Mercoledì, 30 Dicembre 2020 11:54

Cereali e dintorni. “Botti” anticipati.  In evidenza

Scritto da

Ormai propensi a considerare chiuso il 2020 con le ultime quotazioni di ieri mentre ecco che i “Botti” di capodanno sono stati anticipati, almeno sulle borse merci internazionali. 

di Mario Boggini e Virgilio - Milano, 30 dicembre 2020 - Quasi inaspettatamente ma in linea con il periodo, ecco che ieri sera il mercato ha fatto il botto!

Cereali_Prezzi-n_091_2020_mercato_mp_e_cereali_e_dintorni_economici__2__pdf.jpg

A seguire alcune considerazioni in merito e alcuni commenti: da grains services “Agricommodities Ieri giornata esplosiva per il Soy-Complex a Chicago. A Rosario, causa sciopero, erano in rada 162 navi, parliamo di 1,46mld di dollari di agricommodities in attesa imbarco. Inoltre il meteo in Argentina stimava 10 giorni di siccità, proprio nel momento decisivo nello sviluppo delle oleginose. “

Su queste notizie tutto il Soy-Complex tocca il massimo dell'anno e per il seme tornava al massimo da 6 anni e mezzo. Anche il mais godeva della stessa performance, massimo dell'anno e massimo da maggio 2014.

Il grano si accodava a debita distanza. Poi, dopo 10 ore di trattativa, nella notte italiana, veniva raggiunto l'accordo con le maestranze sullo sciopero. I lavoratori degli oleifici avranno un aumento del salario del 25% dal prossimo Gennaio. Oggi si imbarca. Su questa notizia, il soy-complex sta sensibilmente ritracciando. (mentre scriviamo siamo intorno al -6) Va però detto, relativamente al seme di soya che gli stocks USA sono molto bassi ed un eventuale riduzione della produzione in Sud America avrebbe conseguenze importanti.

Mentre Pellati Informa scrive: “Violento aumento del seme /farina/olio/corn del Chicago di ieri: che proprio a fine anno il mercato facesse questo fortissimo salto era imprevisto. Normalmente si stima che a fine anno sia più prudente, per i fondi, rientrare da posizioni così rialziste, così come sono risultate le cifre di lunedì sera . Invece i fondi, ieri, hanno voluto acquistare su tutta la linea dando credito alle previsioni più pessimiste sul tempo in Sud America ( in Argentina e non in Brasile ) . Ieri poi vi era il timore del prolungarsi dello sciopero ( ...poi, nella , notte le trattative si sono risolte positivamente )Ma il motore del rialzo in definitiva è la stima degli stock di fine raccolto in USA , uscita dal rapporto USDA di novembre e dicembre: meno di 5 milioni di tons . Facendo... "il conto della serva"... se si pensa che il raccolto USA è di circa 115 milioni di tons e il consumo fosse regolare di circa 9,5/10 milioni al mese ( tra esportazione e consumi interni),  5 milioni di tons rappresentano soli 15 giorni di consumo/esportazioni una cifra, senza ombra di dubbio, preoccupante .Per aumentare la cifra di quegli stock occorrerebbe, una massiccia ed importante produzione del Brasile e dell'Argentina che potrebbe far dirottare le importazioni dagli USA a quei paesi. Ma non sembra che questo sia il caso di questa campagna. Per il momento le "vendite per esportazioni" USA della campagna 2020/21, "sui libri" dell' USDA sono uscite mercoledì scorso (23/12) a 54,15 milioni di tons su una previsione per la totalità della campagna di 60 : quindi non sembra che queste cifre mettano in dubbio la possibilità degli USA di rispettare le stime. (Lunedi - 27/12 - sono uscite le cifre delle "esportazioni" : 36.482.000 di tons ).Una situazione simile a quella di questa campagna è stata quella del 2013/14 quando il seme raggiunse , a Chicago, circa 1500 cents/bushels / la farina doll 500 / olio 42 cents/lbs”.

Dobbiamo sperare che piova e che i raccolti del Sud America 2021 siano buoni-ottimi altrimenti potremmo trovarci con alcuni prezzi del 2013, quindi con la farina di soya con prima cifra 5 e mais con prima cifra il 2.

Per il mondo dei Biodigestori si registra anche qui carenza di sottoprodotti per i cali di produzione dell’industria primaria agroalimentare, protrarranno tale situazione “a buon intenditor poche parole”.

La buona notizia: “ Coraggio il duemilaventi sta quasi finendo”

Indicatori internazionali 29 dicembre 2020
l'Indice dei noli B.D.Y. è leggermente salito a 1.366  punti, il petrolio sfiora i 48.0 $/bar  e l’indice di cambio €/$ segna 1,22522 ore13,20. 

  Cereali_indici_29dic2020-cibus_53-3gen2021.jpg

 

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d’indicazione commerciale.


@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini

(*) Noli - L’indicatore dei “noli” è un indice dell'andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini - esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali - (per contatti +39 338 6067872) - Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull’operatività basata su queste informative ricadono sul lettore.
Officina Commerciale Commodities srl - Milano

  

Visitando il nostro sito Internet o cercandoci su Facebook (cliccando mi piace O.C.C) troverete dei tachimetri d'indicazione commerciale.


Tachimetro_cereali_16dic20.pngTrump-Hj.png

   

@Pastificio.Andalini #Pastificio.Andalini

 

 

(resta sempre informato sull'argomento consultando la nostra sezione Agroalimentare)

___________________________________________________________________

(*) Noli - L'indicatore dei "noli" è un indice dell'andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie di navi dry bulk cargo, cioè quelle che trasportano rinfuse secche. Il BDI può anche costituire un indicatore del livello di domanda e offerta delle rinfuse secche.

Mario Boggini - esperto di mercati cerealicoli nazionali e internazionali - (per contatti +39 338 6067872) - - Valori indicativi senza impegno, soggetti a variazioni improvvise. Questa informativa non costituisce servizio di consulenza finanziaria ed espone soltanto indicazioni-informazioni per aiutare le scelte del lettore, pertanto qualsiasi conseguenza sull'operatività basata su queste informative ricadono sul lettore. 

Officina Commerciale Commodities srl - Milano

____________________________________________________________________


            Andalini Pasta dal 1936

logo_andalini_1.jpg