Visualizza articoli per tag: Provincia di Reggio Emilia

Venerdì, 30 Agosto 2019 15:51

La Provincia ringrazia il colonnello Piccinini

Il presidente Giorgio Zanni ha ricevuto ieri pomeriggio a Palazzo Allende il comandante della Guardia di Finanza reggiana, in procinto di assumere un nuovo incarico a Roma.

Reggio Emilia -

Il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giorgio Zanni, ha ricevuto ieri a Palazzo Allende il colonnello Roberto Piccinini che, dalla prossima settimana, lascerà il comando della Guardia di Finanza di Reggio Emilia per assumere un nuovo, importante incarico a Roma. Al colonnello Piccinini, il presidente Zanni ha rivolto un sincero augurio di buon lavoro, ringraziandolo per l’impegno e la collaborazione assicurati in questi tre anni al comando delle Fiamme gialle reggiane, nonché per l’importante attività operativa che la Guardia di finanza ha svolto sul territorio – oltre che nel suo specifico campo d’azione e contro la criminalità organizzata – anche nell’ambito del tavolo interforze per la sicurezza e sul fronte della legalità.

La Provincia di Reggio Emilia informa che da lunedì prossimo, 26 agosto, diversi tratti di strade provinciali in Appennino saranno interessati da interventi di messa in sicurezza in base all’Accordo quadro 2019-2020 che comporteranno modifiche alla circolazione stradale.

In particolare, sulla Sp 18 a Ligonchio di Ventasso si effettueranno interventi di ripristino del muro di sostegno di valle in sasso e inserimento di barriera stradale su cordolo e trave per i circa tre chilometri che vanno dal ponte Rossendola, nei pressi di Caprile, all’incrocio con la Sp 59 che comporteranno l’istituzione di un senso unico alternato regolato da semaforo, con limitazione della velocità a 30 km/ora: i lavori saranno concentrati in particolare nell’ultimo tratto verso Ligonchio, tra via Predare e l’incrocio con la Sp 59, dove sarà anche vietato il transito ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, compresi i mezzi adibiti al trasporto persone.

Sempre nell’ambito degli interventi programmati dalla Provincia con l’Accordo quadro 2019-2020, saranno inoltre sostituti cordoli, travi e barriere stradali in quattro tratti della Sp 513R, nei comuni di Vetto Castelnovo Monti: da lunedì 26 agosto, per consentire lo svolgimento in sicurezza dei lavori, saranno possibili sensi unici alternati regolati da impianto semaforico con limitazione della velocità a 30 km/ora.

Per info in tempo reale sulla viabilità e in caso di eventuali emergenze consultare il profilo Twitter della Provincia di Reggio Emilia @ProvinciadiRE.

Il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giorgio Zanni, si è recato lunedì pomeriggio a Castelnovo Monti per assistere all’allenamento della Pallacanestro Reggiana, dal 16 agosto in ritiro per il 17° anno consecutivo nella cittadina appenninica, e per rivolgere un caloroso in bocca al lupo al direttore generale Filippo Barozzi, alla squadra e a coach Buscaglia – in Olanda per alcuni giorni in qualità di allenatore della selezione “orange” – in vista del prossimo campionato di Serie A.

Proprio nella palestra del Cattaneo, intitolata a Leardo Giovanelli e di proprietà della Provincia, domenica alle 18 la nuova Grissin Bon disputerà come ormai è tradizione la prima amichevole ufficiale aperta al pubblico, affrontando la Pompea Mantova, formazione di Serie A2.  I biglietti (intero 15 euro, 10 per gli Under 18, ingresso gratuito per i bambini fino a 5 anni) possono essere acquistati fino a venerdì negli uffici della Pallacanestro Reggiana in via Martiri della Bettola 47 (dalle 9 alle 13), sabato a “lo stoRE” in piazza Prampolini a Reggio (10-13 e 16-19) oppure domenica dalle 17 ai botteghini del PalaGiovannelli-Cattaneo.  

Venerdì alle 21.30, all’Antico Bar Magnani in piazza Martiri della Libertà a Castelnovo Monti, si terrà invece la tradizionale festa per la presentazione in Appennino della Grissin Bon, organizzato dalla società di basket locale “L.G. Competition” in collaborazione con il Comune di Castelnovo ne’ Monti. Dirigenti, staff tecnico ed i giocatori della Pallacanestro Reggiana saranno a disposizione per firmare autografi e posare per selfie e foto ricordo.

La Sp 54 Ciano-Vercello-Stella - chiusa al transito dalla fine di maggio nei pressi di Ceredolo dei Coppi, a Canossa, in seguito a una frana che aveva inghiottito la strada – sarà di nuovo percorribile già domani.

“Nel tardo pomeriggio, alla fine della giornata di lavoro, la Sp 54 sarà riaperta, anche se con limite di velocità di 30 km/h visto che l’asfaltatura potrà essere effettuata solo tra qualche settimana, quando il fondo si sarà assestato – annuncia il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giorgio Zanni – E’ una buona notizia per i cittadini e le attività economiche della zona, ma è anche motivo di soddisfazione per la Provincia: siamo, infatti, riusciti a rispettare gli impegni assunti con la comunità insieme al sindaco Bolondi, con il quale ci eravamo da subito attivati per poter riaprire al traffico il prima possibile, nonostante i danni fossero stati particolarmente ingenti, una strada così importante. Di questo va dato atto al Servizio Infrastrutture e all’impresa che, nell’ambito dell’accordo-quadro biennale per la manutenzione delle strade del Reparto Sud, ha realizzato i lavori in tempi davvero rapidi”.

La frana che aveva interrotto la Sp 54, tra le frazioni di Ceredolo dei Coppi e Branzana, si era attivata nel corso dell’ultima delle tante ondate di maltempo che, a maggio, hanno interessato l’Emilia-Romagna. Un dissesto particolarmente importante che aveva in pratica inghiottito un tratto di carreggiata e che, il 29 maggio, aveva reso inevitabile la chiusura al transito della Sp 54. Trattandosi di una arteria di collegamento a forte valenza turistica, la Provincia – d’intesa con il Comune – aveva da subito deciso di intervenire anticipando direttamente tutte le risorse necessarie alla sistemazione e messa in sicurezza della strada: “Abbiamo anticipato le risorse, pari a 90.000 euro, in attesa di un contributo dell’Agenzia regionale di Protezione civile, al quale il dissesto era stato immediatamente segnalato ai fini della richiesta dello stato di emergenza nazionale – aggiunge il presidente Zanni – Richiesta che il Governo ha accolto nelle scorse settimane, assegnando 19 milioni per i danni provocati in tutta l’Emilia-Romagna durante i quattro periodi di maltempo straordinario verificatosi a maggio, compresa l’alluvione di Villafranca, nel Forlivese”.

In appena un mese, la Provincia di Reggio ha quindi realizzato ed approvato il progetto esecutivo, assegnando poi i lavori all’associazione temporanea di imprese – l’Ati formata dai consorzi Corma e CFC - aggiudicataria dell’accordo-quadro biennale per la manutenzione delle strade del Reparto Sud. Una procedura che ha permesso di accelerare ulteriormente i tempi di intervento, tanto che domani – grazie anche all’impegno della ditta Moretti di Cecciola di Ventasso, esecutrice dei lavori per conto dell’Ati – la Sp 54 sarà di nuovo percorribile.

Fonte: Provincia RE

La Provincia di Reggio Emilia informa che da lunedì prossimo, 22 luglio, fino a venerdì 2 agosto su due tratti di strade provinciali si viaggerà a senso unico alternato e con limite di velocità a 30 km/h per consentire lo svolgimento in sicurezza di lavori di posa della fibra ottica Open Fiber da parte della ditta Ruspal di Mirandola. I provvedimenti saranno adottati, dalle 8.30 alle ore 17.30, su un tratto di un chilometro della Sp 9 delle Forbici in comune di Villa Minozzo e per un tratto di un chilometro e mezzo della Sp 18 Busana-Passo Pradarena in comune di Ventasso.
Le ordinanze della Provincia prescrivono anche che, durante i cicli del semaforo, l'attesa del rosso non superi i due minuti e che, nel caso i lavori siano sospesi, la strada venga liberata da segnali stradali e impedimenti, fatti salvi quelli che indicano la zona di cantiere, la cui estensione non dovrà superare i 150 metri.
Per info in tempo reale sulla viabilità e in caso di eventuali emergenze consultare il profilo Twitter della Provincia di Reggio Emilia @ProvinciadiRE.

Da 248 a 310 euro l’una per il biennio, di 310 euro per gli studenti del triennio, per un importo complessivo di 465mila euro. Come sapere se si è stati ammessi e le procedure di pagamento.

Reggio Emilia -

Sono ben 1.571, per un importo di circa 465.000 euro, le borse di studio concesse quest’anno agli studenti reggiani delle scuole superiori. Ne dà notizia – a conclusione delle operazioni di validazione delle domande presentate entro il 26 febbraio scorso con la preziosa collaborazione degli istituti superiori – la vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia, con delega all’Istruzione, Ilenia Malavasi.

Per quanto riguarda le prime due classi delle scuole superiori (e le prime tre del sistema di formazione professionale), le borse assegnate agli studenti con un reddito familiare Isee non superiore a 15.748,78 euro, sono state 895 per un importo complessivo di 246.698 euro (8 quelle non accolte per mancanza di requisiti o a seguito dei controlli effettuati). Di queste, 496 risultano essere borse di studio “base” da 248 euro l’una, mentre 399 sono quelle di importo “maggiorato” (310 euro), previste per gli studenti che hanno conseguito una media dei voti uguale o superiore al sette e per studenti in situazioni di handicap certificato. Gli importi sono stati determinati dalla Regione Emilia-Romagna per soddisfare integralmente tutte le domande ammissibili.

Sul sito Internet della Provincia di Reggio Emilia – nella sezione Scuole e Università  - consultando gli allegati A (domande ammesse) e B (domande escluse) è possibile verificare, attraverso il numero identificativo di domanda assegnato al momento del caricamento nell'applicativo predisposto dalla Regione, l’eventuale concessione del contributo. La Provincia procederà ora con le operazioni relative alla liquidazione degli importi: i beneficiari riceveranno l’importo della borsa, senza ulteriore comunicazione, in base a quanto dichiarato nella domanda o direttamente sul conto corrente o con una lettera che indica le modalità di ritiro presso uno sportello bancario del Tesoriere provinciale.

Per quanto riguarda gli studenti del triennio delle superiori, le borse di studio assegnate (ciascuna di 323 euro) sono state invece 676 a fronte di 678 domande. In questo caso gli importi – trattandosi di borse di studio ministeriali - saranno erogati tramite bonifico postale domiciliato.  La data a partire dalla quale ci si potrà recare presso gli Uffici postali per riscuotere il bonifico e le relative modalità (chi dovrà presentarsi, con quale documentazione eccetera) saranno pubblicate su siti di Provincia e Regione Emilia-Romagna non appena comunicati dal Miur. Per sapere se si è stati ammessi al contributo, occorre accedere al sito Scuola Er-Go (https://scuola.er-go.it/esiti_bds_18).

“Le borse di studio rappresentano uno degli strumenti per favorire la frequenza scolastica e garantire pari opportunità di successo, tutelando uno dei diritti fondamentali ed inalienabili della persona e quell’eguaglianza sostanziale fra i cittadini che è sancita dalla nostra Costituzione – sottolinea la vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia con delega all’Istruzione, Ilenia Malavasi – Gli aiuti assicurati da enti locali e Ministero a quasi 1.600 famiglie, inoltre, non solo contribuiscono a sostenere economicamente chi è più in difficoltà, ma permettono anche di investire sull'istruzione, sulla crescita e sul talento de nostri giovani”.

Venerdì, 12 Luglio 2019 16:11

Giorgio Zanni è il nuovo presidente della Ctss

L’Assemblea della Conferenza territoriale sociale e sanitaria ha eletto ieri pomeriggio, all’unanimità, il sindaco di Castellarano Giorgio Zanni quale presidente della Ctss. La scelta fatta dai sindaci di tutta la Provincia è caduta sul presidente della Provincia di Reggio Emilia, quale rappresentante delle istanze di tutto il territorio in quello che è l’organo di governo istituzionale delle politiche sociali, sanitarie e socio-assistenziali a livello provinciale, al fine di raccordare il livello regionale a quello dei vari distretti provinciali. Sempre all’unanimità, l’Assemblea ha subito dopo approvato il Bilancio economico preventivo 2019 dell'Azienda Usl-Irccs di Reggio Emilia.

Nel ringraziare i sindaci che compongono l’Assemblea, il presidente Zanni ha colto l’occasione per sottolineare che sarà un lavoro collegiale svolto con l’aiuto di tutti gli altri sindaci reggiani che comporranno il nuovo uffici di presidenza della CTSS.

Come annunciato già negli scorsi giorni, l’Assemblea della Ctss è stata anche l’occasione per condividere ulteriormente la volontà istituzionale di “mettere in campo da subito ogni tipo di iniziativa istituzionale ed amministrativa utile ad accompagnare in questo delicato momento di transizione i servizi sociali della Val d’Enza”. 

“In parallelo al doveroso percorso di indagine svolto dalla magistratura - chiamata ad accertare ogni possibile deriva che dovrà essere fermamente perseguita e punita - è altresì indispensabile non pregiudicare, o peggio ancora interrompere, l’erogazione dei servizi necessari a cittadini e famiglie fragili del territorio, tutelando al contempo anche le professionalità e la continuità di lavoro degli operatori estranei all’indagine, che con capacità, sacrificio e disponibilità, contribuiscono ogni giorno alla costruzione di servizi e comunità migliori in tutta la provincia - ha aggiunto il presidente Zanni - Le necessità dei cittadini più fragili non si interrompono da un giorno all’altro e in questo percorso è necessario il contributo di tutti, amministrazioni locali, sindacati, operatori sociali che, pur nella discontinuità delle scelte su cui si costruirà il futuro, puntino a restituire il più velocemente possibile ai cittadini non solo un servizio efficiente, ma anche la fiducia in esso”.

Giovedì, 04 Luglio 2019 14:34

Parco di Roncolo, riaperto il terzo parcheggio

Dallo scorso fine settimana il Parco di Roncolo, una delle mete ‘fuoriporta’ preferite dai reggiani, è tornato a disporre anche del terzo parcheggio. La Provincia di Reggio Emilia ha infatti concluso i lavori di ripristino della frana che, per lungo tempo, aveva inibito in parte l'uso dell’area. Con una spesa di 50.000 euro è stata stabilizzata la scarpata di valle che aveva ceduto, sono state realizzate opere di sostegno e si è posato su tutta l’area del misto granulare stabilizzato: da sabato scorso, pertanto, è stato dunque riaperto il parcheggio, uno dei tre (quello più a valle) a disposizione dei visitatori del Parco di Roncolo. 

Il presidente Giorgio Zanni si è recato in visita ieri pomeriggio all’ex Ospedale psichiatrico giudiziario, storico complesso architettonico di proprietà della Provincia di Reggio Emilia, dove da alcuni giorni la casa di produzione Palomar sta girando le riprese di “La guerra è finita”, serie televisiva diretta da Michele Soavi interpretata, tra gli altri, da Michele Riondino e Isabella Ragonese e sostenuta dall’Emilia-Romagna Film Commission.

Le riprese dureranno fino ad agosto e interesseranno diversi centri dell’Emilia-Romagna, ma soprattutto Reggio Emilia, dove la stessa Palomar come noto ha aperto una proprio base al Parco Innovazione alle ex Reggiane, e la nostra provincia: da Villa Spalletti a San Donnino di Liguria di Casalgrande alla Corte Ospitale di Rubiera, ed ancora Guastalla, Novellara Scandiano, Sant’Ilario d’Enza, Gualtieri e Quatto Castella.

“Si tratta dell’ennesimo film che, in questi ultimi anni, contribuirà a portare sui piccoli e grandi schermi i nostri luoghi e le nostre eccellenze, offrendoci dunque una importante opportunità di marketing territoriale – ha commentato il presidente della Provincia Giorgio Zanni – Altrettanto significativo è l’indotto economico per tutto il nostro territorio che si genererà grazie all’attenzione della Palomar e al prezioso lavoro della Regione, attraverso l’Emilia-Romagna Film Commission, per valorizzare il nostro patrimonio culturale, ambientale e storico, nonché le risorse umane che vi operano”. 

“La guerra è finita” – che narra la storia di un gruppo di ragazzi e ragazze che hanno vissuto gli orrori dei lager e che, al termine del conflitto, tentano di ricostruirsi una vita - dovrebbe andare in onda in otto puntate, presumibilmente sulla RAI, all’inizio del 2020. 

 

Come promesso, la Provincia – anticipando i 90.000 euro – ha approvato mercoledì scorso il progetto esecutivo assegnando contestualmente l’intervento di ripristino della frana.

Reggio Emilia -

Come promesso dalla Provincia nemmeno un mese fa, sarà sistemata in tempi rapidissimi la Sp 54 Ciano-Vercello-Stella, chiusa al transito dalla fine di maggio nei pressi del centro abitato di Ceredolo dei Coppi, a Canossa, in seguito a una frana che ha inghiottito la strada. “Rispettando gli impegni assunti con il sindaco Bolondi, con il quale ci siamo da subito attivati per poter riaprire al traffico il prima possibile, nonostante i danni siano stati particolarmente ingenti, una strada così importante per cittadini e attività economiche, la Provincia di Reggio Emilia ha approvato mercoledì scorso il progetto esecutivo per il ripristino della Sp 54 – annuncia il presidente Giorgio Zanni – Ciò è stato possibile avendo anticipato le risorse, pari a 90.000 euro, in attesa di un contributo dell’Agenzia regionale di Protezione civile, al quale il dissesto era stato immediatamente segnalato ai fini della richiesta dello stato di emergenza nazionale, la cui istruttoria sta per essere chiusa dal Dipartimento nazionale”.

“Contestualmente all’approvazione del progetto, sono stati anche assegnati i lavori all’associazione temporanea di imprese (Ati) aggiudicataria dell’accordo-quadro biennale per la manutenzione delle strade del Reparto Sud, stipulato il 10 giugno scorso – aggiunge il presidente della Provincia di Reggio Emilia - Questa procedura, ci ha permesso di accelerare ulteriormente i tempi di intervento: già questa mattina i nostri tecnici hanno infatti potuto effettuare un sopralluogo con le imprese, Moretti e Gallerini di Ventasso, individuate dall’Ati, in modo da poter avviare il cantiere entro la fine della settimana”.   

La frana che ha interrotto la Sp 54, tra le frazioni di Ceredolo dei Coppi e Branzana, si era attivata nel corso dell’ultima delle tante ondate di maltempo che, nello scorso maggio, hanno interessato l’Emilia-Romagna. Si tratta di un dissesto particolarmente importante che ha in pratica inghiottito un tratto di carreggiata, rendendo inevitabile la chiusura al transito della Sp 54.  Trattandosi di una arteria di collegamento a forte valenza turistica, la Provincia di Reggio Emilia – d’intesa con il Comune – aveva da subito deciso di intervenire anticipando direttamente tutte le risorse necessarie alla sistemazione e messa in sicurezza della strada.

Fonte: Provincia di Reggio Emilia

Pagina 6 di 55