Visualizza articoli per tag: benessere

Acqua calda e shiatsu per avere dei risultati prodigiosi su corpo e mente. Vi spieghiamo il come e il perché di questa affascinante disciplina del benessere che può diventare anche un lavoro, grazie ai corsi riconosciuti dalla Watsu International....

di Alexa Kuhne

Parma, 13 maggio 2017

Fluttuare guidati da mani esperte che creano una azione in sinergia con i benefici dell'acqua calda: Watsu significa questo.
La parola è infatti crasi di 'water', acqua, e shiatsu, tecnica di massaggio orientale, proprio ad indicare una fusione tra questi due 'poteri' che hanno effetti 'magici' sul corpo e sulla mente.
A intuire questa nuova disciplina fu Harold Dull, poeta californiano, ora ottantenne, che, dopo aver studiato le tecniche zen, le provò presso le sorgenti termali di Harbin Hot Spring.
L'Italia è uno dei paesi che coltiva il Watsu, dopo che venne sperimentato negli anni '80 da un ginecologo di Mestre, Roberto Fraioli, che comprese il ruolo fondamentale dell'acqua calda per le donne in gravidanza.
Questa disciplina attualmente è certificata da Watsu Italia. L'associazione organizza corsi e week-end esperenziali da Nord a Sud.

watsu-benessere.jpg

La magia dell'acqua calda

Tutti possono godere del watsu. Non c'è bisogno di saper nuotare o di essere in condizioni fisiche ottimali. Non importa l'età.
Il lavoro sul corpo in acqua calda si pratica in vasche non più profonde di 120 centimetri con temperatura che oscilla fra i 34 e i 35 gradi.
L'acqua ha la potente capacità di portare a galla quello che c'è dentro di noi. Gli operatori del watsu spiegano che se è vero che "i nostri tessuti hanno una memoria e trattengono gli avvenimenti fisici ed emotivi negativi, creando blocchi e tensioni a livello muscolare e articolare, ricevendo watsu da mani sapienti c'è la possibilità di sciogliere questi ristagni e permettere di nuovo all'energia vitale che è già presente in noi di tornare e fluire libera e potente. L'acqua dona leggerezza, la possibilità di avere tutta la persona fra le braccia permette di operare percependo la totalità del corpo. L'alternanza fra movimento e quiete, fra dinamismo e spazi di integrazione e risposte, è favorita dalla quasi totale assenza di gravità. Immersi nell'acqua a 35°C la percezione dei confini corporei sfuma".

Come agisce il watsu

Questa tecnica genera un rilassamento profondo, aumenta lo spazio di percezione del sé, aiuta a risvegliare sensazioni e parti del corpo che tendiamo a dimenticare.
Gli operatori aiutano a concentrare l'attenzione su molti aspetti fondamentali come fluidità e respiro.
Chi si affida al watsu può notare una riduzione dell'affaticamento mentale, il miglioramento della circolazione, lo scioglimento delle tensioni emotive, il superamento di blocchi e paure. Alcuni studi testimoniano anche risultati su persone che hanno subito paresi da ictus, su donne in gravidanza e in soggetti con disordini neurologici.
I benefici ci sono sul piano psicofisico, perché questa tecnica aiuta alla crescita personale e riduce gli stati di ansia, favorendo il recupero della fiducia in se stessi, nel contatto con gli altri.

Watsu-donneincinta.jpg

L'importanza dell'operatore watsu

La fiducia di essere accolto è fondamentale. L'operatore il compito fondamentale di accogliere la persona fra le braccia, come se esse fossero una culla. Nasce la fiducia nel contatto. Grazie a movimenti di pressione, dondolio, stiramento, l'operatore stabilisce un contatto attentissimo con il suo assistito e presta attenzione ai minimi segnali che lo guidano in un percorso che si crea in base alle esigenze del ricevente.

Dove trovare operatori e scuole Watsu

Watsu Italia è la scuola italiana di riferimento, costituita dagli insegnanti che fanno formazione.
La sede principale è in Toscana, presso l'azienda agricola biologica Sasseta Alta di Cristina Levi, insegnante che ha creato un'oasi di benessere a pochi chilometri da Scansano (Gr).
Le piscine, che si trovano in 40 ettari di bosco secolare con uliveti, orto biologico e bioristorante, sono trattate con ozono e lampade Uv, che permettono di ridurre l'impiego di prodotti chimici.
Oltre alla vasca per praticare watsu, nell'area esterna, c'è un piccolo lago balneabile, creato attraverso l'impiego di elementi naturali come ghiaia e piante.
Per saperne di più sui corsi di formazione e sui soggiorni watsu si può contattare Associazione culturale Watsu Italia, via Verdi 3, Scansano (Gr). 

watsu-benessere-acquacalda.jpg

Forse non tutti sanno che l'uva oltre ad essere un gustoso frutto da cui si ricavano straordinari vini può produrre anche un prodigioso olio. CECILIA NOVEMBRI ci spiega come da quei piccoli semini che troviamo nei chicchi d'uva si estrae esattamente l'olio di vinaccioli! Un olio molto saporito e ricco di benefiche proprietà organolettiche perfetto in cucina, ma anche come cura di bellezza.

 

Il vino, per i veri appassionati, si sa, è un elemento fantastico, che regala sensazioni gustolfattive incomparabili. Ma esistono degli altri elementi che si intrecciano al mondo del vino che sono altrettanto soddisfacenti: i vinaccioli.

uvaoliobellezza

Sono i semi dell'uva che contengono Omega 6, Acido Linoleico, Antiossidanti di origine Fenolica, Calcio, Fosforo, Vitamina E, Polifenoli e Flavonoidi, dalla loro spremitura a freddo si ricava l'Olio di vinaccioli, ingrediente che può essere usato nella quotidianità, sia come rimedio di bellezza, è ideale per idratare la pelle, sia in cucina, ma a piccole dosi perché è molto calorico.

beneficioliodivinaccioli

L'olio di vinaccioli può infatti essere consumato crudo, con il calore può alterarsi, per condire le verdure o per marinare filetti di pesce o crostacei.
Si possono preparare emulsioni o citronette con il succo di limoni freschi, buccia d'agrumi, sale, pepe e spezie come la curcuma. Grazie al suo particolare gusto agrodolce è ideale per esaltare l'aroma dei formaggi e con un cucchiaino di miele sarà perfetto.

Le sue proprietà sia gustative che olfattive ne fanno un elemento utilizzato nelle cucine raffinate di alto livello che desiderano arricchire i propri piatti con sapori particolari ed unici!

oliodivinaccioliincucina

 

With the courtesy of : – viversano.net – enologicapetrillo.it – uncome.it – files.baulevolante.it – chicsoaps.com – improntaunika.it – benessere360.com – liberabio.it – mondovert.it – pixabay.com – ricette.com – veganly.it- key-essence.com

Pubblicato in Cultura Emilia

Cresce il numero dei 'pentiti'. Le ultime tecniche, i costi e i pro e i contro se si decide di eliminare un tatuaggio 'scomodo'.

di Alexa Kuhne

E' capitato di amarlo a prima vista. Che sia stato pensato e studiato, visto su qualcuno o suggerito dall'artista, il tatuaggio appassiona.
Piace sempre di più "parlare" di sé, dei propri sentimenti o ricercare l'interesse degli altri attraverso simboli, frasi, segnali indelebili sulla pelle.
Con l'incremento dei social e con la conseguente ridotta socializzazione diretta, queste simbologie diventano sempre più necessarie.
Contemporaneamente, il partito dei 'pentiti' cresce ogni anno incredibilmente e le tecniche per rimuovere l'indesiderato disegno si sono affinate.
Ma quali sono i rimedi per sbarazzarsene quando, da adorato indelebile simbolo di qualcosa di speciale che vogliamo sulla nostra pelle, diventa 'scomodo'?
Perché il tatuaggio può diventare qualcosa di addirittura insopportabile, che non sentiamo sentiamo più 'nostro'.
Il problema, fino a qualche anno fa, erano difficoltà e costi per la rimozione, se non con trattamenti che lasciavano esiti cicatriziali evidenti.
Il tatoo, oggi, può essere cancellato completamente se ci si affida a professionisti dotati di particolari laser Q-Switched. Ovviamente ci sono diverse marche ma la possibilità di recuperare una cute integra si riduce man mano che il prezzo dello strumento, e quindi del trattamento, diminuisce.
Abbiamo chiesto il parere del dottor Fabio Corazzi, medico che si occupa della prevenzione e della cura delle patologie estetiche e che opera anche allo IAEM di Parma.

dottor Fabio Corazzi

Quali sono le ultime tecniche di rimozione del tatuaggio?
«Tutte le tecniche promesse lasceranno dei segni cicatriziali. La tecnologia che al momento risulta unica per la rimozione completa di un tatuaggio e consente di riottenere una pelle come nuova è rappresentata dalla tecnologia Q-Switched.
Il Laser è specifico per le iperpigmentazioni e quindi è utile anche per la rimozione rapida di macchie cutanee legate all'età o alla esposizione solare "selvaggia".
Non tutti i laser sono uguali, per questo consiglio quando si sceglie di eliminare il tatuaggio di valutare quale laser verrà usato.
Nel nostro caso, essendo un laser di classe 4 può essere usato solo dal medico abilitato e non da infermieri, estetisti e questo è garanzia di professionalità».

Quanto tempo ci vuole per eliminare un tatuaggio?
« E' necessario evitare di pensare che la rimozione possa avvenire in pochi mesi o pochi giorni. Il professionista che promette tempi ultra rapidi sa, e deve dire, che sicuramente lascerà una cicatrice e/o dei segni permanenti che potrebbero essere o saranno peggiori del tatuaggio stesso : se dice che è tutto facile...non fidatevi. Non ci sono scorciatoie per ri-ottenere una cute integra. Il numero di sedute per l'eliminazione completa può variare in base a: sede del tatuaggio, età del tatuaggio, quantità e qualità del colore. Se è fatto in modo amatoriale, per esempio con ago e inchiostro, il numero di sedute richieste per la rimozione può aggirarsi intorno a 4, perché l'inchiostro è meno profondo. Quando invece il tatuaggio è eseguito con strumento meccanizzato ed il tatuatore è un professionista, i pigmenti/colori sono più profondi e concentrati per cui necessitano di più tempo per la rimozione».

La riuscita della rimozione dipende anche dai colori?
«Il colore è una variabile importante: con quelli blu scuro e neri si ottiene un risultato migliore. Con il pigmento rosso si possono ottenere buoni risultati. I più difficili sono giallo e verde, verde-acqua, rosa, arancio chiaro. Una cosa che non tutti sanno è che il pigmento usato ha sempre una composizione metallica e la sua frammentazione e riassorbimento può avere qualche effetto collaterale o controindicazione al momento della rimozione. Quindi è sempre bene informarsi sul tipo e sulla marca di colori utilizzati. Nel caso di componente ferrosa, la luce emessa dal laser se non adeguata, invece di eliminarlo, potrebbe dare l'effetto contrario, rischiando di aumentare il colore».

comeeliminaretatuaggilaser

Come avviene la fase di rimozione?
«La seduta della rimozione può richiedere la applicazione di una crema anestetica. Oggi ce ne sono tipi diversi, ma solo alcune sono ben assorbite. Altro metodo di desensibilizzazione dell'area da trattare consiste nel raffreddarla, per esempio con ghiaccio. Comunque il fastidio si riduce con il proseguire delle sedute parallelamente alla riduzione del colore. Eventuali crosticine e rossori sono normali. Spariranno entro una decina di giorni. Durante i trattamenti e per qualche tempo dopo, la pelle nell'area del tatuaggio sarà più chiara; ma la differenza di colore scomparirà dopo qualche settimana. La rimozione di un tatuaggio professionale solitamente può richiedere dalle 6 alle 10 sedute».

Quali precauzioni prendere?
«Il sole, non è un vero problema per i trattamenti della rimozione del tatuaggio. Diverso è il caso per la rimozione di macchie solari. E' comunque buona regola proteggere sempre la pelle".

Quali sono i consigli da seguire prima di iniziare una rimozione del tatuaggio?
« Per il primo trattamento è necessario aspettare un paio di mesi dopo l'esecuzione del tatuaggio. Non bisogna pensare ad una rimozione rapida, piuttosto ad una pelle sana e senza segni. Consiglio che prima di rimuovere il tatuaggio, ci si rivolga per una visita specialistica a due o tre specialisti, valutare qual è il più convincente e chiaro, considerare l'aspetto "costo" come un aspetto non determinante, anche se un po' più alto, ma considerare il risultato e le aspettative come unico vincolo da rispettare e ottenere».

Parliamo di costi
"Il costo può andare dai 100 euro per il trattamento delle sopracciglia, ai 500 per tatuaggi di oltre 50 cm2. Una macchia può essere rimossa in unica seduta con 100 euro.
Una bella novità è data dal fatto che con le attuali e più evolute tecnologie Q-Switched, i trattamenti possono essere eseguiti anche in estate, ma è sempre consigliata una copertura e protezione per tre, quattro giorni".

comeeliminaretatuaggilaser1

Cosa sono e a cosa servono le erbe adattogene. Se siete alla ricerca di un rimedio naturale per ritrovare il vostro benessere pisco-fisico contro ansia e stress allora potreste trovare qualche utile soluzione. Ricordate non esistono pozioni magiche, ma innanzitutto la vostra volontà a sentirvi bene con metodo e costanza tra attività fisica e sana alimentazione.

di Paola Finardi

Se siete alla ricerca di modi naturali per alleviare i sintomi di stress quotidiano e ansia, quest'articolo sulle erbe adattogene fa al caso vostro.
L'utilizzo di questo tipo di erbe risale alla Medicina Ayurvedica Indiana e alla Medicina Cinese Tradizionale, mentre è solo nel 1947 che lo scienziato sovietico Nikolai Lazarev introduce il termine "adattogeno".

stress-ansia-erbe

Secondo i criteri elaborati dal medico Israel Brekhman negli anni Sessanta, le erbe adattogene non sono tossiche, producono una risposta non specifica del corpo al fine di aumentare la capacità naturale dello stesso di resistere allo stress, hanno un effetto normalizzante sulle funzioni corporee.

La lista di piante adattogene è molto ampia, ma ve ne sono alcune che sono popolari e utilizzate con regolarità da coloro che ne apprezzano le proprietà. Le erbe sono comunemente prese come integratori o tisane, ma si possono trovare anche sotto forma di succhi di frutta oppure anche fresche, secche, in polvere.

piante adattogene

Vediamone insieme alcune.

RHODIOLA
Quest'erba si trova nelle zone artiche e si crede abbia forti qualità adattogene. Una review del Consiglio Botanico Americano ha concluso che la rhodiola aiuta a prevenire la fatica, lo stress e gli effetti negativi di depressione e ansia. Ha inoltre notevoli effetti positivi sulla prestazione fisica e mentale.

rhodiola-erbe-stress 

LIQUIRIZIA
Il gusto dolce della radice di liquirizia la rende un dolcificante popolare per dolci, bevande, pastiglie per la tosse e per la gola, ma l'erba può anche avere una forte valenza adattogena. Si ritiene che contribuisca a trattare i disturbi digestivi indotti da stress e attenui problemi polmonari. Tuttavia, la radice di liquirizia non può essere usata da chiunque. In alcuni casi può aumentare la pressione sanguigna, la ritenzione idrica e influenzare i livelli di cortisolo nel corpo. Se assunta con diuretici tende ad abbassare i livelli di potassio.

liquerizia-erbe-stress-ansia

ASTRAGALO
La radice di astragalo è una tradizionale erba medicinale cinese che guarisce le ustioni, migliora la debolezza, combatte il raffreddore, aiuta a prevenire le malattie cardiache, può migliorare il benessere mentale e potenziare gli effetti del sistema immunitario.

astragalo-stress-erbe

TULSI
Questa erba, nota anche come basilico sacro, è un membro della famiglia della menta ed è nativa dell'India. Può avere notevoli capacità di combattere lo stress. Inoltre sembra possedere anche proprietà antiossidanti, antivirali e antibatteriche, oltre ad aiutare a ridurre il dolore e regolare la glicemia.

tulsi-erba-contro-stress

GINSENG
Ginseng è una pianta adattogena popolare con molti benefici potenziali. Secondo il Medical Center dell'Università del Maryland, il ginseng ha proprietà antiossidanti che migliorano la resistenza delle cellule e aumenta le difese immunitarie oltre a incrementare la chiarezza mentale.

ginseng-ansia-stress

FUNGHI MAITAKE
Questi funghi, noti anche con il nome di Grifola Frondosa, crescono normalmente anche in Italia. Sono apprezzati per il loro gusto, ma si ritengono possedere straordinarie capacità di rafforzare e aggiungere vigore al corpo a causa del loro contenuto di polisaccaridi e di avere effetti terapeutici per l'alto tenore in beta-glucano. In Giappone è considerato il fungo della longevità. Sembra inoltre in grado di ridurre il colesterolo, proteggere i vasi sanguigni, aiutare il sistema immunitario.

funghi-stress-ansia

Come usare gli adattogeni?

È possibile utilizzare adattogeni in tisane, tinture o in polvere con il cibo. I dosaggi dipendono dalla salute individuale e dalla frequenza d'uso, pertanto se si stanno prendendo farmaci occorre prestare attenzione poiché molti di questi interagiscono con i farmaci. Il mio consiglio è di parlarne sempre con il proprio medico o nutrizionista prima di utilizzare qualsiasi adattogeno.

stress-ansia-rimedinaturali

Stress e ansia sembrano essere una parte quotidiana della vita nel mondo frenetico di oggi. Controllarli naturalmente è possibile con le erbe adattogene che possono aiutare il corpo a combattere gli effetti negativi dello stress, specialmente se combinate con uno stile di vita che includa una dieta sana, esercizio fisico regolare e meditazione.

 

With the Courtesy of: – apple-wellness.com – directiesecretaresse.nl – michelemocciola.it – lafinestrasulmondo.net – tiandihe.org – tuttasalute.net – nutrizionearmonia.it – paleohacks.com – milujemkavicku.sk – roadtvitalia.it – ilsanoquotidiano.com – greenme.it – blog.iafstore.com – it.aliexpress.com – theepochtimes.com – gnld-goldenproducts.blogspot.it – depurarsi.com – reset.me – funghi-vitalia.it – milano.pinkitalia.it – donnaglamour.it – salute.leonardo.it – fondoassistenzaebenessere.it – salute-e-benessere.org

E' un incontro confidenziale quello avvenuto con Rossano Ferretti nel suo storico salone nel centro di Parma. Hairdresser di fama mondiale e amato dalle stars di tutto il mondo ha rivoluzionato il mondo dell'hairstyling con il suo celeberrimo "Metodo Ferretti". Ora attivo più che mai con il lancio della sua innovativa linea di prodotti ad alta bio-tecnologia. Enjoy your Hair.

Di Maria Carla Magni

In 30 anni di carriera di strada ne ha fatta davvero tantissima.
 Partendo da Campegine, piccolo paesino nel cuore dell'Emilia, luogo d'Italia generalmente rinomato per l'eccellente cucina, ha viaggiato in ogni angolo del globo e dopo aver mescolato tanto lavoro, conoscenza e competenza è riconosciuto come il punto di riferimento mondiale nel campo dell'hair-styling.
Basta il suo nome, che è divenuto nel frattempo un brand di assoluta eccellenza italiana, per capire di chi stiamo parlando.

rossanoferretti-saloneparma

Lo possiamo considerare un "rivoluzionario" perché il suo "Metodo" è quello più copiato al mondo e perché ha davvero capovolto i cardini classici dell'Hairdresser, ma guai a chiedergli quali siano le nuove tendenze (non esistono le tendenze per i capelli!) e ancor più impossibile riuscire a scucirgli qualche nome di celebrities (e il riferimento è per le più grandi star internazionali!) tra le sue clienti!

rossanoferretti-parrucchiere

L'incontro con Rossano Ferretti è avvenuto nel suo affezionato salone di Parma, luogo da dove è nato il suo concept, ed è stata occasione per scoprire non solo la personalità e l'estro di un famoso parrucchiere, ma pretesto per scoprire un affascinante racconto della sua straordinaria avventura professionale e umana. Perché Rossano si incanta ogni volta che parla di "bellezza", di "femminilità", di "personalità" riferito alle donne tutte in generale clienti o meno, ma soprattutto verso quelle donne che sono tuttora fonte della sua ispirazione a partire dalla mamma Gigliola (che l'ha iniziato al mestiere), alla sorella Lorenza (che tramanda le competenze del "Metodo Rossetti" nella scuola esclusiva di Parma), alla compagna Stefania (suo fidatissima collaboratrice), ma anche molto rispetto per la sua ex-moglie (con cui ha condiviso la partenza del suo lavoro).

rossano-ferretti-capelli

Per Rossano ogni donna è unica ed è per questo che ad ognuna vuole esaltarne la singola personalità attraverso la bellezza dei capelli che ne incornicia il volto. Quindi non esistono tendenze o mode, ma semplicemente la valorizzazione di un ogni singolo volto attraverso un taglio o una linea che è già lì, insita nel capello stesso, e che deve solo essere assecondato per esaltarne al massimo la sua bellezza. Lo stesso approccio del Metodo Rossano Ferretti, che è applicato nei suoi saloni ed ispirato al motto "Enjoy your hair", può essere seguito tutti i giorni a casa propria.
Per questo Rossano ha sentito l'esigenza di proporre "30 anni di esperienza in una bottiglia", perché è così che Rossano Ferretti chiama la sua nuovissima linea di prodotti presentata da pochi giorni a Milano. Una linea che ha richiesto oltre 6 anni di studi per presentare un prodotto che fosse all'altezza della clientela più esigente.

rossanoferretti-nuovalineaprodotti-capelli

Il risultato è sorprendente, il prodotto è infatti un concentrato di alta bio-tecnologia grazie a ricerche d'avanguardia, realizzato completamente in Italia e sperimentato attraverso un sistema certificato di prove di efficacia eseguite nei saloni Rossano Ferretti di tutto il mondo da Miami a Beverly Hills, da Parigi a Londra, da Ginevra a Madrid, da Milano a Parma, da Pechino alle Maldive, difficile citarli tutti.
Senza dimenticare i saloni di prossima apertura anche a Dubai, Abu Dhabi, Monte Carlo e Singapore.

rossanoferretti-nuovalineaprodotti

La nuova linea si presenta come linea cosmetica e dietro al suo packaging bianco e nero si cela un cuore "green" con il meglio che la natura possa offrire per la bellezza dei capelli. L'elevata concentrazione delle migliori materie prime provenienti dalle piante e dagli olii vegetali permette di ottimizzare la durata e la stabilità del prodotto, servendosi al minimo di biopolimeri di ultima generazione. Shampoo e balsami non contengono tensioattivi aggressivi e gli agenti lavanti dei prodotti sono quelli comunemente utilizzati per la pulizia delle lenti a contatto, per garantire un trattamento delicato e rispettoso dei capelli.

nuovalineaprodotti-rossanoferretti-capelli-

Tutti i balsami, le creme e gli altri tipi di trattamento sono privi di ingredienti inquinanti o non biodegradabili, ciò permette di ridurre l'inquinamento delle acque fino al 90%.
 Tutti i prodotti sono vegani e sono distribuiti in Italia da Stefano Saccani-Parma www.saccani.com
I nomi che caratterizzano l'intera linea dei prodotti sono davvero ricercati ed evocativi del loro significato tra questi: Splendido, Grandioso, Intenso, Brillante, Prodigio, Velluto, Favoloso, Intenso e Vita per sottolineare che l'esperienza di Rossano Ferretti nella cura dei capelli è sinonimo di insuperabile eccellenza.

stefanosaccani-capelli-hairstyle

La ricercatezza della linea e la passione di Ferretti per ciò che crea si racchiude nella parte finale del prodotto che non poteva che essere "Made in Italy, For You, With Love".
Grazie Rossano a nome mio e di tutte quelle donne che per te sono indistintamente "celebrity"!

PHOTO CREDITS: Fabrizio Piscopo (servizio in Parma) - Enrico Zermani (servizio in Milano) - Riprese e Montaggio by LUDOVICO CASALONE
For Maria Carla Magni outfit Special Thanks to: LC DONNA- Parma; STEFANO SACCANI Parma

Salsomaggiore Terme, una tappa d'obbligo per chi pratica sport, ma anche per chi volesse solo rigenerarsi. Le capacità curative delle acque di Tabiano si sono arricchite con la recente scoperta del fattore modulante sul sistema immunitario.

Di LGC Noceto (PR) 19 marzo 2017 -
Da sempre le Terme di Salsomaggiore e Tabiano sono state considerate tra le migliori nel panorama nazionale, apprezzate per le qualità termali specifiche ma anche per l'atmosfera mondana che, a partire dal Palazzo Berzieri, hanno segnato l'immagine da fine '800 a oggi del complesso termale, un gioiello in stile Liberty, Decò incastonato nelle verdi e dolci colline parmensi.

20170219-scala-1-IMG 5339Se il lungo ciclo di Miss Italia, le cui finali sino a pochi anni fa venivano realizzate proprio a Salsomaggiore, hanno regalato una notorietà televisiva, Italo Svevo, all'anagrafe Ettore Smith, soffriva della capacità attrattiva di "Salso" che si manifestava con moti di gelosia allorquando la bellissima moglie iniziava i preparativi per la trasferta che da Trieste l'avrebbe portata nella rinomata città termale parmense. E' la stessa figlia, Letizia Fonda Savio, a raccontare di come il narratore e filosofo manifestasse il suo malessere, nell'intervista rilasciata nel 1978 a Luciano Simonelli in occasione della ricorrenza del cinquantesimo della morte.

Come si manifestava questa gelosia?
"Mai in maniera estremamente visibile. - sottolinea la figlia - Ma ricordo che il momento in cui era evidente era quando la mamma andava da sola a Salsomaggiore a fare le cure delle acque. Quando la vedeva preparare i bagagli, mettere nelle valigie tanti abiti, tanti gioielli, le chiedeva sempre a che cosa serviva tutta quella roba visto che andava a Salsomaggiore soltanto per curarsi". E la signora Livia "Ci rideva sopra. Le faceva anche piacere - conclude Letizia, che mio padre fosse un po' geloso perché questo significava che le voleva bene."

Curarsi, questo è il "plus" delle Terme di Salsomaggiore. A scoprire gli straordinari effetti terapeutici delle acque salsobromoiodiche fu il medico condotto della zona, Lorenzo Berzieri (1806-1888), che attraverso le cure con i bagni termali di acqua salsobromoiodica, portò a guarigione una bambina di appena nove anni: Franchina Ceriati, affetta da una grave forma di osteite e giudicata inguaribile con i comuni trattamenti farmacologici allora conosciuti.

Da allora di strada ne è stata percorsa e le tecniche affinate.
Oggi l'interro comprensorio di Salso - Tabiano propone un'ampia gamma di trattamenti che vanno dal defaticamento al benessere, ai problemi respiratori, osteoarticolari e ginecologici.

"Le Terme Berzieri rappresentano il "Tempio del Benessere" - illustra il direttore Sanitario, dottor Massimo Gualerzi - Oggi per benessere si intende tutto ciò che ci allontana dallo stress, dalla vita comune ma anche, se parliamo di sport, dai traumatismi o comunque dalle fatiche dopo un evento sportivo impegnativo. Ecco in questo caso i trattamenti vanno dai bagni ai massaggi, ovvero tutti quei trattamenti che tendono ad allontanare la fatica muscolare e lo stress psicofisico che si accumula prima e durante la gara."

Rimanendo sul tema sportivo, l'apparato cardiaco e respiratorio giocano un ruolo di primaria importanza nella performance atletica. "Non c'è dubbio che per avere un'ottima prestazione fisica ma dottor Massimo Gualerzi - direttore sanitarioanche per vivere bene la propria vita - spiega Gualerzi - sia fondamentale il corretto funzionamento dell'apparato cardio vascolare e di quello respiratorio. Ecco, le Terme di Tabiano si pongono da quasi centinaia di anni l'utilizzo delle proprie acque per purificare le vie respiratorie rendendole più efficaci migliorando gli scambi gassosi, di migliorare le secrezioni che molto spesso vanno a ostacolare il passaggio dell'ossigeno."

Alle acque di Tabiano, studi recenti, hanno assegnato anche un'altra importante qualità molto connessa con la "vita moderna".
"Queste acque, continua il Direttore Sanitario, hanno un fattore modulante sul sistema immunitario. Quindi sia gli sforzi sportivi, ma anche lo stress della vita moderna, determinano una azione molto aggressiva sul sistema immunitario andandoli a penalizzare e esponendo l'organismo a infezioni virali e batteriche delle vie respiratorie. Queste acque forniscono quindi una sorta di vaccino naturale che impedisce alle persone di avere più infezioni durante l'anno e quindi di godere di una salute più forte per affrontare la vita e le gare in maniera più efficace."

Ma la vita moderna, oltre allo stress regala anche smog e inquinamento ed ecco che anche in questo caso intervengono efficacemente le Acque di Tabiano.
"Queste acque hanno il potere chelante dei metalli pesanti e tutte le particelle infiammatorie sospese nell'aria. Anche sedute molto brevi, nel week end, sono sufficienti per purificare dalle infiammazioni dovute all'inquinamento".

 

20170319-trattamenti-1-IMG 5383Terme di Salsomaggiore Tabiano sono quindi adattissime agli sportivi, per l'intervento diretto sulle vie respiratorie e cardiovascolari, sul sistema immunitario e abbiamo visto anche l'efficace capacità rigenerante, ma non è tutto.

"Le Terme di Salsomaggiore hanno la specifica funzione di agire sul sistema osteoarticolare e su quello vascolare. Sia gli atleti che le persone con problematiche specifiche possono trovare beneficio da queste acque ".

Trattamenti fatti con i bagni e con le acque, magari con l'aggiunta di ozono, o semplicemente con i fanghi rigenerati, hanno una azione anti infiammatoria sia sul muscolo che sulle articolazioni.

"Ecco che le Terme di Salsomaggiore, sottolinea il direttore sanitario Massimo Gualerzi, attraverso la proprietà antinfiammatoria delle proprie acque si propongono come trattamenti per migliorare la circolazione per togliere le infiammazioni muscolari, per riassorbire gli ematomi molto velocemente e per rallentare il processo degenerativo osteoarticolare , soprattutto cartilagineo. "

E' fondamentale, ai nostri tempi, curare lo spirito perché molto spesso le nostre prestazioni fisiche e lavorative sono compromesse dalla eccessiva dose di stress.

"In questo preciso posto avviene - chiosa il direttore sanitario - quello che magicamente indichiamo in down shifting o abbassamento dei ritmi. E' il posto ideale per allenare la terza parte; non è l'allenamento, non è l'aspetto fisico ma è l'aspetto mentale che come sappiamo è quello che ci guida ai successi sportivi e personali ma anche la cura delle patologie che colpiscono l'uomo moderno."

20170319-zoia-piscina-3-PISCINA 14

20170319-zoia-palestra-2-IMG 5415
________
Link di riferimento:
http://www.farmrun.it  e video https://youtu.be/spoY9f8QiAI 

http://ocreuropeanchampionships.org 
http://www.mudrun.it 

 

 

 

 

 

 

20170319-scalone-2-IMG 5396

"Psiche e Disturbi alimentari" Venerdì 10 marzo, al Ristorante Tre Ville, iniziativa di ARGA e Parma Da Vivere. Ospiti la dott.ssa Chiara De Panfilis e il dott. Francesco Pisani. Chef d'eccezione Mario Marini.

Parma, 9 marzo 2017

Quanto incidono stress, ansia, depressione sulle nostre abitudini alimentari? Cosa scatena problemi gravi come l'anoressia e la bulimia? A queste e ad altre domande risponderanno la dott.ssa Chiara De Panfilis, Responsabile Programma Disturbi del Comportamento Alimentare dell'ASL ed il dott. Francesco Pisani, Neuropsichiatra infantile dell'Azienda Universitario Ospedaliera di Parma durante la cena dal titolo "Psiche e Disturbi alimentari".
Venerdì 10 marzo alle ore 20.30, al Ristorante Tre Ville di strada Benedetta 99/A a Parma, si avrà infatti la terza serata del ciclo "Salute & Benessere", promossa da ARGA e Parma Da Vivere per affrontare un tema molto attuale e di ampio spettro: il rapporto tra la psiche e gli stati emotivi ed il rapporto con il cibo. L'evento farà da anteprima alla Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla che si terrà il 15 marzo, nata con lo scopo di sensibilizzare – attraverso le testimonianze di chi ha vissuto la malattia in prima persona – l'opinione pubblica su disagi che affliggono la mente e il corpo di moltissime persone.

Chef d'eccezione per la cena sarà Mario Marini, diplomato ALMA e presidente di Confagricoltura Parma che, insieme a Luca Maria Dall'Argine, proporrà e spiegherà le diverse portate in relazione alle proprietà nutrizionali dei singoli ingredienti. Un variegato menù formato da antipasti, primi, secondi, contorni e dolci andrà incontro ai diversi palati e alle esigenze caloriche di ognuno.
L'iniziativa vedrà protagoniste anche le Associazioni di riferimento "Sulle ALI delle MENTI" e LIDAP, la cui referente Alma Chiavarini sarà a disposizione per informazioni sulle attività svolte. Mentre la Presidente di "Sulle ALI delle MENTI" Giuseppina Poletti illustrerà tutte le iniziative del 15 marzo, Giornata Nazionale dei Disturbi Alimentari, contraddistinta dal fiocchetto lilla.

Il ciclo di "Salute & Benessere" ha ottenuto il patrocinio della Provincia di Parma, di Confagricoltura Parma e in particolare per la serata "Psiche e Disturbi alimentari"delle Associazioni Sulle Ali delle Menti e Lidap Nazionale. L'iniziativa è realizzata in collaborazione con l'Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma. La libreria "Piccoli Labirinti" proporrà una selezione di titoli sui temi trattati.
Per partecipare – al costo di 35 euro a persona – occorre dare la propria adesione allo 0521.272524 indicando "Salute & Benessere" al momento della prenotazione.

Evnto-Salute-Benessere - psiche e disturbi alimentari

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Lunedì, 06 Febbraio 2017 13:25

Benessere e attività fisica nei mesi più freddi

Salute e benessere attraverso un sano regime di vita tra alimentazione e attività fisica sono tutti i buoni propositi che ci prefiggiamo e che spesso trascuriamo. Senza diventare fanatici e ossessionati da diete fantomatiche, una efficace tabella che ci aiuti a trovare un giusto equilibrio per ottenere un sano stile di vita soprattutto durante i mesi invernali.

Di Paola Finardi

In inverno le basse temperature abbassano anche quella corporea. Poiché mangiare aiuta a generare calore interno, il nostro appetito automaticamente viene stimolato e in inverno si tende a mangiare di più.
La maggior parte delle persone, nonostante gli sforzi, lotta per perdere peso o evitare di aumentarlo in questa stagione. Quindi se hai notato la bilancia che sale, non preoccuparti, non sei solo.

inverno-salute-benessere-dieta

Eccoti quindi alcuni modi pratici per aiutarti a rimanere motivato nel tuo viaggio attraverso la stagione invernale.

Vinci la Mente

Seguire una linea alimentare e un programma d'esercizio fisico su base regolare è un compito arduo. La maggior parte delle persone inizia un regime di fitness con entusiasmo solo per interrompere con mancanza d'impegno dopo un breve periodo. Poiché l'inverno non è certo la stagione che invoglia all'esercizio fisico, motivare te stessa a mangiare sano e a esercitarti regolarmente è il primo fondamentale passo.

inverno-salute-benessere-dieta-motivazione

Fai un progetto

Più costruirai in anticipo il tuo programma e obiettivo, più è probabile che riuscirai ad aderirvi per tutta la stagione invernale. Riorganizzalo e rinnovalo con assiduità e in base alle esigenze del momento. Scrivilo e non tenerlo solo in mente, appendilo in un luogo che hai spesso sott'occhio. È inoltre possibile rimanere attiva anche dentro casa con semplici esercizi da eseguire indoor e che troverai facilmente in rete.

inverno-salute-benessere-dieta-allenamento

Esplora nuovi modi per esercitarti

Puoi creare un piccolo angolo palestra in casa, trovare una piscina coperta se ti piace nuotare, seguire video su youtube, iscriverti a un blog online, trovare un'amica con cui condividere le sedute in palestra, provare yoga, kickboxing, spinning o altre discipline sportive che ti invoglieranno a mantenere una buona forma fisica.

inverno-salute-benessere-dieta-sport

Modifica le tue ricette quotidiane

L'inverno è il momento ideale per gustare deliziosi piatti e indulgere nei tuoi cibi preferiti, ma questi ricchi piatti possono contenere molte più calorie di quante tu ne abbia effettivamente bisogno.
Abituati a ottimizzare le tue ricette base per intraprendere una dieta sana. Limita ad esempio l'assunzione di zuccheri raffinati abituandoti a utilizzare sostituti come datteri, uva sultanina, scaglie di cocco, miele integrale. Utilizza sostanze alternative, fai ricerca nei blog di nutrizione, segui qualche video ricetta, ti stupirai di quanto buone possano essere le pietanze cucinate con criteri di leggerezza e digeribilità.

inverno-salute-benessere-dieta-alimtazione

Focalizzati su moderazione e sano equilibrio

Impara a ragionare in modo fitness, a desiderare che il tuo corpo sia tonico e in forma e fai del tuo meglio per mantenerti in questo modo. Persegui questo stile di vita in modo positivo e rilassato: concediti tranquillamente degli strappi che fanno bene alla psiche e non limitarti con troppo rigore.

inverno-salute-benessere-dieta-consigli

Utilizza strategie specifiche nei weekend o durante le vacanze

Ecco alcune tattiche che puoi adottare:

  • Non andare mai a una festa a stomaco vuoto. Mangia sempre una piccola porzione di cibi sani prima di partire.
  • Serviti sempre controllando ciò che metti nei piattini del buffet, è molto importante per mantenere un equilibrio. Invece di partire subito con un eccesso di cibo come se fosse imminente una carestia di proporzioni epocali, goditi quello che hai messo nel piatto con lentezza.
  • Inizia il pasto al ristorante con un piatto d'insalata o verdura cruda, vedrai quanta fame in meno avrai.
  • Limita l'alcol e altre bevande ad alto contenuto calorico.

inverno-salute-benessere-dieta-alimentazione

La strategia vincente è non prendere in considerazione il mantenimento del peso e della forma fisica ideali come un evento sporadico. Fanne invece una parte della vita di tutti i giorni. Prova a rendere l'intero processo qualcosa di piacevole e mantieni sempre un atteggiamento positivo, equilibrio e amore per te stessa, curati, coccolati, controllati e ricordati che "non si può essere una persona davvero sana fino a quando la mente resiste alle sane abitudini".

inverno-consigli-salute-benessere-dieta

 

 

Very Important Notice:
Le informazioni fornite sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari quali odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, ecc.
L'autore non dispensa consigli medici né prescrive o diagnostica. I consigli di nutrizione o supplementazione non sono destinati a essere un sostituto del servizio medico convenzionale. Se si dispone di una qualunque condizione patologica o preoccupazione per la propria salute, consultare il medico.

With the Courtesy of: ourheritageofhealth.com – huffpost.com – squarespace.com – letteradonna.it – gilmon.ru – images.style.it – fashionblog.it – dietasulweb.it – greenstyle.it – monjitasmagazine.cl – lifestylemadeinitaly.it – iodonna.it – magazinerandom.com giornaledellabirra.it – pourfemme.it – valfrutta.it – tgcom24.it – vacanze-famiglia.eu

 

Pubblicato in Cultura Emilia

I mesi invernali possono offrirci lo spunto per ottimizzare al meglio il raggiungimento di una buona forma fisica ed un corretto equilibrio del nostro metabolismo, così come indicato dalla antica medicina tradizionale cinese. PAOLA FINARDI ci aiuta ad approfondire quest'argomento analizzando l'importante funzione dei reni e il loro ottimale funzionamento grazie ad una corretta e sana alimentazione.

di Paola Finardi

Sappiamo che il 21 Dicembre è iniziato il Solstizio d'inverno, giorno in cui lo Yin arriva al suo massimo culmine. Lo Yin, per l'antica medicina tradizionale cinese, è la notte, il freddo, il buio che accompagnano la stagione invernale, momento dedicato maggiormente all'intimità e all'inattività.

prendersi cura reni incerno

Gli organi associati all'inverno sono i reni, scrigno delle nostre energie che si esprimono in due tipologie: la prima è l'energia ereditata dai nostri genitori, ciò che ci rende unici e distinti da ogni altro, la seconda forma di energia è invece quella che attingiamo dal cibo ogni giorno e che serve per mantenerci in vita.
L'inverno assume quindi una valenza importante per questi nostri organi, periodo dedicato al riposo per risparmiare energia e a un'alimentazione che ci nutra senza affaticare troppo il nostro metabolismo.

prendersi cura reni incerno alimentazione

Perché i reni sono così importanti? Perché producono globuli rossi e aiutano le ossa a rimanere forti, regolano l'acqua all'interno del corpo, bilanciano i minerali, rimuovono i prodotti di scarto, producono ormoni, importantissimi prodotti chimici necessari al benessere dell'organismo.

Quali abitudini dannose affaticano i nostri reni?

  • Mancanza di acqua: se l'introito quotidiano è insufficiente, vi sarà come conseguenza un accumulo di tossine nel corpo che influenzerà altre funzioni.
  • Eccesso di sale e zucchero: il sodio aumenta la pressione sanguigna mentre lo zucchero aumenta il contenuto proteico nell'organismo, ambedue le situazioni esercitano una forte pressione sui reni.
  • Mancanza di vitamine e minerali: è importante mantenerne una buona dose giornaliera attraverso un'alimentazione corretta e bilanciata. In particolar modo, la vitamina B6 e il magnesio sono importanti per un funzionamento ottimale dei reni.
  • Eccesso di proteine animali: aumenta il carico metabolico sul corpo affaticando i reni. Meglio non eccedere e mangiarne moderatamente.
  • Mancanza di sonno: il corpo ripara i tessuti renali danneggiati durante il sonno, quindi dormire meglio significa avere reni migliori.
  • Antidolorifici: questi composti chimici usati in eccesso deteriorano reni e fegato.
  • Consumo di alcol: se eccessivo l'alcol diviene tossico mettendo a dura prova i reni e il fegato.

Come prenderci dunque cura dei nostri reni?

Bere sufficiente acqua al giorno lontano dai pasti per aiutare la diuresi, usare prezzemolo come condimento in quanto aiuta a rimuovere ritenzione idrica, eccesso di sale e scorie nei reni.

prendersi cura reni incerno bere acqua

Consumare cibi ricchi di antiossidanti e sostanze benefiche, pertanto via libera a lattuga, limone, curcuma, zenzero, cavoli, bacche e mirtilli, finocchio, radicchio, fagioli e a tisane non zuccherate a base di ortica, tarassaco, bardana, uva ursina, equiseto, mirtillo rosso, cardo mariano da bere fredde o calde a seconda delle nostre preferenze.

prendersi cura reni incerno cibi consigliati

Infine, la consueta curiosità: secondo la medicina tradizionale cinese i reni sono collegati alla paura, potrebbe essere quindi utile compiere qualche esercizio di meditazione per riequilibrare le energie interne.

prendersi cura reni incerno meditazione 

Fermatevi un attimo, mettete le mani intrecciate sulla schiena all'altezza dei reni, chiudete gli occhi, respirate profondamente con il naso, visualizzate l'energia che dalle mani entra nei vostri reni dissipando i veli dell'inquietudine.

Very Important Notice:
Le informazioni fornite sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari quali odontoiatri, infermieri, psicologi, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, ecc.
L'autore non dispensa consigli medici né prescrive o diagnostica. I consigli di nutrizione o supplementazione non sono destinati a essere un sostituto del servizio medico convenzionale. Se si dispone di una qualunque condizione patologica o preoccupazione per la propria salute, consultare il medico.

With the Courtesy of: benessereviaggi.it – mediaset.it – static1.squarespace.com – scienceforpassion.com – tataminelcervello.wordpress.com – informaitalia.blogspot.it – chimica-online.it – kijiji.it – bigodino.it – benessereblog.it – accademiadellatisana.it – ideagreen.it – ilsanoquotidiano.com – portalebenessere.com – my-personaltrainer.it – ananda.it

Gluten free con gusto: una serata a tema con delizioso menù pensato ad hoc per il ciclo "Salute & Benessere". Venerdì 27 gennaio 2017, al ristorante Il Cortile, l'iniziativa promossa da Parma Da Vivere e Arga. Ospiti il prof. Gian Luigi de' Angelis e Ilaria Bertinelli.

Parma, 18 gennaio 2017

Dici celiachia e ti si apre un mondo. Un mondo spesso infarcito da inesattezze e dalla convinzione che rinunciare al glutine significhi privarsi del gusto della buona tavola. Per fare chiarezza assaporando un delizioso menù pensato ad hoc, venerdì 27 gennaio 2017 alle ore 20.00 il ristorante Il Cortile, in borgo Paglia 3 a Parma, ospita la cena dal titolo "Gluten free e intolleranze alimentari" inserita nel ciclo di serate a tema "Salute & Benessere".

Tra una portata e l'altra interverranno il prof. Gian Luigi de' Angelis, Direttore del dipartimento Materno-infantile e della struttura complessa di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma e Ilaria Bertinelli, autrice del libro "Uno Chef per Gaia", una raccolta di consigli e ricette per celiaci e diabetici. Ad intervistare i relatori sarà la giornalista ARGA e ideatrice del format Francesca Caggiati, che porrà loro domande finalizzate ad approfondire dal punto di vista medico e nutrizionale una tematica particolarmente attuale e sentita. Dopo il flan di Parmigiano con salsa al radicchio rosso verranno servite le lasagnette gratinate ai carciofi, le tagliatelle di pasta fresca al ragout di cinghiale e la Duchessa di Parma farcita al profumo di salvia. Il tutto accompagnato da verdure e patate al forno. Dulcis in fundo il tortino al cioccolato fondente con crema alla vaniglia, seguito da un buon caffè. Dalla cantina: acqua naturale e frizzante, vino bianco e rosso in abbinamento. Per partecipare – al costo di 36 euro a personaè necessario dare la propria adesione al numero 0521.285779 entro il 25 gennaio.

L'iniziativa è organizzata e promossa da Arga Emilia Romagna, associazione che raggruppa i giornalisti specializzati nell'informazione dei settori agricoltura, alimentazione, ambiente, energie rinnovabili, boschi, foreste, caccia, pesca e da Parma Da Vivere, pagina sociale che sostiene le iniziative culturali e le eccellenze del territorio di Parma e provincia, con il patrocinio della Provincia di Parma e di Confagricoltura Parma. Inoltre è realizzata grazie alla collaborazione dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e dell'Associazione SNUPI Onlus (Sostegno Nuove Patologie Intestinali), con il patrocinio dell'AIC (Associazione Italiana Celiachia). Interverranno infatti anche Giulio Orsini, Presidente di SNUPI, e Barbara Franchi, consigliere regionale e referente del progetto Alimentazione Fuori Casa (AFC) di AIC Emilia Romagna.

Il ciclo di incontri "Salute & Benessere" vede il susseguirsi di primari e quotati medici specialisti che afferiscono all'Ospedale Maggiore di Parma, all'AUSL e ad altri centri medici di eccellenza presenti sul territorio. A parlare saranno anche esperti di alimentazione, nutrizionisti, naturopati, farmacisti, oltre a persone affette da particolari patologie che porteranno la loro esperienza e rappresentanti di associazioni di riferimento. La rassegna si propone di divulgare attraverso l'edutainment i principi di una corretta alimentazione e di uno stile di vita sano, affinché si diventi maggiormente consapevoli che la salute è un bene primario e ci aiuta a vivere meglio e più a lungo.

I prossimi incontri in calendario da febbraio a maggio tratteranno le seguenti tematiche:

  • La psiche e gli aspetti emotivi ed emozionali: bulimia e anoressia, ma anche ansia e depressione. Il rapporto con il cibo e quali alimenti aiutano a ridurre lo stress
  • Detox, togliere le tossine per vivere meglio: il menù ideale per disintossicarci e mantenere il nostro corpo con un ph ottimale
  • La dieta brucia grassi e il controllo del peso: il sovrappeso non è solo anti estetico, ma pericoloso, soprattutto se localizzato in certe zone. Come è possibile tornare in forma mangiando in modo gustoso e nutriente?
  • I problemi della pelle e dei capelli: quanto incide l'alimentazione e come possiamo migliorarli? Quali sono le sostanze nocive o le situazioni che incidono maggiormente sui problemi dermatologici e tricologici?

Celiachia evento salute benessere parma

Locandina scaricabile allegata 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma