Visualizza articoli per tag: cuore

Alte professionalità insieme per un lavoro di squadra che ha offerto una nuova possibilità di vita ad un grave paziente cardiologico

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

#ParmigianoReggiano - Reggio Emilia, 29 settembre 2021 – In occasione della Giornata Mondiale del Cuore, Consorzio Parmigiano Reggiano e Cuore Domani, Fondazione della Società Italiana di Chirurgia Cardiaca, annunciano una nuova partnership con l’obiettivo di supportare la ricerca scientifica e favorire una corretta divulgazione delle abitudini alimentari. Il primo impegno concreto da parte del Consorzio consiste nel finanziamento di una borsa di studio che sarà destinata ad un progetto di ricerca sulle malattie cardiovascolari.

Sabato 15 febbraio a Villa Pineta di Modena controlli gratuiti per prevenire le malattie del cuore. ECG gratuito solo su PRENOTAZIONE

Torna anche quest’anno l’iniziativa “Cardiologie Aperte” organizzata da ANMCO (Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri) e dalla Fondazione per il Tuo cuore a sostegno della ricerca, per prevenire e contrastare le malattie cardiovascolari. Per i cittadini modenesi l’appuntamento è sabato 15 sabato dalle 9,30 alle 16,30 al Poliambulatorio (via Scaglia Est 27) di Villa Pineta. Si tratta della prima iniziativa da quando l’Ospedale privato accreditato è entrato a far parte del Santo Stefano Riabilitazione, uno dei maggiori brand in Italia e in Europa nel settore riabilitativo che accresce il prestigio internazionale di Villa Pineta.
Sabato 15 febbraio i cittadini potranno sottoporsi a screening gratuiti per una valutazione del rischio delle malattie cardiache.

Come è noto, le malattie cardiovascolari rappresentano circa il 40% di tutte le morti in Italia e nella fascia di età tra 35 e 75 anni, colpiscono il 51% degli uomini e il 37% delle donne. La prevenzione effettuata attraverso controlli non invasivi, in molti casi può salvare una vita poiché permette il riconoscimento precoce di cardiopatie di cui il paziente è ignaro e che posso provocare una morte cardiaca improvvisa.

Per una valutazione complessiva dello stato di salute, Villa Pineta mette a disposizione un’équipe medico - sanitaria composta dai Cardiologi Massimo Cerulli e Simona Sorbello, Terapisti della riabilitazione Vittoria Furino, Fabio Florini ed Assunta De Biase, Psicologa Daniela Lugli, Dietista Laura Busoli, Infermiera Silvia Gualmini.

Tutti i controlli (Indice di massa corporea, Circonferenza Vita, Pressione arteriosa, Colesterolo, Saturimetria, Monossido Carbonio) saranno effettuati in modo gratuito con possibilità anche di effettuare l’elettrocardiogramma gratuitamente prenotandolo al numero del Poliambulatorio 059-357460.

“Abbiamo aderito alla campagna “Cardiologie Aperte” – spiega il dott. Massimo Cerulli Responsabile dell’U.O. Cardiologia Riabilitativa di Villa Pineta - per sottolineare l’importanza della prevenzione. Giornate come queste non solo possono migliorare lo stile di vita delle persone, attraverso una presa di coscienza, ma anche prendere in tempo l’insorgere di determinate patologie. Invitiamo i cittadini a cogliere questa opportunità per ampliare gli orizzonti della conoscenza ed in particolare della prevenzione promuovendo modifiche degli stili di vita a difesa di un cuore sano” – conclude Cerulli.
L’iniziativa promuove la prevenzione e invita i cittadini, dai 30 anni in su, a prendere più a cuore la salute. Per la ricaduta sociale e culturale, l’iniziativa è patrocinata dal Comune di Modena, Assessorato alle politiche per la salute, e dall’Associazione di volontariato “Gli Amici del Cuore”.

CARDIOLOGIA DI VILLA PINETA
L’U.O. di Cardiologia Riabilitativa di Villa Pineta da oltre 20 anni si occupa dell’assistenza e cura dei pazienti immediatamente dopo eventi acuti quali intervento cardiochirurgico, infarto miocardico o scompenso cardiaco.
Dal 1997 ad oggi sono stati trattati oltre 4000 pazienti. Ogni anno vengono eseguite migliaia di attività ambulatoriali sia in accreditamento col SSN sia in regime privato. Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

VILLA_PINETA_card_cardiologie_aperte_2020.png

VILLA_PINETA_locandina_cardiologie_aperte_2020.jpg

 

 

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

Per la prima volta cardiologi e pneumologi della regione Emilia Romagna si confrontano al convegno promosso dall’Ospedale Villa Pineta sul futuro della Riabilitazione cardio-respiratoria. Obiettivo: sviluppare nuovi percorsi per rafforzare la Rete Cardiologica e Pneumologica a livello regionale e non solo.

17 Ottobre 2019, Gaiato (MO)_Il primo convegno per gli esperti delle malattie di cuore e polmoni si terrà venerdì 25 ottobre a partire dalle 9:30 nell’auditorium Francesco Nobile dell’Ospedale Privato Accreditato Villa Pineta (Gaiato di Pavullo n/F - Modena).

In quella occasione medici specialisti e docenti universitari dell’Emilia Romagna, con la presenza ed il contributo di un gruppo di clinici ed esperti della Lombardia, si incontrano per fare luce sullo stato attuale della cardiologia e pneumologia riabilitativa e sulle sfide per il futuro.


L'evento è patrocinato dall’AICPR - Associazione Italiana di Cardiologia Clinica, Preventiva e Riabilitativa, dall’UNIMORE - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e dall’ Associazione di volontariato “Amici del Cuore”.
In Emilia Romagna, una delle regioni più efficienti in campo sanitario per l’accesso alle cure e per la qualità dell’assistenza, si può e si deve fare ancora molto, spiega il dott. Massimo Cerulli, Responsabile dell’U.O di Cardiologia a Villa Pineta e Chairman del convegno del 25 ottobre:


“Se è vero che in Italia, e la nostra Regione ne è un esempio virtuoso, esiste una rete performante ed estesa di professionisti della Cardiologia che si occupano del trattamento dei pazienti acuti (si pensi all’intervento tempestivo in caso di diagnosi da infarto) è altrettanto vero che solo una minoranza viene trattata nella fase post acuta. Certamente si può con soddisfazione affermare che vi è una diminuzione del tasso di mortalità per infarto acuto, minore del 10% dei pazienti che giungono in Ospedale (tasso impensabile fino a 15-20 anni fa). Rimane significativo invece il tasso di mortalità cardiovascolare dopo un anno, che in Emilia Romagna è superiore al 20%, un dato che pone l’accento sulla necessità di seguire e accompagnare i pazienti dopo l’intervento e le dimissioni dall’ospedale, appunto con programmi riabilitativi e preventivi. A conferma di ciò occorre sottolineare come sia consolidato il dato che la riabilitazione cardiologica, quando eseguita, riduce essa stessa del 27% la mortalità”.

A Modena i centri di riferimento per la Riabilitazione Cardiologia sono due: Villa Pineta e il NOCSAE di Baggiovara. Entrambe le strutture gestiscono, con cure di medio-lungo termine, il paziente cardiopatico sia nella fase post-acuta delle malattie cardiovascolari sia di quelle croniche. L’obiettivo è quello di stabilizzarlo e permettergli di recuperare la migliore qualità di vita possibile.

Durante il meeting che mette a confronto le esperienze di colleghi cardiologi e pneumologi con particolare esperienza nel campo della riabilitazione cardio-respiratoria, verrà sottolineata l’importanza di un percorso di diagnosi e cura che metta insieme le due figure professionali nel trattamento riabilitativo più completo ed efficace.

Dice a tal proposito il dott. Trianni, Primario di Pneumologia a Villa Pineta:
“Partendo dai dati fisiopatologici ed epidemiologici presenti nella più recente letteratura scientifica di riferimento, secondo la quale la malattia cardiopolmonare è una sfida destinata a diventare sempre più rilevante per il sistema sanitario nazionale, appare con sempre maggiore evidenza agli operatori sanitari e non, di quanto malattia cardiaca e malattia polmonare siano interconnesse. Per cui occorre progettare per il prossimo futuro a modelli riabilitativi, assistenziali e di cura condivisi tra tutti gli specialisti coinvolti nella patologia cardiorespiratoria per ottimizzare i risultati”.

Cardiologi e pneumologi tracceranno durante il convegno una proposta di approccio alla malattia cardiopolmonare sulla base del modello dipartimentale ed interdisciplinare.

 

INFO E ISCRIZIONI
La partecipazione al convegno è gratuita ed è previsto accreditamento ECM per le figure professionali: specialisti in cardiochirurgia, cardiologia, chirurgia toracica, medicina generale, pneumologia; Psicologo; Fisioterapista; Infermiere.
Per iscrizioni: mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | tel. 051 - 4123378