Visualizza articoli per tag: croce rossa italiana

Affidato ai volontari CRI Parma il checkpoint al punto unico di vaccinazione contro Covid-19 dell'Ospedale Maggiore

Pubblicato in Cronaca Parma

L’iniziativa “regalaci un libro, regalaci un sorriso”.

Parte anche a Piacenza l'indagine di sieroprevalenza dell'infezione da virus SarsCoV2 promossa dal Ministero della Salute, Istat e Croce Rossa Italiana, che a Piacenza si svolge in collaborazione con l'Azienda Usl di Piacenza. L'obiettivo dell'iniziativa, a livello nazionale, è di capire quante persone nel nostro Paese abbiano sviluppato gli anticorpi al nuovo coronavirus, anche in assenza di sintomi.

Nella Giornata mondiale della Croce Rossa, il sindaco Patrizia Barbieri ha fatto visita alla sede Cri di viale Malta per esprimere, a nome dell’intera comunità piacentina, la riconoscenza nei confronti di operatori e volontari dell’associazione, sottolineandone l’impegno costante al servizio della collettività e il ruolo fondamentale, in sinergia con le altre realtà in prima linea sul territorio, nella gestione dell’emergenza sanitaria e sociale dovuta al Covid-19.

Continua il progetto di solidarietà nato dalla collaborazione tra CNA Agroalimentare di Parma e l’Emporio Market Solidale, per aiutare chi, in questo periodo di emergenza sanitaria, sta vivendo un momento di grave difficoltà economica. L’iniziativa, fortemente voluta dal Presidente di CNA Agroalimentare, Shpendi Ndreu, consiste nella raccolta di prodotti alimentari e di prima necessità, la cui prima consegna è avvenuta lo scorso venerdì 17 aprile.

"Il progetto ha fin da subito riscontrato la risposta positiva di diverse aziende appartenenti al settore alimentare e confermato la generosità e il prezioso valore di “fare squadra” che gli imprenditori associati a CNA hanno nuovamente dimostrato in questa occasione – ha affermato il Presidente di CNA Parma, Paolo Giuffredi - possiamo definirla una vera e propria fornitura di prodotti alimentari, che grazie al grande lavoro dell’Emporio solidale di Parma, darà un aiuto concreto e immediato a coloro che ne hanno bisogno."

Un ringraziamento va innanzitutto ai primi imprenditori che si sono impegnati per realizzare questa iniziativa: Shpendi Ndreu, Presidente di CNA Agroalimentare e titolare dell’azienda L.I.R.A. di Shpendi Ndreu & C. Sas di Langhirano che ha donato in primis 3.500 confezioni di prosciutto crudo di Parma affettato, Aldo Girardi, fondatore dell’azienda Girasole di Salsomaggiore Terme, che ha consegnato all’Emporio di Parma e alla Croce Rossa di Fidenza, prodotti sott’olio, salse e marmellate e Gianpaolo Ghilardotti, titolare dell’azienda Foodlab di Polesine Zibello che ha messo a disposizione e distribuito prodotti confezionati a base di pesce.

Numerose sono però altre aziende coinvolte in questo progetto di solidarietà che hanno contribuito sia nella donazione di prodotti, sia nell’attività di lavorazione e di confezionamento, che è necessario ringraziare: Filiera Uno Prosciutti Srl di San Daniele di Udine, Gualerzi Spa di Pilastro di Langhirano, Cadonici Salumi Srl di Neviano degli Arduini, Prosciuttificio Verduri Snc di Neviano degli Arduini, Disossatura Tre O di Ortalli Giorgio, Corrado e Michele Snc di Langhirano.

Oltre che all’Emporio Solidale di Parma e di Lesignano De Bagni, i prodotti sono stati consegnati alla Protezione Civile di Parma, all’Assistenza Pubblica di Langhirano, alla Centrale Operativa 118 di Parma e alla Croce Rossa di Fidenza. Seppur la raccolta è stata inizialmente avviata all’interno della provincia di Parma, l’intenzione di CNA Agroalimentare è di ampliare la prospettiva, coinvolgendo la rete imprenditoriale del territorio regionale e nazionale.

"Sono certo – conclude Il Presidente Giuffredi – che le imprese della provincia di Parma sapranno dare ancora una volta prova del proprio grande cuore, nell’auspicio che numerose realtà produttive e commerciali vogliano entrare a far parte di questa vera e propria squadra di solidarietà"

Essere volontari di Croce Rossa significa far parte di una grande famiglia per aiutare chiunque si trovi in una situazione di emergenza. Per fornire un servizio sempre più tempestivo e capillare, dal 4 maggio scorso, a Parma è attivo CRI in Bici. 

CROCE_ROSSA_BIKE_PARMA_2019_026.jpg

Il progetto, nato dall'idea di un gruppo di volontari, è in grado di presidiare il territorio sfruttando le biciclette a pedalata assistita per poter raggiungere più tempestivamente le zone meno facilmente raggiungibili con altri mezzi di soccorso. Ad esempio zone particolari della città, ad alto flusso di traffico pedonale. Vuoi per la presenza di barriere architettoniche che obbligano le ambulanze a percorrere strade più lunghe e trafficate, vuoi per la presenza di aree ad alta concentrazione di persone, che chiaramente impongono andature a passo d'uomo.

CROCE_ROSSA_BIKE_PARMA_2019_047-Modifica.jpg

Un servizio operativo in via sperimentale, che è già molto apprezzato dai parmigiani e che in alcuni casi è già riuscito ad intervenire alcuni minuti prima rispetto all'ambulanza e a gestire meglio l'emergenza allertano la centrale per un supporto mirato e tempestivo. 

CRI in Bici è diventato realtà, grazie alla forza di volontà dei volontari di Croce Rossa Parma, che si sono immediatamente messi a disposizione formando un nutrito gruppo in grado, non solo di coprire i turni del nuovo servizio, ma anche definendo il progetto fin nei minimi dettagli, oltre all'impegno del Consiglio Direttivo, operativo nell'organizzazione tecnica e pratica, e soprattutto anche grazie alla donazione di Pietro Bellotti, artigiano titolare della Bellotti srl, che si è reso disponibile con grande entusiasmo a sostenere finanziariamente il progetto.

Le biciclette sono equipaggiate al pari di un'ambulanza, con tutto il necessario per operare il primo soccorso, compreso il defibrillatore.

CROCE_ROSSA_BIKE_PARMA_2019_006.jpg

I volontari hanno anche partecipato di recente a numerose manifestazioni, quali la Mille Miglia e la Polverosa, poichè la loro presenza risulta molto utile durante Fiere, gare podistiche, ed altri eventi simili, in cui un mezzo agile permette la vicinanza alle persone, senza pregiudicarne la sicurezza. Anche durante il recente Parma Street Food Festival, l'intervento di questi mezzi a due ruote ha reso più semplice ed efficace il primo soccorso. 

Attualmente il servizio è concentrato nei fine settimane, negli orari di maggior necessità. Croce Rossa Parma sta già studiando il potenziamento del servizio, con la dotazione di nuovi mezzi nel medio periodo.

Certo, l'idea di vedere arrivare una bicicletta con sirena e lampeggianti accesi può portare ben più di un sorriso sul volto di chi guarda, ma quando questo ti permette di arrivare in modo più rapido ed efficace vicino a chi ha bisogno di un soccorso, il sorriso da "divertito" diventa di "gratitudine" e "soddisfazione". 

Foto a cura di Francesca Bocchia

CROCE_ROSSA_BIKE_PARMA_2019_011.jpg

CROCE_ROSSA_BIKE_PARMA_2019_032.jpg

CROCE_ROSSA_BIKE_PARMA_2019_033.jpg

CROCE_ROSSA_BIKE_PARMA_2019_037.jpg

CROCE_ROSSA_BIKE_PARMA_2019_039.jpg

CROCE_ROSSA_BIKE_PARMA_2019_040.jpg

 

Pubblicato in Cronaca Parma

Terremoto: Poste Italiane e Croce Rossa Italiana attivano conto corrente per le donazioni a favore delle comunità colpite dal sisma. Il conto è intestato "Poste Italiane con Croce Rossa Italiana-Sisma del 24 agosto 2016" c/c 900050

Roma, 25 agosto 2016 – Poste Italiane è vicina alle comunità del Centro Italia gravemente colpite dal sisma ed è impegnata sin dalle prime ore in azioni di sostegno ai residenti nelle zone terremotate.

Poste Italiane, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, ha istituito un conto corrente attivo già da oggi per le donazioni a favore degli abitanti dei centri gravemente danneggiati dal terremoto.

Il conto corrente è intestato "Poste Italiane con Croce Rossa Italiana - Sisma del 24 agosto 2016"c/c 900050, codice IBAN IT38R0760103000000000900050; il codice BIC/SWIFT per inviare bonifici dall'estero è BPPIITRRXXX.

Poste Italiane, inoltre, d'intesa con il Dipartimento della Protezione Civile, ha attivato attraverso l'operatore telefonico Poste Mobile la numerazione solidale 45500 per la raccolta fondi. Tutti i clienti PosteMobile possono donare 2 euro tramite l'invio di un SMS.

In queste ore Poste Italiane sta lavorando in stretta collaborazione con la Protezione Civile e le altre istituzioni per assicurare la continuità dei servizi postali e finanziari ai cittadini dei comuni colpiti. I tecnici di Poste Italiane sono impegnati a verificare l'efficienza delle strutture e delle tecnologie nelle regioni interessate dal sisma per ripristinarne la piena funzionalità con la massima rapidità.