Visualizza articoli per tag: lettura

Gli appuntamenti gratuiti, organizzati dal Centro per le Famiglie del distretto Sud-Est, si svolgeranno il 22 luglio e il 26 agosto a Monticelli e Lesignano

Pubblicato in Cronaca Parma

 

Martedì 20 aprile alle ore 18.00 verrà presentato on line il libro di Chiara Madonna "Il potere della verità" di Carello Edizioni.

Un racconto contro le mafie e tutte le forme di prepotenza e bullismo, che ha come protagonisti due ragazzi onesti e coraggiosi.

Un testo con un forte accento educativo, scritto con semplicità e forse per questo ancora più dirompente nel suo profondo significato.

Chiara Madonna, laureata in matematica e insegnante di sostegno, è nata a Salerno e vive a Guastalla in provincia di Reggio Emilia.

Per partecipare all'incontro, moderato dalla giornalista Francesca Caggiati, è necessario richiedere il link tramite mail scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Verrà dato spazio a chi vorrà di porre domande all'autrice.

Pubblicato in Cultura Emilia

Si è conclusa la XX edizione della rassegna artistica internazionale “Padus Amoenus”. Il premio per la categoria “giornalismo web” va al nostro direttore Lamberto Colla

Di Chiara Marando – 02 Giugno 2015

Si è svolta domenica 31 Maggio, presso il teatro comunale di Sissa, la cerimonia conclusiva di premiazione della rassegna artistica internazionale "Padus Amoenus". Un’edizione importante, la ventesima di questo appuntamento che guarda con apertura e coinvolgimento al mondo artistico e culturale in tutte le sue manifestazioni: pittorica, poetica, letteraria, fotografica, giornalistica e musicale.

Ad idearla e curarla sono stati Luciano Martelli e sua moglie Silvia Ragazzini Martelli, noti per il loro profondo impegno intellettuale e la loro spinta verso l’artisticità più genuina.

Tanti i nomi dei premiati, da Mauro Adorni, Enrico Maletti ed Ivo Campanini per il loro contributo nel recuperare le radici dialettali del territorio, alla fotografa genovese Giuliana Traverso per la sua carriera lavorativa, fino allo stimato scrittore e giornalista Rodolfo Baldassarri.

LGC2

Ma tra i riconoscimenti c’era anche il nostro direttore Lamberto Colla, per l’importante e continuo contributo giornalistico ed informativo nell’ambito del web: “Sono veramente onorato di essere stato scelto per questo importante riconoscimento ed il mio primo pensiero fu che ci fosse stato un errore. Quando ho ricevuto la notizia da Silvia le avrei voluto dire che il “premio” è immeritato, ma avrei messo in cattiva luce una giuria che invece ha dimostrato grande sensibilità selezionando e premiando pezzi di poesia come quelli che abbiamo ascoltato. Una fresca macedonia di poesie che raggiungono dirette il cuore – ed ha aggiunto - Di fronte a tanto spessore culturale mi sento ancora più piccolo ma molto orgoglioso di poter vedere scritto il mio nome sull’albo d’oro del premio giornalistico  “Luciano  Castaldini". Non un punto d’arrivo ma uno stimolo a fare sempre meglio per me stesso, per il pubblico e per non disonorare questo riconoscimento, inaspettato quanto gradito”.  

Pubblicato in Cultura Parma

Domenica  31 Maggio si è svolta a Sissa la cerimonia di premiazione della rassegna artistica internazionale “ Padus Amoenus”, giunta alla sua XX edizione.

Di Chiara Marando – 02 Giugno 2015

Vent’anni di “Padus Amoenus”, la rassegna internazionale nata con lo scopo di celebrare l’arte in tutte le sue forme da quella poetica, a quella pittorica, fotografica,  giornalistica, letteraria e saggistica. Un premio che guarda alla parte più vera delle differenti discipline artistiche, ricerca l’anima, le radici profonde che raccontano il mondo intenso di donne e uomini liberi da paure e pregiudizi. Uno slancio positivo verso l’umanità in grado di immortalare la bellezza, i sentimenti e la parte più nascosta dell’essere.

Ideata dai coniugi sissesi Silvia Ragazzini Martelli e Luciano Martelli con la volontà di lanciare un segnale importante di apertura e ricerca nel campo intellettuale, la manifestazione è arrivata quest’anno alla sua XX edizione e, proprio per sottolineare questo traguardo, le è stata data l’etichetta di “Padus D’oro”.

Premio Organizzatori XXanni

Domenica 31 Maggio, all’interno del teatro comunale di Sissa, si è svolto il cerimoniale conclusivo di premiazione. Un totale di 60 premiati tra artisti, provenienti da Italia e dall’Austria, portavoce dei vari settori della narrativa e saggistica, edita ed inedita. A questi si è aggiunta l’istituzione di un nuovo “Premio Speciale” intitolato a Maria Grazia Cavanna, Sindaco di Sissa recentemente e troppo presto scomparsa, in onore della sua integrità, tenacia, nonché del suo sorriso aperto e sincero. Il premio è andato a Manuela Amadei ex sindaco di Zibello.

Prima di lasciare spazio alle premiazioni Silvia Ragazzini Martelli ha voluto ricordare l’amica Grazia Cavanna che “seppur d’origine di Alessandria si è sempre voluta distinguere come Sissese” – ed ha aggiunto - “ha fatto la sua carriera politica dalla base, prima come consigliere, quindi come assessore e infine come sindaco”. Quindi, ha concluso leggendo la sua poesia “Donna” quale simbolo di forza e volontà.

Poi è stata la volta dei vari premi suddivisi per categorie, un momento di pura cultura, tra letture, citazioni ed interventi che ben riassumono lo spirito di crescita e divulgazione che da sempre ispira questa manifestazione.

Enrico Maletti GDP Tnemoss Vist

Tra gli altri anche il regista ed attore Mauro Adorni, Enrico Maletti ed Ivo Campanini, per la loro capacità di mantenere vive e recuperare le radici dialettali del territorio, Giuliana Traverso, fotografa genovese insignita per la carriera, Angelo Fiorot, brigadiere dei Carabinieri da poco in congedo, lo scrittore Rodolfo Baldassarri di Kufstein (Austria), che non ha potuto presenziare, ed al giornalista Lamberto Colla, direttore de “La Gazzetta dell’Emilia e dintorni” per la categoria dedicata all’informazione web.

Infine, a sorpresa, sono stati assegnati due riconoscimenti agli ideatori e curatori di questa importante rassegna da parte dell’amministrazione e delle organizzazioni coinvolte in questi anni. A consegnare il premio a Luciano Martelli e sua moglie  Silvia, è stato l’assessore Tiziana Tridente ed il Presidente dell’Associazione Anziani Bruno Robuschi.

A chiudere il musica questo intenso pomeriggio fatto di emozioni e scambio intellettuale, ci ha pensato il pianoforte magicamente suonato dal prof. Fulvio Bianchi di Savona, che ha ricevuto il Gran Trofeo del Padus d’oro.  

Pubblicato in Cultura Parma

 La VII edizione del Festival delle piccola e media editoria ha aperto i battenti questa mattina al Foro Boario di Modena. Oggi e domani più di 70 editori e 60 iniziative collaterali trasformeranno Modena nella “Città del libro”. Protagonista d’eccezione all’edizione 2014 sarà la cultura basca francese.

Modena 23 Febbraio 2014 -  Ha aperto i battenti questa mattina al Foro Boario di Modena la VII edizione di BUK (www.bukfestival.it) , il festival della piccola e media editoria che ogni anno porta nella città della Ghirlandina migliaia di appassionati di libri e letteratura. Un’importante vetrina anche per gli editori, che possono presentare la loro produzione, e per gli autori, che hanno la possibilità di fare conoscere le loro opere e dialogare con i lettori. Ad “aprire le danze”, l’Associazione di scrittori “ I Semi Neri” che ha presentato l’ultimo romanzo “L’Enigma del Toro” , un thriller ambientato nella Bassa modenese tra il terremoto del 1570 e quello del maggio 2012. In contemporanea, si è tenuta la tavola rotonda Il testo infinito – psicotecmologie per la creatività e la comunicazione , a cui hanno partecipato, tra gli altri, la scrittrice basca Itxaro Borda e Pantxoa Etchegoin, Direttore de L’Institut Culturel Basque, che hanno presenziato anche all’inaugurazione della mostra fotografica di Marie Etchegoyen dedicato al Paese Basco francese, in Sala Euskara. 

Proprio la cultura basca francese è l’ospite d’onore dell’edizione 2014 del festival. 

“BUK è il primo festival letterario che presenta ai visitatori non una nazione, ma una cultura, quella basca francese, ancora sconosciuta in Italia – spiega Francesco Zarzana, creatore e organizzatore di BUK – Con questa iniziativa, il festival è diventato internazionale, grazie alla presenza di tanti ospiti provenienti dalla Francia e dalla Svizzera. Prima tra tutte Anne-Marie Mitterand, che ha un cognome che parla da solo, e poi Pauline Delpech, il il cui ultimo libro “Souvenance” sta per diventare un film con protagonista Christine Scott Thomas. Dalla Svizzera, arriva invece, Laure My Hyun Croset, che presenterà uno dei suoi testi attraverso una vera e propria gara di traduzione, il “Translation Slam”, durante il quale Giovanni Zucca e Cristina Vezzaro, affermati traduttori dal francese, si sfideranno sotto gli occhi del pubblico, chiamato a esprimere il verdetto finale”. 

Ma la VII edizione di BUK ha un ulteriore valore aggiunto, come spiega, ancora Francesco Zarzana.

“Il festival ha ricevuto due importanti riconoscimenti. Il primo dal Presidente della Repubblica, che mi ha inviato un messaggio personale nel quale, oltre ad augurarmi la buona riuscita dell’iniziativa, elogiava l’attenzione che BUK dedica alla piccola e media editoria, definita una vera risorsa culturale di questo paese. Il secondo riconoscimento arriva dal Ministero per le Attività Culturali, che ha invitato gli organizzatori di BUK all’incontro della “Città del libro”, la rete delle città italiane che organizzano kermesse e saloni dedicati ai libri e alla cultura editoriale. Tra di essi ci sono il Salone Internazionale del Libro di Torino, il Festival Letteratura di Mantova e Pordenonelegge. Due riconoscimenti che, da un lato ci inorgogliscono, dall’altro ci responsabilizzano, impegnandoci come ambasciatori della cultura nella società civile”. 

E mentre BUK è ancora nel vivo, non possiamo non chiedere a Zarzana un’anticipazione sulla prossima edizione.

 

“L’occhio che abbiamo strizzato all’Europa  e che si è aperto con la presenza della cultura basca francese è soltanto la base di una rete europea che vogliamo creare, affinché Modena diventi una “Città Europea del Libro”. 

GLI APPUNTAMENTI DI DOMENICA 23 FEBBRAIO

Ore 10 – Sala La Tigre e la Neve

Conduci la tua vita!

Di Roberto Rasia Dal Polo Insieme all’autore interviene Claudio Achilli

(Edizioni Leucotea). 

 

Ore 10.30 – Sala La Vita è Bella

I quaderni del Loggione, la collana golosa curata da chi a tavola ci si mette d’impegno

Di Katia Brentani e Enrico Belgrado

(Damster Edizioni)

 

Ore 11 – Sala La Tigre e la Neve

Il giorno dopo – Una storia di gratitudine

di Caterina Fantoni. Modera Giovanni Scalambra

(Edizioni Artestampa)

 

Ore 11.30 – Sala La Vita è Bella

Diario di donne

Di Priscilla Murli. Conduce Francesco Aliperti

(Archeoares)

 

Ore 12 – Sala La Tigre e la Neve

La finestra sul mondo

Di Rossella Fusco. Introducono Laura Corallo, Tina de Falco e Dario Biagi

(Edizioni Artestampa)

 

Ore 12 – Sala Il Signor Novecento

Confronto tra “La Testa aspra” – Filippo Parodi e “Se mi distraggo perdo” –Anna Giurickovic

Presenta Serena Presti Danisi

(Gorilla Sapiens Edizioni)

 

Ore 14 – Sala La Tigre e la Neve

Siamo tutti allenatori

Di Fabio Mendollicchio. Prefazione di Renzo Casadei

(Edizioni Cartacanta)

 

Ore 14 – Sala La Vita è Bella

Le scelte di una vita tra eventi straordinari

Di Ezio Bompani, a cura di Adriana Barbolini e Mauro Bompani. Intervengono Claudio Silingardi, direttore Istituto Storico, e Irene Guadagnini, attrice.

(Fulmino Editore)

 

Ore 15 – Sala La Tigre e la Neve

Q’anto t’amo. Sessent’anni di storie d’amore

AA.VV. Dialoga con gli autori Katia Brentani

(Damster Edizioni)

 

Ore 15 – Sala La Vita è Bella

Giove 

Di Patrizia Bellei. Intervengono Bepi Campana e Giordana Trovabene

(Elis Colombini Editore)

 

Ore 16 – Sala La Tigre e la neve

Dizionario delle cose segrete

di Karl Matsime

Vampire Story

Di Viviana Borelli

Confessioni

Di Dario Lessa

(Edizioni Leucotea)

 

Ore 16 – Sala La Vita è Bella

Il campo dei piscialetto (il diritto di morire)

Di e con Cinzia Vaccari. Conduce Mariapia Cavani

(Fabbrica dei Segni Editore)

 

Ore 16 – Sala Il Signor Novecento

Come in un film. Il cinema come mezzo di riflessione di sé

Di Eleonora Capitani. Dialoga con l’autrice Aurelia Rosa.

(Psicoline)

 

Ore 17 – Sala La Tigre e la Neve

I due re

Di Marco Biolchini. Interviene Michele Fuoco

(Edizioni Pontegobbo)

 

Ore 17 – Sala La Vita è Bella

Dieci uomini per Marilyn Monroe

Di Morgana Montermini e Enrico Monti. Modera Alessio Pecoraro.

(Incontri Editrice)

 

Ore 17 – Sala Pinocchio

Tutti in un libro!

A cura de Il Castello di Carta – Libreria per ragazzi. Presenta Silvia Borando

(Minibombo Editore)

 

Ore 18 - Sala La Tigre e la Neve

La promessa

Di Alessandro Ferraresi

(Elis Colombini Editore)

 

Ore 18 – Sala Il signor Novecento

I calici della memoria. Il vino nella tradizione ebraica

Di Gianpaolo Anderlini

(Wingsbert House)

 

SPAZIO BIOBUK

Ore 11

Vino e dintorni

La conoscenza e l’apprezzamento del nostro territorio e il riscatto di un vino vero attraverso “La rivincita del Lambrusco” di e con Sandro Bellei, giornalista e gourmet. Dialoga con l’autore Stefania Manni.

Ore 16

Translation Slam

Alla presenza della scrittrice Laure Mi Hyun Croset, vincitrice del Prix Academie Romand nel 2012, dal suo cult book “Polaroid” una vera e propria gara di traduzione fra due tra i più affermati traduttori italiani dal francese, Cristina Vezzaro e Giovanni Zucca. Coordina Sara Crimi. 

Ore 16.30

Una sposa conveniente

Il matrimonio fai-da-te e il matrimonio con il wedding planner possono economicamente e sobriamente coesistere. Stefania Manni di Serendipity555 intervistata da Laura Scapinelli de La Bottega di Merlino.

 

Manuela Fiorini

 

Pubblicato in Cultura Emilia