Visualizza articoli per tag: vandalismo

L’uomo, cittadino italiano, ma di origine marocchina è stato prima identificato come l’autore dei raid vandalici contro tre sedi istituzionali dello scorso 30 aprile. Poi si è scoperto che nel furgone dove viveva aveva un vero e proprio armamentario e che era l’autore di ulteriori reati contro la persona.

Pubblicato in Cronaca Modena

I giovanissimi si erano resi responsabili di scoppi di petardi, danneggiamenti aggravati e aggressioni. Sono stati identificati grazie alle segnalazioni e alle immagini delle telecamere.

Pubblicato in Cronaca Modena

La Polizia di Stato individua l’autore di imbrattamenti di un cartellone pubblicitario comunale: denunciato

Pubblicato in Cronaca Parma

Identificato e denunciato l'autore dei graffiti di Piazza della Pace. L'attività investigativa e di controllo del territorio della Polizia Locale con la collaborazione fattiva dell'Arma dei Carabinieri ha dato, per l'ennesima volta, un risultato positivo.

Pubblicato in Cronaca Parma

Reggio Emilia 29 novembre 2020 - È accaduto nella notte di venerdi, quando personale della Polizia di Stato interveniva in via Filangieri, nei pressi dell'ente fiera, per la segnalazione di violenti rumori.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Obiettivo dell’iniziativa è far comprendere l’importanza di tutelare il patrimonio pubblico

Pubblicato in Cronaca Modena

Colorno 25 febbraio 2020 - Il senso civico è sempre più raro e la consapevolezza di far parte di una comunità e di tutelare il bene comune sta venendo meno ogni giorno di più. Diverse sono le segnalazioni che abbiamo ricevuto nel tempo in merito ad atti vandalici e abbandono di rifiuti e di coloro che hanno richiamato incivili, salvo poi prendersi insulti.

Ultimamente a Colorno abbiamo assistito ad episodi inqualificabili che purtroppo non sono stati sporadici. Negli ultimi giorni è stato incendiato un cassonetto della carta riversata poi in strada in via Allende e al vandalismo nel parco della reggia, dove sono stati abbandonati diversi rifiuti, spostate panchine in legno (non fissate a terra) e dipinte su pietre e muri scritte di poco senso. Tutto questo mette a disagio molti colornesi e di certo anche con molti turisti.

Sarebbe opportuno intanto fissare le panchine della reggia al pavimento, al fine di evitare lo spostamento inconsiderato e iniziare a provvedere con un piano "anti vandalismo e anti abbandono di rifiuti" con un maggior presidio del territorio e con l'utilizzo di videosorveglianza e di foto/video trappole.
Riteniamo fondamentale controllo e sanzionamento, perché solo così facendo pensiamo possano cambiare le cose. Tale fenomeno non può essere sottovalutato e va affrontato con determinazione.

Il gruppo civico
Amo Colorno

Pubblicato in Cronaca Parma
Venerdì, 07 Febbraio 2020 06:07

Stazione di Colorno in mano ai vandali.

Pensavamo che la stazione di Colorno potesse aver trovato finalmente la pace, dopo gli innumerevoli atti vandalici degli ultimi tempi.

La smentita purtroppo è arrivata nella tarda nottata di mercoledi, quando un rapido controllo dell'area ha portato alla scoperta di nuovi ed "eleganti graffiti" e alla forzatura del quadro elettrico posto nella sala d'attesa.

Una stazione che ormai sta diventando un rudere, e la tutela della soprintendenza artistica, pare solo una barzelletta di pessimo gusto. La stessa in orario notturno rimane aperta. Non vi è videosorveglianza e l'area non è adeguatamente illuminata. Chiediamo alla "nuova" giunta regionale di intervenire nelle proprie possibilità prendendo contatti con i proprietari dell'area: "Rfi". Da troppo tempo se ne parla senza intervenire.

 PR_Colorno_stazione_FS_vandali_feb2020-IMG-20200205-WA0001_1.jpg

il gruppo

Amo Colorno

Pubblicato in Cronaca Parma

Vergognoso atto vandalico in provincia di Parma.

Di Nicola Comparato Felino 4 febbraio 2020 - A Felino, all'inizio di via Galilei, il muro della Madonnina, è stato imbrattato con alcune scritte inneggianti al gruppo terroristico denominato Isis. Grande la rabbia dei cittadini residenti nel vedere questo atto vandalico ma anche sacrilego effettuato con l'utilizzo di una bomboletta spray.

Nel territorio parmense, come del resto in tutta Italia, non è la prima volta che ci si imbatte in questo genere di situazioni, ma in questo caso, che si tratti di veri simpatizzanti dell'Isis o semplicemente di qualche stupido vandalo, il gesto è del tutto insensato e inaccettabile.

I residenti, secondo alcuni post pubblicati sui social network, si sentono abbandonati e chiedono maggior controllo e sicurezza a chi di dovere, nella speranza che un fatto simile non si ripeta, augurandosi che il colpevole venga trovato dalle autorità e punito in modo esemplare. Lo stesso fatto è accaduto anche a Stradella di Collecchio con le medesime modalità.

 

FB_IMG_1580819364975.jpg

Pubblicato in Cronaca Parma

Colormo 15 gennaio 2020 - Quindici giorni fa uscita da lavoro ha trovato la sua autovettura vandalizzata nei pressi della casa della salute di Colorno. Ignoti hanno graffiato a fondo la fiancata della sua auto con una chiave, e non ha potuto che recarsi a fare denuncia verso ignoti.

Il 13 gennaio purtroppo è andata peggio. Attorno alle ore 21 in piazzale Venaria, sempre all'uscita da lavoro, ha trovato l'amara sorpresa. La sua auto è stata nuovamente rigata sul cofano e sulla fiancata sinistra, oltre ad essere stato strappato il tergicristallo posteriore e danneggiato quello anteriore, in un tentativo fugace di strapparlo.

E' una delle cittadine colornesi che hanno dovuto subire l'ennesimo atto vandalico, come quelli già avvenuti proprio in via suor Maria e nel parcheggio adiacente alla scuola elementare del paese, che dovrà ripagarsi i danni di propria tasca. Danni che dalle sue parole a seguito di preventivi, superano i 2.000 euro. La donna è sconfortata e delusa non sentendosi tutelata. "Per acquistare un'autovettura si fanno tanti sacrifici ed oggi non è per nulla facile andare avanti, si sa..." così al telefono, tra qualche singhiozzo ci spiega la donna di Colorno.

Una situazione a cui bisogna necessariamente porre rimedio. Per questo chiediamo all'amministrazione comunale di organizzare un pubblico incontro al fine di valutare la miglior strada possibile da intraprendere, oltre a rammendare la necessità di videosorvegliare rapidamente alcune aree del paese a rischio.

Il gruppo
Amo - Colorno

Pubblicato in Cronaca Parma
Pagina 1 di 3