Giovedì, 04 Novembre 2021 16:21

Cereali e dintorni. Mercati in rally In evidenza

Scritto da

Il grano è il re incontrastato del mercato e con esso trascina anche i proteici, soya in particolare.

di Mario Boggini e Virgilio - Milano, 4 novembre 2021 - I prezzi rilevati alla chiusura del 3 novembre 2021: 

Cereali_prezzi_4nov21.png

(tra parentesi le variazioni sulla seduta precedente in cent. di dollaro per Bushel per semi corn e grano in Dollari per tonnellata corta per la farina).

Non c’è tregua sul mercato! Gli eventi si accavallano, e il grano, vero re del mercato, continua a stupire con le sue quotazioni e quindi ad influenzare i suoi partner cereali e anche il comparto proteico, vedasi dal grafico, la far soya indica l’inizio di un possibile rally rialzista: 

Indici_borsa_SOYA_3nov21.png

 

Sul mercato interno, l'economia della scarsità guadagna terreno ogni giorno di più, supportata dalla crisi della logistica e specie per il mais e il grano, dalla poca voglia di immettere sul mercato, considerando che le quotazioni tengono. La speranza è che quotazioni così alte, presto o tardi. ci saranno prese di profitto massicce specie a cavallo del fine anno, (prima fase-periodo) e questo quasi certamente avverrà nei mercati esteri dove i fondi d’investimento dovranno monetizzare e allora influenzerà anche il mercato nazionale del “fisico”, che si scoprirà andando avanti di pochi mesi con problemi di magazzino.(seconda fase-periodo). In quella circostanza si potrebbe rilevare la vera svolta del mercato, anche perché i consumi di alcune materie prime stanno calando. 

Nel mercato interno a livello mercantile cambia poco o nulla rispetto all’ultima comunicazione. 

 

il mercato a grandi settori è così: 

Cereali: il mais sembra aver già finito il suo ridimensionamento, diciamo che è entrato in un andamento laterale; non aumenta, ma non diminuisce; l’orzo quasi pressoché fermo, grani nella pazzia. 

Cruscami di grano tenero e duro in rialzo. 

Sottoprodotti delle riserie fermi per due motivi, le riserie non entrano nel pieno delle lavorazioni, e l’industria mangimistica ha riscoperto questi prodotti entrando in piena concorrenza con il mondo dei bioenergetici. 

Fibrosi tutti ben tenuti, sia sul pronto che sui mesi avanti. 

Proteici cari, ma più agevolati quelli di seconda linea. (girasole, lino) 

Seme di cotone in rialzo specie per la logistica. 

Biologici nella pazzia, e nell’economia della scarsità. 

Per il mondo dei biodigestori poco o nulla dato che il lotto di grano duro è stato fagocitato dal mercato, e la scarsità di sottoprodotti è manifesta. 

 

INDICI INTERNAZIONALI 4 NOVEMBRE 2021

L'indice dei noli B.D.Y è sceso a 2.982↓↓↓ punti, il petrolio wti gira a circa 81↓↓dollari al barile, e il cambio gira a 1,15825↓↓↓ore 7,55 

 Cereali_indicatori_4nov2021.png

 

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale

(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

 

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini 

 

(*) Noli - L’indicatore dei “noli” BDY è un indice dell'andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

 

Mario Boggini - esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali - (per contatti +39 338 6067872) - Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. 

Officina Commerciale Commodities srl - Milano

Senza_titolo.png

  

  Cereali_tachimetro_6ott21.jpeg


(per accedere alle notizie sull’argomento clicca qui)

Andalini_IMG_6344.jpg 

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini 

(*) Noli - L’indicatore dei “noli” è un indice dell'andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche. 

Mario Boggini - esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali - (per contatti +39 338 6067872) - Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. 

Officina Commerciale Commodities srl - Milano