Visualizza articoli per tag: Lunigiana

Giovedì, 16 Settembre 2021 17:36

Il Mab Unesco si allarga sull'Appennino Tosco Emiliano

Diversi comuni del Parmense rientreranno nella nuova mappa del MAB UNESCO Appennino

Pubblicato in Ambiente Emilia

Un magico luogo che si trova nella Lunigiana, incastonata nell'Appennino tra Emilia-Liguria e Toscana, dove è ancora possibile trovare chi, con inestimabile passione per le tradizioni, cucina con antichi strumenti di cottura. CECILIA NOVEMBRI ci introduce le caratteristiche del "testo" con cui si preparano i gustosissimi "testaroli"...da non perdere!

Di Cecilia Novembri

L'utilizzo dei testi per la cottura è alla base della cucina lunigianese: sono formelle tonde in metallo o in terracotta che vengono appoggiate direttamente sulla brace dopo essere state scaldate a fiamma viva.
Il piccolo vaso di terracotta che, grazie alla sua conformazione interna, una volta scaldato ad alte temperature, consente ai cibi di cuocere molto lentamente anche lontano da fonti di calore dirette. Per la cottura nei testi è fondamentale stabilire la giusta temperatura, devono essere caldissimi! Usati per cuocere praticamente tutto, dalla carne al pane e ai famosi testaroli che proprio a questo strumento devono il nome.

testo testaroli tradizione cucina lunigiana 1

Come viene creato questo antico e tradizionale strumento tipico della Lunigiana?
Una volta i testi venivano fatti a mano lavorando l'argilla mescolata al quarzo e ogni famiglia aveva la sua "fascina" dove avveniva la cottura nei testi. Più tardi la terracotta e l'argilla sono state sostituite dal testo di ghisa che ha soppiantato la lavorazione tradizionale.

testo testaroli tradizione cucina lunigiana 2

Nel Pontremolese e in tutta l'alta Lunigiana è ancora utilizzato il testo composto da due parti, un disco e un coperchio di forma leggermente conica. L'uso del testo è legato ad una storia che gelosamente viene custodita e il rispetto delle tradizioni culinarie della lunigiana è la parola d'ordine del SAUDON, a Pozzo di Mulazzo in provincia di Massa Carrara, uno dei paesi più belli della Lunigiana e luogo dove tutto sembra magico, dalla semplicità con la quale vengono preparati i piatti, al vino, dalla bellezza della natura circostante all'accoglienza di Jean Claude e Gigliola.

Le delizie tradizionali proposte sono preparate, sotto un portico circondato dalle vigne, nel tipico testo: Testaroli al pesto, pollo e verdure tutto rigorosamente cotto nei testi.
La cottura nei testi ha visto di recente un risveglio e un nuovo interesse, provato il cibo con questo tipo di cottura si capisce che è decisamente qualcosa che viene da un tempo lontano, una cosa d'altri tempi che come tale va tutelata!

testo testaroli tradizione cucina lunigiana 4

Per chi volesse approfittare di restare in tutta tranquillità a gustare la bellezza del posto vi è la possibilità di pernottare in questo delizioso agriturismo: Durella, Maron, Sciavon, Rossella, sono alcuni dei nomi delle caratteristiche camere di cui l'agriturismo dispone per i suoi ospiti.
E il relax è assicurato!

testo testaroli tradizione cucina lunigiana 5

CREDITS: agriturismosaudon.it – pixabay.it – pestogenoveseblog.altervista.org

Pubblicato in Cultura Emilia