Visualizza articoli per tag: integratori alimentari

Integratore alimentare per la calcificazione delle ossa contaminato.

Richiamati integratori alimentari GINKGO SIMUL CPS e BIOGIN CPS per presenza di idrocarburi policiclici aromatici oltre i limiti. L'allerta segnalata dal ministero della salute per rischio chimico

Il Ministero della salute ha diffuso il richiamo di due lotti di integratori alimentari a marchio GINKGO SIMUL CPS e BIOGIN CPS per il superamento dei limiti di idrocarburi policiclici aromatici (Ipa).

Nel prodotto è stata rilevata una quantità di Ipa pari a 70,9 mcg/kg, invece dei 50 mcg/kg di idrocarburi totali ammessi. I prodotti interessati sono venduti in confezioni da 17,5 grammi pari a 40 capsule con i numeri di lotto 1827801 e 1827802, con la data di scadenza 12/2023.

Gli integratori alimentari sono stati prodotti dall'azienda NATURSIMUL DI DOSSI RICCARDO & C. SNC nello stabilimento di Predappio (FC).

A scopo precauzionale, Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", raccomanda di non consumare il prodotto con il numero di lotto e la data di scadenza indicata e di restituirlo al punto vendita d'acquisto.

 

integratore_ginkgo_f6c42adcde0cd739163287598df32d66.png

integratore_ginkgo_richiamo_ministero-d21493c1865275e86d39ba7edd3f2a60.png

(18 febbraio 2019)

Allarme mondiale dal Regno Unito: "illegali ma ancora in commercio cibi brucia-grassi killer a base di dinitrofenolo". RASFF lancia l'allarme, in Italia il Ministero ha lanciato allerta tre anni fa. Ma la vendita in rete continua

Una sostanza pericolosa per la salute è stata scoperta in alcuni alimenti dietetici e integratori alimentari. L'annuncio arriva dal Regno Unito attraverso ben 4 notifiche diverse del Rasff (2018.2666 - 2668 - 2674 e 2676 del 25-09-2018), ovvero il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare.

Il composto incriminato è il 2,4 (Dnp), a lungo utilizzato dai bodybuilder agonisti e da consumatori in cerca di soluzioni miracolose per un dimagrimento facile e rapido.

Nei giorni scorsi, il Department of health inglese ha segnalato la presenza del Dnp in alcuni prodotti messi in commercio come brucia-grassi e come integratori alimentari per il dimagrimento attraverso i canali di vendita on line di internet e ha diffuso l'allarme rivolgendosi a tutti i professionisti del settore sanitario.

Oggi il 2,4 dinitrofenolo è illegale, ma non è difficile procurarselo, per esempio attraverso siti Internet che ne omettono o minimizzano la pericolosità.

Oltre ai pericoli legati alla sostanza, i rischi sono amplificati dalla produzione illegale, in laboratori clandestini che espongono i consumatori al rischio di sovradosaggio e contaminazioni. Il dinitrofenolo, utilizzato per aumentare il metabolismo e favorire la perdita di peso, è stato ritirato a causa di diverse incidenti mortali. In rete però si può acquistare tranquillamente anche se viene mascherato con nomi di fantasia.

Dal 2007 si sono registrati 24 casi di tossicità del Dnp e cinque di essi hanno avuto esito fatale: è quanto riporta David Walker, responsabile medico del dipartimento inglese della Salute in una lettera rivolta ai medici di base e ai professionisti che operano nei reparti di emergenza.

«Nonostante tutti gli sforzi che sono stati fatti per rimuoverli dal commercio, questi prodotti sono tuttora disponibili», scrive Walker «e possono essere utilizzati da body builder e da coloro che cercano di perdere peso.

In Italia il DNP non è notificato come integratore e non può essere venduto, ma in rete si compra tranquillamente.

La sostanza inoltre dà luogo ad accumulo nell'organismo e non esistono antidoti in grado di salvare la vita del paziente dopo intossicazione con una dose letale.

Ma il problema è nella rete visto che secondo MarkMonitor, azienda specializzata nella protezione del brand online, ci sono 165 che vendono "pillola dimagranti" a base di Dinitrofenolo (DNP). Molti di questi siti hanno sede in paesi stranieri, e questo complica molto l'azione delle autorità sanitarie.

Gli esperti del Department of health ricordano tutti i possibili sintomi dell'avvelenamento acuto da Dnp, che nei casi più gravi possono portare al decesso: febbre, disidratazione, nausea, vomito, agitazione, arrossamento della pelle, sudore, vertigini, mal di testa, respiro affannoso e battito cardiaco accelerato o irregolare.

Anche il consumo prolungato di piccole quantità di 2,4 dinitrofenolo si associa a numerosi effetti avversi al sistema nervoso e cardiocircolatorio, oltre a cataratta e lesioni cutanee. Gli esperti raccomandano di disporre un ricovero ospedaliero per i pazienti che manifestano sintomi di questo tipo.

In Italia, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", come in molti altri paesi Europei, è illegale vendere DNP come prodotto per la perdita di peso, ed è vietato per il consumo umano. Si raccomanda ai medici che dovessero entrare in contatto con individui sospettati di assumere questa sostanza, di informarli dei pericoli e consigliare loro di interromperne immediatamente l'assunzione.

La segnalazione diffusa ieri dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti, farmaci e presidi medici (RASFF) è stata inviata dal Ministero della salute italiano. Nonostante l'allerta, questa sostanza pericolosa è ancora ampiamente venduta illegalmente online.

Allarme mondiale dal Regno Unito: "illegali ma ancora in commercio cibi brucia-grassi killer a base di dinitrofenolo". RASFF lancia l'allarme, in Italia il Ministero ha lanciato allerta tre anni fa. Ma la vendita in rete continua

26 settembre 2018 - Una sostanza pericolosa per la salute è stata scoperta in alcuni alimenti dietetici e integratori alimentari. L'annuncio arriva dal Regno Unito attraverso ben 4 notifiche diverse del Rasff (2018.2666 - 2668 - 2674 e 2676 del 25-09-2018), ovvero il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare.

Il composto incriminato è il 2,4 (Dnp), a lungo utilizzato dai bodybuilder agonisti e da consumatori in cerca di soluzioni miracolose per un dimagrimento facile e rapido.

Nei giorni scorsi, il Department of health inglese ha segnalato la presenza del Dnp in alcuni prodotti messi in commercio come brucia-grassi e come integratori alimentari per il dimagrimento attraverso i canali di vendita on line di internet e ha diffuso l'allarme rivolgendosi a tutti i professionisti del settore sanitario.

Oggi il 2,4 dinitrofenolo è illegale, ma non è difficile procurarselo, per esempio attraverso siti Internet che ne omettono o minimizzano la pericolosità.

Oltre ai pericoli legati alla sostanza, i rischi sono amplificati dalla produzione illegale, in laboratori clandestini che espongono i consumatori al rischio di sovradosaggio e contaminazioni. Il dinitrofenolo, utilizzato per aumentare il metabolismo e favorire la perdita di peso, è stato ritirato a causa di diverse incidenti mortali.

In rete però si può acquistare tranquillamente anche se viene mascherato con nomi di fantasia. Dal 2007 si sono registrati 24 casi di tossicità del Dnp e cinque di essi hanno avuto esito fatale: è quanto riporta David Walker, responsabile medico del dipartimento inglese della Salute in una lettera rivolta ai medici di base e ai professionisti che operano nei reparti di emergenza.

«Nonostante tutti gli sforzi che sono stati fatti per rimuoverli dal commercio, questi prodotti sono tuttora disponibili», scrive Walker «e possono essere utilizzati da body builder e da coloro che cercano di perdere peso.»

In Italia il DNP non è notificato come integratore e non può essere venduto, ma in rete si compra tranquillamente.

La sostanza inoltre dà luogo ad accumulo nell'organismo e non esistono antidoti in grado di salvare la vita del paziente dopo intossicazione con una dose letale.

Ma il problema è nella rete visto che secondo MarkMonitor, azienda specializzata nella protezione del brand online, ci sono 165 che vendono "pillola dimagranti" a base di Dinitrofenolo (DNP). Molti di questi siti hanno sede in paesi stranieri, e questo complica molto l'azione delle autorità sanitarie.

Gli esperti del Department of health ricordano tutti i possibili sintomi dell'avvelenamento acuto da Dnp, che nei casi più gravi possono portare al decesso: febbre, disidratazione, nausea, vomito, agitazione, arrossamento della pelle, sudore, vertigini, mal di testa, respiro affannoso e battito cardiaco accelerato o irregolare.

Anche il consumo prolungato di piccole quantità di 2,4 dinitrofenolo si associa a numerosi effetti avversi al sistema nervoso e cardiocircolatorio, oltre a cataratta e lesioni cutanee. Gli esperti raccomandano di disporre un ricovero ospedaliero per i pazienti che manifestano sintomi di questo tipo.

In Italia, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", come in molti altri paesi Europei, è illegale vendere DNP come prodotto per la perdita di peso, ed è vietato per il consumo umano.

Si raccomanda ai medici che dovessero entrare in contatto con individui sospettati di assumere questa sostanza, di informarli dei pericoli e consigliare loro di interromperne immediatamente l'assunzione. La segnalazione diffusa ieri dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti, farmaci e presidi medici (RASFF) è stata inviata dal Ministero della salute italiano.Nonostante l'allerta, questa sostanza pericolosa è ancora ampiamente venduta illegalmente online.

 

Integratore alimentare ritirato precauzionalmente da farmacie e parafarmacie. Ecco il lotto .

La Società Futura, ha comunicato il ritiro dal mercato, per motivi precauzionali, di un integratore alimentare. Si tratta del lotto n. 010418 del parafarmaco ad uso umano STEFORT SOL ORALE 10FL 10ML - cod. 971376532.

Integratore alimentare a base di Arginina – L, vitamina B6 e vitamina B12. Contribuisce alla regolazione dell'attività ormonale.

Non si conoscono i motivi del ritiro dal mercato ad un potenziale rischio del suddetto lotto, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti". Pertanto la società invita a bloccare immediatamente la distribuzione, a controllare eventuali giacenze del suddetto lotto in magazzino ed a contattare il grossista dal quale hanno acquistato il prodotto per procedere al reso.
(14 giugno 2018 )

Per il secondo anno consecutivo NUTRILITE™ assiste gli atleti durante il percorso FARM RUN con la linea di integratori XS Sports Nutrition.

Noceto (PR) 21 maggio 2018 - Tra poco più di un mese, il 23 giugno, prenderà il via la FARM RUN, l'impegnativa gara a ostacoli, tappa storica del Campionato Italiano OCR e per il secondo anno consecutivo due postazioni NUTRILITE™ saranno dislocate sul percorso per sostenere la fatica e gli sforzi degli oltre 1.000 atleti che prenderanno il via alla sesta tappa del campionato.

NUTRILITE™ è il marchio numero 1 al mondo nella vendita di vitamine e integratori alimentari.*

Sport e nutrizione

I prodotti NUTRILITE Sport e Nutrizione sono ideati per incrementare i livelli di energia prima, durante e dopo l'allenamento, reintegrando nell'organismo tutte le sostanze necessarie.

Le bevande e gli integratori alimentari aiutano a mantenere la concentrazione e a migliorare le performance fisiche contrastando la sensazione di stanchezza e fatica.
NUTRILITE è in grado di offrire un'esauriente gamma di prodotti per la nutrizione e il benessere tra cui vitamine e minerali, antiossidanti, integratori a base di erbe, integratori per sportivi e sostitutivi dei pasti.

La linea di vitamine e integratori a base di erbe

NUTRILITE™ comprende un vasto assortimento di prodotti a supporto di un'alimentazione sana: dai multivitaminici e integratori alimentari a base di erbe alle vitamine e minerali masticabili per i bambini e per tutta la famiglia.

L'ampia gamma di integratori e vitamine include, tra glia altri, Calcio e Magnesio, Concentrato di Frutta e Verdura e speciali integratori per la salute di capelli, pelle e unghie. Il Concentrato di Frutta e Verdura fornisce le proprietà nutritive necessarie al nostro benessere in una sola compressa, una volta al giorno.

Sfruttiamo le proprietà delle erbe naturali come il Mirtillo, l'Aglio, l'Echinacea, il Ginseng e la Glucosamina per offrirne tutti benefici ad adulti e bambini.

Amway e NUTRILIT: per soddisfare il tuo fabbisogno nutrizionale.

Per acquistare i prodotti Nutrilite: Lorenzo Guidi 339 3055227

(*Fonte : Euromonitor International Ltd)

https://www.amway.it/i-nostri-marchi/nutrilite-it 

Nutrilite_logo_modificato1.jpg

 

 

 

I Carabinieri del NAS di Milano, nell'ambito dei controlli finalizzati alla tutela della sicurezza alimentare, hanno proceduto al sequestro di oltre 200 mila confezioni di integratori alimentari (per un valore di più di 3 milioni di euro), prodotti in Francia e commercializzati in Italia da un'azienda milanese, in quanto tra gli ingredienti del prodotto figurava anche un additivo il cui impiego è vietato.

L'additivo (paraidrossibenzoato di propile), infatti, non è inserito nella lista di quelli consentiti dal legislatore comunitario (All. II del Regolamento CE 1333/208) per la preparazione di prodotti destinati al consumo alimentare. I militari hanno, contestualmente al sequestro penale, denunciato il titolare dell'azienda italiana per produzione di alimenti con aggiunta di additivi non autorizzati.

(Salute.gov.it - NAS 7 febbraio 2018)

Domenica, 24 Luglio 2016 10:29

Quando l'innovazione è sinonimo di sviluppo.

AVD Reform, l'azienda di Noceto specializzata negli integratori alimentari, si prepara alla internazionalizzazione. Ricerca e risorse umane qualificate sono i principali fattori di successo dell'impresa parmense.

di Lamberto Colla Noceto (PR), 24 luglio 2016 -
La nutraceutica è la scienza che si riferisce allo studio di alimenti che si suppone abbiano una funzione benefica sulla salute umana. Dal 1989, quando il neologismo fu coniato dal dottor Stephen DeFelice, di strada ne è stata percorsa al punto tale da essere entrata nel lessico quotidiano.

Gli alimenti funzionali (cibi che presentano proprietà benefiche) stanno vivendo un periodo di particolare splendore sull'onda di un crescente interesse del consumatore verso la salute e il benessere inteso come fattore preventivo piuttosto che curativo. Ma anche dal punto di vista curativo l'orientamento verso i prodotti "naturali" e l'esplorazione di medicine alternative ha contribuito a allargare la fascia di consumatori di prodotti strettamente nutraceutici, ovvero di quelle sostanze con specifiche caratteristiche medicamentose, sono state in costante e progressiva crescita sia in termini numerici che di conoscenza.

Da fenomeno di costume cosiddetto di nicchia, a vero e proprio mercato e ancora ben lontano dal raggiungimento del colmo della curva di maturità e con ampi margini di crescita.
Un contesto evolutivo che negli ultimi 15 anni ha visto crescere l'interesse da parte del consumatore e di parigrado delle aziende produttrici che hanno scommesso sul loro futuro, adeguandosi ai sempre più rigidi vincoli della qualità dettati anche da un consumatore sempre più attento e consapevole.

Il caso AVD Reform, azienda di Noceto di Parma è illuminante e rappresentativa del comparto.

Fondata nel 1978 da Olivio Ravasini come società strettamente commerciale specializzata in prodotti "naturali" si è però ben presto, grazie all'intuizione imprenditoriale del fondatore, trasformata in azienda di produzione dell'intero ciclo scommettendo sulla qualità e sul controllo dell'intera filiera, dalla scelta delle materie prime alla distribuzione e attorniandosi di qualificate risorse umane interne e di collaborazioni professionali di eccellenza, opinion leader nei loro specifici ambiti.

"La Qualità soprattutto! - sottolinea Francesco Ravasini, amministratore delegato che da 10 anni ha preso in mano le redini operative e strategiche della società di famiglia - Vogliamo poter contare sulla scelta diretta delle materie prime e ancor prima abbiamo lavorato sulle competenze e professionalità delle risorse umane. Tanto è che abbiamo attivato un piano formativo permanente destinato ai professionisti in tutta Italia".

AVD-09

Qualità e professionalità quindi sono stati i principali fattori di successo del rinnovato indirizzo aziendale che ha condotto l'azienda di Noceto (Parma) a incrementi di ricavi a due cifre percentuali negli ultimi 5 anni (15% nell'ultimo esercizio).
Un salto di qualità determinato dalla scelta strategica di trasformare l'azienda da commerciale a produttiva, quindi di incrementare ricerca e sviluppo cavalcando l'innovazione e assecondando i gusti dei nuovi consumatori.

Oggi l'azienda offre ben 100 referenze che possono inquadrarsi in due macro aree:
- Integratori alimentari destinati a assolvere al miglioramento dell'equilibrio acido/base dell'organismo, prodotti destinati specificamente al miglioramento delle funzionalità dell'intestino (a base di fermenti lattici)
- Prodotti destinati a migliorare la funzionalità del fegato (disintossifezione e drenaggio epatico).

"La classe di prodotti che negli ultimi tempi ci sta dando grande soddisfazione - prosegue Francesco Ravasini - è quella micoterapica, ovvero dei prodotti a base di funghi medicinali".

AVD-01

Il mercato dell'integrazione alimentare nell'ultimo decennio si è fortemente evoluto e parole come Fitoterapia e Nutraceutica sono entrate a far parte del lessico comune e non solo relegate nelle comunità scientifiche. "

Infatti, dichiara Ravasini, con l'aumento della conoscenza del consumatore, la classe medica stessa ha incontrato meno resistenza nell'approccio "preventivo" e così, la combinazione dei fattori di conoscenza ha innescato il processo evolutivo del mercato al consumo e incentivato la classe medica a accrescere il tasso di conoscenza sull'argomento specifico. Un ciclo virtuoso che ha aperto nuove frontiere come il VEGAN, che conta di ben 4 milioni di consumatori, acquisendo la dignità di un mercato di assoluto interesse e rispetto, tant'è che abbiamo affiancato alla certificazione Bio Italia anche la certificazione Vegan".

AVD-03 AVD-10

Da mercato a mercato l'azienda cresce, si consolida e, grazie anche ai social media costantemente gestiti, mantiene un dialogo aperto con i suoi consumatori in un rapporto fiduciario sempre più in evoluzione.
Il prossimo imminente passaggio sarà l'internazionalizzazione. Dopo Repubblica Ceca e Romania, Paesi nei quali sono già state poste le prime fondamenta, tra poco sarà la volta della Spagna e "con l'organizzazione di una area commerciale export - conclude Ravasini - intendiamo valicare le frontiere coscienti del riconoscimento di eccellenza che, nel campo del "naturale", il consumatore estero attribuisce alle produzioni nazionali, e la consapevolezza di potercela giocare a armi pari con i top competitor, almeno in termini di qualità, sicurezza e offerta di gamma".

Se il futuro prossimo è stato disegnato e l'export rappresenta il mercato del futuro, dal punto di vista generazionale si sta affacciando la terza generazione, Alessandro Ravasini, attualmente in stage formativo ma con ambizione medica prima e poi, molto probabilmente, si addestrerà per sostituire Francesco, come questi subentrò a Olivio, dando vita alla terza generazione che, in questi tempi, è già di per sé un fattore di successo.

AVD-05 AVD-07

_______________________________________________________________
AVD Reform
Anno di Fondazione: 1978
Presidente: Olivio Ravasini
Amministratore Delegato: Francesco Ravasini
Dipendenti: nove
Agenti / Promotori scientifici: 35 in Italia
Indirizzo strategico: produzione e commercializzazione di integratori alimentari

Digital web e social media:
http://www.avdreform.it

http://www.micotherapy.it

http://www.avdreform.it/SocialWall/

https://www.facebook.com/AVDReform/

https://www.youtube.com/channel/UCXqTYWQMI3MdE2_vQ6Elheg

Pubblicato in Economia Parma