Visualizza articoli per tag: polfer

Bologna 18 settembre 2020 - Oltre 1000 persone identificate, 37 stazioni ferroviarie controllate, centinaia di bagagli ispezionati, 3 persone indagate e 4 sanzioni contestate per violazioni al Regolamento di Polizia Ferroviaria.

Pubblicato in Cronaca Emilia

Settimana di controlli della Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie dell’Emilia-Romagna

Pubblicato in Cronaca Emilia
Giovedì, 11 Giugno 2020 14:48

Arrestato un corriere della droga dalla Polfer

Controlli della Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie dell’Emilia Romagna: arrestato un corriere della droga.

Bologna 11 giugno 2020 - Un arrestato per detenzione di sostanza stupefacente e due denunciati, rispettivamente per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione. Questi i risultati dell’attività del Compartimento della Polizia Ferroviaria dell’Emilia Romagna in questi ultimi due giorni.

Pubblicato in Cronaca Emilia

In data 17.05.20, in esecuzione dell'ordinanza del GIP dell’08.05.2020, la Polizia Ferroviaria di Milano Porta Garibaldi ha tratto in arresto, sottoponendolo alla misura cautelare della custodia in carcere, un soggetto di nazionalità rumena che il 21.7.19 aveva posto in essere una violenza sessuale nei confronti di una sua connazionale.

Pubblicato in Cronaca Parma
Giovedì, 14 Maggio 2020 12:47

Arrestato dalla POLFER latitante ghanese

Arrestato straniero nella stazione di Parma: "doveva scontare in carcere una condanna per detenzione di sostanza stupefacente al fini di spaccio"

Parma 14 maggio 2020 – Un quarantaseienne ghanese, senza fissa dimora, fermato dalla Polizia Ferroviaria all'interno della Stazione di Parma, dovrà scontare in carcere una pena di un anno e 2 mesi.

Pubblicato in Cronaca Parma

I tre stranieri viaggiavano su un treno diretto a Milano. Sprovvisti del titolo di viaggio sono diventati aggressivi. Alla stazione di Modena sono stati identificati dagli uomini della Volante e condotti in Questura, dove sono stati denunciati.

Di Claudia Fiori Modena 3 febbraio 2020 - – Tre cittadini nigeriani, incensurati e regolari sul territorio nazionale, sono stati denunciati per essersi rifiutati di fornire le proprie generalità e avere creato tensione e scompiglio a bordo di un treno Intercity diretto a Milano.

Alcuni chilometri prima della fermata a Modena, il personale di Trenitalia aveva allertato la Polizia, riferendo di tre passeggeri particolarmente aggressivi e minacciosi. I tre, infatti, erano stati sorpresi senza biglietto e di fronte alle richieste del controllore di regolarizzare la loro posizione e di fornire i documenti, si erano dimostrati subito aggressivi e minacciosi, rifiutandosi sia di pagare che di essere identificati.

Quando il treno ha effettuato la fermata alla stazione di Modena, a bordo sono quindi saliti quattro agenti della Volante, ma i tre stranieri si sono dimostrati aggressivi anche nei loro confronti. Sono stati quindi fatti scendere e condotti in Questura, dove finalmente sono stati identificati. Per loro è comunque scattata la denuncia per essersi rifiutati di fornire le proprie generalità.

 

Pubblicato in Cronaca Modena
Venerdì, 04 Ottobre 2019 08:14

Operazione Stazioni Sicure

Operazione Stazioni Sicure. Continuano i controlli della Polizia Ferroviaria

Parma: 1.222 persone identificate, 42 stazioni ferroviarie controlalte, 415 bagagli ispezionati, 2 persone denunciate in stato di libertà, (una per ubriachezza e molestie ai viaggiatori e l’altra per oltraggio a Pubblico Ufficiale) e 11 sanzioni contestate a viaggiatori per violazioni al Regolamento di Polizia Ferroviaria.


Questi i risultati dell’operazione straordinaria di controllo a viaggiatori e bagagli denominata Stazioni Sicure, coordinata a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria del Ministero dell’Interno, che nella giornata di ieri 1° Ottobre ha visto impegnati sull’intero territorio regionale, 165 operatori della Specialità Polizia Ferroviaria.


Nella sola provincia di Parma, con l’impiego di 14 operatori, sono state identificate 37 persone, controllate 7 stazioni ferroviarie, ed ispezionati 45 bagagli. Le attività, coordinate dal Centro Operativo Compartimentale, che si avvale dei moderni sistemi di geolocalizzazione delle pattuglie e remotizzazione delle immagini di stazione, sono state ottimizzate grazie all’utilizzo degli smartphone in dotazione per il controllo in tempo reale dei documenti elettronici ed estese ai depositi bagagli, anche con il ricorso ad unità cinofile della Polizia di Stato e di metal detector.


Il dispositivo adottato dalla Polizia Ferroviaria nella stazione di Bologna Centrale, in collaborazione con Unità Cinofile della Polizia di Stato e con il contributo di personale di Protezione Aziendale delle Ferrovie dello Stato e Guardie Particolari Giurate, è stato attuato con l’impiego di transenne e nastri tendiflex, al fine di agevolare le attività di osservazione e di intervento attraverso la canalizzazione dei flussi di viaggiatori su un numero limitato di varchi di accesso alla stazione presenziati dagli operatori.

Pubblicato in Cronaca Parma

Parma 8 settembre 2019 - Nei giorni scorsi, personale del Posto di Polizia Ferroviaria di Fidenza, durante predisposti servizi di prevenzione e repressione, identificava e segnalava all’Autorità Amministrativa, per il reato di atti osceni, V.M., classe 1980 originario di Crotone, ma residente in provincia di Parma, che su di un treno regionale in viaggio nella tratta Parma-Fidenza, si era denudato davanti una viaggiatrice.

In particolare l’uomo, approfittando del momento in cui la donna consultava il proprio smartphone e si trovava da sola nello scompartimento del treno, si denudava ed iniziava una esibizione di autoerotismo, costringendo la donna, sconvolta da tale dall’oscenità, ad allontanarsi e richiedere l’intervento della Polizia.


Il Personale Polfer di Fidenza, allertato dalla Sala Operativa Compartimentale, interveniva all’arrivo del treno nella stazione, e grazie anche alla testimonianza degli altri viaggiatori identificava il soggetto e procedeva alla relativa segnalazione amministrativa.

PR-Polfer-Fidenza-Unknown1 (1).jpg

 

 

Pubblicato in Cronaca Parma
Sabato, 07 Settembre 2019 10:18

Polfer, il bilancio di fine estate

Bilancio attività operativa della Polizia Ferroviaria relativa al periodo giugno/agosto 2019

Bologna 7 settembre 2019 - 33.487 persone identificate, 14 persone arrestate, 175 denunciate a piede libero di cui 13 minorenni, 40 soggetti segnalati all’Autorità Amministrativa, 19 minori non accompagnati sono stati rintracciati e riaffidati alle rispettive famiglie o collocati presso strutture protette, tre chilogrammi di sostanza stupefacente sequestrata, 230 violazioni amministrative elevate di cui 68 in materia di sicurezza ferroviaria e decine di stazioni controllate.

La stagione estiva appena conclusasi ha visto un’intensificazione dei servizi di vigilanza con un particolare impegno per le donne e gli uomini della Polizia di Stato in servizio presso il Compartimento Polizia Ferroviaria Emilia Romagna, sia per la quotidiana opera di prevenzione e repressione dei reati nelle stazioni ed a bordo dei treni, che per le particolari misure adottate per garantire la sicurezza dei viaggiatori nelle stazioni ed a bordo dei treni.

Si segnalano in termini di prevenzione le giornate di controllo straordinario del 17 e 27 giugno, 4 e 26 luglio, 9 e 28 agosto disposte dal Servizio Polizia Ferroviaria del Dipartimento della Pubblica Sicurezza per l'intensificazione dei controlli in chiave antiterrorismo e di contrasto a ogni forma di criminalità e abusivismo nell'ambito ferroviario e nelle immediate adiacenze.

Sono state, inoltre, effettuate scorte su 931 treni ed esperiti controlli su 529 veicoli circolanti nelle zone immediatamente adiacenti gli scali ferroviari.

Gli arresti eseguiti si riferiscono a traffico e detenzione di sostanze stupefacenti , furto aggravato, esecuzione di ordinanze di custodia cautelare eseguite nei confronti di soggetti latitanti, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Le denunce in stato di libertà riguardano i reati di truffa, lesioni, resistenza a Pubblico Ufficiale, commercio di prodotti con marchi contraffatti, violazione al foglio di via obbligatorio, violazione delle norme sul soggiorno degli stranieri in Italia e rifiuto di generalità.

In particolare:

11 luglio: arresto effettuato da personale del Settore Operativo di Bologna Centrale unitamente ad elementi della Squadra di P.G Compartimentale, di un cittadino nigeriano trovato in possesso di 110 grammi di eroina, suddivisa in 10 ovuli occultati nell’intestino;

4 agosto: arresto effettuato da personale del Settore Operativo Polizia Ferroviaria di Bologna a carico di un cittadino nigeriano trovato in possesso di circa 600 grammi di sostanza stupefacente tipo cocaina, suddivisa in 54 ovuli occultati nell’intestino.

25 agosto: personale del Settore Operativo Polizia Ferroviaria di Bologna Centrale procedeva all’arresto di un cittadino nigeriano resosi responsabile del reato di violenza sessuale aggravata nei confronti di una minore e resistenza a Pubblico Ufficiale.

29 agosto: personale in servizio presso i Posti di Polizia Ferroviaria di Parma e Fidenza, coadiuvati da operatori della Squadra di Polizia Giudiziaria di questo Compartimento, hanno eseguito tre provvedimenti di custodia cautelare in carcere, emessi dall’Autorità Giudiziaria di Parma nei confronti di altrettanti soggetti, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, dei reati di rapina pluriaggravata in concorso, percosse e porto abusivo di armi, commessi a bordo del treno R. 11545 nella tratta Fidenza – Parma, in danno di un ragazzo salito sul convoglio nella stazione di Piacenza.

Pubblicato in Cronaca Emilia

La polizia di stato identifica la cittadina che ha danneggiato il vetro di un treno

Parma: Nel pomeriggio del 14 agosto, personale della Polizia di Stato in servizio presso il Posto di Polizia Ferroviaria di Parma ha denunciato in stato di libertà una cittadina italiana, K.V. di 25 anni la quale poco prima, aveva infranto un finestrino del treno R.11414 in sosta nella stazione di Parma, scalo di fine corsa del convoglio.


In particolare la ragazza, addormentatasi a bordo del citato Regionale, si è svegliata nello scalo di Parma ove il treno, dopo aver terminato la sua corsa, sostava in attesa di ripartire alla volta di Bologna alle ore 12.00 circa.
Al suo risveglio la K.V. trovando tutte le porte del convoglio bloccate in chiusura, come previsto dal regolamento, probabilmente colta dal panico, decideva di infrangere un finestrino per scendere dal treno.

Il personale Polfer della stazione di Parma rintracciava la predetta ancora presente all'interno della stazione la quale ammetteva immediatamente di essere l'autrice del fatto per cui, dopo gli accertamenti di rito veniva indagata in stato di libertà per il reato di danneggiamento aggravato.

Pubblicato in Cronaca Parma
Pagina 1 di 2