Visualizza articoli per tag: film

Venerdì 12 febbraio alle 21 protagonista il critico cinematografico e direttore dell’Associazione Circuito Cinema di Modena Alberto Morsiani che presenterà il suo ultimo libro “L’invasione degli ultracorpi di Don Siegel” edito da Gremese. Verranno mostrate sequenze del film e si potranno porre delle domande in diretta via social

Pubblicato in Cronaca Modena

Renato Giugliano, con il suo La Guerra a Cuba (ambientato fra Valsamoggia, Spilamberto e Savignano sul Panaro), va a scandagliare - dall’osservatorio privilegiato della provincia e del piccolo centro - una società che si è), si è aggiudicato il Premio Miglior Regista Emergente

GAS STATION della giovane ed esordiente regista e interprete casertana Olga Torrico si è aggiudicato il Premio SIC@SIC al Miglior Contributo Tecnico "Per la ricerca accurata e l'intelligente utilizzo del materiale di repertorio."

Pubblicato in Arte Emilia

IL NOSTRO PAESE, un film di  MATTEO PARISINI, è un viaggio nell'Italia di oggi alla scoperta di giovani donne che sono parte integrante di questo paese ma che la legge considera straniere. In Prima Tv il 4 settembre su Doc3 Rai 3

Gabriele Majo con il protagonista in una ripresa del film

 

“Ma lei sa fare solo delle bestie?”, questa è la frase che ha consacrato Gabriele Majo all'interno del pluripremiato film Volevo Nascondermi”, il biopic su Antonio Ligabue firmato da Giorgio Diritti e interpretato da Elio Germano.

Un breve cammeo che sta rendendo popolare in ambito cinematografico il giornalista parmigiano, tanto da attribuirgli l'onore di introdurre la prima delle proiezioni che si terrà a Fidenza.

Il film si è aggiudicato l’Orso d’Argento col protagonista Elio Germano alle Berlinali, il Nastro dell’Anno ai Nastri d’Argento, e due Globo d’Oro per il miglior film e la migliore fotografia e dopo la partenza di inizio Marzo interrotta dal lockdown, la pellicola da alcuni giorni viene proiettata nelle arene cinematografiche di diverse città italiane.


A Fidenza arriverà da giovedì 20 Agosto 2020 nell'arena estiva Corte OF, per il finale della XXI Stagione di Esterno Notte a cura di MyCinem@ e resterà fino a domenica 23 Agosto.

La serata, organizzata dall’Associazione Fidenz@ Cultura APS avrà inizio alle ore 21,30.

Pubblicato in Cultura Emilia

Inizia dalla Sicilia l’avventura ai Festival di La guerra a Cuba (Distrib. Emera Film) con Younes El Bouzari, Marco Mussoni, Luigi Monfredini, Elisabetta Cavallotti, Lorenzo Carcasci, Ousman Jamanka, Laura Pizzirani, Antonio De Matteo, Annalisa Salis che affronta in un racconto corale l’orrore che nasce dal mescolarsi di intolleranza, cinismo e fake news.

L`associazione Culturale 3dproduction ha presentato il suo nuovo cortometraggio “La prossima notte”, girato a novembre 2019 nel quartiere San Leonardo e Ugozzolo che ben si prestano ad un contesto futuristico con le numerose tracce antropiche di attività dismesse e in alcuni casi desolanti.

Pubblicato in Cultura Parma
Martedì, 19 Maggio 2020 12:57

Il Reggio Film Festival si farà!

Arrivate oltre 1.600 proposte da tutto il mondo, in risposta alla call internazionale lanciata alcuni mesi fa. La Direzione Artistica conferma che, in ogni caso, a novembre l’edizione numero 19 avrà luogo. Titolo/tema (profetico?): Barriere.

"Abbiamo deciso di realizzare in ogni caso, dal 4 all’8 novembre 2020, il Reggio Film Festival per offrire, soprattutto in questo periodo così difficile per l’umanità intera, un evento al contempo piacevole e di qualità alle tante persone che lo frequentano da 19 anni": Alessandro Scillitani, ideatore e Direttore Artistico del Reggio Film Festival è molto determinato nell'annunciare l’edizione 2020, al termine della call internazionale che, come ogni anno, ha ottenuto un enorme interesse, con oltre 1.600 cortometraggi giunti da tutto il mondo per essere selezionati.

"Se sarà possibile programmeremo la manifestazione in un teatro di Reggio Emilia, ovviamente nel pieno rispetto delle normative sanitarie in modo che tutti lo possano fruire in piena sicurezza" continua Alessandro Scillitani "Se, purtroppo, nei prossimi mesi si dovesse verificare un aumento di contagi tali da obbligare un ritorno al lockdown realizzeremo un’edizione online, per onorare le tante opere straordinarie che ci sono come sempre pervenute da ogni parte del mondo e il folto pubblico di persone di ogni età -non certo solamente di addetti ai lavori- che con affetto ci segue".

Titolo/tema dell’edizione 2020 del Reggio Film Festival (forse un po’ profetico, in quanto pensato e lanciato ben prima dello scoppio della pandemia): Barriere.

Per interrogarsi, insieme, sul mondo che cambia.

Info sul Reggio Film Festival: http://www.reggiofilmfestival.it/

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia
Martedì, 14 Gennaio 2020 08:13

Bobo Craxi a Parma per il film Hammamet

Parma: Presentazione con Bobo Craxi del Film "НАММАМЕТ".

Di Federazione provinciale PSI Parma e Associazione Amici di Sandro Pertini - 

Nel ventesimo anniversario della scomparsa (19 Gennaio 2000) la Federazione Provinciale del PSI di Parma, in collaborazione con l'Associazione Amici di Sandro Pertini, organizzano per Mercoledi 15 Gennaio 2020, ore 20.30, presso il Cinema D'Azeglio d'Essai, Via D'Azeglio 33, la prima della proiezione del Film "Hammamet" di Gianni Amelio, che narra gli ultimi anni della vita privata del Presidente del Consiglio Bettino Craxi. All' evento sarà presente con Bobo Craxi, figlio del leader socialista, intervistato da Mauro Del Bue, direttore dell'Avanti Online.


La Federazione Provinciale del PSI di Parma e l'Associazione Amici di Sandro Pertini offriranno gratuitamente 25 biglietti ai primi 25 spettatori che si presenteranno per l'intervista e la successiva proiezione del film; ciò al fine di consentire di conoscere la figura di un personaggio complesso come è stato l'On. Bettino Craxi anche a chi per ragioni anagrafiche, ovvero ideali, non ne abbia avuto modo in passato.

 Per info e contatti:

Pagina Facebook PSI Parma

https://m.facebook.com/PSIPARMA/?ref=bookmarks 

Canale Instagram PSI Parma

https://instagram.com/psiparma?igshid=1ouv24n7gouo 

Canale Twitter PSI Parma

https://twitter.com/ParmaPsi?s=08 

Hammamet-IMG-20200112-WA0056_1.jpg

 

 

Pubblicato in Dove andiamo? Parma
Lunedì, 25 Novembre 2019 16:44

“Il cinema italiano degli anni '90”

Al cinema D'Azeglio di Parma la XIV edizione del progetto “Per una storia del cinema”: 10 film di grandi autori per riscoprire un decennio cinematografico. Giovedì 28 novembre il "Tè nel Deserto".

Dieci capisaldi del cinema degli anni '90 da conoscere e riscoprire: l'edizione 2019 del progetto “Per una Storia del Cinema” è dedicata, da fine novembre a febbraio 2020, ai più significativi autori italiani e ai film più rappresentativi del decennio, proiettati, come da tradizione, nella sala dell’oltretorrentino cinema D'Azeglio.

Anche quest'anno la rassegna (giunta alla sua quattordicesima edizione) è infatti organizzata dalla Cooperativa Cinema D'Azeglio insieme alla Cattedra di Storia del Cinema dell’Università di Parma, nell'ambito della convenzione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Parma, grazie al riconoscimento della Regione Emilia Romagna per Progetti in ambito cinematografico e al prestigioso riconoscimento del Ministero ai Beni Culturali, con il patrocinio di Europa Cinemas, di ACEC Emilia Romagna e Fondazione Cineteca Italiana.

“E' giusto sottolineare – ha introdotto l'assessore alla Cultura Michele Guerra – la gratuità di questa e delle altre rassegne, nelle quali il cinema D'Azeglio investe. Non si tratta di svilirne il valore culturale ma di fare in modo di avvicinare al cinema il pubblico più ampio, compreso quello più giovane: un'operazione che costantemente negli anni il D'Azeglio propone come laboratorio permanente propulsore di vitalità cinematografica”.

“I film in rassegna – ha detto Giovanni Cossio, tra i responsabili del progetto – indagano molte delle problematiche più rappresentative degli anni '90: attraverso queste pellicole è possibile tracciare e rilevare il carattere culturale delle discussioni di quel decennio”.

“Questa operazione culturale – ha concluso Luigi Lagrasta, presidente del cinema D'Azeglio – è la compiuta dimostrazione di come il lavoro sinergico tra pubblico e privato possa dare ottimi risultati. L'obiettivo del cinema D'Azeglio, unica sala rimasta in centro a Parma, è raccontare il cinema cercando di raggiungere il maggior numero possibile di persone, giovani compresi: la gratuità dell'ingresso risponde a questa volontà e nel tempo abbiamo ottenuto riscontri di pubblico estremamente soddisfacenti, come i 3500 spettatori registrati per la rassegna, non certo tra le meno impegnative, dedicata al cinema russo”.

Si inizia giovedì 28 con il “Tè nel Deserto” di Bernardo Bertolucci e si prosegue fino a fine anno con “Stanno Tutti Bene” di Giuseppe Tornatore (giovedì 5 dicembre), il capolavoro di Mario Martone “Morte Di Un Matematico Napoletano” (giovedì 12 dicembre) e, ultimo appuntamento dell'anno, lunedì 16 dicembre, “Il Grande Cocomero”, terza fortunata pellicola di Francesca Archibugi.

La rassegna, ultima delle 4 approntate nel 2019 dal cinema D'Azeglio, caratterizzato da decenni da una intensa e variegata proposta artistica nel cuore dell’Oltretorrente, proseguirà nel 2020, nell'anno di Parma Capitale Italiana della Cultura.

Troveremo quindi in cartellone “Lamerica” (giovedì 16 gennaio) di Gianni Amelio, “Il Toro” di Carlo Mazzacurati (giovedì 23 gennaio), “Ferie d'Agosto” di Virzì giovedì 30 gennaio, “Festival” di Pupi Avati (giovedì 6 febbraio), “Aprile” di Nanni Moretti (giovedì 13 febbraio) e, in chiusura di programma, “Garage Olimpo” di Bechis, giovedì 20 febbraio: sei proiezioni dedicate a registi che hanno saputo raccontare le mutazioni sociali e artistiche dell’Italia e oltre, con tutte le contraddizioni e sfaccettature, contrassegnando la storia cinematografica del nostro paese.

Tutte le proiezioni sono ad ingresso gratuito, con inizio ore 17.30 - 21.00

Proiezioni gratuite per le scuole su richiesta.

Cine D’Azeglio D’Essai - Parma - Tel. 0521281138 www.cinedazeglio.it

Responsabili del progetto

Luigi Lagrasta - Michele Guerra - Filiberto Molossi

Giovanni Cossio - Tommaso Savorini

Programma 2019/2020

giovedì 28 novembre

Il Tè nel Deserto

di Bernardo Bertolucci (1990, 132’)

Golden Globe e Bafta

giovedì 5 dicembre

Stanno Tutti Bene

di Giuseppe Tornatore (1990, 126’)

David di Donatello

giovedì 12 dicembre

Morte Di Un Matematico Napoletano

di Mario Martone (1992, 108’)

Leone d’Argento e David di Donatello

lunedì 16 dicembre

Il Grande Cocomero

di Francesca Archibugi (1993, 100’)

David di Donatello

giovedì 16 gennaio

Lamerica

di Gianni Amelio (1994, 125’)

David di Donatello

giovedì 23 gennaio

Il Toro

di Carlo Mazzacurati (1994, 94’)

Leone D’Argento

giovedì 30 gennaio

Ferie d'Agosto

di Paolo Virzì (1996, 106’)

David di Donatello

giovedì 6 febbraio

Festival

di Pupi Avati (1996, 93’)

giovedì 13 febbraio

Aprile

di Nanni Moretti (1998, 78’)

David di Donatello

giovedì 20 febbraio

Garage Olimpo

di Marco Bechis (199, 98’)

David di Donatello e Globo d’Oro

Pagina 1 di 7