Visualizza articoli per tag: guardie zoofile

L’animale, un maremmano ormai ridotto pelle e ossa, ha passato giorni al sole, senza cibo né acqua, dopo che la padrona era stata ricoverata in ospedale. Salvo grazie a una segnalazione dei vicini. Ora si trova al canile di Modena


di Manuela Fiorini Castelfranco Emilia (MO) – Poteva finire male per un cagnone di razza pastore maremmano di tre anni, che nella giornata di sabato è stato salvato dall’intervento delle Guardie Zoofile in un cortile di Castelfranco Emilia. Il povero animale è stato trovato in condizioni critiche, pelle e ossa e disidratato, per aver trascorso diversi giorni legato alla catena, al sole, senza cibo né acqua.


Dopo il ricovero della padrona in ospedale, pare che nessuno si sia preoccupato né occupato di lui, “dimenticandoselo” legato a una corda cortissima e condannandolo a morte certa. La situazione, per fortuna, non è sfuggita ai vicini di casa della proprietaria, che hanno allertato le Guardie Zoofile.


Per poter accedere a una proprietà privata, forzando un cancello in ferro battuto come quello che consentiva l’accesso al cortile, le Guardie Zoofile hanno dovuto, tuttavia, essere affiancati dai Vigili del Fuoco che, dopo autorizzazione del Pubblico Ministero di turno, hanno potuto dopo otto ore “di passione”, accedere al cortile e trarre in salvo il cagnone, che è stato rifocillato e messo al sicuro al Canile Intercomunale di Modena, dove gli verranno forniti cibo e attenzioni, in attesa probabilmente, di una buona adozione.

guardie zoofile-Cane salvato (1).jpg

 

 

Pubblicato in Cronaca Modena