Visualizza articoli per tag: corsi

Giovedì, 27 Aprile 2017 16:17

Allattamento gattini, al via il corso

Ogni anno il Polo Integrato degli Animali d'Affezione Lilli e il Vagabondo, in cui è collocato il gattile "Gli Aristogatti" del Comune di Parma, accoglie un elevato numero di gattini appena nati o di pochi giorni, che, se non soccorsi, non riuscirebbero a sopravvivere.

Per far fronte a questa periodica emergenza il Comune propone un corso per l'allattamento e lo svezzamento dei gattini rivolto ai cittadini di Parma, da sempre molto sensibili alle problematiche animali e che volontariamente possono dare la propria disponibilità.

Dopo la prima visita effettuata dallo staff sanitario del Polo per valutare che i piccoli non presentino particolari patologie, i gattini verranno quindi affidati alle cure delle persone volontarie che avranno acquisito attraverso il corso le competenze richieste per l'allattamento e la cura fino allo svezzamento.

Il corso, gratuito e aperto a tutti i cittadini maggiorenni, si svolgerà, nell'aula didattica del Canile Comunale Lilli e il Vagabondo, mercoledì 3 maggio, dalle 17 alle 20, e domenica 7 maggio, dalle 9 alle 12. Per partecipare al corso è sufficiente chiamare il numero 349/6602596. Sarà tenuto dal direttore sanitario del canile Lidia Ferdani e da un operatore della Coop. Avalon. Tra i partecipanti al corso che daranno volontaria adesione e disponibilità verrà stilata una lista di nominativi a cui il Gestore della struttura si rivolgerà in caso si verifichi una situazione emergenziale.

Ai cittadini che volontariamente decideranno di occuparsi a titolo gratuito dei piccoli verrà fornito il cibo e garantita l'assistenza veterinaria e la consulenza da parte dello staff sanitario del Polo Integrato degli Animali d'Affezione del Comune. Al completamento dello svezzamento i cuccioli verranno accolti in struttura ed inseriti nel protocollo di adozioni del Polo.

(Fonte: Comune di Parma)

Pubblicato in Amici Animali Parma

Si è chiuso il Master in cinque serate promosso da ARGA che ha curato temi sempre più sui palati di tutti, dagli abbinamenti migliori, alle differenze fra i calici da usare in caso di cerimoniali, le buone maniere a tavola ed infine la tanto sospirata e desiderata cena con gli amici e cari coadiuvata da una competenza ricercata. Arga ha concluso le sue serate, consegnando gli attestati di partecipazione ad un pubblico molto attento e assetato di conoscenza.

da L'Equilibrista

PARMA, 31 Marzo 2017

Volto al termine il Corso sul Vino promosso da ARGA che ha visto la conduzione di 5 lezioni per imparare a degustare e servire in maniera tecnica e professionale il vino, secondo le specifiche e le differenti tipologie di vitigno impiegato, o le tecniche di presentazione più adatte alla serata in occasione di ospiti importanti.
Il corso è stato promosso da ARGA Emilia Romagna – Associazione che raggruppa i giornalisti specializzati nell'informazione dei settori agricoltura, alimentazione, ambiente, energie rinnovabili, boschi, foreste, caccia, pesca e territorio – e condotto da Pier Luigi Nanni, docente di scuola alberghiera, sommelier e giornalista ARGA di Bologna.

ARGA ha presentato un corso ben strutturato ed al tempo stesso brioso e mai banale, affrontando il tema della degustazione del vino mantenendo alta l'attenzione sulla qualità dei formatori intervenuti e sulla scelta delle lezioni da approfondire.

1^ lezione: Organi di senso – Terminologia – Tecniche di degustazione
2^ lezione: Cenni di viticoltura – La spumantizzazione
3^ lezione: Il servizio di sala, ovvero come servire il vino – La decantazione – Attrezzature di sala
4 ^ lezione: Abbinamenti cibo/vino: i principi e le regole
5^ lezione: Bon Ton a tavola: cosa fare e cosa evitare

Lezioni teorico pratiche della durata di 2 ore e 30 ciascuna, si sono svolte nella Sala delle Botti di Agirò in via Gramsci 5, a Parma.

corso-Arga-vino

Durante la serate si sono degustate tre diverse tipologie di vino di selezionate cantine locali e nazionali che si sono messe in gioco per offrire vini degustati da sommelier professionisti e da un pubblico attento e curioso. Cantina delle Fate, Cantina Gonzaga, Lamoretti, e Tomasetti Winery si sono distinte come apprezzate partner delle serate e suscitando l'interesse del Pubblico che si è già dimostrato aperto alle future iniziative che vedranno le visite dirette nelle cantine o presso i produttori locali.
L'ultima serata che si è svolta mercoledì 29 Marzo a Parma, era forse la più temuta dai corsisti, ed invece è stata la più intrigante perché ha permesso di approfondire dapprima tutti gli appuntamenti precedenti per poi discernere sulle specificità che le buone maniere esigono, soprattutto a tavola.
Quando infatti si parla di BON TON, si fa riferimento alle buone pratiche fra commensali e ospiti illustri, al ruolo del padrone di casa che si interfaccia e che offre la sua ospitalità consentendo al personale di sala di svolgere un servizio impeccabile, pulito, elegante e nel rispetto delle gerarchie istituzionali di tutti partecipanti.
La scuola italiana in occasione di banchetti istituzionali non è mai seconda e nessuno ed il cerimoniere ufficiale, nelle serate di gala o in caso di esclusivi party, diventa sempre più determinante.

Grazie ad ARGA il ciclo di corsi è stato molto interessante e adesso si attende solo il momento che ne possa essere proposto un secondo al più presto.

Siete interessati a diventare un clown di corsia di "VIP-ViviamoInPositivo Parma Onlus"? 

Benissimo, è arrivato il vostro momento!

L'associazione "VIP-ViviamoInPositivo Parma Onlus" da dieci anni si impegna, con fatica e dedizione per portare il sorriso sul volto di chi soffre. Un "naso rosso" capace di trasmettere gioia e serenità.

Il prossimo 7-8-9 Aprile 2017 si terrà a Parma un corso base per diventare clown di corsia VipNel corso di formazione, oltre ad acquisire tecniche di clownerie, mimo, giocoleria comica, comportamento in ospedale, igiene, i futuri volontari potranno imparare a mettersi in gioco, a superare timidezze e ritrosie, a migliorare la propria autostima e acquisire tecniche per relazionarsi serenamente con persone sofferenti portando gioia e allegria con "tatto".

Si imparerá anche ad avere e dare fiducia agli altri, oltre che ridere con gli altri, ma soprattutto si riceveranno le prime nozioni di pensiero positivo che sta alla base dell'associazione.

clownvip

Il corso è rivolto a tutti: volontari, operatori nel sociale, insegnanti, infermieri, medici, casalinghe, professionisti, ecc.

Per poter arrivare a questo corso occorre prima aver partecipato ad uno degli incontri conoscitivi. Venerdì 31 Marzo 2017 alle 20.00 presso la sede di Via Testi si terrá l'ultimo di questi incontri per il corso 2017.

Cosa si fa in questi incontri?

Un'occasione per gli aspiranti volontari di avere maggiori informazioni sull'associazione e su come si svolge il volontariato e magari togliersi dei dubbi/curiosità.

Dall'altra parte è per l'associazione l'occasione per iniziare a conoscere questi aspiranti volontari. Solitamente Vi partecipano alcuni claun che Vi potranno raccontare aneddoti o le loro esperienze o a cui potrete fare domande.

Chiunque fosse interessato o anche semplicemente incuriosito contatti potete contattare il referente per il corso base che Vi darà tutte le indicazioni del caso:

Alessandro - Claun Spazzolino
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Tel. 347-0589248 (contattare dopo le 18.00)

locandina corso base VIP PARMA 2017

L'associazione VIP Parma si finanzia mediante:
Donazioni spontanee
Donazioni "5x1000"

Nel mese di Maggio si svolge, a livello nazionale, la "Giornata del Naso Rosso" www.giornatadelnasorosso.it, l'unica giornata in cui i clown VIP scendono in piazza per raccogliere fondi per la Federazione nazionale. Anche quest'anno in piazza Garibaldi indicativamente l'ultimo we di maggio.
I fondi raccolti dalle varie associazioni serviranno a sostenere i progetti della Federazione "VIP Italia Onlus":

viviamoinposotivoonlusparma 

Ultimo appuntamento dedicato al vino per soddisfare appassionati e avventori delle nostre tavole.
E' aperto a tutti e patrocinato da ARGA Emilia Romagna (Associazione che raggruppa i giornalisti specializzati nell'informazione dei settori agricoltura, alimentazione, ambiente, energie rinnovabili, boschi, foreste, caccia, pesca e territorio) e tenuti dal sommelier professionista, docente di scuola alberghiera e giornalista enogastronomico ARGA Pier Luigi Nanni di Bologna.

Durante la lezione teorico pratica della durata di 2 ore e 30, dalle 20.30 alle 23.00 presso Agirò in via Gramsci, 5 a Parma, verranno affrontati i seguenti argomenti:

Mercoledì 29 marzo - Bon ton a tavola: quello da fare e da evitare a tavola e la mise en place.

Si degusteranno 3 diverse tipologie di vino di cantine selezionate locali e nazionali tra bianchi, rossi, frizzanti, fermi, giovani, invecchiati, spumanti, passiti, in abbinamento a sfiziosi e gustosi stuzzichini.

Costo della serata:
- Associati ARGA : € 25
- Non associati € 35

Iscrizioni chiamando il numero 338 5219408.

Delegata su Parma e provincia: Francesca Caggiati - giornalista ARGA

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Venerdì, 17 Marzo 2017 15:08

ARGA - Gli specialisti salgono in cattedra

Il tema sempre più incalzante degli abbinamenti migliori, delle sottili differenze fra i calici da usare in caso di ospiti preziosi, le buone maniere a tavola ed infine la tanto sospirata e desiderata cena con gli amici e cari coadiuvata da una competenza ricercata. Tutto questo viene presentato molto bene da ARGA Emilia Romagna.

da L'Equilibrista 

Il 1° marzo 2017 è partito a Parma un corso di cinque serate aperto a tutti e patrocinato da ARGA Emilia Romagna – Associazione che raggruppa i giornalisti specializzati nell'informazione dei settori agricoltura, alimentazione, ambiente, energie rinnovabili, boschi, foreste, caccia, pesca e territorio – e ben strutturato dallo stesso staff di ARGA e coordinato da Francesca Caggiati, giornalista di ARGA e grande appassionata del tema vitivinicolo.

Le serate sono state pensate per poter presentare in modo ottimale agli appassionati ed al personale di settore, una serie di tematiche di introduzione al vino della nostra Regione e della città di Parma in particolare.

Cerimoniere, della serata di mercoledì scorso, un personaggio di eccellenza e grande esperto della materia come Pier Luigi Nanni, docente di scuola alberghiera e giornalista gastronomico associato ad ARGA di Bologna che vanta una lunga esperienza come responsabile dei servizi presso alberghi e cucine stellate. Con grande dialettica e precisione sono state snocciolate diverse tematiche del servizio al tavolo e le migliori tecniche di servizio, ad una sala attenta e curiosa. Gli ospiti hanno dispensato domande puntuali come in merito alla tanto decantata coppa di Champagne, oggi utilizzata essenzialmente per vini spumanti dolci che quasi tutti pensavano infatti essere ancora in voga.

pierluiginanni-arga-vini

L'ultima lezione infatti ha raccolto molta curiosità perché verteva sul servizio di sala, ovvero come servire il vino, nonché la decantazione, la pratica che separa eventuali depositi dai vini rossi molto maturi o da lungo affinamento rispetto ai classici rossi da pronta beva.
Infine le attrezzature di sala, un'attenta disamina sui più utilizzati attrezzi per poter effettuare delle aperture ad hoc, preservando prodotti così preziosi e di valore come i vini più costosi o vini da tutti i giorni da servirsi alle temperature ottimali.

Ogni serata vengono degustati tre diverse tipologie di vino di cantine locali e nazionali in abbinamento a deliziosi stuzzichini studiati per l'occasione.

Le restanti serate riguarderanno temi di spicco quali:

4 ^ lezione: Abbinamenti cibo/vino: i principi e le regole

5^ lezione: Bon Ton a tavola: cosa fare e cosa evitare

Soprattutto l'abbinamento cibo-vino solitamente può rappresentare un vero e proprio ostacolo per chi si approccia alla scelta del miglior piatto da servire ai suoi commensali. Per questo in linea con la passione crescente per talent show culinari o ricercate cene preparate in casa come si faceva una volta per amici e parenti, il vino resta l'assoluto protagonista della tavola e per questo ne vanno capite e valorizzate le sue peculiarità.

ARGA lavora nel giusto intento di far apprezzare e promuovere la conoscenza del territorio lasciando un tocco di Bon Ton che traspare nell'esposizione e nella sua offerta variegata.

Arga-corso vini-parma

Pubblicato in Agroalimentare Parma

Appuntamento con la terza lezione del corso di 5 lezioni per imparare a degustare e servire il nettare di Bacco. Aperto a tutti e promosso da ARGA Emilia Romagna. Possibilità di seguire la singola lezione previa iscrizione.

Parma, 15 marzo 2017

Degustare il vino è vivere un'esperienza polisensoriale. Questa sera, appuntamento con la terza lezione del Master aperto a tutti, promosso da ARGA Emilia Romagna – Associazione che raggruppa i giornalisti specializzati nell'informazione dei settori agricoltura, alimentazione, ambiente, energie rinnovabili, boschi, foreste, caccia, pesca e territorio – e condotto da Pier Luigi Nanni, docente di scuola alberghiera, sommelier e giornalista ARGA di Bologna.

Cultori e appassionati di vino potranno partecipare ogni mercoledì dalle 20.30 alle 23.00, a lezioni teorico pratiche della durata di 2 ore e 30 ciascuna, che si terranno nella sala delle botti di Agirò in via Gramsci 5, a Parma.

Gli argomenti affrontati saranno ogni volta diversi e coinvolgenti. Questa sera  3^ lezione su "Il servizio di sala, ovvero come servire il vino - La decantazione - Attrezzature di sala". 

Gli argomenti delle prossime lezioni:

4 ^ lezione: Abbinamenti cibo/vino: i principi e le regole

5^ lezione: Bon Ton a tavola: cosa fare e cosa evitare

Ogni serata si degusteranno 3 diverse tipologie di vino di selezionate cantine locali e nazionali in abbinamento a sfiziosi e gustosi stuzzichini. Compresa nella quota di iscrizione sarà consegnata una dispensa completa sugli argomenti trattati. 
A conclusione del corso, se verrà frequentato almeno il 75% delle lezioni, sarà rilasciato l'attestato di partecipazione. Inoltre, si terranno due uscite con il gruppo con visita alla cantina Tomasetti a Polesine Parmense e presso Enoitalia, enoteca specializzata a Parma, con degustazione guidata di vini della casa vinicola Petrussa.

Quote iscrizione alle tre lezioni:

- Associati ARGA : € 75
- Non associati € 90
- Possibilità di seguire la singola lezione (posti permettendo) al costo di € 35

Iscrizioni fino ad esaurimento posti chiamando il numero 338 5219408. Richiesto acconto all'iscrizione di € 65.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Seminari di alfabetizzazione informatica di primo livello, utili a insegnare l'utilizzo del computer e per la prima volta a Piacenza, corsi di secondo livello rivolti a coloro che hanno già una conoscenza di base degli strumenti informatici e che desiderano approfondire l'uso di smartphone e tablet.

Piacenza, 1 marzo 2017

Si è tenuta stamani in Municipio la conferenza stampa di presentazione dei corsi di alfabetizzazione informatica e del nuovo servizio di facilitazione digitale che, con l'inizio del mese, prenderanno il via presso le biblioteche e altri luoghi cittadini.
A illustrare i dettagli dell'iniziativa, erano presenti l'assessora ai Servizi al Cittadino Giorgia Buscarini e il responsabile Sistemi Informativi e Sportelli polifunzionali Angelo Golia, accompagnato dalla funzionaria Anna Pirillo.

"Torna anche quest'anno il progetto Punto Pane e Internet - ha sottolineato l'assessora Buscarini - con una novità: ai seminari gratuiti di alfabetizzazione informatica di primo livello, utili a insegnare ai cittadini l'utilizzo del computer, si affiancano per la prima volta a Piacenza, a partire da venerdì 3 marzo, i corsi di secondo livello rivolti a coloro che hanno già una conoscenza di base degli strumenti informatici e che desiderano approfondire l'uso di smartphone e tablet. I corsi, organizzati in 10 lezioni di 2 ore ciascuna, si terranno presso la biblioteca comunale Passerini-Landi, in via Carducci 14, nelle giornate di martedì e venerdì. Il costo di partecipazione è di 50 euro. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi allo 0523-492534 o scrivere alla referente dell'ufficio sistemi informativi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Prosegue l'assessora: "Dal 1 marzo inoltre ha preso il via il servizio di facilitazione digitale, il cui obiettivo è quello di dare ai cittadini che lo richiedono indicazioni e consigli relativi all'uso degli strumenti digitali e dei più comuni programmi informatici, alla navigazione in rete e all'accesso ai principali servizi on line. L'assistenza è sempre gratuita e funziona di norma su prenotazione. Le sedi dove viene fornito sono la biblioteca Passerini Landi (il martedì mattina dalle 10 alle 12), il Centro civico Besurica in via Perfetti 2 (il giovedì dalle 15.30 alle 16.30), Spazio 2 in via XXIV Maggio 51/53 (il lunedì e il venerdì dalle 15 alle 17, servizio rivolto agli under 35) e l'Urban Hub di via Alberoni 2 (il mercoledì dalle 10 alle 12). Per le prenotazioni occorre contattare lo sportello Quinfo di piazza Cavalli (aperto dal lunedì al sabato, dalle 8.30 alle 18, tel.0523/492223/24, email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) presso il quale i cittadini interessati a ricoprire il ruolo di docenti per i corsi di secondo livello (per cui è previsto un rimborso da parte della Regione Emilia-Romagna), di tutor o facilitatori possono lasciare i loro dati e i loro recapiti".

Conclude Giorgia Buscarini: "In collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, il Comune di Piacenza ha inoltre organizzato presso l'Urban Hub tre incontri, rivolti a tutta la cittadinanza, per accrescere la consapevolezza sui temi della digitalizzazione informatica: "I lavori digitali con i social media e le opportunità per le piccole imprese" martedì 28 marzo alle ore 15, "Presentazione e utilizzo dei servizi online della sanità: fascicolo sanitario elettronico e pagamento online sanità" lunedì 3 aprile alle ore 15 e "Genitori digitali, uso critico, consapevole e creativo di internet" martedì 11 aprile alle ore 18".

(Fonte: Comune di Piacenza)

Tutti i mercoledì di marzo, Corso di 5 lezioni per imparare a degustare e servire il nettare di Bacco. Aperto a tutti e promosso da ARGA Emilia Romagna.

Parma, 25 febbraio 2017

Degustare il vino è vivere un'esperienza polisensoriale. Per imparare tutti i segreti della bevanda degli dei, è in partenza il 1° marzo 2017 il Master di cinque serate aperto a tutti e promosso da ARGA Emilia Romagna – Associazione che raggruppa i giornalisti specializzati nell'informazione dei settori agricoltura, alimentazione, ambiente, energie rinnovabili, boschi, foreste, caccia, pesca e territorio – e condotto da Pier Luigi Nanni, docente di scuola alberghiera, sommelier e giornalista ARGA di Bologna.

Cultori e appassionati di vino potranno partecipare ogni mercoledì (1 - 8 - 15 - 22 e 29 marzo), dalle 20.30 alle 23.00, a lezioni teorico pratiche della durata di 2 ore e 30 ciascuna, che si terranno nella sala delle botti di Agirò in via Gramsci 5, a Parma.

Gli argomenti affrontati saranno ogni volta diversi e coinvolgenti:

1^ lezione: Organi di senso - Terminologia - Tecniche di degustazione

2^ lezione: Cenni di viticoltura - La spumantizzazione

3^ lezione: Il servizio di sala, ovvero come servire il vino - La decantazione - Attrezzature di sala

4 ^ lezione: Abbinamenti cibo/vino: i principi e le regole

5^ lezione: Bon Ton a tavola: cosa fare e cosa evitare

Ogni serata si degusteranno 3 diverse tipologie di vino di selezionate cantine locali e nazionali in abbinamento a sfiziosi e gustosi stuzzichini. Compresa nella quota di iscrizione sarà consegnata una dispensa completa sugli argomenti trattati.
A conclusione del corso, se verrà frequentato almeno il 75% delle lezioni, sarà rilasciato l'attestato di partecipazione.

Quote di iscrizione:
- Associati ARGA: € 105
- Non associati: € 135
- Possibilità di seguire la singola lezione (posti permettendo) al costo di € 35

Iscrizioni fino ad esaurimento posti chiamando il numero 338 5219408. Richiesto acconto all'iscrizione di € 65.

Pubblicato in Dove andiamo? Parma

Promosso dalla Cineteca di Bologna e dall'Università di Parma con il sostegno della Regione e del Fondo Sociale Europeo, d'intesa con Comune di Parma e Solares Fondazione delle Arti. Presentazione domande entro il 28 febbraio. Inizio attività a marzo.

Parma, 24 gennaio 2017

Mira a formare "film maker" in uno degli ambiti cinematografici di maggiore tradizione il corso di alta formazione che partirà a Parma nel mese di marzo in "Cinema documentario e sperimentale", promosso dalla Cineteca di Bologna e dall'Università di Parma con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Fondo Sociale Europeo, e con la collaborazione del Comune di Parma e di Solares Fondazione delle Arti. Un primo tassello del nuovo Distretto del Cinema di Largo 8 Marzo, centro progettato dal Comune di Parma per far crescere la cultura delle arti audio visive e le professioni ad esse collegate.

Ieri mattina la presentazione nella Sala di Rappresentanza del Comune di Parma, con gli interventi del Sindaco Federico Pizzarotti, del Rettore dell'Università di Parma Loris Borghi, del Direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli, dell'Assessore a Scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro della Regione Emilia-Romagna Patrizio Bianchi, dell'Assessore alla Cultura del Comune di Parma Laura Maria Ferraris, del Presidente di Solares Andrea Gambetta e di Michele Guerra, docente di Teorie del cinema all'Università di Parma.

L'attività didattica si svolgerà nei nuovi locali recentemente ristrutturati di Largo 8 marzo, per i quali il Comune di Parma ha effettuato un investimento complessivo di circa 420mila euro per i lavori e di oltre 160mila euro per le attrezzature audio-video di ultima generazione, che consentiranno la realizzazione di tutte le fasi previste dalla ripresa al montaggio e alla produzione, e che saranno utilizzate sia dall'Università per i corsi di alta formazione sia per gli spazi di coworking.

"Si tratta di un ulteriore, significativo passaggio – ha esordito il sindaco Pizzarotti durante la presentazione alla stampa – del percorso sinergico tra Comune e Università, che in questo caso ha coinvolto anche la Regione, la Cineteca di Bologna e Solares. Un tassello in più in favore dell'attrattività culturale e turistica della nostra città, che vede il recupero strutturale del complesso vicino al cinema Edison e un importante investimento per la produzione cinematografica a Parma, che avrà una ricaduta positiva sulla città tutta".

"L'obiettivo di questo progetto – ha spiegato il Rettore Borghi – è significativo e condiviso da tutte le realtà che lo hanno portato avanti e sostenuto: creare figure professionalmente idonee a trecentosessanta gradi nel mondo del cinema, attraverso un corso di alta formazione che rappresenta una importante novità anche a livello nazionale".

"E' la capacità di produrre cultura – ha sottolineato l'assessore regionale Bianchi – che valorizza anche l'eredità culturale del nostro passato e che dà ad essa una continuità nel presente e nel futuro. E' in quest'ottica che abbiamo creduto in questo progetto: investire nella formazione delle persone, in particolare nei giovani, perché possano acquisire le competenze necessarie a produrre cultura significa investire nelle scuole e nei progetti formativi".

"Alle attività di conservazione, restauro e divulgazione delle opere del passato – ha specificato il direttore della Cineteca di Bologna Farinelli – si aggiunge ora la formazione e la produzione. Parma è una città di tradizione, ma anche di presente e intensa attività cinematografica e questo corso si inserisce quindi in un tessuto vivace, promuovendo inoltre il documentario, un genere nel quale ad oggi l'Italia primeggia per maestri e qualità dei risultati".

Nell'approfondire le modalità di svolgimento del corso il docente Michele Guerra ha sottolineato: "lo scopo delle lezioni sarà seguire il farsi di un film in tutte le sue fasi, affiancando al percorso artistico anche quello riguardante la produzione. Si tratta dunque di una scommessa formativa molto forte".

"L'investimento in questo progetto – ha concluso l'assessore alla Cultura del Comune Ferraris - da parte dell'Amministrazione Comunale è stato importante, convinto e condiviso trasversalmente dagli assessorati alla Cultura, ai Lavori pubblici e alle Politiche giovanili. Abbiamo cercato di creare una opportunità significativa per il nostro territorio legato all'esperienza cinematografica, che avesse un affiancamento regionale e una collaborazione con l'Università. Crediamo in un futuro per il cinema di Parma, che dipende anche dalle opportunità formative di produzione, come questo corso, che saremo in grado di offrire ai giovani".

Il corso in "Cinema documentario e sperimentale" vede nello specifico la collaborazione del Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo (CAPAS) dell'Università di Parma, e fa parte dell'ampio ventaglio di proposte formative della Cineteca di Bologna realizzate grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna e del Fondo sociale Europeo.
La Cineteca di Bologna inaugura così il suo secondo anno in qualità di ente formativo riconosciuto dalla Regione Emilia-Romagna, offrendo una serie diversificata di approfondimenti per sviluppare la propria competenza professionale: i corsi si occuperanno dei versanti archivistici, della valorizzazione del patrimonio, della gestione delle sale cinematografiche, fino al restauro delle opere filmiche.

Il corso in "Cinema documentario e sperimentale" è pensato per un numero massimo di 16 studenti, che saranno selezionati attraverso la valutazione dei curricula e di un successivo colloquio orale: grazie al finanziamento regionale, i partecipanti potranno frequentare il corso gratuitamente. È indirizzato a persone residenti o domiciliate in Emilia-Romagna in possesso di diploma di scuola secondaria o di laurea triennale in qualsiasi ambito, con competenze in storia della tecnica del cinema e dell'audiovisivo.

Si privilegerà la formazione tecnico-professionale degli studenti, senza trascurare le competenze produttive e distributive e la consapevolezza storico-teorica necessaria a garantire una piena autonomia d'azione.

Sono previste 730 ore di didattica (di cui 300 di lezioni frontali e 430 di project work), articolate in 9 moduli:

Storia e teoria del cinema documentario
Estetiche contemporanee: found footage, cinema di poesia e film sperimentale
Regia documentaria
La fotografia nelle riprese audiovisive
Tecniche di ripresa e montaggio del suono
Tecniche di montaggio e postproduzione
Scrittura per il cinema documentario
Produzione e distribuzione
Legislazione, fondi di sostegno regionali e comunitari, le Film Commission

Dopo una prima parte di didattica in aula e sul campo, gli studenti, divisi in gruppi, nella seconda parte del corso avranno modo di sviluppare un project work legato a un film, seguendone la realizzazione: dalle fasi di sopralluogo e scrittura fino alle riprese e alla postproduzione.

Tra i docenti figurano alcuni dei professionisti più riconosciuti nel campo del cinema documentario e sperimentale: tra gli altri, Alessandro Rossetto, Ilaria Fraioli, Giovanni Piperno, Gianluca Costamagna, Marco Bertozzi.

Per partecipare alla selezione è necessario presentare la domanda d'iscrizione pubblicata sul sito della Cineteca di Bologna www.cinetecadibologna.it/formazione e sulla pagina web del Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo (CAPAS) dell'Università di Parma www.capas.unipr.it.
La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 28 febbraio 2017.
I candidati saranno chiamati a sostenere un colloquio, e al termine dei colloqui sarà redatta una graduatoria di accesso al corso fino al limite dei posti disponibili.

(Fonte: Comune di Parma)

Approfondimenti per lavoratori e dipendenti su: progetti di internazionalizzazione, gestione aziendale, web marketing, disegno tecnico meccanico e tecniche di massaggio.

Reggio Emilia, 12 settembre 2016.

A settembre ricominciano le lezioni anche per lavoratori e dipendenti con i corsi Ecipar. In autunno ampia scelta di corsi gratuiti finanziati da Fondartigianato per migliorare le proprie capacità e prestazioni grazie alle docenze tenute da personale altamente qualificato e ad un approccio didattico interattivo che lascerà ampio spazio alla discussione di casi concreti e alla condivisione delle esperienze.

Ce n'è davvero per tutti i gusti. Per i lavoratori che svolgono attività riconducibili alle qualifiche di tecnico commerciale marketing, contabile, amministrazione, finanza e controllo di gestione, sarà attivo il corso "Il Business Plan del progetto d'internazionalizzazione", con approfondimenti su: come negoziare a livello internazionale, la comunicazione interculturale, le barriere all'esportazione e l'adattamento del prodotto al mercato internazionale, l'analisi del settore e del mercato, i concetti chiave per lo sviluppo di "International Business Plans", l'analisi dei dati ed elaborazione di un piano d'azione.

Gli esperti di gestione aziendale e gestione di progetti potranno imparare come "Gestire la commessa utilizzando strumenti di Project Management", apprendendo la gestione per obiettivi, tecniche e strumenti di project management (ad esempio L'identificazione dei fattori critici di successo e del grado di realizzabilità del progetto, diagramma di Gantt, Program Evaluation and Review Tecnique (PERT) e Critical Path Method (CPM), Il budget economico e finanziario, La Cost Breakdown Structure, e tanto altro).

In campo comunicazione e marketing è in partenza il corso "Web Marketing: Wordpress, Seo Google, Social Media", mentre per i corsi più tecnici ci sono "Lettura ed interpretazione disegno tecnico per la meccanica" e "Progettazione 3D con software dedicato Solidworks" per chi svolge attività riconducibili a disegnatore meccanico, costruttore di carpenteria metallica, operatore meccanico, e "Il massaggio manuale: tecniche di massaggio antistress e tecniche antalgiche" per estetiste e operatori alle cure estetiche.

Tutti i corsi si svolgeranno presso la sede Ecipar in via V. Monti e al termine di ciascun percorso formativo verrà rilasciata una dichiarazione di competenze.

Per info e iscrizioni: Matteo Vivi E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Tel: 0522/265112 – sito: www.ecipar-re.it.

(Fonte: ufficio stampa CNA RE)

Pagina 2 di 2