Visualizza articoli per tag: Provincia di Piacenza

Stelle dello sport piacentino e della musica locale testimonial dell'iniziativa. Coinvolti circa 1000 studenti e nove istituti superiori...

 

Piacenza, 25 marzo 2014 -

 

Si chiama Safety's Network ed è il nuovo progetto di educazione alla sicurezza stradale rivolto ai giovani e destinato a creare la Rete della sicurezza stradale della provincia di Piacenza. A supportare l'iniziativa, promossa dalla Provincia di Piacenza e dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano con la collaborazione del liceo Respighi, di Avisl-Associazione vittime di incidenti stradali sul lavoro e della malasanità (rappresentata da Domenico Musicco), di Anpas e della prefettura, c'è il “tifo” di nomi noti del mondo sportivo e musicale locale: dalla squadra di pallavolo maschile Copra Elior al team Rebecchi Nordmeccanica, dal Bakery Basket allo schermidore Alessandro Bossalini, dal motonauta Alex Carella al cantautore Daniele Ronda fino al Comitato italiano paralimpico.

Il progetto, che coinvolge circa 1000 studenti delle classi quarte e quinte di nove scuole secondarie (Respighi, Gioia, Romagnosi, Tramello, Casali, Raineri-Marcora, Cassinari, Isii Marconi, Volta), prevede la creazione della Rete della sicurezza stradale della provincia di Piacenza denominata “Safety’s network” con la realizzazione di diversi interventi: formazione a scuola (organizzazione di incontri di formazione in materia di sicurezza stradale nelle scuole rivolti ai ragazzi delle classi quarte e quinte degli Istituti superiori della provincia di Piacenza); in-formazione notturna (organizzazione di serate / notti d’informazione in materia di sicurezza stradale nei locali notturni della provincia di Piacenza); rete di social network (realizzazione di una rete di social network in materia di sicurezza stradale denominata “Safety’s network”); rete di Comuni e associazioni (coinvolgimento dei Comuni e delle Associazioni della provincia di Piacenza per mettere in rete le diverse attività realizzate); rete di diffusione (realizzazione di una presentazione iniziale e di un evento finale per illustrare l’iniziativa e i risultati raggiunti); rete di conoscenza (al fine di conoscere i comportamenti abituali dei giovani in materia di sicurezza stradale); promozione della figura del “guidatore designato”.

Il progetto, come ha illustrato Massimiliano Collino (referente della formazione nelle scuole), ha preso il via ieri con la formazione nelle classi del liceo classico “Gioia” di Piacenza e terminerà sabato 29 marzo nelle classi del liceo scientifico e linguistico “Volta” di Castel San Giovanni.

“La Provincia  - ha illustrato ieri pomeriggio l'assessore provinciale alle Politiche giovanili Massimiliano Dosi - ha gestito con successo nel 2011 un progetto sulla sicurezza stradale denominato “GINS- giovani in sicurezza”, cofinanziato dall'Upi, e nel 2012 l'iniziativa Swago Bus- Bus della notte in collaborazione con la Fondazione di Piacenza e Vigevano. Il tema della sicurezza stradale per i giovani continua ad essere una priorità: quest'anno si è pensato di mettere a frutto l'esperienza maturata con i precedenti progetti riunendoli in uno denominato 'Safety’s network'. Il tema della sicurezza stradale richiede un’azione di rete, ossia di network da cui fare emergere una risposta condivisa e ampia dei giovani”.

Sarà possibile seguire il progetto su Facebook cercando Progetto Piacenza (Safety’s Network).

 

 

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

La carta è dedicata ai giovani dai 14 ai 29 anni e sarà in distribuzione nei 19 Comuni che hanno aderito all'iniziativa a partire da maggio -

 

Piacenza, 21 marzo 2014 -

 

Sbarca anche a Piacenza YoungERcard, una carta giovani gratuita a doppia valenza valida su tutto il territorio della regione Emilia-Romagna.

A presentare il progetto, promosso appunto dalla Regione Emilia-Romagna e già attivato nei territori di Reggio Emilia e Ferrara, è stato ieri pomeriggio l'assessore provinciale alle Politiche giovanili Massimiliano Dosi

YoungERcard è una carta gratuita dedicata ai giovani dai 14 ai 29 anni che vivono, studiano e lavorano in Emilia Romagna ed è nata con lo scopo di superare la frammentazione attuale di tutte le carte giovani in circolazione.

YoungERcard è in primis una carta sconti: dà diritto a sconti su tutto il territorio regionale e cerca di favorire consumi culturali (librerie, cinema , musei); inoltre vengono stipulate convenzioni con attività commerciali come negozi di ottica, abbigliamento, calzature, cartolerie, palestre, piscine, articoli musicali, sportivi. Ma questa carta ha un valore in più: è anche una carta di cittadinanza in grado di offrire infatti ai giovani varie opportunità di partecipazione ad azioni di cittadinanza attiva  e di volontariato. Questa seconda valenza rientra nel progetto Giovani Protagonisti che prevede  iniziative nelle quali i ragazzi possono diventare cittadini attivi nel proprio territorio, mettendo a frutto le proprie competenze e regalando un po’ di tempo alla comunità locale. Attraverso questo progetto la Regione vuole valorizzare il senso di appartenenza dei giovani alla comunità regionale e locale, promuovere il protagonismo giovanile, riconoscere il ruolo attivo dei giovani nell’attuazione dei progetti di cittadinanza e favorire l’impegno civico e l’educazione a stili di vita sani ed eticamente responsabili.

A Piacenza sono complessivamente 19 i Comuni che hanno aderito all'iniziativa: Calendasco, Travo, San Giorgio, Pontenure, Agazzano, Gossolengo, Castelvetro, Cadeo, Castelsangiovanni, Lugagnano, Villanova, Borgonovo, Piacenza, Carpaneto, Gragnano, Pecorara, Cortemaggiore, Piozzano e Fiorenzuola. 

“YoungERcard  - ha sottolineato Dosi - è un progetto che la provincia di Piacenza sostiene in modo convinto. Per quanto riguarda l'attivazione di convenzioni per la scontistica e di  accordi per le attività di volontariato, la Provincia svolge un ruolo di promotore anche per conto dei Comuni, 

coinvolgendo le associazioni professionali e gli organismi di volontariato di carattere provinciale.

La Provincia siglerà direttamente le convenzioni con i soggetti privati e gli operatori economici che operano su più Comuni, lasciando ai singoli Comuni quelle di carattere locale; sul piano delle iniziative di volontariato sarà ancora compito della Provincia definire gli accordi con le associazioni provinciali, mentre i singoli Comuni si occuperanno dei progetti comunali. Rivolgo un appello agli operatori economici che intendono aderire all'iniziativa a stipulare al più presto le convenzioni”.

I giovani interessati potranno visitare per tutte le informazioni il sito internet www.youngercard.it; le card verranno distribuite nei Comuni che hanno aderito all'iniziativa a partire dal mese di maggio.

 

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

Gli studenti visteranno il Campo il 3-4-5 aprile. Si conclude la visita ai Lager nei quali sono stati deportati in maggior numero i piacentini -

 

Piacenza, 20 marzo 2014 -

Anche per il 2014 Piacenza organizza il Viaggio della Memoria per gli studenti degli istituti superiori. Il Viaggio, promosso per il 3-4-5 aprile con il sostegno dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna, della Provincia e del Comune di Piacenza, dei Comuni di Castel San Giovanni e Fiorenzuola, avrà come destinazione Flossenbürg -Norimberga.
Con la visita a Flossenbürg si conclude la visita ai campi di concentramento nazisti nei quali sono stati deportati in maggior numero i piacentini (negli anni passati gli studenti hanno fatto visita ai lager di Mauthausen-Gusen, Dachau, Buchenwald-Dora e Auschwitz-Birkenau).
A presentare ufficialmente l'iniziativa sono stati questa mattina il presidente della Provincia Massimo Trespidi, il presidente del Consiglio provinciale Roberto Pasquali, l'assessore alle Politiche giovanili del Comune di Piacenza Giulia Piroli e Carla Antonini dell'Istituto storico della Resistenza e dell'età contemporanea.
"A Flossenbürg – ha illustrato Antonini – sono stati deportati 17 piacentini: 9 di questi non sopravviveranno. Il Campo ha quindi un particolare significato per la nostra Memoria". "Ringrazio – ha aggiunto Pasquali – tutte le associazioni che hanno collaborato all'iniziativa e gli studenti che anche quest'anno parteciperanno con entusiasmo all'iniziativa". "Il Viaggio della Memoria – ha sottolineato l'assessore Piroli – costituisce un appuntamento di straordinaria importanza per il Comune e per il mondo della scuola".
Gli istituti che parteciperanno sono: Raineri-Marcora, San Vincenzo, Cassinari-Tramello, Volta, Mattei, Respighi, Colombini, Romagnosi-Casali, Isii Marconi e Gioia. Diversi anche gli incontri di preparazione e restituzione del Viaggio della Memoria: accanto a quelli già promossi dall'inizio dell'anno, il 24 marzo al liceo Respighi è in programma l'incontro "Pesci piccoli e pesci grossi. I processi ai criminali nazisti nel dopoguerra" con Francesco Maria Feltri mentre il 14 maggio è fissato l'incontro di restituzione alla cittadinanza.
"Confermo – ha conlcuso il presidente Trespidi – l'impegno della Provincia sulla promozione dell'iniziativa del Viaggio della Memoria. Credo che la restituzione dell'esperienza sia un momento fondamentale all'interno del quale anche gli adulti, e non solo i giovani, devono ricoprire un ruolo decisivo e responsabile".

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

Progetto "Gemellaggio", un tirocinio formativo promosso dal Comitato Dante Alighieri con l'istituto Raineri-Marcora di Piacenza per alunni, studenti e insegnanti nel settore turistico e ristorativo: ieri pomeriggio il benvenuto in Provincia alla presenza delle istituzioni -

 

 Piacenza, 20 marzo 2014 -

Togliatti e Piacenza ancora più vicine. Ha preso il via in questi giorni il progetto "Gemellaggio", un tirocinio formativo promosso dal Comitato Dante Alighieri con l'istituto Raineri-Marcora di Piacenza per alunni, studenti e insegnanti nel settore turistico e ristorativo: protagonisti l'istituto Raineri-Marcora e gli studenti russi del PVGUS e del SGBA che hanno raggiunto nelle scorse ore la provincia di Piacenza.
Ad accogliere le studentesse di Togliatti, che rimarranno in Italia fino alla fine del mese, sono stati ieri pomeriggio nel palazzo di corso Garibaldi il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi con il vicepresidente Maurizio Parma e il consigliere provinciale Thomas Pagani, l'assessore alla Cultura del Comune di Piacenza Tiziana Albasi, il presidente dell'associazione La Valtidone Valentino Matti e Michele Maffini di Assoagriturismi.
Il progetto prevede masterclass di cucina italiana e lezioni di italiano e, per la parte turistica, una visita alle bellezze della città e della provincia e di alcune città d'Italia. Infine gli studenti coinvolti nel progetto acquisiranno familiarità con la dimensione dell'agriturismo cimentandosi in cucina e in sala.
"Il legame tra Piacenza e Togliatti – ha detto il presidente Trespidi – si sta rafforzando sempre di più e, anche in vista di Expo 2015, tale relazione istituzionale potrà costituire un punto di forza. E' un onore accogliere gli studenti in arrivo da Togliatti: l'auspicio è che possano visitare tutte le bellezze del nostro territorio e assaggiare i prodotti enogastronomici tipici. Il mondo della scuola, a braccetto con quello delle istituzioni, è in questo caso uno strumento importante di scambio culturale. Un ringraziamento particolare va al consigliere Pagani per l'impegno profuso nel progetto".
Al termine dell'incontro l'insegnate della città di Togliatti ha portato alle istituzioni piacentine il saluto del sindaco di Togliatti.

 

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

Una panoramica sul Programma europeo Horizon 2020 con tutte le opportunità offerte nell'ambito della ricerca e dell'innovazione...

 

Piacenza, 19 marzo 2014 -

Una panoramica sul Programma europeo Horizon 2020 con tutte le opportunità offerte nell'ambito della ricerca e dell'innovazione. E' questo il cuore della giornata informativa che ha riunito ieri mattina in Provincia i rappresentanti dei Comuni piacentini e delle associazioni di categoria su iniziativa dello Sportello Europa della Provincia di Piacenza.
L'obiettivo del seminario è stato quello di fornire i dettagli operativi del programma europeo Horizon 2020 che ha attivato di recente i primi bandi di gara. Sono state quindi illustrate le caratteristiche dei progetti e le competenze utili per presentare proposte nell'ambito della ricerca e dell'innovazione.
All'incontro, coordinato dall'assessore a Piacenza Provincia d'Europa Massimiliano Dosi, è intervenuto Andrea Pignatti di InEuropa Srl.

 

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

E' stata una lezione sul campo quella che ha visto protagonisti ieri mattina a Fiorenzuola gli studenti di due classi quinte dell'istituto tecnico per geometri Tramello di Piacenza.Il presidente Trespidi: "Un momento didattico utile promosso dalla Provincia".

Piacenza, 18 marzo 2014 -

E’ stata una lezione sul campo quella che ha visto protagonisti ieri mattina a Fiorenzuola gli studenti di due classi quinte dell’istituto tecnico per geometri Tramello di Piacenza. I giovani, accompagnati dagli insegnanti, hanno fatto visita al cantiere della nuova palestra di Fiorenzuola nel polo scolastico superiore “Mattei” per osservare da vicino come si realizza un’opera dalla redazione del progetto fino all’esecuzione dei lavori. 

“L'opera che verrà realizzata  - ha detto ieri mattina agli studenti il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi - costituisce un esempio eccellente di buona politica e di collaborazione tra Provincia e scuola: l'edilizia scolastica è uno dei settori in cui questa Amministrazione provinciale ha investito di più. Credo che la ‘lezione’ di oggi costituisca un'ottima preparazione per gli studenti dell’istituto Tramello in vista dell’imminente esame di maturità. La Provincia ha insomma messo in campo un importante strumento didattico”. 

Ad illustrare ai ragazzi le diverse fasi della nascita della nuova palestra sono stati i tecnici della Provincia di Piacenza che stanno seguendo da vicino la realizzazione dell’edificio che, lo si ricorda,  sorgerà all'interno del complesso scolastico di via Boiardi (con un investimento di 1 milione 635mila euro cofinanziato da Stato e Amministrazione provinciale). 

“La palestra, – hanno spiegato il dirigente del Servizio Edilizia, progettazione infrastrutture e grandi opere della Provincia di Piacenza Stefano Pozzoli e i progettisti Davide Marchi (direttore dei lavori), Matteo Bocchi (coordinatore della sicurezza) e Roberto Dacrema (direttore operativo) – che verrà messa a servizio della scuola ma anche delle associazioni del territorio, è idonea allo svolgimento di diverse discipline sportive grazie anche alla tipologia di materiale scelto (legno) per il rivestimento del pavimento.  Il progetto si caratterizza per un'altissima attenzione al contenimento dei consumi energetici e alla contrazione dell'impatto ecologico ambientale attraverso l'utilizzo di materiali eco-bio compatibili. Il campo da gioco ha una superficie di 24 per 14 metri e le strutture portanti dell'edificio sono interamente realizzate in legno. In particolare la palestra sarà costruita in una posizione “eliocentrica” al fine di sfruttare al meglio gli apporti solari per l'impianto di riscaldamento”. 

All’incontro di questa mattina hanno partecipato anche il dirigente scolastico del polo Mattei Mauro Monti e il direttore tecnico Graziano Ceci della ditta Edil.Ge.Co Srl di Parma.

 

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

 

Il banchetto sarà allestito dalle 9 alle 12. Trespidi: "Invito tutti i cittadini che intendono sostenere la causa"

Piacenza, 14 marzo 2014 -

Ultimo appuntamento domani, sabato 15 marzo, per la raccolta firme in piazza contro il gioco d'azzardo patologico. Domani mattina dalle 9 alle 12 verrà nuovamente allestito da Comune e Provincia di Piacenza il banchetto per la raccolta delle adesioni sotto i portici Ina in piazza Cavalli. Ad accogliere i cittadini che intendono sottoscrivere la causa sarà il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi. "Invito – ha detto Trespidi – i cittadini interessati e che non hanno ancora espresso la propria solidarietà a venire in piazza domani mattina".
La mobilitazione provinciale era iniziata a metà febbraio e ha coinvolto i Comuni piacentini e le parrocchie.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

Quattro invece le segnalazioni giunte alla Provincia sul riconoscimento individuale. La consegna del premio è in programma il 25 marzo alla Casa del Fanciullo. Trespidi: "Sarà una grande festa per la comunità piacentina" -

 

Piacenza, 13 marzo 2014 -

Sono complessivamente 18 le autocandidature presentate per la seconda edizione del Premio Sussidiarietà Padre Gherardo dedicato a realtà o persone che si sono distinte per un particolare impegno realizzando concretamente, con la loro opera, il principio di sussidiarietà . L'iniziativa, lo si ricorda, è promossa e sostenuta da Provincia di Piacenza, Fondazione di Piacenza e Vigevano e Banca di Piacenza con la partecipazione della Fondazione e della cooperativa "Casa del Fanciullo", della Diocesi di Piacenza, della Prefettura e dell'associazione Alpini - sezione di Piacenza.
L'analisi delle proposte è iniziata ieri mattina durante la prima delle due riunioni della commissione del Premio - presieduta dal presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi - che decreterà il nome del vincitore. Si ricorda che la realtà scelta otterrà un riconoscimento di 10mila euro. Le segnalazioni invece giunte alla Provincia per l'assegnazione dell'effigie scultorea rappresentante Padre Gherardo, destinata ad una singola persona che si è distinta per particolari opere di bene, sono quattro. Presenti questa mattina in Commissione il presidente Trespidi per la Provincia, il presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Francesco Scaravaggi, il presidente della Banca di Piacenza Luciano Gobbi, il prefetto Anna Palombi, la Fondazione e la cooperativa "Casa del Fanciullo" rappresentate dal presidente Giancarlo Riccò, monsignor Domenico Ponzini della Diocesi di Piacenza e il vicepresidente dell'associazione Alpini - sezione di Piacenza – Pierluigi Forlini con l'ex presidente Bruno Plucani
Le diciotto autocandidature sono: "Un sogno per la Strada Onlus", Ufficio diocesano di pastorale della scuola (Diocesi di Piacenza-Bobbio), "Andrea e i corsari della maratona Onlus", federazione "Le Stelle", associazione "Phlox", associazione "Carrello solidale Onlus", Pro loco di Vigolzone, associazione "A gonfie vele", associazione "La città delle donne – Telefono Rosa", associazione "New Sisters", circolo "Club dei piccoli di Rio Torto", centro di solidarietà sociale della Compagnia delle Opere Onlus, associazione "Oltre l'autismo", associazione di solidarietà "Piccoli al centro Onlus", Fondazione Madonna della Bomba – Scalabrini Onlus – Centro ambulatoriale di riabilitazione Beato Giovanni Battista Scalabrini, associazione "Ok Club", associazione "Oltre il Muro" e, infine, associazione "Bambino cardiopatico Onlus". Le quattro segnalazioni riferite a singole persone sono: Giuseppe Bussandri (insegnante di religione cattolica e presidente della cooperativa agricola "La Magnana"), don Giuseppe Sbuttoni (parroco di le Mose), Francesca Valla (volontaria Vincenziana in carcere) e Ettore Pedretti (medico pediatra consigliere dell'associazione Associazione bambino cardiopatico".
Il Premio è rivolto a realtà ritenute particolarmente meritevoli, operanti nel territorio piacentino, la cui attività sia caratterizzata dalla concreta realizzazione del principio di sussidiarietà, distinguendosi, in particolare, per iniziative nell'area educativa e della solidarietà sociale. La Commissione avrà il compito di esaminare quanto pervenuto e, a suo insindacabile giudizio, assegnare il Premio nelle sue due componenti.
"La cerimonia del 25 marzo – ha concluso Trespidi – sarà un momento di grande festa per tutta la comunità piacentina".

 

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

Intesa sulla vertenza che coinvolge i 13 lavoratori del sito produttivo di Caorso del gruppo Giona Spa ...

 

Piacenza, 12 marzo 2014 -

E' stato siglato questa mattina in Provincia il verbale di accordo che sancisce di fatto l'intesa sulla vertenza che coinvolge i 13 lavoratori del sito produttivo di Caorso del gruppo Giona Spa. L'accordo prevede, a partire dal prossimo 17 marzo 2014, un anno di cassa integrazione guadagni straordinaria per crisi e cessazione attività a beneficio dei 13 dipendenti di Caorso.
L'azienda ha cercato di applicare le più ampie tutele possibili anche "in considerazione dell'alta professionalità e della collaborazione sempre manifestata dai lavoratori".
"Oggi - ha commentato il presidente della Provincia di Piacenza Massimo Trespidi - si è ottenuto un risultato importante, reso possibile anche grazie all'intervento della Provincia e alla proficua collaborazione delle parti. Ringrazio il personale della Provincia che ha permesso di raggiungere il risultato e tutti i soggetti coinvolti. Esprimo però grande rammarico per la chiusura di un altro stabilimento nel Piacentino".
L'intesa è stata siglata, oltre che dal presidente Trespidi, da Bruno Malvezzi (Fiom-Cgil) e dai rappresentanti della società in liquidazione.

 

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)

 

Il terzo appuntamento in Provincia con il progetto Concittadini: gli studenti piacentini hanno incontrato, per la giornata di formazione dedicata ai Diritti umani e ai Diritti delle donne, Alberto Emiletti - Ufficio "Educazione ai Diritti Umani della Sezione Italiana di Amnesty Intemational e Paolo Lazzarini - Referente all'Educazione ai Diritti Umani dell'Emilia Romagna -

Piacenza, 10 marzo 2014 -

Terzo appuntamento questa mattina in Provincia con il progetto Concittadini. Gli studenti piacentini hanno incontrato, per la giornata di formazione dedicata ai Diritti umani e ai Diritti delle donne, Alberto Emiletti - Ufficio "Educazione ai Diritti Umani della Sezione Italiana di Amnesty Intemational e Paolo Lazzarini - Referente all'Educazione ai Diritti Umani dell'Emilia Romagna. L'incontro è stato coordinato dall'assessore provinciale alle Politiche giovanili Massimiliano Dosi e dal referente piacentino di Amnesty International Luigi Ferrari.
"Concittadini" coinvolge attualmente i tre Consigli comunali dei ragazzi di Carpaneto, Gragnano e Piacenza, il Comune di Carpaneto, le scuole Isii "Marconi", "Casali" con la sezione associata del "Romagnosi", "Gioia", "Colombini", "Raineri Marcora", gli istituti comprensivi di Cadeo-Pontenure, Cortemaggiore, Rivergaro e Fiorenzuola, le medie di San Nicolò, Calendasco e Gragnano e il terzo circolo didattico di Piacenza (in totale duemila studenti e circa trecento adulti fra insegnanti e genitori).
Il primo incontro dedicato alla Memoria era stato tenuto dal collaboratore scientifico del Museo monumento del deportati politico e razziale Francesco Maria Feltri; il secondo dedicato alla legalità aveva visto la partecipazione di Daniele Borghi - responsabile Regionale Associazione Libera nomi e numeri contro le Mafie - e del capitano Luca Ferrari Comandante della Compagnia di Piacenza della Guardia di finanza.
Il progetto Concittadini prevede nelle prossime settimane, oltre alla presentazione finale dei vari progetti delle scuole in fase di elaborazione, la visita all'Assemblea legislativa di Bologna e alla Fondazione Fossoli (museo del deportato politico e razziale e ex campo).
É infine possibile per le scolaresche fino ad aprile "prenotare" delle visite guidate in Provincia al fine di comprendere il funzionamento della macchina amministrativa.
Per informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi ai numeri 0523795844/795525 o scrivere all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Piacenza)