Visualizza articoli per tag: Comune di Villa Minozzo

Domenica mattina il sindaco si recherà nell’aia dove, il 20 marzo 1944, furono uccise dai nazisti ventiquattro persone, rappresentando la gente che non potrà partecipare.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Chi gestisce bene i rifiuti risparmia - Martedì sera sarà presentato il nuovo sistema premiante, che è rivolto a un'ampia serie di materiali di scarto. Si aggiunge alla scontistica per coloro che riciclano gli organici

(Villa Minozzo, 1 giugno 2018). L'operazione sconto sulla tassa rifiuti, partita da pochi giorni, sarà ufficialmente presentata martedì sera (5 giugno) nella sala del consiglio comunale, alla presenza dei tecnici di Iren.

"In base alle quantità ed alle tipologie di materiali consegnati nel centro di raccolta di Calizzo - spiega Lucia Manicardi, assessore all'ambiente - ogni famiglia potrà accumulare un punteggio e beneficiare dei relativi sgravi, che verranno riconosciuti in fattura, l'anno successivo. Con il nuovo sistema premiante, che si avvale di uno strumento informatizzato che prevede l'utilizzo della tessera sanitaria dell'intestatario della bolletta, intendiamo proseguire, in collaborazione con Iren, la strada intrapresa per potenziare e ottimizzare il servizio sulla differenziata, che prevede una scontistica anche per chi ricicla gli scarti organici".

L'incontro pubblico, che avrà inizio alle 20.30, fa seguito a una lettera inviata, lo scorso aprile, a tutti i villaminozzesi che contiene, tra l'altro, l'elenco degli oggetti scontabili, con il valore di ciascuno, in punti e in euro, dagli elettrodomestici alle lampadine, dall'olio di frittura a quello dei motori, dalle padelle ai mobili, dagli pneumatici alle biciclette.

"Sarà pure l'occasione - conclude l'assessore Manicardi - per fare il punto della situazione sullo smaltimento dei rifiuti a livello complessivo, che necessita di una gestione sempre più corretta ed accorta per ottenere duraturi benefici ambientali ed economici nell'interesse di tutta la comunità. Ci troviamo infatti ad operare su un'area molto vasta ed eterogenea in cui sono ancora presenti alcune criticità e nella quale assume un'importanza fondamentale la collaborazione di tutti, al fine di diffondere capillarmente, a partire dai più giovani, pratiche di raccolta orientate alla sostenibilità e al rispetto del territorio in cui viviamo e di cui siamo responsabili".

 

Lucia_Manicardi_assessore_allambiente_2.jpg

 

 

Il Comune, la scuola e il volontariato uniscono le loro capacita'. Il servizio riapre con una giornata di spettacolo, dedicata agli studenti ma aperta a tutti, e il taglio del nastro in mattinata. Il sindaco: "L'unione si dimostra ancora la nostra vera forza".

Villa Minozzo, 4 aprile 2016

Domani riapre la biblioteca, grazie a un'importante sinergia tra municipio, scuola e volontariato. "Ancora una volta - afferma il sindaco Luigi Fiocchi - l'unione delle forze si dimostra la nostra vera forza".
Oltre al classico taglio del nastro, l'inaugurazione prevede una serie di spettacoli al teatro I Mantellini, nel corso dell'intera mattinata e del primo pomeriggio. "Anche se sono momenti dedicati in particolare agli studenti della primaria e della secondaria di primo grado - spiega Erica Bondi, assessore alla cultura - abbiamo aperto la partecipazione all'intera comunità, per festeggiare assieme la riapertura di un prezioso servizio rivolto a tutti, dopo alcuni mesi d'interruzione per 'lavori in corso'. La gestione della biblioteca, grazie all'impegno e alla passione di Giuseppina Gentili, dirigente scolastico dell'istituto comprensivo, e degli insegnanti, cui va il nostro caloroso ringraziamento, resta in capo alla scuola".
Proseguono il primo cittadino e l'assessore: "Il Comune ha invece confermato la messa a disposizione dei locali, e il loro adeguamento con l'attivazione di un sistema wi-fi e di postazioni informatiche, nell'antica 'Rocca' del capoluogo, sede del centro culturale polivalente 'Arrigo Benedetti'. Preziosissima e fondamentale, inoltre, la collaborazione dell'associazione Villacultura che, oltre ad aver contribuito con noi e l'istituto comprensivo nell'acquisto di nuovi materiali, ha organizzato l'evento inaugurale e si affiancherà alla scuola per la conduzione dell'attività".
Sottolinea infatti Elisabetta Guidetti, presidente di Villacultura: "I nostri volontari garantiranno anche e soprattutto, assieme ad alcuni insegnanti, l'apertura del servizio, che al momento riguarderà tre giornate alla settimana, il martedì e venerdì pomeriggio, dalle 15 alle 17, e giovedì mattina, dalle 10 alle 12. Valorizzare il territorio, le sue tradizioni ed i suoi abitanti, e promuovere occasioni di riflessione, confronto, conoscenza e divulgazione è il nostro obiettivo. E questa iniziativa ne fa parte a pieno titolo".
Le narrazioni a teatro saranno condotte, a partire dalle 8.30, da Monica Morini e Annamaria Gozzi, mentre la cerimonia ufficiale, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni, è prevista in biblioteca per le 11.30.

Locandina inaugurazione biblioteca villa minozzo

(Fonte: ufficio stampa Villa Minozzo)

Mercoledì, 05 Novembre 2014 13:24

Villa Minozzo - Il sole, le fonti e l’Abete bianco

Impianto fotovoltaico per gli edifici comunali, interventi a Rescadore e a Poiano, investimenti sul dissesto idrogeologico e il punto sull'asilo nido e sulla scuola dell'infanzia del capoluogo -

Reggio Emilia, 5 novembre 2014 -

Da oggi anche il sole è a disposizione degli edifici comunali. "Nelle scorse settimane è infatti entrato in funzione - spiega il sindaco Luigi Fiocchi - l'impianto fotovoltaico che dal centro culturale contribuisce a fornire energia elettrica e permette un sostanzioso risparmio sulla 'bolletta della luce' alle nostre strutture pubbliche. Il progetto è stato attuato in collaborazione con Iren".

In tema di opere sul territorio, il primo cittadino villaminozzese segnala inoltre "interventi di arredo urbano a Febbio Rescadore e di messa in sicurezza del ponte sul Fosso degli Arati". Continua Fiocchi: "Sempre a Rescadore è stata realizzata, col contributo del Parco nazionale, la copertura in legno della struttura ricettiva del campeggio".

Sulla viabilità, "al di là degli importanti lavori eseguiti grazie al finanziamento di un milione di euro del progetto 'Seimila campanili' e sulla strada del monte Penna - rileva poi il sindaco - sono stati utilizzati altri 70 mila euro per risolvere diversi problemi di dissesto idrogeologico. Sulla sentieristica, da segnalare inoltre i nuovi percorsi che riguardano il bacino delle fonti di Poiano, eseguiti grazie all'ente Parco, su finanziamenti europei. Sono state anche appaltate opere a favore dei cimiteri di Febbio e di Tapignola".

In merito ai servizi alle famiglie, Luigi Fiocchi informa infine come "l'asilo nido Abete Bianco, riservato ai piccoli dai 12 ai 36 mesi, che ha sede nell'istituto scolastico comprensivo e che è al suo secondo anno di attività, funziona 'a pieno regime', con un numero completo di ospiti, così come è attiva la nuova scuola statale dell'infanzia, frequentata da una trentina di bambini, che prosegue l'opera storica della scuola parrocchiale, che ha concluso la sua esperienza la scorsa primavera dopo oltre settant'anni d'impegno educativo".

(Fonte: ufficio stampa Villa Minizzo)

Giovedì, 30 Ottobre 2014 10:33

Villa Minozzo - Riaperto il tracciato del Penna

Riaperta la strada Gova - Novellano, interrotta nel gennaio scorso da una caduta di giganteschi massi dal monte Penna, grazie all'intervento della protezione civile regionale. Completata anche la prima fase dei lavori sulla viabilità previsti nel programma Seimila campanili, con cui si era ottenuto un milione di euro -

Reggio Emilia, 30 ottobre 2014 -

"Da alcuni giorni è riaperta la strada comunale tra Gova e Novellano, che era stata chiusa al traffico lo scorso inverno a seguito di una consistente frana staccatasi dal monte Penna": è con soddisfazione che il sindaco Luigi Fiocchi annuncia la soluzione del grave problema causato dalla caduta di giganteschi massi sulla via di comunicazione villaminozzese nella notte tra il 4 e il 5 gennaio.

"I lavori sono stati finanziati - spiega Fiocchi - dall'Agenzia regionale di protezione civile, grazie a un investimento di 180 mila euro che ha permesso di riparare e mettere in sicurezza questa strada, un'arteria vitale per la parte alta del nostro territorio comunale. Un plauso va all'ente regionale che, pur nelle esigue disponibilità attuali, è sempre attivo e pronto ad affrontare le criticità più gravi. Così è stato anche in questo caso".
Continua il primo cittadino: "La frana di crollo aveva provocato il distacco dal versante del Penna, a partire da quota 1200 metri, di numerosi macigni, con dimensioni fino a sei metri cubi, molti dei quali avevano raggiunto la carreggiata della via La Sorba di Gova - Novellano, danneggiandola seriamente e causandone di fatto l'interruzione, senza causare per fortuna danni a case o a veicoli in transito. I fenomeni di distacco erano proseguiti anche nei giorni successivi. La chiusura della strada non aveva comportato l'isolamento di nessun nucleo abitato, ma la sua riattivazione in tempi ragionevoli era indispensabile".

Sempre in tema di viabilità, comunica il sindaco Fiocchi: "E' stata poi compiuta la prima fase dei lavori relativi al progetto di manutenzione straordinaria della viabilità comunale, grazie al finanziamento di un milione di euro ottenuto dalla nostra Amministrazione (unica in provincia di Reggio Emilia) da parte del Ministero dei trasporti nell'ambito del programma Seimila campanili. Sono state praticamente ultimate le riasfaltature dei tratti stradali particolarmente danneggiati lungo le percorrenze Gova - Morsiano - Novellano, Civago - Case Cattalini, Case Pelati - Coccarello, Case Stantini - Febbio, Roncopianigi - Monteorsaro - Santonio - Villa Minozzo, Villa Minozzo - Mulino Bruciato - Carniana, Razzolo - Minozzo, Razzolo - Sonareto, Razzolo - Poiano e Carù - Castellaro - Cerrè Sologno".

Conclude Luigi Fiocchi: "Su questi tratti restano da ultimare le opere riguardanti le cunette e le protezioni di sicurezza, nonché gli interventi strutturali su frane e ponti. Si tratta di opere di primaria importanza per un territorio vasto e complesso come quello del nostro comune. I finanziamenti conseguiti hanno veramente rappresentato una boccata d'ossigeno per la nostra articolata viabilità che, fra l'altro, è spesso soggetta a rischi di carattere idrogeologico".

(Fonte: ufficio stampa Comune di Villa Minozzo)

Sfilata di Morgan sulle strade d'Appennino. Ammirabili diversi e originali modelli della casa britannica, i cui equipaggi faranno tappa
nel villaminozzese, provenienti dalla Toscana e diretti verso i laghi di Garda e Maggiore -

Reggio Emilia, 8 settembre 2014 -

"Dopo il successo dell'annuale raduno di Fiat 500 ed altre automobili d'epoca e della tradizionale Motocavalcata, il nostro territorio è ancora al centro degli amanti dei motori": il sindaco Luigi Fiocchi presenta così l'iniziativa in programma per mercoledì 10 settembre. "Il villaminozzese - spiega il primo cittadino - ospiterà infatti la carovana del 'North Italia rally tour', con appassionati provenienti dal Belgio, alla guida di veicoli della prestigiosa casa automobilistica britannica Morgan, fondata nel 1909".

La comitiva, partita domenica scorsa da Montecarlo, farà tappa in località La Pioppa, nell'ampio parcheggio dell'omonimo ristorante, dov'è in programma un rinfresco per i piloti e gli equipaggi "e dove sarà possibile ammirare, dalle 9.30 alle 12 circa - continua Fiocchi - diversi e originali modelli della fabbrica d'Oltremanica".

Sottolinea poi il sindaco: "Questa graditissima visita internazionale avviene proprio nell'anno in cui abbiamo iniziato ad eseguire il progetto di manutenzione straordinaria della viabilità comunale, grazie al finanziamento un milione di euro ottenuto, unici in provincia di Reggio Emilia, dal Ministero dei trasporti nell'ambito del programma Seimila campanili. Anche le iniziative riguardanti l'hobby e lo sport dei motori, gestite in modo intelligente e rispettoso sotto il profilo ambientale, contribuiscono a creare interesse per le nostre località".

Dal Principato di Monaco il tour degli appassionati belgi della Morgan è proseguito per Portofino e prevede un'altra sosta nelle colline toscane prima di fermarsi nell'Appennino reggiano e ripartire in direzione lago di Garda e lago Maggiore, dove, venerdì, si concluderà la manifestazione.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Villa Minozzo)

Settant’anni fa furono uccisi dai nazisti ventitré civili e il parroco. In un film documentario nuove testimonianze sulla strage, oltre a quelle raccolte  dal dopoguerra  -

 

Villa Minozzo, 25 marzo 2014 -

“A settant’anni dalla strage di Cervarolo, avvenuta il 20 marzo 1944 ad opera dei nazisti, in cui furono uccisi ventitré civili e il parroco, don Battista Pigozzi, ospiteremo la prima del documentario che ricorda quella tragedia”: così il sindaco Luigi Fiocchi presenta “E vennero da lontano”, il filmato di Riccardo Stefani, regista, e Sabrina Guigli, che sarà proiettato sabato sera, alle 21, nel teatro I Mantellini.

“Il tema principale del film documentario  - spiega il primo cittadino - è la ricostruzione, in chiave storica,  dell’eccidio di Cervarolo e di quello di Monchio, in comune di Palagano, nel modenese, dove l’opera è stata vista in anteprima nei giorni scorsi. La pellicola è la prosecuzione e l’approfondimento dell’argomento già affrontato nel film  ‘Sopra le nuvole’, realizzato dagli stessi autori nel 2008”.  

 

rid Riccardo Stefani dietro la macchina e un attore

 

Il paese di Cervarolo è “tra le ‘città’ - prosegue Luigi Fiocchi - decorate al valor militare per la guerra di liberazione, insignito della medaglia di bronzo, mentre il comune è stato fregiato della medaglia d’argento, a conferma delle sofferenze e del tributo di sangue pagato dalla nostra gente per la libertà e la democrazia”. 

Conclude il sindaco Fiocchi: “Il verdetto di condanna per i responsabili di quella strage è stato emesso solo tre anni fa, ma dal dopoguerra ad oggi sono state diverse le testimonianze scritte, tra cui le pubblicazioni ‘Raffiche di mitra in montagna’ di Umberto Monti (1946) e ‘Morte sull’aia’ di Pietro Alberghi (1964). Il documentario che vedremo nella serata di sabato, assieme al film di sei anni fa, basati entrambi, oltre che sui documenti storici, sui racconti dei sopravvissuti dei due eccidi (e per la cui produzione ci si è anche avvalsi di numerose comparse locali), vanno ad arricchire il ricordo di tragici avvenimenti che dovranno rimanere sempre a monito delle generazioni future”.

Si legge, fra l’altro, in una nota di presentazione del filmato “E vennero da lontano”, i cui protagonisti sono  “il territorio, la sua gente e la sua cultura”: “Lo spettatore verrà coinvolto nelle paure, nelle emozioni  e nei sentimenti di chi, in prima persona, ha vissuto quei momenti”. 

 

(Fonte: ufficio stampa Comune di Villa Minozzo)

 

Il Comune di Villa Minozzo, si è aggiudicato il finanziamento massimo consentito con 1.000.000 di Euro per interventi di manutenzione straordinaria alla viabilità Comunale -

Villa Minozzo, 18 febbraio 2014 -

Le "campane" del Comune di Villa Minozzo suonano a festa!

Sono poco meno di 6.000 i Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, e di questi, solo 174 comuni in Italia si sono aggiudicati un finanziamento fino ad UN MILIONE di Euro dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per il Primo Programma "6000 Campanili".

In Emilia-Romagna i comuni aggiudicatari del contributo sono 5, in Provincia di Reggio Emilia solo UNO, il Comune di Villa Minozzo, che si è aggiudicato il finanziamento massimo consentito con 1.000.000 di Euro per interventi di manutenzione straordinaria alla viabilità Comunale.

Tutto ciò rappresenta la volontà e l'impegno dell'Amministrazione Comunale nel cercare risorse a favore dei suoi cittadini e l'impegno dei suoi dipendenti che hanno predisposto un progetto di manutenzione straordinaria della viabilità comunale e gli atti accessori in tempi rapidissimi.

Questo finanziamento, assieme ad altre risorse, ci permetterà di dare ai cittadini nel nostro Comune un'importante risposta ai gravi problemi che la nostra viabilità presenta.

Penso di poter affermare che il nostro mandato si conclude con una grossa ciliegina sulla torta, che sarà di grande beneficio per chi amministrerà il nostro Comune nella prossima legislatura.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Villa Minozzo)

 

Il sindaco di Villa Minozzo Fiocchi: "Siamo orgogliosi dei nostri atleti che, al di là dei successi, sono sempre spontanei e disponibili". Un megaschermo per "Razzo" -

Villa Minozzo, 7 febbraio 2014 -

"Giuliano e Marco sono numeri uno, tra i pali ma anche nella vita": così il sindaco Luigi Fiocchi esprime lo spirito con cui i villaminozzesi attendono le prove alle quali sono chiamati "due dei sei atleti di casa che - spiega - hanno raggiunto altissimi livelli nello sport nazionale e internazionale e di cui siamo giustamente orgogliosi".
I pali che Giuliano Razzoli e Marco Silvestri "devono affrontare, sciatore di slalom speciale il primo e portiere di calcio il secondo - continua Fiocchi - sono ben diversi, ma comune è il loro coraggio e la loro volontà di ottenere obiettivi importanti, a livello sportivo e non solo".

 

Marco Silvestri rid

 

Sottolinea poi il primo cittadino: "Abbiamo vissuto con particolare soddisfazione le notizie che Razzoli, campione olimpico in carica, nonostante le sfortunate prove degli ultimi tempi, sia stato convocato ai giochi olimpici invernali di Sochi, in Russia, e che Silvestri, del Chievo Verona, sia stato ceduto in prestito, ma con diritto di riscatto, al Cagliari, una grossa opportunità per la sua carriera in serie A".
In occasione della gara di "Razzo", in programma per sabato 22 febbraio, "allestiremo, come quattro anni fa - conferma il sindaco Fiocchi - un megaschermo e festeggeremo nella piazza del municipio. Cercherà di difendere il suo titolo e sappiamo che ce la metterà tutta. Noi saremo lì, tutti uniti, a sostenerlo".
Conclude Luigi Fiocchi: "Giuliano Razzoli e Marco Silvestri, così come gli altri campioni di casa, Davide Guiducci nel deltaplano, Andrea Marcenaro nella corsa con cani da slitta, Sara Coriani nella pallavolo e Daniele Zobbi (anch'egli originario di Villa Minozzo) nel salto con l'asta, rappresentano le punte di diamante di un movimento sportivo molto vivace, che per un territorio di circa quattromila abitanti è un risultato di straordinario valore. Siamo orgogliosi dei nostri atleti, che in montagna hanno imparato a superare gli ostacoli e le prove con grinta e determinazione e che, al di là dei successi raggiunti, sono rimasti persone spontanee e disponibili".

(Fonte: Comune di Villa Minozzo)

 

"La grande discarica va subito chiusa", ribadisce il sindaco. E aggiunge: "I comitati non agiscono in base a scelte politiche ma cercano solo di difendere la qualità della vita di tutti" -

Villa Minozzo, 17 gennaio 2014 -

"Poiatica dev'essere chiusa, e subito": il sindaco Luigi Fiocchi, ribadendo quanto già sostenuto dai comitati antidiscarica, dal primo cittadino di Toano, Michele Lombardi, e da alcuni parroci del toanese e del carpinetano, si dice sorpreso, "ma non più di tanto", di come in montagna la "maggioranza di 'governo' non prenda una posizione netta in tal senso".
Sottolineano Fiocchi e il gruppo consiliare di maggioranza: "Auspichiamo che l'amministrazione comunale di Carpineti, sul cui territorio è presente da quasi vent'anni la grande discarica (nata comprensoriale e diventata poi provinciale), ne chieda l'immediata cessazione e non permetta l'apertura di un sesto lotto da parte della Regione, che darebbe ancora campo a un 'progetto' non si sa a vantaggio di chi o di che cosa, ma non certamente dei montanari, secondo un vecchio schema di operare che andrebbe superato. Si eviti tuttavia che sul problema di Poiatica, che si trova nel carpinetano ma che è anche sotto la casa dei toanesi e non lontano dai villaminozzesi, si ripropongano modalità decisionali calate dall'alto, che rischierebbero di degenerare in un'ormai stucchevole supponenza".
Prosegue il sindaco: "E' chiaro che oggi, su questo tema, non si possa più parlare in termini di soldi, e con che criterio siano stati distribuiti finora gli indennizzi. Comunque, pur essendo convinti che gli aspetti economici in gioco non abbiano indotto alcuno a minimizzare gli impatti ambientali e sanitari della discarica, è indubbio che Poiatica abbia finora rappresentato una fonte importante di interessi economici".
Spiega Luigi Fiocchi: "Il Comune di Carpineti, ad esempio, ha ricevuto nel tempo e continua ad 'incassare' elevati benefici, atti ad indennizzare la presenza della struttura, che attualmente si attesterebbero su un milione e 400 mila euro annuali. A tal proposito è certamente un'anomalia il fatto che un Comune come Toano, direttamente affacciato con tre centri importanti sulla discarica, cioè Cavola, Corneto e Cerredolo, non abbia mai ricevuto alcun indennizzo. Tutto ciò anche se i 'patti iniziali', a quanto ci risulta, erano quelli di suddividere in 'proporzione' questo 'ristoro ambientale' con gli altri Comuni montani. Cosa che non è mai avvenuta ma che, in ogni modo, non rappresenta più un aspetto significativo di fronte a possibili rischi all'ambiente e alla salute".
Concludono il sindaco Fiocchi e il gruppo consiliare di maggioranza: "Auspichiamo che chi governa questa vicenda ascolti veramente la gente, senza pensare che i comitati antidiscarica agiscano in base a scelte politiche. La verità è che cercano solo di difendere la qualità della vita di tutti. La montagna finora ha dato molto, e non solo sul tema della discarica. Ora, per i rifiuti, si dovrà trovare un'altra soluzione".

(Fonte: ufficio stampa Comune di Villa Minozzo)

 

Pagina 1 di 2