Visualizza articoli per tag: natura

Lunedì, 17 Maggio 2021 16:51

"Sulla Strada del Giglio"

Nel Segno del Giglio presenta il 22-23 maggio 2021 a Colorno (Parma)

Pubblicato in Ambiente Parma
Sabato, 27 Marzo 2021 07:22

Il coccodrillo si mangia lo squalo.

Coccodrillo e squalo sono tra i predatori più temibili della natura: ma cosa succede se combattono fra di loro? In Sudafrica, un coccodrillo è stato filmato mentre mangiava uno squalo.

Pubblicato in Ambiente Emilia

LA RISERVA POGRANDE:

UN GRANDE MUSEO A CIELO APERTO PER LA RIPRESA DEL TERRITORIO

Il Segretario Generale dell'Autorità Distrettuale del fiume Po Meuccio Berselli invita, all’insegna della sicurezza, a scoprire peculiarità, piatti tipici e paesaggi che rendono unico, nel suo insieme, l’ambiente del Grande fiume.  

Pubblicato in Ambiente Emilia

Uno stile di vita sostenibile e attento alla natura: è questo il buon proposito della nuova linea di prodotti studiata dall'azienda MartiniSPA di Sorbolo (PR) per prendersi cura della propria casa senza pesare sull'ambiente.

Il raro video realizzato con drone di uno squalo che attacca e uccide la megattera affogandola al largo del Sudafrica. Conferma le ricerche sulle abitudini dei grandi squali bianchi che utilizzano una strategia di caccia per abbattere un’enorme megattera che non richiede una faticosa caccia.

Pubblicato in Ambiente Emilia

È diventato virale il video di Ashley White, del Tennessee. mentre, al largo di Procida ha filmato dal suo appartamento al 17 ° piano, un uccello che sorvolava la spiaggia di Myrtle Beach, nella Carolina del Sud, tenendo un enorme pesce con gli artigli.

Pubblicato in Ambiente Emilia

Avvistamento eccezionale di una migrazione di oltre 64mila tartarughe. Il video è stato girato lungo la Grande Barriera corallina. Una enorme colonia di esemplari mai vista fino ad ora è stata ripresa da un drone vicino Raine Island in Australia.

Pubblicato in Ambiente Emilia
Sabato, 02 Settembre 2017 08:48

Birdwatching a Milano Marittima, quando farlo?

Milano Marittima è da sempre una zona famosa per le sue spiagge, ma da molti anni è anche una zona nota agli amanti del birdwatching. Vediamo quali sono i migliori periodi per avvistare le diverse specie.

Il birdwatching è uno sport che ha bisogno di ampie zone di natura per essere goduto nel migliore dei modi, oltre naturalmente a un grande numero di specie volatili. Le saline che si trovano a pochi chilometri dal centro di Milano Marittima, sono sicuramente uno dei luoghi migliori per gli avvistamenti.

Il Parco del Delta del Po, è un ecosistema inserito nella Lista dei Patrimoni dell'Umanità redatta dall'Unesco. Ogni anno, migliaia di amanti del birdwatching vengono ad ammirare le migrazioni e gli stanziamenti dei volatili che in queste zone stanziano. Gli amanti della fotografia naturalistica, possono trovare una serie di magnifici punti d'avvistamento dove scattare tutte le foto che vogliono.

Le stagioni per il birdwatching

Durante il passare dei mesi, si possono vedere delle specie diverse che si trovano in questa zona solo per un determinato periodo di tempo.

In inverno, è possibile ammirare le anatre che qui stanziano durante il periodo di migrazione; così come l'avocetta e il piovanello pancianera.

Durante la stagione estiva, quando la maggior parte dei turisti è intenta a rilassarsi in spiaggia questa zona del Delta del Po si popola di una vasta selezione di specie di volatili. Colonie di gabbiani e di sterne si trasferiscono in questa zona, per procreare e beneficiare dell'abbondanza di pesce presente.

I gabbiani e i fenicotteri, che stanziano durante tutto l'anno in queste zone si possono ammirare sia in questa zona protetta che lungo il litorale che si può ammirare durante il proprio soggiorno. Infatti, non è inusuale vedere questi volatili liberarsi nell'aria anche nelle vicinanze dei bagnanti. In particolare, in zone dove sono presenti banchi di pesci pronti da essere catturati.

All'interno della Salina, è presente un centro per le visite che può essere un punto di ritrovo per gli appassionati di questo sport. Per chi vuole ammirare gli esemplari dell'avifauna locale, questo è sicuramente un campo base perfetto sotto tutti i punti di vista. Al termine della giornata di avvistamenti, è possibile riposarsi e gustare un ottimo caffè comodamente seduti nella locanda presente nel centro della salina di Cervia.

Dove soggiornare a Milano Marittima

Milano Marittima è una località ricca di proposte per un soggiorno confortevole, anche per chi si muove in gruppo o in famiglia. Per chi si reca fuori stagione, per esempio nel periodo di settembre o ottobre, è opportuno scegliere un hotel con piscina a Milano Marittima. In questo modo, si potrò utilizzare la piscina per rilassarsi al termine della giornata di avvistamenti.

L'Hotel Solemare per esempio, è un ottimo hotel 3 stelle superior che si trova nel centro di Milano Marittima. La sua ottima posizione, che permette agli ospiti di raggiungere la spiaggia in pochi minuti o di visitare le maggiori attrazioni di questa ridente località balneare dell'Emilia Romagna.

La calorosità degli abitanti di questa regione italiana, unita alle bontà della proposta gastronomica che si può degustare nei ristoranti, rendono perfetta sotto ogni punto di vista una vacanza a Milano Marittima

20170902-melanie-magdalena-340104

Pubblicato in Sport Emilia

Con "Fattorie aperte" saranno oltre 150 tra fattorie e musei agricoli che rimarranno aperti al pubblico per 4 domeniche. Un programma fitto di attività per scoprire un mondo a due passi dalle città dell'Emilia-Romagna. Ecco quali sono le aziende e come fare per visitarle.

di Alexa Kuhne

Parma, 20 maggio 2017

Si può anche desiderare di tornare alla terra non solo per scoprirne le risorse ma anche per fuggire da un mondo che corre troppo veloce.
Osservare, anche se solo per un giorno, i ritmi e i gesti che si tramandano da secoli in campagna, il lavoro, i suoi frutti possono servire da panacea, per curare lo stress, per insegnarci a rallentare, ad assaporare con i sensi quello che ci circonda, a nutrire meglio mente e corpo.
Per questo, e non solo, si è pensato a quattro domeniche, dal 21 maggio all'11 giugno, in cui aprire oltre 150 Fattorie. Sono 145 aziende agricole e 10 musei sparsi in tutta l' Emilia-Romagna.

Sono oltre 20 le realtà solo nel Bolognese che aderiscono al programma 2017 di Fattorie aperte, per una o più domeniche delle quattro in calendario, secondo cinque percorsi: natura e cultura; visita in fattoria; la campagna insegna; mangiare in fattoria; porta a casa la campagna. Ad esse, nel caso in cui si voglia rimanere nel territorio emiliano, se ne aggiunge un centinaio sparso per la Regione.
Per scegliere quella con il percorso più adatto e ghiotto basta consultare il sito www.fattorieaperte-er.it.  
Nella maggior parte dei casi si tratta di aziende agricole ad indirizzo foraggiero-cerealicolo e zootecnico, con produzioni biologiche.
In molte si producono fieno biologico per l'alimentazione degli animali, cereali, legumi, carne, ortaggi e frutta. Si allevano pecore, capre e qualche bovino da carne, oltre ad animali di bassa corte.

In alcune delle fattorie visibili sono state piantate siepi a valore culturale-ecologico con le varie specie autoctone della zona e con frutteto con più di 300 varietà fra piante antiche e moderne. Le sperimentazioni di molte riguardano anche cereali antichi (frumento e orzo), segale, Khorasan, Saragolla Turchesco, farro mo- nococco e dicocco, lenticchie, ceci, pisello proteico, favino, piante da orto e per servizi vari (es. saggina e sanguinello per fare le scope, salici antichi, ecc.).
Sono diverse, poi, le aziende del Parmense che aderiscono agli "agricoltori custodi di Parma" alla ricerca e conservazione degli ortaggi, piante da frutto, cereali antichi e animali in via di estinzione.
In tutte è possibile organizzare visite ai percorsi naturalistici dove si insegna a riconoscere e fotografare i fiori, le erbe medicinali, gli alberi selvatici e la fauna.
I programmi classici prevedono visite a frutteti di frutti antichi, ai campi della biodiversità coltivati col metodo biologico, oltre che la degustazione dei vari prodotti, ottenuti da cereali e legumi di antiche varietà e percorsi guidati in vecchi sentieri alla scoperta di alberi, fiori e erbe autoctone.
Sul sito è possibile trovare l'elenco completo delle aziende che aderiscono all'iniziativa, le caratteristiche di ognuna e i programmi proposti.

Per quanto riguarda il primo appuntamento, quello di domenica 21 maggio, nel Bolognese sono visitabili:

Fienile Fluò, via di Paderno 9, Bologna. Nelle prime tre domeniche offre accoglienza con ristorazione e ospitalità soggiorno, attività laboratoriali per bambini o animazione all'aria aperta e cinebimbi, visita all'azienda agricola e alla cantina con possibilità di degustazione dei vini ed altri prodotti.
"Dalla terra alla tavola" a Ponte Ronca. Nelle quattro domeniche visite guidate nell'orto per conoscere le verdure che mangiamo, visita in fattoria per conoscere da vicino gli animali, aree pic-nic e passeggiate libere con vari percorsi, giochi vari per famiglie e bambini.

Oasi del quadrone, a Buda di Medicina. Apertura dalla mattinata fino alle 18: entrata libera nell'Oasi con possibilità di fare il giro in bicicletta (possibilità di noleggiarla presso il Centro Visite). Alla sera iniziativa "Lanterne nella valle" per piccoli, adulti e famiglie (a pagamento).
Agriturismo podere Caselina, al bacino del lago Brasimone a Camugnano. Su prenotazione pranzo in azienda; sempre su prenotazione visita dell'azienda e informazioni sulle tecniche di produzione biologica in montagna.

Azienda agricola Magli Tonino, via Olmetola, Bologna. Dalle 10 alle 13 "Frutta in tutti i sensi", degustazione di frutta fresca appena raccolta.
Cooperativa sociale l'Orto, Minerbio. Cooperativa sociale che accoglie ragazzi diversamente abili in servizi diurni e di gruppo appartamento. L'azienda coltiva 7 ettari di terreno con prodotti orticoli e cerealicoli, utilizzando il metodo biologico. Apertura ore 10 con degustazione di prodotti aziendali e possibilità di visitare liberamente la fattoria. Possibilità di pranzare nelle aree verdi a picnic o con tigelle, crescentine, pasta fredda, dolci (a pagamento). Dalle 15.30 laboratori gratuiti per bambini. L'area giochi sarà a disposizione tutta la giornata. Il negozio ortofrutticolo sarà aperto per l'intera giornata. Chiusura prevista alle ore 18.

Circolo La Fattoria, via Pirandello, Bologna. E' a prima esperienza rurale inserita in un contesto urbano in Emilia-Romagna. Visita agli animali: attraverso il gioco i bambini potranno capire meglio quali sono gli animali domestici, cosa mangiano, cosa producono e soprattutto come contribuire al loro benessere. Laboratori pratici negli orti didattici della fattoria. Laboratori sui temi della sostenibilità, del risparmio energetico e del riciclo creativo.
Bologna Dogs, ad Altedo di Malalbergo. Si occupa di allevamento e addestramento cani. Visita aziendale e passeggiate libere tra prati e orti. Visita agli alveari e agli animali della fattoria. Possibilità di assistere all'addestramento dei nostri cani.

Il Biricoccolo, a Crespellano-Valsamoggia. Laboratori al mattino e al pomeriggio sul tema "Aromatiche: saranno presentate le proprietà nutrizionali e culinarie di erbe aromatiche e fiori commestibili coltivabili direttamente sui balconi di casa.
Azienda agricola Mignani, San Lorenzo in Collina. Incontri e degustazioni sul miele e passeggiate fra le piante spontanee e selvatiche della zona.
Agriturismo Piccola raieda, a Badolo di Sasso Marconi. Colazione e pranzo in agriturismo. Nel pomeriggio Battesimo della sella per i bambini, su prenotazione e a pagamento.

Azienda agricola il fienile, S.Alberto di San Pietro in Casale. Visita guidata della fattoria per fare conoscenza con gli animali che la popolano; la visita del laboratorio di smelatura, dell'orto e del frutteto. Degustazione delle confetture e delle verdure sott'olio prodotte in azienda.

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Lunedì, 15 Maggio 2017 11:15

Geoesplorazione in bicicletta con voci narranti

Il Comune di Sassuolo, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica dell'Emilia Centrale e Confindustria Ceramica, organizza un'escursione in bicicletta per conoscere la storia e le caratteristiche dei "luoghi d'acqua" del nostro territorio.

E' disponibile per la consultazione il programma dettagliato della giornata in allegato scaricabile qui sotto.

E' gradita l'iscrizione contattando l'URP del Comune tel. 0536 880 801 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

20MAGGIObiciclettasassuolo.jpg

Pubblicato in Dove andiamo? Modena
Pagina 1 di 2