e supportata da larga parte di Noceto, una manifestazione di tutti e per tutti".

Giuseppe Ronchini, Presidente di ACME ASD l'associazione sportiva sulla quale grava l'organizzazione della gara, oltre a esprime la grande soddisfazione per il considerevole salto di qualità realizzato anche quest'anno, a conferma della correttezza dell'impostazione iniziale che ha sempre puntato sulla qualità dei servizi offerti. "Qualità organizzativa, selettività e originalità degli ostacoli, oltre alla qualità nei servizi offerti agli atleti e ai partner, sponsor compresi, è l'atteggiamento che ci sta premiando edizione dopo edizione. A differenza di altre associazioni sportive, che si sono affacciate a questo tipo di manifestazione e che, nonostante una maggiore presenza organizzativa iniziale, hanno dovuto arrendersi quasi subito di fronte alle innumerevoli difficoltà e alle elevate, quanto giustificate, aspettative degli atleti. Ecco quindi che l'ampliamento qualificato delle strutture, che con noi collaborano, è di buon auspicio per nuovi e più impegnativi traguardi. Ricordo infine che l'anno prossimo il Campionato Europeo OCR si svolgerà in Italia e che sono personalmente parte attiva nella Federazione (FIOCR - Federazione Italiana Obstacle Course Race ndr) chiamata alla organizzazione di questo grande evento sportivo".

Maurizio Minotti, organizzatore e tesoriere di ACME ASD, sottolinea gli elevati traguardi raggiunti dalla Farm Run e il sostegno al fattore educativo che si è inteso rafforzare con l'introduzione della Farm Junior e della Farm DOG. "Siamo riusciti in pochi anni a creare una delle manifestazioni OCR più importanti d'Italia. Siamo qualificanti per i Campionati Europei e una delle sole due gare abilitate a qualificare gli atleti per i Mondiali OCR. Questo vuol dire far convergere su Noceto un buon numero di atleti. Quest'anno dovremmo abbondantemente superare i 1.000 atleti creando quindi anche un indotto economico per Noceto e zone limitrofe legato al turismo. Avremo atleti provenienti da Pordenone a Palermo che vogliamo siano ambasciatori dei nostri prodotti, portandosi a casa un "buon ricordo della nostra ospitalità".

"Quando nel 2015, interviene Daisy Bizzi assessore alle attività produttive del Comune di Noceto, Giuseppe Ronchini ci ha proposta la manifestazione, abbiamo avuto difficoltà a comprendere il valore di questa manifestazione, ma sin dalla prima edizione abbiamo potuto constatare la sua originalità e anche bellezza, per lo spirito di grande sportività degli atleti che si erano iscritti. Anno dopo anno abbiamo potuto registrare una costante e benefica evoluzione della gara e della manifestazione nel suo complesso e sono felice che si stia sempre più radicando nel tessuto sociale di Noceto".

Federico Cioni, dello Studio Medico della Scienza dell'Alimentazione esprime la sua personale e di tutto il Team dello Studio medico, soddisfazione per questo inizio di collaborazione con la Farm Run. "Come anticipato da Lamberto Colla, il nostro obiettivo è di preparare non solo gli atleti che prendono parte a particolari imprese sportive, ma anche e soprattutto tutti gli appassionati che intendono praticare la proprio preferita disciplina sportiva ma condotta nell'assoluto benessere psico fisico. Qualsiasi attività fisica non deve prescindere da un corretto stile alimentare e personalizzato." Sfidare i propri limiti - prosegue il dottor Cioni, è positivo se questi sono conosciuti, ma per conoscerli occorre fare una serie di accertamenti medici, funzionali e strumentali. "Occorre perciò avere un approccio MULTIDISCIPLINARE alla medicina dello sport", conclude il medico.

Per Andrea Barbieri, preparatore di mischia e nutrizionista del Rugby Noceto, "è stato semplice intendersi con gli organizzatori di Farm Run, dopo avere compreso di poter condividere con loro alcuni valori fondamentali, come quello della collaborazione e l'apporto della collegialità per il raggiungimento degli obiettivi personali e di squadra".

A chiudere gli interventi è Fabio Fecci, sindaco di Noceto, il quale si è complimentato con la caparbietà, la costanza e l'intelligenza che gli organizzatori hanno saputo mettere in campo. "Ho visto - sottolinea Fecci, come si sono mossi Giuseppe Ronchini, Maurizio Minotti e Lamberto Colla per raggiungere questo straordinario risultato di aggregazione tra associazioni del territorio. E' la strada che dovrà essere seguita anche per il futuro, dove ognuno difenderà e valorizzerà il proprio "campanile" ma tutti insieme potranno contribuire a elevare lo Sport di Noceto a grandissimi livelli. E' un gran piacere poterlo affermare proprio dall'interno di questo bellissimo Centro Sportivo che sta vivendo una nuova e gloriosa vita da quando la gestione è passata nelle mani delle attuali associazioni sportive, rappresentate oggi da Simone Alberici"

Alla conferenza Stampa era presente anche Federica Grassi (Molino Grassi), azienda che avrà un ostacolo dedicato alla attività molitoria all'interno del percorso FARM RUN, in rappresentanza delle imprese del territorio che hanno voluto sostenere la manifestazione (Consorzio del Parmigiano Reggiano, AVD Reform e Emilbanca ad esempio).

Il Programma della manifestazione - Noceto 22 GIUGNO 2019 - Centro Sportivo IL NOCE Via A. Sordi, 1
Ore 8,30 Breafing per i Giudici e Volontari
9,15 Breafing con Atleti
9,30 Partenza primo gruppo Competitivi 12 KM
ore 11,00 partenza primo gruppo Non Competitivi 12 Km.
15,00 Premiazioni Competitivi
15,30 Partenza primo gruppo 5 Km Non Competitivi
16,00 Partenza Farm JUNIOR
17,00 Partenza Farm DOG

Programma.jpg

Gli amici e partner di Farm Run 2019 - i links -
- Osteria dei servi http://www.osteriadeiservi.com/osteriadeiservi/default.asp 
- Osteria del teatro http://www.osteriateatro.com/osteriadelteatro/default.asp 
- Warehouse gmbh https://www.runningwarehouse.com 
- Consorzio del Parmigiano Reggiano https://www.parmigiano-reggiano.it 
- Emil Banca https://www.emilbanca.it 
- Fotostudio3 https://www.fotostudio3.com 
- Soul kitchen https://www.facebook.com/SoulKitchenIlNoce/ 
- Centro sportivo il Noce http://www.comune.noceto.pr.it/municipio/uffici/ufficio-patrimonio/impianti-sportivi/centro-sportivo-il-noce 
- Molino Grassi https://www.molinograssi.it 
- Avd Reform http://www.avdreform.it/it/http://www.grupposem.it/1/1/IT/Home_page.htm 
- INC Hotels Group http://www.inchotels.com/it-1/hotel-a-parma-reggio-emilia-e-piacenza/ 
- Parma Rotta http://www.parmarotta.com 
- La Barchetta www.labarchetta.it 
- Nuova editoriale Gazzetta dell'Emilia http://www.gazzettadellemilia.it/cultura/itemlist/user/957-farm-run.html 
- Gruppo SEM http://www.grupposem.it/1/1/IT/Home_page.htm 
- La Verde Bike and Fun http://www.laverdebikeandfun.it 
- Obiettivamente Gruppo Fotografico - https://www.facebook.com/pg/obiettivamentegruppofotografico/about/?ref=page_internal 
- Assicurazioni Generali - https://www.generali.it/Servizi/Trova-Agenzie/?utm_source=Google&utm_medium=cpc&utm_campaign=BRND_AGENZIE_EXACT&utm_term=AdvSearch&prv=search&gclid=CjwKCAjw5dnmBRACEiwAmMYGOSMcJgcGZ6jAAWKcouWyqyJqqq72U4MvPORbg-sWxLgEm6RB2fdCzhoC5FoQAvD_BwE 
- Studio Medico Scienza dell'Alimentazione e Dietologia http://www.dottfedericocioni.it 
- Rescue Dogs https://www.rescuedogs.it 
- Pet & Garden https://www.facebook.com/petgarden.org https://www.instagram.com/pet_e_garden_noceto 
- Rugby Noceto http://www.rugbynoceto.it 

- Pole Dance Parma Asd https://www.poledanceparma.it/#https://www.facebook.com/PoleDanceParma/

 

 

5-ft00000172_6.jpg

Presso il campo di softball “Stuard 2” del complesso sportivo di San Pancrazio Parmense, ieri sera si è svolta la partita tra giocatori ed ex giocatoriche si sono avvicinati al baseball grazie a Don Sergio. La squadra di softball amatoriale Virales ha promosso l’iniziativa perchè "non esiste giocatore di baseball cresciuto sportivamente a Parma che non abbia, direttamente o indirettamente, un debito di riconoscenza nei confronti di Don Sergio Sacchi”.

Farlo sul campo è il modo migliore per ricordare Don Sergio Sacchi.  

L’incontro è stato disputato dalle due simboliche squadre di “San Vitale” e “Santa Maria del Rosario”, ovvero tra le rappresentative di due tra le parrocchie cittadine dove Don Sergio ha lasciato un segno indelebile. La Parrocchia di Santa Maria del Rosario capitanata da Michele, il nipote di Don Sergio, quella della Parrocchia di San Vitale, selezionata da Gianluca Agoletti, presidente della Cooperativa il Giardino.

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_009.jpg

Il ricavato dell'evento sarà destinato a sostenere la Cooperativa Il Giardino.

 

Don Sergio Sacchi

Nato nel 1935 e Sacerdote dal 1960, Don Sergio Sacchi è stato Cappellano di Ognissanti e Santa Maria del Rosario dal 1960 al 1966; Santa Maria del Rosario ha sede in via Aristo e Giuseppe Isola. Grazie a Don Sergio, crescerà giocando nei cortili della Parrocchia in quegli anni una generazione di futuri campioni il cui simbolo è il grande Giorgio Castelli.

Don Sacchi tornerà a Santa Maria del Rosario come Parroco nel 1978, non prima di essere stato Parroco a Baganzola (1966-1971) e a San Vitale (1971-1978), in via della Repubblica.

Lasciata la Parrocchia di Santa Maria del Rosario nel 2000 Don Sergio Sacchi, che nel frattempo (1983-1986) era stato anche Vicario Episcopale, divenne Canonico della Cattedrale nel 2000 e lo rimase fino al 2005. Successivamente è stato Parroco moderatore a Fontanellato (2005-2010) e Parroco moderatore a Gaiano (2010-2016).

Don Sergio Sacchi si è spento, dopo una strenua lotta con la malattia, il 7 giugno del 2018. Il sito della Diocesi di Parma lo ha voluto ricordare per le rivoluzioni che sapeva mettere in atto grazie alla “dolcezza del suo volto sorridente”.

 

Foto a cura di Francesca Bocchia

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_015.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_016.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_017.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_018.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_019.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_022.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_024.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_025.jpg

 

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_032.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_035.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_051.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_056.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_072.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_081.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_086.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_089.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_092.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_093.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_098.jpg

PARTITA_BASEBALL_DON_SERGIO_SACCHI_PARMA_2019_100.jpg 

 

Ritorna domani a Lignano Sabbiadoro l’appuntamento con le World Series di Nuoto Paralimpico e Giulia Ghiretti è pronta a dare il meglio di sé nell’unica tappa italiana del circuito.

“È una gara importante, a cui parteciperanno molte delle migliori atlete al mondo - ha dichiarato la nuotatrice parmigiana - Non posso lamentarmi dello stato di forma, mi sento bene e sono carica. Mi avvicino a queste World Series con molto interesse sotto tanti punti di vista, non ultimo gli effetti della nuova nuotata che sto provando in allenamento e dalla quale mi aspetto dei progressi”.

In una delle tappe più numerose di questa edizione delle World Series, teatro della competizione sarà la piscina del villaggio “Bella Italia” di Lignano Sabbiadoro, capace di ospitere oltre 400 atleti provenienti da 34 nazioni. 246 di loro lotteranno per aggiudicarsi il pass per i Mondiali di Londra in programma a settembre di quest’anno e per ottenere il tempo minimo per le Paralimpiadi di Tokyo 2020.

Giulia Ghiretti sarà impegnata giovedì 30 maggio nei 100m stile libero e nei 50m dorso S5; venerdì 31 nei 100m rana SB4; sabato nei 200m misti SM5 e nei 50m stile libero S5; infine domenica nei 50m delfino S5.

“Punto a fare bene nei 100 rana e nei 50 delfino e non mi dispiacerebbe raggiungere almeno un'altra finale in una delle altre gare” – ha concluso la nuotatrice in forza a Ego Nuoto.

Prossimo appuntamento in vasca per Ghiretti sarà ad inizio luglio per i Campionati Italiani di Busto Arsizio.

 

Serie A: Il Parma Calcio si congeda con una sconfitta nel giorno dell’addio di De Rossi: un gol all'88' di Perotti permette alla Roma di piegare i ducali. A nulla serve il momentaneo pareggio di Gervinho che replica all'iniziale gol di Pellegrini. Il capitano giallorosso lascia i capitolini tra le lacrime dopo 18 stagioni e 616 presenze. 

Parma - di Luca Gabrielli

E’ stata una partita surreale, bagnata dall’addio del simbolo romanista Daniele De Rossi dopo quasi vent’anni nella Roma. In palio non c’era nulla con i giallorossi già fuori dalla lotta Champions e il Parma salvo da una settimana dopo la vittoria in casa contro la Fiorentina. Una domenica di lacrime tra gli spalti dell’Olimpico per il saluto di un’altra bandiera, che si ammaina dopo neanche due anni dallo shock del ritiro del mito Francesco Totti. Daniele De Rossi infatti lascia la sua casa ma non il calcio giocato con più di 600 battaglie combattute per la causa romanista e molto probabilmente si accaserà all’estero con un ultimo contratto faraonico.

I crociati dal canto loro arrivano all’ultima giornata senza alcun obiettivo, dopo la salvezza conquistata con le unghie nel match casalingo contro i viola. E’ stata una settimana di festeggiamenti a Parma e di riflessioni sulle decisioni da prendere nel prossimo futuro, sia per la guida tecnica sia per le strategie di mercato da pianificare. D'Aversa, malgrado la conquistata salvezza, cambia solo due pedine nella squadra che ha battuto la Fiorentina dando spazio, tra i pali, a Frattali e restituendo una maglia al centro della difesa ad Alves, vista l'indisponibilità di Bastoni. La Roma inizia contratta e per poco il Parma non ne ha approfitta: L’ex Mirante si supera con un grande intervento per sventare una conclusione velenosa a giro di Gervinho, lanciato solo in area in contropiede. Ma al 35’ è la squadra di casa a passare in vantaggio con un pizzico di fortuna: Pellegrini si lancia su una corta respinta di Gobbi e di sinistro batte Frattali, complice una decisiva e sfortunata deviazione sotto l'incrocio di Gagliolo. 

 

IL PARMA SFIORA IL PAREGGIO MA PEROTTI REGALA L’ULTIMA VITTORIA A DE ROSSI

Nella prima mezz’ora della ripresa l'unico brivido lo provoca Perotti con un tiro in diagonale deviato sul palo da Frattali. A balzare all’occhio è la standing-ovation di tutto lo stadio all’80’ quando il capitano De Rossi lascia per l’ultima volta il campo per dar spazio a Under. Il capitano abbraccia tutti, avversari inclusi tra interminabili applausi. Passano cinque minuti e l’altro ex di turno Gervinho, smarcato in area da Machin, fulmina Mirante riportando il risultato in parità.Sembra tutto scritto per una X e invece Perotti che, come avvenuto per l'addio di Totti due anni, decide di non rovinare la festa del proprio capitano schiacciando in rete di testa un cross di Under, fissando il risultato sul due a uno finale.

Il campionato termina cosi tra le lacrime di commozione per un campione che lascia. 

Il Parma invece saluta già alcune sue pedine fondamentali come Bastoni e Inglese, giunti in prestito rispettivamente da Inter e Napoli che tramite il canale Instagram ringraziano tifosi e società per il bellissimo anno e si congedano da vincitori.

Sono stati due elementi fondamentali in questa stagione per il mister D’Aversa che dovranno essere rimpiazzati al meglio durante il mercato estivo da Faggiano per cercare di non farli rimpiangere. Adesso però si va in vacanza con la consapevolezza che il Parma è ritornato nel calcio che conta definitivamente e orgogliosamente. 

La Giornata degli sport paralimpici il 31 maggio a Bazzano. Dalle 9 alle 16 si potranno conoscere e sperimentare molte discipline paralimpiche. E’ stata presentata stamattina in Provincia da Garbasi, Grossi, Viglioli, Erasmi e gli esponenti delle associazioni sportive aderenti.

Parma, 27 maggio 2019 -

Venerdì 31 maggio dalle 9 alle 16 il paese di Bazzano, nel Comune di Neviano degli Arduini, ospiterà la “Giornata degli sport paralimpici”, dedicata alle scuole primarie e secondarie di Neviano e Traversetolo ma aperta a tutti.

Sarà l’occasione per provare tanti sport paralimpici (tennis tavolo, calcio, sitting volley, canoa, pallavolo, judo, karate, ginnastica, badminton, scherma, hockey in carrozzina, skating, battojutsu, basket in carrozzina, handbike), grazie alle dimostrazioni di atleti con disabilità che guideranno i giovani a provare attività sportive che ancora non tutti conoscono.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina in Provincia dal Vice presidente e Sindaco di Neviano Alessandro Garbasi, Andrea Grossi delegato provinciale del Cip - Comitato Italiano Paralimpico, Luca Viglioli consigliere delegato allo sport di Anmic  - Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili  e Silvana Erasmi presidente dell’associazione Abili allo Sport, con i rappresentanti delle associazioni sportive che aderiscono all’iniziativa.

“Non è un caso che la scelta della sede per la Giornata degli sport paralimpici sia ricaduta su Bazzano – spiega il Sindaco e Vice presidente  Alessandro Garbasi – infatti proprio a Bazzano nel 2020, anno della Paralimpiadi di Tokyo, sorgerà una palestra dedicata alle attività sportive adattate alle persone con disabilità. Quel territorio, all’interno della riserva Mab Unesco dell’appennino toscoemiliano, sta pertanto lavorando per creare un contesto territoriale accessibile e inclusivo.”

“Per noi questa giornata significa soprattutto fare cultura della disabilità tra le giovani generazioni e far toccare con mano che il concetto di diversità o quello di normalità in realtà non esistono – afferma Luca Viglioli di Amnic -  Significa anche sensibilizzare la popolazione di Bazzano, che si è già mostrata molto attenta, perché lì sorgerà la cittadella paralimpica. Nel piccolo, spesso, c’è il buono e Bazzano in questo senso rappresenta un simbolo: potrebbe diventare il primo paese completamente senza barriere architettoniche. Bisogna ringraziare Il Comune di Neviano, la Proloco, le associazioni sportive, gli atleti e i volontari che si sono messi a disposizione per fare in modo che questa giornata sia memorabile”.

“Già da tanti anni la Provincia lavora per promuovere lo sport per disabili verso tutti, anche gli abili – ricorda Silvana Erasmi di Abili allo Sport - Perché lo sport aggrega e perché esistono sport, come quelli adattati, che sono sorprendentemente gratificanti e divertenti e che tutti possono fare: il successo del sitting volley è solo un esempio. Inoltre, questa manifestazione, di accessibilità e inclusione, garantisce promozione del territorio, perché, dove arrivano le carrozzine, arrivano anche i passeggini con le famiglie e gli anziani”

Il 31 maggio Bazzano quindi sarà invasa da centinaia di studenti che proveranno questi sport, con la merenda e il pranzo curati dai volontari della Proloco, mentre il Motoclub Bazzano metterà in mostra moto e quad e ospiterà alcuni campioni provinciali. A far da guida ai ragazzi nelle varie attività saranno atleti e volontari di Anmic, UsAcli, Abili allo Sport, La Farnesiana Scherma, Polisportiva Gioco, Tennis Tavolo San Polo, Center Parma, Tuttimondi, Va’ Pensiero, Skirace, Real Skating Team, Shin Ki Tai.
La Giornata è organizzata dal Comune di Neviano degli Arduini, in collaborazione con Provincia di Parma e Anmic, con il patrocino del Cip e Abili allo Sport aps.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Fonte: Provincia di Parma 

Derby da brividi al Braglia, dove i padroni di casa travolgono la Reggiana e sperano nei ripescaggi per andare in serie C. 

Di Manuela Fiorini – foto di Claudio Vincenzi

MODENA –

Il Modena fa la parte del leone e travolge al Braglia la Reggio Audace per 4-1. Brucia ancora la sconfitta contro la Pergolettese e la speranza di salire di serie rimane appesa ai ripescaggi. 

La partita si apre con il Modena che cerca subito l’occasione goal: al 10’ Sansovini prova a mettere in rete il pallone parato da Rossi, ma il tentativo viene bloccato da Rozzio. 

Al 16’ Ferrario viene trattenuto per la maglia e gettato a terra, i Gialloblù chiedono il rigore, ma l’arbitro non lo concede. Bisogna attendere il 22’ per il vantaggio dei padroni di casa: bomber Ferrario tira in rete su cross di Bellini, Rossi para, ma il pallone ritorna sui piedi di Ferrario, che questa volta non sbaglia: 1-0 per il Modena.

modena-reggio-calcio00000.jpg 

La partita continua con entrambe le squadre molto aggressive. Al 36’ Pastore tira in porta, ma Piras non si fa sorprendere. Il primo tempo si conclude con il vantaggio canarino.

Al 50’ della ripresa raddoppio del Modena con Sansovini che tira dalla distanza e segna il 2-0. Si fa pericolosa la Reggio Audace, ma sono ancora una volta i Gialloblù a spuntarla. Al 63’ arriva la doppietta di Ferrario che tira al limite dell’area: 3-0. A dieci minuti dalla fine la Reggiana prova ad accorciare le distanze: Zamparo tira a porta vuota, ma Piras è lesto a rientrare tre i pali e riesce a parare. 

modena-reggio-calcio00001.jpg 

All’84 Rozzio intercetta una punizione di Alvitrez e manda in rete. Ma al 90’ arriva anche il quarto goal del Modena con Ferrario, ma l’arbitro fischia il fuorigioco. Nel recupero attacca la reggiana, ma Zamparo colpisce il palo. Al 93’ Baldazzi segna il quarto goal su assist di Rabiu. La partita si conclude 4-1 per il Modena. 

Ora la speranza di arrivare in serie C è appesa alla decisione della Figc, attesa per la fine di luglio. 

modena-reggio-calcio00002.jpg

modena-reggio-calcio00003.jpg

 

 

www.parmacalcio1913.com - Una delegazione del Parma Giovanile e Femminile ha partecipato, venerdi 24 maggio 2019, nella sala Paolo VI in Vaticano alla iniziativa Il calcio che amiamo alla presenza di Sua santità Papà Francesco Bergoglio cui i ragazzi hanno consegnato una maglia Crociata personalizzata FRANCESCO 10. Il Santo Padre si è soffermato alcuni istanti con i giovani atleti dimostrando di gradire il dono ricevuto.

La delegazione, guidata dal Segretario Organizzativo Giovanni Manzani, comprendeva tre giocatori della Under 13, capitano Gabriel Ramaj e i portieri Manuel Moretta e Nicola Testoni con il vice allenatore Michele Croci, tre calciatrici delle Femminili Emanuela Disisto e Aurora Lazzaro dell'Under 15 e Livia Robuschi dell'Under 12 con la team manager Cristina Romanini e il Responsabile Area Comunicazione delle Giovanili e Femminili Gabriele Majo.

Sant'Uffizio, Sala Paolo VI - Città del Vaticano, Venerdì 24.05.2019