Visualizza articoli per tag: sicurezza stradale

Giovedì, 27 Agosto 2015 15:16

Tecnologia in auto, per i parmensi dà sicurezza

La tecnologia più utile? I sistemi di controllo della frenata. Emerge l'interesse per i sistemi di "guida autonoma", che possono "ridurre il rischio di incidenti". Ma attenzione che per una quota di parmensi troppa tecnologia distrae dalla guida. Le applicazioni tecnologiche per l'auto sotto la lente dell'ultima ricerca dell'Osservatorio UnipolSai 2015 commissionata a Nextplora

Sicurezza ai primi posti. Tutte le innovazioni tecnologiche aumentano la sicurezza dell'automobile: lo sostiene più di un parmense su quattro (26%). E ancora: secondo il 24% degli abitanti di Parma l'innovazione tecnologica più utile è quella dei sistemi di controllo di frenata. Il legame tra tecnologia e sicurezza emerge molto forte dalla nuova puntata dell'Osservatorio UnipolSai 2015. I parmensi sembrano apprezzare anche i limitatori di velocità: in un paese come l'Italia in cui dall'inizio dell'anno sono state elevate oltre 335 mila contravvenzioni per infrazioni dei limiti di velocità (il 40% delle contravvenzioni totali; fonte: Polizia di Stato), più della metà degli intervistati della città emiliana (61%) li ritiene utili in quanto riducono il rischio di incidenti.

Le auto senza guidatore saranno più sicure? L'idea che nel 2020 le auto potrebbero non aver più bisogno di essere guidate manualmente (che secondo gli studi del Transportation Research Institute dell'Università del Michigan dovrebbe anche consentire di abbattere i costi di esercizio) scatena tra i parmensi emozioni contrastanti: il 13% ritiene che questa innovazione porterà a una riduzione del rischio di incidenti poiché verranno limitati gli errori umani alla guida; allo stesso tempo, tuttavia, l'idea di milioni di auto in corsa senza guidatore spaventa il 35% degli intervistati. Per molti è comunque ancora un'ipotesi lontana: il 23% infatti non crede che questa nuova rivoluzione dei trasporti arriverà in così breve tempo e, con occhio forse più romantico, l'11% teme che, con questa innovazione, guidare non potrà più essere il piacere che è oggi.

Connessione e app. L'evoluzione tecnologica sta diffondendo sempre più la connessione fra automobili, internet e app, e anche in questo caso i giudizi dei parmensi si dimostrano diversi: sensazioni positive per il 22% del campione, che ritiene questa connessione comoda e di aiuto (grazie ad esempio a navigatori, mappe e applicazioni simili), mentre un altro 28% ritiene che troppa tecnologia sia pericolosa, perché "distrae dalla guida".
Anche in relazione alle auto connesse, la sicurezza trova spazio nei pensieri dei parmensi: per il 30% degli intervistati, infatti, l'importante resta che un'auto "consumi il giusto e sia sicura".

(Fonte Unipol Sai) 

Pubblicato in Motori Parma

Lavori di pavimentazione. Il programma.

Roma, 14 agosto 2015 - Autostrade per l'Italia comunica che sulla Tangenziale di Bologna verranno effettuati lavori di pavimentazione, che comporteranno alcune chiusure notturne.

Questo il programma.
Lunedì 17 agosto, con orario 22-06, sul Ramo Verde sarà chiuso il bivio per la Tangenziale sud in direzione San Lazzaro.

Per due notti, martedì 18 e mercoledì 19 agosto dalle ore 22 alle 06, sarà chiusa l'uscita dello svincolo n.1 in direzione Casalecchio.
Infine, giovedì 20 agosto in Tangenziale sud sarà chiusa l'entrata n.1 BIS per chi proviene da Bologna Centro-Ospedale Maggiore ed è diretto verso San Lazzaro.

Gli itinerari alternativi saranno indicati sul posto.
Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i notiziari "my way" in onda sul canale 501 di SKY Meteo24; sulla app my way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Appleý; sul sito autostrade.it; su RTL 102.5; su Isoradio 103.3 FM; attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio.

Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21.

Martedì, 21 Luglio 2015 12:36

Il nuovo Centro Guida Sicura Aci-Sara di Lainate

La sicurezza al centro della nuova sede alle porte di Milano con corsi sia per neopatentati che per guidatori già esperti. -

Parma, 21 luglio 2015 -

L' Automobil Club di Italia, in testa per i corsi di guida sicura, alla sede di Valle Lunga (Roma) ne ha aggiunta ora una seconda, ad Arese - sede storica del marchio Alfa Romeo.
Un villaggio dedicato all'auto e al modo migliore per guidarla in sicurezza, come spiegato da Angelo Sticchi Damiani, Presidente Aci.
Quattro aree in cui vengono riprodotte le situazioni di pericolo quotidiane, grazie ad addestratori professionisti.

- Scopri di più nel video in fondo alla pagina -

(in collaborazione con www.videomotori.eu )

guida sicura 1 rid

Pubblicato in Motori Emilia
Sabato, 16 Maggio 2015 10:35

Pneumatici, l'importanza dei controlli

L'importanza del controllo periodico delle gomme. In Italia almeno il 10% delle auto è fuorilegge. Fra le conseguenze: maggiori spazi di frenata e aumento dei costumi. -

Parma, 16 maggio 2015 -

Ancora troppi purtroppo, i guidatori che circolano a bordo di auto fuori norma, con pneumatici usurati o danneggiati. In Italia almeno il 10% delle auto risulta essere infatti essere fuorilegge.
La campagna promossa da Assogomma, Federpneus e Polizia stradale, controlla oltre 10mila veicoli l'anno.

- Scopri di più nel video in fondo alla pagina -

(in collaborazione con www.videomotori.eu )

pneumatici controllo rid

Pubblicato in Motori Emilia

Domenica 19 aprile l'Autodromo di Modena sarà il centro di una grande giornata di festa dedicata alle quattro ruote, con oltre cento partecipanti ai vari test di guida e la cittadinanza invitata ad assistere. -

Modena, 14 aprile 2015 -

"Il Lions Day è una giornata mondiale dedicata a tutti i soci, un'occasione non soltanto di festa, ma soprattutto di testimonianza, nelle varie comunità, delle opere di servizio che ci sforziamo di intraprendere in quanto costruttori di pace e attenzione verso l'uomo. La mia giornata itinerante, che da La Spezia toccherà tutte le città del Distretto che mi onoro di presiedere, vedrà la sua tappa conclusiva proprio a Modena, con una grande cena di gala presso l'Autodromo": con queste parole Enrico Malucelli, Governatore del Distretto 108 Tb (comprendente diverse Provincie, tra le quali anche Modena) annuncia il Lions Day che domenica 19 aprile sarà dedicato, a Modena, alle quattro ruote: presso l'Autodromo infatti, a partire dalle ore 15.00 e sino alle 19.00, inizierà un intenso pomeriggio – aperto gratuitamente a tutta la cittadinanza – nel corso del quale si alterneranno diversi momenti, teorici ma soprattutto pratici, dedicati a molteplici tipologie di guida.

Reso possibile da una felice sinergia tra tutti i Lions Club della circoscrizione modenese, ACI, Autodromo di Modena, Cefac e Radio Bruno, per l'occasione media partner della manifestazione, a formare il programma modenese del Lions Day saranno tre diverse attività. Dopo l'accreditamento obbligatorio (i posti disponibili, oltre un centinaio, sono già stati prenotati) alle ore 15.15, i partecipanti saranno suddivisi in gruppi, che si alterneranno in: prove di guida sicura nell'area paddock, con simulazione di situazioni critiche quali, per esempio, la guida sul bagnato, affiancati da istruttori ACI e del Centro di guida sicura dell'Autodromo; un momento teorico con nozioni di guida sicura, prove con simulatori e con appositi occhiali per simulare lo stato di ebbrezza; guida sportiva ed eco-guida in pista insieme ad un istruttore e con le auto gentilmente fornite dalla Concessionaria Sascar.

"Questa bellissima iniziativa, che vuole unire divertimento e sicurezza, intende coinvolgere direttamente i cittadini attraverso un progetto concreto e a loro vicino – spiegano Gianfranco Sabatini e Cristina Ascari, rispettivamente Presidente della IV circoscrizione Modena e Lions Day Officer – ci rende ancor più orgogliosi perché, dopo tanto tempo, tutti i 15 Club della circoscrizione modenese si sono compattati su di un unico progetto di service alla città. Tutti insieme, e con l'aiuto determinante di ACI e Autodromo, siamo riusciti a fare massa critica e a proporre un'iniziativa che coinvolgerà centinaia di persone".

A fargli eco, le parole del Direttore di ACI Modena, Giuseppe Pottocar: "L'invito a collaborare per rendere possibile questa bella giornata è stato ben accetto, ed è per questo che vi abbiamo aderito con grande entusiasmo. Riteniamo questa iniziativa importante sia perché aperta a tutti coloro che si cimenteranno nelle varie prove di guida insieme a quanti desidereranno semplicemente assistere, sia perché, attraverso i vari step, si diffonderà un concetto a noi molto caro, quello della possibilità di conciliare divertimento, sport, sicurezza e attenzione all'ambiente. Insomma, tra le auto moderne e quelle storiche, la parata inaugurale e le varie sessioni, domenica 19 aprile non ci sarà un momento per annoiarsi. Non escludiamo affatto – chiosa Pottocar – di poter organizzare altri momenti di questo tipo".

(Fonte: ufficio stampa ACI Modena)

Pubblicato in Dove andiamo? Modena

La Polizia di Stato partecipa alla manifestazione Children's Tour presso la fiera di Modena -

La Polizia Stradale di Modena è presente alla manifestazione Children's Tour con l'obiettivo di insegnare fin da piccoli ai bambini di viaggiare in sicurezza.

All'interno di uno spazio di 200 metri quadrati i bambini, accompagnati dai genitori, potranno imparare le principali norme stradali e seguire i preziosi consigli degli uomini in divisa della Polizia Stradale. All'iniziativa sarà presente il Pullman Azzurro (proveniente dalla Polizia Stradale di Brescia) dove si terranno lezioni teoriche di educazione stradale, tenute da personale qualificato, dando vita ad una sorta di "aula scolastica multimediale itinerante". Ci saranno inoltre simulazioni di guida su un percorso dotato di segnaletica durante le quali i bambini potranno salire a bordo di mini vetture elettriche Fiat 500 Cabrio.

La manifestazione sarà aperta venerdì 20 marzo dalle 15 alle 20, sabato 21 e domenica 22 marzo dalle 10 alle 20.

Il Comandante della Polizia Stradale di Modena, dr. Francesco Berna Nasca presente negli stand, ricorda che le regole apprese da piccoli si conservano per tutta la vita e ciò permetterà loro di divenire dei conducenti e passeggeri d'auto migliori.
Gli spazi espositivi sono stati messi a disposizione dal Centro Sportivo Italiano CSI di Modena e Budget Autonoleggio.

L'operazione è stata realizzata a Poviglio in via Romana, nel tratto che collega Poviglio a Castelnovo Sotto e in località Sant'Anna. La sicurezza è bipartisan: pedoni e automobilisti -

Reggio Emilia, 10 febbraio 2015 – di Federico Bonati -

Automobilisti molto più cauti a Poviglio, in particolar modo coloro che percorrono via Romana. Il motivo? I nuovi pannelli che misurano la velocità delle macchine in transito. I guidatori quindi, temendo di trovarsi davanti a degli autovelox, hanno regolato e moderato la velocità di crociera. I quattro rilevatori di velocità sono stati recentemente situati in via Romana, nel tratto che collega Poviglio a Castelnovo Sotto e in località Sant'Anna.

Un'installazione la cui cifra ammonta a ventiquattromila euro, sostenuti in egual misura dal comune di Poviglio e dalla provincia. Lo scopo dei dissuasori è quello di indurre gli automobilisti a ridurre la velocità di marcia, rispettando i limiti imposti; lo dimostra il fatto che tali installazioni avvengono in strade nella quali la velocità di marcia dei veicoli può causare incidenti o situazioni potenzialmente rischiose. Si tratta, in sostanza, di una seria attività preventiva rispetto agli incidenti stradali. Ma come funzionano esattamente questi dissuasori? Attraverso la visualizzazione tramite un display a led della velocità del veicolo che sopraggiunge, il computer interno elabora un messaggio di compiacimento o disapprovazione tramite un semplice smile, o attraverso l'esposizione di possibili sanzioni amministrative in cui l'automobilista può incorrere, come ad esempio i punti che possono essere tolti dalla patente.

Una scelta affine rispetto alla politica dell'amministrazione comunale, volonterosa di garantire la sicurezza stradale, sia per le autovetture che per i pedoni. Un'installazione, come spiega Giammaria Manghi, sindaco di Poviglio e presidente della provincia, che rientra in un progetto di vari interventi riguardanti la viabilità, ai quali si aggiungono la realizzazione di rotonde e la creazione di ciclopedonali. I quattro rilevatori posti su via Romana sono il frutto di un impegno preso nei confronti della cittadinanza durante le assemblee pubbliche che si svolgono lungo tutto il territorio povigliese.

Pubblicato in Cronaca Reggio Emilia

Presentate le misure per incentivare la sicurezza stradale e prevenire il disagio dei reggiani, nonostante un taglio alle risorse di ben un terzo: una campagna informativa promossa con Aci e Seta, info, meteo e condizioni strade in tempo reale sui social-media e sul portale Infoneve -

Reggio Emilia, 20 novembre 2014 -

Anche quest'inverno, nonostante un taglio di ben un terzo delle risorse, la task-force della Provincia di Reggio Emilia è pronta a scattare per incrementare la sicurezza stradale e fronteggiare al meglio neve e ghiaccio: 127 lame, 62 salatori e 2 frese, oltre a 46 uomini, tra tecnici, sorveglianti ed operai stradali, sono già pronti per intervenire sui 957 chilometri di strade provinciali. Come sempre – oltre al Comitato operativo viabilità che fa capo alla Prefettura - è previsto un sistema di coordinamento con la Protezione civile e le forze dell'ordine per il presidio delle strade nei momenti meteorologici più critici al fine di supportare gli automobilisti in difficoltà ed evitare il blocco alla circolazione, mentre attraverso i social media (il profilo Twitter e la pagina Facebook della Provincia) e l'apposito sito Infoneve infoneve.provincia.re.it attivato dallo scorso gennaio sarà possibile avere informazioni in tempo reale su meteo e percorribilità strade.

Il piano antineve della Provincia è stato illustrato ieri mattina dal consigliere delegato alle Infrastrutture e Mobilità della Provincia di Reggio Emilia Andrea Tagliavini insieme al presidente Giammaria Manghi, al dirigente del Servizio Valerio Bussei e ai vertici dei partner della campagna informativa "Pronti per l'inverno": il direttore di Aci Reggio Emilia Cesare Zotti, il presidente e il responsabile commerciale di Seta Pietro Odorici e Matteo Domenicali.

"E' una campagna comunicativa nella quale la Provincia investe da anni, ma che ora diviene ancora più fondamentale perché avere cittadini informati, preparati e consapevoli ci aiuterà ad affrontare al meglio la stagione invernale che quest'anno, al pari delle altre Province, dovremo gestire con ben un terzo di risorse in meno", ha sottolineato il consigliere delegato Andrea Tagliavini. "Da qui alla fine dell'anno abbiamo solo 700.000 euro per la spalatura, ma ciononostante la Provincia intende garantire lo stesso, elevato standard per un servizio fondamentale che in questi anni ha permesso ai reggiani di evitare i gravi disagi che spesso si registrano purtroppo in altre province", ha aggiunto.

I dettagli della campagna infocomunicativa sono stati illustrati dal dirigente del Servio Infrastrutture della Provincia, Valerio Bussei: "Mettendo sistema i vari enti che si occupano di mobilità, da Seta ad Aci, anche quest'anno attraverso spot radiotelevisivi e opuscoli distribuiti in stazioni di servizio, scuole e altri luoghi pubblici diffonderemo le buone pratiche tra gli utenti della strada incentivando, specie in caso di maltempo, l'utilizzo dei mezzi pubblici. Come Provincia, poi, utilizzeremo ancora di un servizio meteo personalizzato curato da Luca Lombroso dell'Osservatorio geofisico dell'Università di Modena e Reggio Emilia importantissimo, ad esempio, per predisporre al meglio le operazioni di salatura".

Info in tempo reale

Anche quest'anno la Provincia di Reggio Emilia garantirà poi un numero verde 800.555.311 a disposizione degli utenti 24 ore su 24 per segnalare eventuali criticità e per il miglioramento del servizio. Aggiornamenti in tempo reale su meteo e traffico saranno assicurati attraverso il profilo Twitter della Provincia di Reggio Emilia @ProvinciadiRE (hashtag #meteoRE #REneve) e la pagina Facebook. Dallo scorso gennaio, inoltre, la Provincia ha attivato uno specifico sito infoneve.provincia.re.it con informazioni sullo stato della viabilità ed eventuali emergenze. Predisposto con una versione ottimizzata anche per il mobile il portale Infoneve pubblica anche una mappa attraverso la quale sarà possibile monitorare il percorso di 35 dei 127 mezzi antineve attivi sul territorio provinciale, è a disposizione di tutti i Comuni reggiani e sarà uno strumento importante specie per i più piccoli che avranno in questo modo la possibilità di raggiungere il maggior numero di cittadini per ogni genere di comunicazione, comprese quelle (sempre richiestissime da parte delle famiglie) relative a eventuali chiusure delle scuole.

"Seta è pronta, come sempre, ad affrontare il prossimo inverno garantendo agli utenti un servizio di trasporto in condizioni di sicurezza e di comfort – ha detto il presidente Pietro Odorici - In queste settimane stiamo procedendo alla prevista manutenzione periodica dei mezzi: autobus e corriere vengono esaminati scrupolosamente nelle loro componenti meccaniche ed elettroniche, affinché siano adeguatamente preparati all'arrivo della stagione fredda. Ovviamente, tutti i mezzi saranno provvisti di pneumatici idonei all'uso invernale. In particolare, i mezzi in circolazione nei tratti montani sono dotati di pneumatici con mescola più performante alle basse temperature e tassellatura più marcata, ed equipaggiati con catene per assicurare ulteriore sicurezza anche con condizioni meteo particolarmente gravose".
Anche l'azienda di trasporto pubblico è impegnata a garantire ai reggiani una mobilità non solo sicura e confortevole, ma anche informata: grazie a sistemi attivabili su richiesta degli utenti (via web o smartphone), Seta assicura infatti un'informazione precisa e tempestiva sulle effettive condizioni in cui si svolge il servizio.

Sull'importanza di avere automobilisti informati, attenti e attrezzati ha infine insistito anche il direttore di Aci Reggio Emilia Cesare Zotti,che ha sottolineato come "ben l'87% dei 1.903 incidenti stradali verificatisi lo scorso anno nel Reggiano sia stato causato da guida distratta, velocità eccessiva, non efficienza del veicolo e mancato rispetto della distanza di sicurezza". "Anche lo scorso anno nella nostra provincia abbiamo registrato un calo di circa il 4% del numero di vittime, 36, e di feriti, 2.584, ma i costi sociali degli incidenti stradali restano elevati – ha aggiunto – Per questo la collaborazione da parte degli utenti della strada è fondamentale, a maggior ragione in condizioni meteoclimatiche difficili: basti dire che ogni secondo di distrazione, magari per rispondere a una telefonata, comporta in termini di reattività una riduzione di 14 metri della distanza di sicurezza".

Ordinanze

La Provincia di Reggio Emilia ha emesso anche quest'anno un'ordinanza che prescrive, a partire dal 15 novembre e fino al 15 aprile prossimo, l'obbligo per i mezzi pesanti (con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate) di essere muniti di pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio o di avere a bordo sistemi antisdrucciolevoli. L'obbligo interessa alcuni tratti delle Strade provinciali e precisamente:

la Sp 513R di Val D'Enza da San Polo d'Enza, lungo la Variante stradale al centro abitato, proseguendo sulla SP 513R fino al centro abitato di Vetto;
la Sp 37 Albinea-Pratissolo-Chiozza, dal centro abitato di Albinea alla rotatoria in località Pratissolo di Scandiano;
la Sp 7 "Pratissolo-Felina", dalla rotatoria di Pratissolo di Scandiano al centro abitato di Viano;
la Sp 486R di Montefiorino, dalla rotatoria in località Tressano di Castellarano fino al ponte sul torrente Dolo;
la Variante di Puianello nel tratto tra la rotatoria con la Sp 21 a quella con la Statale 63;
la Sp 63 Albinea-Casina, dal centro abitato di Albinea per una lunghezza di circa 8 km fino all'incrocio per Viano.

"Il provvedimento mira a evitare che mezzi pesanti, in difficoltà a causa di condizioni avverse, possano bloccare la circolazione rendendo anche difficoltoso, se non impossibile, lo svolgimento dei servizi di emergenza, pubblica utilità e sgombero neve – ha precisato Bussei - L'obbligo avrà validità anche oltre il periodo previsto, in concomitanza con il verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio".

Come ogni anno – dall'1 ottobre al 30 maggio – è inoltre obbligatorio per tutti i veicoli il transito con pneumatici da neve o catene sulla Sp 18 Busana-Ligonchio-Passo Pradarena nel tratto fra l'incrocio con la Sp 91 verso Vaglie (ponte Rossendola) fino al Passo Pradarena.

(Fonte: ufficio stampa Provincia di Reggio Emilia)

Nel primo semestre del 2014 l'apposito Osservatorio sui contromano dell'ASAPS ha archiviato 170 episodi significativi di guida contromano. In crescita rispetto al primo semestre dell'anno scorso -

Parma, 26 agosto 2014 -

Le stime ASAPS - Associazione sostenitori della Polstrada - rilevano un incremento dei casi di guida contromano rispetto all'anno scorso. Ben 124 gli episodi avvenuti di giorno (73%) e 46 di notte (27%). Il report ha registrato 78 episodi sulle autostrade e superstrade (46%) e 92 sulle strade ordinarie (54%).

Purtroppo i dati evidenziano anche un incremento delle vittime. Nel primo semestre 2014 sono state 17, cioè 10 in più (+ 143%) rispetto ai 7 morti del primo semestre 2013. I feriti sono stati complessivamente 128, con un incremento di 46 rispetto agli 82 ingressi al pronto soccorso dei primi sei mesi dello scorso anno (+56%).

In una graduatoria degli elementi identificativi dei contromano al primo posto troviamo i conducenti stranieri coinvolti in 45 episodi pari al 26,5% del totale, seguono le cosiddette Operazioni di PG, intendendo con questa voce gli episodi di fuga dall'alt delle forze di polizia, certificate in 43 casi pari al 24,7%, seguono nel report i contromano determinati da conducenti in stato di ebbrezza in 34 eventi (20%) di cui 5 casi sotto l'effetto di stupefacenti. Seguono poi 18 episodi con anziani alla guida 10,6%. Sono stati 5 gli episodi "fantasma" quelli per i quali è iniziata l'intercettazione ma il veicolo non è stato bloccato perché è riuscito a dileguarsi rientrando nella circolazione normale.
Fra i conducenti identificati mentre viaggiavano contromano 144 erano uomini 84,7% e 26 le donne 15,3%.
In 49 casi (28,8%) c'è stato l'intervento salvifico delle forze di polizia che sono riuscite a bloccare il veicolo, evitando le gravi conseguenze.

L'ASAPS insiste nella sua proposta. Per sventare questo vero e proprio incubo per i conducenti che percorrono regolarmente la loro carreggiata, oltre ad una segnaletica verticale e orizzontale adeguata servirebbe anche un sistema di allarme acustico e visivo, attivato da apposite fotocellule, che entri in funzione quando il veicolo percorre il primo tratto contromano di una corsia di immissione da un casello o da una area di servizio.

(Fonte: ASAPS)

Pubblicato in Cronaca Emilia

E' terminata la seconda edizione del concorso di scrittura creativa "La sicurezza stradale vista dai bambini", rivolto alle scuole primarie. Quest'anno, oltre al libro di racconti creati dai bambini, c'è anche il filmato di animazione "L'ape arcobaleno va in città", creato dai ragazzi dell'istituto Pascal.

Reggio Emilia, 14 luglio 2014 – di Ivan Rocchi

Coinvolgere i più piccoli, stimolando la loro fantasia e la capacità di apprendere, per insegnare loro le norme principali della sicurezza stradale. E' questo l'obiettivo che ha spinto la Polizia municipale e l'Ufficio scolastico provinciale di Reggio Emilia a sostenere per il secondo anno consecutivo il concorso di scrittura creativa "La sicurezza stradale vista dai bambini". L'iniziativa ha coinvolto circa 2500 alunni di 34 scuole elementari del comune di Reggio.

I bambini delle scuole primarie hanno rielaborato alcune favole e storie, a volte stravolgendole completamente, pur di ribadire le regole principali della sicurezza stradale. Così hanno creato dei piccoli capolavori, che gli studenti del Liceo artistico Chierici hanno poi illustrato con immagini davvero efficaci. La raccolta degli elaborati più significativi fra gli 89 pervenuti ha dato vita alla seconda edizione di "La sicurezza stradale vista dai bambini. Racconti Illustrati 2014".

Prendendo spunto da uno dei racconti della scorsa edizione, gli alunni della classe II A grafica dell'Istituto superiore Pascal hanno ideato e prodotto lo spot "L'ape arcobaleno va in città". Con i loro docenti di discipline grafico pittoriche, plastiche ed artistiche hanno costruito i personaggi e gli elementi che costituiscono la scenografia con la plastilina. Poi hanno dato vita all'allestimento del set fotografico, che poi grazie all'elaborazione delle immagini a computer hanno trasformato in video.

Libro e spot sono disponibili sui siti web del Comune di Reggio Emilia e dell'Ufficio Scolastico Provinciale:
- www.comune.re.it/poliziamunicipale
- www.istruzionereggioemilia.it

Pagina 10 di 11