Visualizza articoli per tag: sociale

Una crisi di coppia non arriva all’improvviso ma è il punto d’arrivo di un percorso che può essere innescato da una molteplicità di fattori, primo tra tutti l’aggravio di stress sul posto di lavoro e le ridotte attenzioni che questo porta a rivolgere al partner. Il quale, inevitabilmente, finisce col sentirsi messo da parte.

In concomitanza con l8 marzo e a un anno dall’inizio della pandemia, le donne hanno pagato di più.

Pubblicato in Cultura Emilia

Fondazione Cariparma amplia la raccolta delle richieste di contributo 2021 con tre nuovi bandi: “Sostegno agli enti del Terzo settore”, “Play, learn, grow!” e “Sessione erogativa generale”.

Pubblicato in Economia Parma

In un mondo dove ogni giorno si moltiplicano episodi di razzismo, di intolleranza, di xenofobia è importante ricordare ogni anno il “Giorno della Memoria”.

Pubblicato in Cultura Emilia

- Nonna che fai?

La  trovo seduta in giardino  a fissare la sua tartaruga.

Gliel’ha regalata mio zio ed è diventata subito uno dei suoi pensieri fissi dal giorno in cui è arrivata.

Pubblicato in Cultura Emilia

Sportello di ascolto e supporto al servizio della comunità

Pubblicato in Cultura Emilia

Nella nostra regione sono decine di migliaia provenienti da centinaia di associazioni, i volontari che si mobilitano, per fare fronte ai bisogni della popolazione più vulnerabile.

Pubblicato in Cultura Emilia
Giovedì, 09 Aprile 2020 19:55

Buono spesa in Pedemontana: oltre 500 domande

Da lunedì a mercoledì a mezzogiorno sono state presentate 506 richieste: 363 quelle già verificate, 113 i contributi erogati per un totale 43.810 euro.

Hanno un sapore agrodolce i numeri dei buoni spesa richiesti agli Sportelli sociali dalle famiglie che vivono nei cinque Comuni dell’Unione Pedemontana Parmense. Perché se da un lato confermano il successo dell’iniziativa, dall'altro mostrano quanto sia profondo il morso della crisi economica a seguito dell’emergenza Coronavirus.

Le domande pervenute tra lunedì 6 e mercoledì 8 aprile sono state infatti 506, di cui 140 presentate a Collecchio, 139 a Traversetolo, 90 a Felino, 75 a Montechiarugolo e 62 a sala Baganza. Di queste, 363 (71,74%) sono state verificate dalle assistenti sociali e i contributi già erogati sono 113, per un totale di 48.810 euro sui 265.183 complessivamente disponibili (78.017 a Collecchio, 47.623 a Felino, 58.868 a Montechiarugolo, 30.107 a Sala Baganza e 50.566 a Traversetolo).

Un lavoro di analisi attento, quello degli operatori di Azienda Pedemontana Sociale, per far sì che i destinatari dei contributi fossero veramente i nuclei familiari più colpiti dal lockdown per contenere la diffusione del Covid-19, quelli cioè che abbiano subito una riduzione del reddito a seguito della sospensione o chiusura di attività commerciali, artigianali e industriali, oppure composti da persone che non abbiano incassato regolarmente lo stipendio.

E a testimoniare quanto la misura di sostegno fosse rivolta a nuove famiglie in difficoltà, sui 113 buoni spesa erogati soltanto 5 sono finiti a persone che hanno percepito dei contributi economici da parte di Azienda Pedemontana Sociale negli ultimi 5 anni. Niente “distribuzione a pioggia” in fretta e furia: l’intervento è stato mirato alle situazioni di reale necessità.

"È noto che i Comuni non hanno risorse di bilancio per garantire aiuti diretti in questa fase così delicata – premette il presidente dell’Unione Pedemontana Parmense e sindaco di Sala Baganza Aldo Spinaqueste prime risorse trasferite dallo Stato ci mettono in condizioni di dare un importante segnale di attenzione, che vogliamo indirizzare fortemente verso le famiglie che si trovano ad affrontare nuove e impreviste difficoltà legate alla pandemia – sottolinea – abbiamo attivato una procedura tempestiva di ascolto e valutazione dei singoli casi, attraverso i professionisti di Pedemontana sociale, che in pochi giorni sta già dando risultati significativi".

Come e dove ottenere il buono spesa.
Per ottenere il buono spesa, anche sotto forma di contributo economico, fino ad un massimo di 650 euro, occorre inviare il modulo di autocertificazione debitamente compilato, unitamente alla copia di un documento d’identità valido, all'indirizzo mail dello sportello sociale del proprio comune di residenza.

Nel caso in cui si fosse sprovvisti di posta elettronica, o di difficoltà nel redigere l’autocertificazione, si può telefonare direttamente allo sportello e, dopo aver lasciato i propri dati, si verrà richiamati da un operatore che vi guiderà nella compilazione.

Si dovrà fornire, in particolare, informazioni sulla composizione del nucleo familiare e sulla sua situazione reddituale, avendo cura di avere a portata di mano la documentazione necessaria e, nel caso si fosse titolari di un conto corrente, del codice IBAN.

Le richieste verranno successivamente sottoposte a un’istruttoria che approva o meno l’erogazione e l’entità del contributo.

Gli Sportelli sociali dei Comuni dell’Unione Pedemontana possono essere contattati ai seguenti numeri telefonici o indirizzi email, nei seguenti orari:

  • Collecchio (Tel. 0521 301239 - Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) , dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il giovedì dalle 15 alle 17;
  • Felino (Tel. 0521 336392 - Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13 e il mercoledì dalle 14 alle 17;
  • Monticelli Terme (Tel. 0521 687706 - Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e il giovedì dalle 14 alle 17.30;
  • Sala Baganza (Tel. 0521 331350 - Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e il giovedì dalle 14 alle 16.30;
  • Traversetolo (Tel. 0521 344551 - Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) dal lunedì al venerdì dalle 8.15 alle 13.15 e il giovedì dalle 14 alle 17.

Per ulteriori informazioni si può consultare il sito www.unionepdemontana.pr.it.

Venerdì, 06 Marzo 2020 09:14

Le babysitter dell'Urgenza

Di Marco Alfredo Arcidiacono 5 marzo 2020 - La misura di prolungamento della chiusura delle scuole, a mio parere sacrosanta, mi induce essendo anche coinvolto in prima persona a lanciare un suggerimento alla nostra Amministrazione.

Fortunatamente molti genitori hanno un lavoro che però oggigiorno risulta difficile conciliare con la gestione della Famiglia. Data la particolarità di questa situazione è importante affrontare questo problema con tutte le armi a disposizione.

In aggiunta ai congedi parentali e vari permessi che sono normati dai vari contratti nazionali, l'Amministrazione Comunale potrebbe offrire
un' attività di accudimento dei bambini al proprio domicilio attraverso babysitter dedicata , come una forma sostitutiva dei Servizi educativi per l'Infanzia e anche della Scuola Primaria.

L' Amministrazione ha a disposizione le figure necessarie che sono state accreditate in un apposito albo ed inoltre ha anche a disposizione le risorse che sono state stanziate per il Progetto "Una casa in più".
Sarebbe una piccola variante del progetto ma la ragione per cui attuarla sarebbe la stessa.

Naturalmente questo supporto dovrebbe essere concesso limitatamente a chi ne ha realmente bisogno.
Bisognerebbe dare priorità a coloro che sono realmente impossibilitati da questa situazione ad essere autonomi, in modo da poterli mettere in condizione di onorare il proprio lavoro per fronteggiare questa emergenza.

FB_arcidiacono_1.jpg

Pubblicato in Costume e Società Parma
Sabato, 29 Febbraio 2020 16:35

Esplora è diventata Aps

Il presidente Pierangelo Pettenati presenta i nuovi progetti
Tante le attività in programma per il 2020, anno di Parma Capitale Italiana della Cultura


L’Associazione Esplora nasce nel 2016 come associazione culturale dedicata a sviluppare e realizzare progetti musicali, tra cui il premio annuale ParmAwards che permette ai talenti emergenti di farsi conoscere in ambito artistico musicale.

Poi negli anni ha preso sempre più corpo una progettazione che si è via via sviluppata attraverso l’ingresso di nuovi associati con competenze e backgrond diversi: Francesca Caggiati, vice presidente, giornalista e motivatrice, specializzata in comunicazione, ufficio stampa, brand image e relazioni pubbliche; Antonio Iamiglio, segretario e tesoriere di Esplora, specializzato nel campo turistico-alberghiero, pubbliche relazioni nel settore organizzazione di meeting, eventi e fundraising; Alexandra Cadoppi, ha maturato invece la sua esperienza in ambito televisivo, in particolare sul canale musicale Sky Match Music e si è specializzata in eventi musicali ed aziendali; Massimo Bonini, già presidente di Lunae Nuove, ha organizzato per anni rassegne culturali e grandi manifestazioni per enti locali, amministrazioni e altre realtà del territorio.


“Oggi Esplora – spiega il presidente Pierangelo Pettenati - adeguandosi alla nuova normativa che regola il terzo settore, è diventata Associazione di Promozione Sociale e si è data un’organizzazione interna che le permette di portare avanti con maggior forza i progetti già realizzati in passato e svilupparne di nuovi in un ambito culturale e sociale allargato grazie alle risorse e competenze degli associati. Un’associazione fatta di persone per le persone, in particolare i giovani, senza tralasciare progetti sociali e di inclusione rivolti ad un pubblico più adulto, che coinvolgano a vario titolo le diverse comunità”.


Per l’anno in corso le iniziative in cantiere sono diverse e includono attività socio-culturali, esperienziali e formative: si tratta di progetti importanti per le scuole, un contest a livello locale e uno di livello nazionale, la costruzione di una rete di professionisti a supporto di artisti e organizzazioni, corsi e seminari di alta formazione e varie rassegne e festival in città e provincia.

“Il programma di Esplora APS – prosegue Pettenati – è volutamente ampio e porta avanti interessi collettivi differenti che vanno ad integrarsi con le politiche sociali del nostro territorio, che proprio attraverso le diverse realtà associative hanno la possibilità di svilupparsi. Per poter realizzare e far fruire il più ampiamente possibile le varie attività, l’associazione sta partecipando a bandi locali e regionali per l’assegnazione di fondi specifici per la realizzazione delle iniziative e si sta presentando alle aziende del territorio sensibili a sostenere progetti di valore sociale.”

Il programma di Esplora, in costante aggiornamento, può essere consultato sulla pagina Facebook “Associazione Esplora Aps”.

Pubblicato in Cronaca Parma
Pagina 1 di 2