Visualizza articoli per tag: Ausl Parma

Tumore al seno: rivoluzione nelle cure con i farmaci biologici. Parma capofila del progetto no profit di immunoterpia. Al via una ricerca clinica coordinata dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, con l'obiettivo di stimolare il sistema immunitario contro le cellule tumorali. 21 centri coinvolti, di cui 3 Irccs, e 3.600.000 euro di finanziamento. La terapia è già partita su una prima paziente in cura.

Parma, 30 dicembre 2016

Ventuno centri oncologici italiani coinvolti e 3 milioni e 600mila euro di finanziamento complessivo: ha preso il via in questi giorni, con la somministrazione della terapia sulla prima paziente, una ricerca clinica interamente no-profit sul tumore al seno.
Lo studio, coordinato dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, riguarda una particolare forma di carcinoma mammario molto aggressiva denominato "HER2 -Positivo" e prevede l'uso di farmaci biologici in grado di aumentare le difese immunitarie del paziente per contrastare lo sviluppo e la crescita delle cellule tumorali.

«Sarà per certi versi una rivoluzione terapeutica. A differenza della chemioterapia standard - spiega il dottor Antonino Musolino, oncologo dell'Ospedale di Parma e coordinatore dello studio- la terapia biologica denominata "immunoterapia" ha l'obiettivo di stimolare il sistema immunitario della paziente contro le cellule tumorali in accrescimento. L'utilizzo – prosegue Musolino - di due anticorpi monoclonali denominati Pertuzumab e Trastuzumab, entrambi diretti contro lo stesso bersaglio tumorale, permette di richiamare all'interno del tessuto neoplastico alcune cellule del sistema immunitario denominate linfociti che sono in grado di uccidere in maniera selettiva le cellule malate preservando le cellule sane della paziente».

La ricerca, totalmente no profit, è stata interamente finanziata dal Goirc, Gruppo oncologico italiano di ricerca clinica, e vede coinvolti tutti i centri oncologici dell'Emilia-Romagna, tre Ircss, Candiolo (Torino) Reggio-Emilia e Meldola (Forli) e 9 centri oncologici del nord Italia. Nell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, la ricerca oltre all'Oncologia medica diretta da Francesco Leonardi, coinvolge le strutture di: Anatomia e istologia patologica di Enrico Maria Silini, di Ricerca e Innovazione, diretta da Caterina Caminiti e il Laboratorio di Immunopatologia Virale, che vede come responsabile Gabriele Missale.

Dal punto di vista clinico, il trial ImmunHER tratterà le pazienti affette da carcinoma mammario HER2-positivo con un trattamento pre-chirurgico che prevede la combinazione di chemioterapia e immunoterapia. Lo scopo è quello di ottenere la scomparsa clinica e istologica (remissione completa patologica) del tumore prima dell'intervento chirurgico al seno. Si prevedono tassi di remissione completa patologica superiori al 60%.
Il carcinoma alla mammella ha un incidenza pari a circa 130 casi per 100.000 abitanti ogni anno, a Parma i nuovi casi nel 2015 sono stati circa 450.
All'Azienda Ospedaliera-Universitaria di Parma sono attivi l'unità di Brest Unit e il Percorso diagnostico terapeutico del tumore della mammella, composti da un team di professionisti altamente specializzati, al servizio dei pazienti in tutte le fasi diagnostiche, terapeutiche e riabilitative, secondarie a una diagnosi di tumore al seno. Questo approccio multidisciplinare si basa sulla discussione e condivisione di tutti gli aspetti della salute della donna e si integra con il programma di screening mammografico, già attivo nella nostra provincia, e con il registro tumori di Parma.

Cos'è il Goirc

Il Gruppo Oncologico Italiano di Ricerca Clinica (GOIRC) si è costituito nel 1982 ad opera del professor Giorgio Cocconi, primario dell'Oncologia medica dell'Ospedale di Parma con la collaborazione di importanti oncologi italiani. Nella seconda metà degli anni '90 rappresentava la prima esperienza italiana di gruppo oncologico in cui confluivano le esperienze e le professionalità di numerose strutture oncologiche del Sistema sanitario.
Tra i principali obiettivi del Gruppo c'è quello di implementare la ricerca clinica, la multidisciplinarietà e l'eccellenza a favore dei pazienti oncologici. Attualmente aderiscono al GOIRC circa 32 centri di Oncologia Medica, diffusi nel territorio italiano.

(Fonte: Ausl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Ristrutturazione e restauro conservativo della facciata del padiglione maternità dell'Azienda Ospedaliero-Università di Parma: conclusi i lavori del lato che guarda su via Gramsci, nel rispetto dei vincoli storico artistici a cui è soggetto.

Parma, 29 dicembre 2016

Sono terminati questa settimana i lavori di ristrutturazione e restauro conservativo della facciata del padiglione maternità dell'Azienda Ospedaliero-Università di Parma, uno dei primi nove edifici che costituiscono il nucleo storico del Maggiore, realizzati intorno al 1926. Un altro piccolo, ma significativo passo verso un Ospedale che sposa l'inserimento di nuove funzioni alla manutenzione dell'esistente nel rispetto dell'alto valore simbolico che ha per la città.
L'intervento ha riguardato la parte esterna della struttura che si affaccia su viale Gramsci, sottoposta a tutela storica artistica da parte della Soprintendenza, con la riqualificazione completa del basamento e dei 3 piani dell'edificio ma soprattutto il ripristino del colore originario altamente identificativo della struttura ospedaliera con la caratteristica scritta "Maternità" incorniciata nel frontone.
Il progetto ha visto, inoltre, il recupero delle opere in ferro come le inferriate delle finestre, i parapetti della rampa veicolare e il reggi bandiera. I lavori di riqualificazione di questa prima fase sono stati finanziati dalla Regione Emilia-Romagna per 300 mila euro e sono stati conclusi nei tempi previsti. Nel corso del prossimo anno si proseguirà con il recupero e la riqualificazione delle parti restanti dello storico padiglione dell'Ospedale Maggiore di Parma.

Brevi cenni storici sull'edificio

Il padiglione Maternità, che attualmente ospita l'unità operativa di Ostetricia e ginecologia, gli studi e i direzionali universitari, era in origine organizzato con le porzioni laterali ribassate, su due piani, rispetto alla parte centrale, su tre piani, che identificava l'ingresso principale. La forte volontà rappresentativa si denota nella parte centrale della facciata, di un timpano di copertura con la scritta "Maternità" che ne identifica, fin dal periodo della realizzazione, le funzioni.
Nel corso degli anni, si sono sovrapposti interventi di ampliamento che ne hanno modificato le linee e le caratteristiche architettoniche, con il sovralzo di un piano, attorno al 1964, delle parti laterali del fabbricato e della zona retrostante alla facciata. Inoltre, sempre nel 1964, è stata realizzata la pensilina sull'ingresso della facciata principale di via Gramsci. L'immobile, nella porzione di edificio parallelo alla via Gramsci, è sottoposto a tutela storico-artistica da parte della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le Province di Parma e Piacenza.

(Fonte: Ausl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma
Mercoledì, 21 Dicembre 2016 11:49

Donazione a Giocamico, nel ricordo di Andrea

Consegnati a Giocamico cinque mila euro, grazie alla solidarietà della ditta Natfood, che da Scandiano si mobilita a fianco dell'Associazione "Amici di Andrea" di Fidenza.

Parma, 21 dicembre 2016

Parte da Fidenza e passa per Scandiano la solidarietà a favore dell'Associazione Giocamico, che porta in Ospedale una donazione di cinque mila euro. A rendere concreto il gesto di solidarietà è la ditta Natfood di Scandiano produttrice di orzo e ginseng che, per il Natale 2016, sostituisce la strenna ai dipendenti con un assegno intestato all'associazione.
L'iniziativa è scaturita dalla mobilitazione dell'"Associazione amici di Andrea", voluta da Alessandro, papà del giovanissimo che ha trascorso quattro anni all'Ospedale dei bambini e che, assieme alla sua famiglia, ha toccato con mano il beneficio e il sollievo prodotto dalla presenza dei volontari in reparto. Lo spiega in modo chiaro Alessandro Cigala: "Arrivare in ospedale e sapere che ci sono i volontari che sostengono pazienti e famiglia ti fa sentire meno solo, di fronte al vuoto che la malattia genera".
Così l'esperienza difficile della famiglia Cigala ha contagiato la benevolenza di parenti e amici, fino a arrivare alla realtà produttiva di Scandiano, dove l'amico Francesco Romano, collaboratore di Natfood ha proposto la donazione. "Li abbiamo visti lavorare e solo osservare è bastato per capire quanto importante sia il loro ruolo - spiega Romano – Raccontare questa esperienza è bastato per mobilitare il titolare della ditta per cui lavoro". Si chiama Luciano Lochis, l'amministratore delegato di Natfood, e grazie alla sua determinazione e alla sua volontà il passa parola ha assunto la forma concreta di un assegno di beneficienza. "Quando mi è stata proposta la donazione, non ho avuto esitazione –dichiara risoluto Lochis – l'ho percepito come un invito che ho voluto subito raccogliere e del quale ringrazio i miei collaboratori e dipendenti".

(Fonte: ufficio stampa Azienda ospedaliero-universitaria di Parma)

Mobilità sostenibile: l'Azienda USL impegnata in questo ambito in collaborazione con il Comune di Parma. Le azioni messe in campo e la consegna di 5 biciclette elettriche. 

Parma, 6 settembre 2016

Settembre, mese dedicato alla mobilità sostenibile, è l'occasione per fare il punto sulle ultime attività che vedono l'Azienda USL impegnata in questo ambito in collaborazione con il Comune di Parma.
Grazie al significativo finanziamento di oltre 8.000 euro ottenuto partecipando al bando promosso dal Comune di Parma, l'Azienda sanitaria ha realizzato interventi mirati per la mobilità sostenibile dei propri dipendenti, non solo per quanto riguarda gli spostamenti casa-lavoro.
Il Comune di Parma aveva infatti indetto un bando per la concessione di contributi alle aziende, enti pubblici e privati presenti nel territorio comunale per incentivare la mobilità sostenibile. La pubblicazione del bando era stata resa possibile grazie ad un finanziamento di SMTP (Società per la Mobilità ed il Trasporto Pubblico), che tra i suoi compiti e funzioni statutari svolge anche quelli di progettazione, organizzazione e promozione dei servizi pubblici di trasporto integrati tra loro con la mobilità privata.
L'ultimo intervento dell'Ausl, in ordine di tempo, per la mobilità sostenibile è l'acquisto di cinque e-bike destinate agli spostamenti lavorativi in ambito urbano del personale dell'Azienda.
Particolare attenzione, poi, è stata rivolta ad incentivare il ricorso al trasporto pubblico locale per i trasferimenti casa-lavoro dei dipendenti, tramite agevolazioni sulla sottoscrizione di abbonamenti urbani e interurbani, e sulla promozione dell'uso della bicicletta tra il personale per gli spostamenti in ambito urbano, con agevolazioni per gli abbonamenti al servizio di bike sharing del Comune di Parma. E' in quest'ultimo ambito di interventi che rientra l'acquisto delle citate e-bike, cui si aggiunge la predisposizione di un idoneo locale per il loro deposito e ricarica nella sede direzionale Ausl di strada del Quartiere.
Il finanziamento ricevuto dal Comune di Parma consente inoltre la realizzazione di un corso di formazione alla guida sicura e più sostenibile per i consumi (in collaborazione con ACI) per 40 dipendenti del distretto di Parma (altri 120 dipendenti sono coinvolti in corsi analoghi negli altri 3 distretti grazie ad un finanziamento simile ricevuto dalla Regione Emilia-Romagna).
L'attenzione ai temi della mobilità è da sempre presente nelle politiche dell'Azienda USL, che, con i suoi servizi su tutto il territorio provinciale, conta su un significativo parco auto (237 mezzi) con una percorrenza annua di oltre 2milioni e 400mila km distribuita su circa 1000 dipendenti per attività quali l'assistenza domiciliare integrata (otre 144.000 accessi infermieristici a casa dei cittadini) e per controlli in Aziende effettuati dai professionisti del Dipartimento di Sanità Pubblica (circa 5.000 Aziende controllate).
Oggi, alla consegna delle 5 e-bike sono presenti Elena Saccenti, Direttore Generale dell'AUSL, Gabriele Folli, Assessore all'Ambiente e Mobilità del Comune di Parma, insieme ai rispettivi Mobility manager, Gianfranco Bertè e Angela Chiari e Pier Domenico Belli, Amministratore unico di SMTP.

(fonte: Uffici stampa AUSL di Parma e Comune di Parma)

Igiene e Sanità pubblica: dal 5 settembre i servizi degli ambulatori di Colorno e Sorbolo saranno garantiti a Parma
Le prestazioni verranno assicurate con orari più ampi nella sede AUSL di via Vasari

La Direzione del Distretto di Parma dell'Azienda USL informa i cittadini che da lunedì 5 settembre le attività degli ambulatori di Igiene e Sanità pubblica (area adulti) di Colorno e Sorbolo saranno assicurate a Parma, in via Vasari n. 13/a, con orari più ampi: dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 ed il giovedì anche dalle 14 alle 17. Per informazioni è possibile chiamare il numero 0521.396411.

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma
Venerdì, 21 Agosto 2015 12:05

AUSL: lavori in corso nella sede di Borgotaro

Dal 31 agosto, ecco i primi servizi interessati. Nessuna interruzione dell'attività, trasferiti i pazienti dell'hospice. Iniziano il 31 agosto i lavori di consolidamento strutturale della sede dell'AUSL di via Benefattori 12, a Borgotaro, utili a migliorare la sicurezza dei locali, come previsto dalla vigente normativa antisismica e che vedono un investimento di 2 milioni e 200 mila euro (per i soli interventi indifferibili).

In questa prima fase, la ristrutturazione riguarda i locali che ospitano alcuni servizi territoriali, in particolare: il servizio infermieristico domiciliare, il Sert, la farmacia e l'hospice, oltre che la cucina.

Non ci sarà alcuna interruzione alla consueta attività, solo il trasferimento nei locali dell'attigua Lungoassistenza dei pazienti ricoverati all'hospice "La Valle del Sole", dal 31 agosto.

A partire da fine mese, quindi, per contattare il servizio, occorre chiamare i numeri: 0525.970394-251-354.

La prima tranche di lavori durerà almeno cinque mesi. Per tutto il periodo del cantiere, è bene utilizzare i parcheggi dedicati e collegati al Poliambulatorio.

La Direzione dell'AUSL si scusa con i cittadini per eventuali disagi.

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Casa della Salute di Berceto: nuovi orari per il CUP e il punto prelievi in vigore dal primo settembre. Nuovi orari alla Casa della Salute di Berceto a partire dal primo settembre. Il CUP sarà aperto il lunedì e il giovedì dalle 10 alle 13, il mercoledì dalle 13 alle 16.

I prelievi (per i quali è necessaria la prenotazione) saranno garantiti il lunedì e il giovedì dalle 7.30 alle 9.

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Il tè del giovedì: primo appuntamento dell'anno il 29 gennaio alla Casa della Salute di San Secondo, con l'incontro di educazione sanitaria organizzato dall'Azienda USL -

Parma, 24 gennaio 2015 -

Il beneficio dell'attività motoria quotidiana sulla salute è il tema al centro del primo appuntamento del 2015 con "Il tè del giovedì", l'incontro di educazione sanitaria organizzato dall'Azienda USL di Parma, il prossimo 29 gennaio alla Casa della Salute di San Secondo.

Con inizio alle ore 17, intervengono i fisioterapisti Marcella Incerti e Carlo Moschini.

L'ingresso è gratuito, la cittadinanza è invitata a partecipare.

Come d'abitudine, sarà offerto il tè.

Per informazioni: tel. 0521.371790, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

(Fonte: Ufficio stampa Ausl Parma)

Pubblicato in Comunicati Sanità Parma

Da gennaio attivo lo sportello informativo a Borgotaro e Fornovo.

Borgotaro 11 gennaio 2015 --
Nuovo servizio di consulenza e informazione del Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro del Distretto Valli Taro e Ceno dell'Ausl: da gennaio a Borgotaro e a Fornovo è attivo lo Sportello informativo. Si tratta di un servizio gratuito dell'Ausl sulle norme e gli obblighi di legge in materia di sicurezza negli ambienti di lavoro al quale possono rivolgersi le piccole e medie imprese, gli artigiani e i lavoratori autonomi. Operatori specializzati sono a disposizione per informare, per rispondere a domande e per fornire chiarimenti sulla normativa, sulla buona tecnica e sulle buone prassi in materia di sicurezza negli ambienti di lavoro. Per accedere allo sportello è necessaria la prenotazione telefonica allo 0525/970324 dal lunedì al venerdì dalle 08.30 alle 12.30 o tramite e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

In fase di prenotazione è necessario specificare l'argomento di interesse. Lo sportello è aperto ogni giovedì dalle 14.30 alle 16.30, previo appuntamento. In base alle esigenze dell'utenza, la consulenza può svolgersi nella sede dell'Azienda USL di Borgotaro, in via Benefattori n. 12, o in quella di Fornovo, in Via Solferino n. 37.
(S.P)

Pubblicato in Salute e Benessere Parma
Domenica, 04 Gennaio 2015 15:17

Anziana muore a seguito di ustioni da calorifero

Trasportata al "Maggiore" di Parma da Casalmaggiore dove tra il 23 e 24 aveva riportato ustioni.

Parma 04 gennaio 2015 --
Elva Granelli, un'anziana ospite di una casa di riposo che si trova a Casalmaggiore (Cremona) è morta nei giorni scorsi all'Ospedale "Maggiore" di Parma, dove era ricoverata in seguito alle ustioni che avrebbe riportato, nella notte tra il 23 ed il 24 dicembre, toccando con i piedi un calorifero. Dopo la morte i carabinieri hanno sequestrato la cartella clinica. A Parma, la donna che aveva 84 anni, era giunta dopo le prime cure ricevute all'ospedale di Casalmaggiore.
Salvatore Pizzo

Pubblicato in Cronaca Parma