Visualizza articoli per tag: Territorio Pavullo MO

Il giovane pavullese Mattia Venturelli campione italiano Ragazzi di tiro con l'arco

Piccoli campioni crescono, a Pavullo, anche in specialità così particolari come il tiro con l'arco. Mattia Venturelli, giovane talento che gareggia per il gruppo Arcieri e Balestrieri di Formigine, ha infatti conquistato il titolo italiano di tiro con l'arco, specialità arco nudo e nella categoria Ragazzi dai 12 ai 14 anni, ai campionati italiani indoor tenutisi nei giorni scorsi a Rimini. Venturelli si è imposto nella prova dai 18 metri, dominando letteralmente la gara con un punteggio complessivo di 447 punti distanziando il secondo classificato, Marco Zonca dell'Arco Club Portoscuro di ben 51 punti. A completare il podio, Andrea Denaro (Il Bersaglio) a quota 394.

_______________

(Fonte Comune di Pavullo)

 

 

 

Pubblicato in Sport Emilia
Lunedì, 03 Febbraio 2014 09:29

Nuove strategie per il turismo a Pavullo

L'assessore Katia Salsi propone una rete fra tutti i soggetti interessati per rilanciare con eventi mirati le tante peculiarità del territorio, con un occhio al mercato estero -

Pavullo, 3 febbraio 2014 -

"Con l'avvio del nuovo anno è opportuno tracciare un bilancio di quello passato, cogliendone gli aspetti positivi, cercando di migliore quelli negativi e mettendo in campo, con il contributo di tutti, nuove strategie per aiutare il rilancio del turismo a Pavullo e, con esso, quello del commercio e delle attività collegate" L'assessore al turismo al commercio e alle attività produttive, Katia Salsi propone una rinnovata collaborazione fra l'amministrazione comunale e tutti i soggetti a vario titolo interessati, per dare un nuovo impulso all'offerta turistica del capoluogo del Frignano. "Siamo sempre disponibili a confrontarci con chi abbia idee da proporre - prosegue - ricordando però, che, in molte circostanze, si deve cercare di conciliare esigenze spesso quasi opposte e che occorre da parte di tutti essere ben consapevoli di questo. È necessario considerare, anche, che la crisi, che è bene non dimenticarlo, è globale, colpisce tutti, ha diminuito notevolmente la capacità di spesa delle famiglie e costringe anche le amministrazioni locali, a operare con attenzione e senso di responsabilità. A mio parere, per il futuro, credo che, senza nasconderci le difficoltà, occorra innanzitutto lavorare per acquisire e far acquisire più fiducia a famiglie e mondo del commercio e dell'impresa. Oggi si percepisce pessimismo e da parte tutti, vedendo il futuro incerto, si riducono i consumi e le spese. Ritengo che con la collaborazione di associazioni di categoria, del mondo del volontariato e di chi, sotto le forme più varie, è interessato, si debba mettere in piedi una rete attraverso la quale creare eventi mirati, che possano abbinare turismo e conoscenza del territorio nelle sue varie forme: dall'arte, all'ambiente, alle eccellenze gastronomiche, con un occhio di riguardo verso il turismo estero, che presenta sbocchi interessanti e spesso sottovalutati, anche verso il mondo dell'impresa. Senza dimenticare un aspetto altrettanto importante, ovvero quello dell'accoglienza".
L'assessore, poi, fa il punto sulle recenti vacanze natalizie e volge lo sguardo al prossime iniziative: "Per Natale, abbiamo scelto di privilegiare le proposte dalle varie associazioni del territorio - spiega - che svolgono un'opera fondamentale e che va loro riconosciuta. Pensiamo di aver contribuito alla loro valorizzazione e alla divulgazione di quello che mettono in atto per favorire una sempre miglior conoscenza di Pavullo, delle sue tante frazioni e delle sue bellezze storico – ambientali. Dopo il grande successo di "Befana in Musica", che ha chiuso il programma natalizio, ora guardiamo al prossimo carnevale. Il 9 febbraio, così, ci sarà "Carnevale e Pavullo" evento dedicato in particolare ai bambini, mentre il 1 marzo ospiteremo la Famiglia Pavironica. Ribadisco infine, che siamo aperti al confronto, senza dimenticare che per accontentare qualcuno, inevitabilmente si scontenta qualcun altro".

(Fonte: ufficio stampa Comune di Pavullo)

 

Lo chiede l'Associazione dato lo sblocco da parte di Provincia, Regione e Protezione Civile dei fondi utili ad intervenire sui versanti delle zone colpite

Modena, 29 gennaio 2014 -

Frane e Appennino: binomio tornato drammaticamente d'attualità in quest'inverno definito alquanto mite, col suo carico di disagi e pericolo per quanti abitano nelle zone soggette a smottamenti. Un problema che non lascia insensibile Confesercenti Pavullo: "Il rischio lo corre tutta la montagna, ma in particolare l'intero territorio comunale pavullese esposto ormai da tempo a questi fenomeni. La prevenzione e quindi la tutela di cittadini ed imprese a riguardo diventa indispensabile".
"Sono previsti in arrivo – evidenzia Paolo Lutti, presidente di Confesercenti Pavullo - i fondi utili al ripristino dei versanti del territorio comunale che nei mesi e negli anni scorsi sono stati oggetto di frane. Lo sblocco di tali somme da parte di Provincia, Regione e Protezione Civile, permetterà di programmare, a partire dai mesi primaverili importanti interventi di ripristino che oltre a garantire sicurezza al territorio, dovrebbero consentire il rientro nelle proprie sedi alle aziende ed alle famiglie che hanno dovuto abbandonare abitazioni e strutture produttive. E tali somme garantiranno anche lavoro per le aziende locali".
"Occorrerà però – prosegue Lutti – da parte degli enti preposti la garanzia di stanziamenti costanti per la tutela preventiva di emergenze e calamità; molti torrenti, utile ricordarlo, risultano infatti in diverse zone abbandonati e a rischio tenuta. I Comuni da soli faticano a fronteggiare queste determinate situazioni o quelle che potrebbero svilupparsi. Opportuno quindi l'aiuto non solo economico, ma anche progettuale per una programmazione ed un monitoraggio delle aree più a rischio. L'intera montagna soffre di tali carenze; in particolare Pavullo, il comune più grande della provincia per estensione ovviamente escludendo Modena città", conclude il presidente di Confesercenti Pavullo.

(Fonte: ufficio stampa Confesercenti Modena)

 

Cassonetti di nuova generazione per la raccolta dei rifiuti, che puntano a un più adeguato impatto ambientale -

Pavullo, 29 gennaio 2014 -

E' partita a Pavullo una nuova operazione per il miglioramento dell'arredo urbano progettata in collaborazione con Hera, che consiste nel posizionamento di cassonetti di nuova generazione per la raccolta dei rifiuti, che puntano, oltre che a una miglior accessibilità, a un più adeguato impatto ambientale. I nuovi cassonetti diventano anche un veicolo per educare alla raccolta differenziata e aumentare la sensibilità dei cittadini verso il benessere ambientale del proprio territorio. Le attrezzature di raccolta, in color antracite e quindi visivamente più gradevoli, saranno anche caratterizzate da disegni e messaggi a scopo educativo. Saranno inoltre dotate inoltre di un cosiddetto "QR code", leggibile con gli smartphone, con il quale ci si potrà collegare al sito internet www.ilrifiutologo.it, dove ci si potrà informare sul corretto conferimento dei materiali. Le nuove isole saranno composte da contenitori per i rifiuti solidi urbani, a conferimento limitato, e contenitori per la carta e per la plastica. Le ubicazioni individuate sono tre: via Giardini presso il Parco Ducale, viale Martiri della libertà e Largo Ghibellini.

(Fonte: ufficio stampa Comune di Pavullo)

 

Venerdì, 24 Gennaio 2014 17:32

Prevista neve in Emilia Romagna sopra i 500 metri

Prevista neve sopra i 500 metri, per la quale la Protezione Civile ha attivato lo stato di allerta -

Parma, 24 gennaio 2014 -

Sull' Appennino si prevedono nevicate anche di 15 centimetri dalla mezzanotte di oggi, sul settore centro orientale. La neve è già arrivata in queste ore in alcune zone, in particolare nel modenese, dove risulta già imbiancata Pavullo nel Frignano, nel Reggiano, nel Bolognese e anche sulle cime della provincia di Forlì-Cesena. I fenomeni si esauriranno questa sera sul settore centro-occidentale della regione, mentre andranno avanti fino alle prime ore di sabato in Romagna. Sono previste anche forti raffiche di vento che raggiungeranno anche le zone di pianura.

 

Pubblicato in Cronaca Emilia

"Un anno contro lo spreco", finalizzata alla riduzione delle perdite derivate dagli sprechi alimentari -

Pavullo, 16 gennaio 2014 -

Il Comune di Pavullo, ha aderito alla campagna europea "Un anno contro lo spreco", finalizzata alla riduzione delle perdite derivate dagli sprechi alimentari. Quest'ultimo è uno dei maggiori paradossi del nostro tempo. Mentre infatti, nel prossimo futuro ci sarà la necessità di aumentare la produzione di alimenti almeno del 70%, per nutrire una popolazione che conterà almeno 9 miliardi di persone nel 2050, nel mondo si spreca più di un terzo del cibo che viene prodotto, tanto che, se si potessero recuperare tutte le perdite e gli scarti, si potrebbe alimentare, per un anno intero, circa metà dell'attuale popolazione mondiale, pari a circa 3,5 miliardi di persone. La decisione del Comune di Pavullo, fa seguito alla risoluzione votata dal Parlamento Europeo nel gennaio 2012, con la quale si si suggeriscono le strategie per evitare lo spreco di alimenti e, in generale, per aumentare l'efficienza della catena alimentare.
In concreto, a Pavullo si intendono mettere in atto azioni dirette a rendere operative da subito alcune indicazioni della risoluzione: sostenere e ampliare iniziative già avviate, come quella del "Last Minute Market", alla quale hanno aderito esercizi commerciali pavullesi, che recuperano prodotti invenduti o scartati, per ridistribuirli gratuitamente a cittadini al di sotto del reddito minimo; istituire programmi di educazione alimentare per rendere i consumatori più consapevoli degli sprechi e più attenti agli acquisti e alla conservazione degli alimenti.
Il Comune di Pavullo, poi, intende adottare, come orizzonte di lungo periodo, il cosiddetto "Spreco Zero", ovvero promuovere la riduzione progressiva di quanto va disperso, con il controllo e la prevenzione delle attività, sia pubbliche, sia private, che implichino il trattamento di cibo, acqua, energia, rifiuti, acquisti, comunicazione e mobilità.
Ulteriori informazioni sul sito: www.unannocontrolospreco.org/it/

(Fonte: ufficio stampa Comune di Pavullo nel Frignano)

 

Il concorso organizzato dall' assessorato alla cultura del Comune di Pavullo ha visto partecipare le parrocchie, le associazioni ricreative e culturali e i gruppi frazionali pavullesi -

Pavullo, 9 gennaio 2014 -

Seguendo una tradizione ormai molto lunga, anche quest'anno le parrocchie, le associazioni ricreative e culturali e i gruppi frazionali pavullesi, hanno realizzato splendidi presepi che hanno ornato, durante le festività natalizie il capoluogo e i borghi del vasto territorio comunale. L'assessorato alla cultura del Comune di Pavullo, per valorizzare l'impegno dei volontari e per sottolineare le bellezza delle creazioni elaborate, ha organizzato un concorso intitolato "Il Presepe più bello", con il quale premiare l'allestimento ritenuto più artistico ed evocativo, dopo una valutazione di una commissione composta da autorità ed esperti. Al termine, il vincitore è stato il presepe preparato dalla Parrocchia di Miceno, per aver saputo fondere al meglio gli elementi della tradizione con quelli dell'attualità. Al concorso, hanno partecipato anche le Parrocchie di Montorso, Monteobizzo, Lavacchio, Verica, Crocette, S. Antonio e Olina, oltre al Gruppo Alpini di Pavullo e all'intera di frazione di Frassineti. La premiazione, effettuata dal vice sindaco a assessore alla cultura Morena Minelli, si è tenuta qualche giorno fa presso le Gallerie dei Sotterranei di Palazzo Ducale, nell'ambito della mostra "Miniature d'Inverno, il Frignano d'inverno nei paeaggi tridimensionali di Giuseppe Ricci". Alla cerimonia era presente anche padre Sebastiano Bernardini, il frate cappuccino ideatore del famoso "Presepe Itinerante".

(Fonte: ufficio stampa Comune di Pavullo nel Frignano)

 

Lunedì, 30 Dicembre 2013 10:59

Modena, 29 le farmacie aperte a Capodanno

"Una presenza capillare per assicurare la dispensazione dei farmaci in ogni momento e ovunque. Solo attraverso regole precise anche in futuro si potrà garantire a tutti i cittadini la stessa qualità e sicurezza" -

Modena, 30 dicembre 2013 -

Saranno 29 le farmacie aperte anche il giorno di Capodanno e alle quali i modenesi in caso di necessità potranno rivolgersi per ricevere un farmaco, o anche un semplice prezioso consiglio. "Una presenza rassicurante e apprezzata dai cittadini che, non lontano da casa o dal luogo in cui si trovano, possono sempre avere un punto di riferimento per la propria salute, sempre accessibile, gestito da professionisti qualificati e indipendenti. Una sicurezza offerta a tutti indistintamente la cui importanza però rischia di essere sottovalutata perché considerata scontata e ovvia. Oggi più che mai è invece importante ricordare la centralità del ruolo del farmacista e della farmacia e sottolineare che aprire ad una liberalizzazione priva di regole andrebbe a disintegrare in poco tempo uno dei modelli organizzativi tra i migliori e più sicuri al mondo, dimenticando completamente che questa presenza continuativa, 365 giorni l'anno, 24 ore al giorno, è il frutto di regole a tutela della salute e che permettono di mantenere attiva la capillare rete delle farmacie territoriali che nella nostra provincia sono oltre 170" evidenzia Silvana Casale, presidente di Federfarma Modena, l'associazione che riunisce le farmacie private della provincia, ricordando l'importanza del servizio offerto dalla guardia farmaceutica.

Le farmacie di turno sono dislocate su tutto il territorio provinciale, dalle piccole frazioni ai centri abitati di maggiori dimensioni, suddivise nei sette distretti sanitari di Modena, Carpi, Mirandola, Sassuolo, Castelfranco, Pavullo e Vignola.

Per avere un quadro completo delle farmacie di turno e accedere a tutti i riferimenti – nome, indirizzo, telefono – Federfarma Modena invita a consultare il sito all'indirizzo www.federfarmamo.it. Oltre ad una breve scheda riassuntiva sui servizi offerti da ciascuna farmacia, nello spazio web di Federfarma Modena, è possibile trovare anche preziosi consigli legati alla salute, in particolare al corretto e consapevole utilizzo dei medicinali, e indicazioni sulle campagne di prevenzione e informazione sanitaria promosse dall'associazione.

Di seguito le farmacie che saranno a disposizione dei cittadini il 31 dicembre e il 1° gennaio 2014

LE FARMACIE APERTE A CAPODANNO SUDDIVISE PER DISTRETTO


MODENA
Servizio di turno diurno con orario dalle 8.00 alle 20.00: Comunale Vignolese, via Vignolese 537, 059.363330; Comunale Del Pozzo, via Emilia Est 416 (zona Policlinico), 059.360091; San Lazzaro, largo Giuseppe Garibaldi 18, 059.223736; Sant'Omobono, via Emilia Centro 167, 059.222872;
Servizio notturno, tutte le notti dalle 20 alle 8: Comunale del Pozzo, Via Emilia Est 416 (zona Policlinico), 059.360091; Madonnina, Via W. Tabacchi 5 (zona Via Emilia Ovest), 059.333153.


CASTELFRANCO
Servizio di turno 24h/24: Morini, via Gramsci 2 (Bastiglia), 059.904005; Sant'Anna, via Sant'Anna 800 (San Cesario Sul Panaro, frazione Sant'Anna), 059.9535795;

VIGNOLA
Servizio di turno 24h/24: Brodano, via per Spilamberto 386 (Vignola), 059.774114; Montombraro, via San Carlo 178 (Montombraro di Zocca), 059.989045; Vaccari, via Claudia 3689 (Savignano sul Panaro), 059.730156;

SASSUOLO
Servizio di turno 24h/24: Antica Farmacia Pacchioni, via Cesare Battisti 11 (Sassuolo), 0536.805808; Comunale Formigine, via Pagani 5 (Formigine), 059.5750066; Fontana, piazza Ranucci 19 (Palagano) 0536.961400; Candeli, via Vandelli 141 (Pozza di Maranello), 0536.948865; Vezzali, piazza degli Alpini 9 (Prignano sulla Secchia), 0536.892011;
Appoggio sabato, domenica e festivi: San Silvestro, via Giardini 417 (Casinalbo), 059.550115;

PAVULLO
Servizio di turno 24h/24: Comunale Sant'Antonio, via Petrarca 11 – Sant'Antonio (Pavullo), 0536.325562; San Rocco, via Lago 2 (Fiumalbo), 0536.73930; Casini, via Nazionale Giardini 221 (Lama Mocogno), 0536.44033; Balboni, via Libertà 16 (Sestola), 0536.62314;

CARPI
Servizio di turno 24h/24: Santa Caterina, via Pezzana 82 (Carpi), 059.6550469; Tazzioli, via Statale Budrione Migliarina 79/A (Carpi), 059.661687;
Appoggio - Sabato, domenica e festivi: Del Popolo, via Carlo Marx 23(Carpi), 059.690388;

MIRANDOLA
Servizio di turno 24h/24: Rossi, piazza Roma 26 (Concordia sulla Secchia), 0535.55129; Zona, via Giuseppe Mazzini 3/E (Finale Emilia), 0535.92500; Golinelli, via San Matteo 10 (Medolla), 0535.53130; Galavotti, via Valli 496 (San Martino Spino), 0535.31154;
Appoggio - Turno Diurno Domenicale e Festivo: Veronesi, via Fulvia 84/88 (Mirandola), 0535.21058; Fregni, via Milano 35 (San Felice sul Panaro), 0535.84117.

(Fonte: ufficio stampa Federfarma Modena)

 

"Una presenza capillare per assicurare la dispensazione dei farmaci in ogni momento e ovunque. Solo attraverso regole precise anche in futuro si potrà garantire a tutti i cittadini la stessa qualità e sicurezza". Sul sito di Federfarma tutti i riferimenti -

Modena, 23 dicembre 2013 -

Saranno 29 le farmacie aperte anche i giorni di Natale e Santo Stefano e alle quali i modenesi in caso di necessità potranno rivolgersi per ricevere un farmaco, o anche un semplice prezioso consiglio. "Una presenza rassicurante e apprezzata dai cittadini che, non lontano da casa o dal luogo in cui si trovano, possono sempre avere un punto di riferimento per la propria salute, sempre accessibile, gestito da professionisti qualificati e indipendenti. Una sicurezza offerta a tutti indistintamente la cui importanza però rischia di essere sottovalutata perché considerata scontata e ovvia. Oggi più che mai è invece importante ricordare la centralità del ruolo del farmacista e della farmacia e sottolineare che aprire ad una liberalizzazione priva di regole andrebbe a disintegrare in poco tempo uno dei modelli organizzativi tra i migliori e più sicuri al mondo, dimenticando completamente che questa presenza continuativa, 365 giorni l'anno, 24 ore al giorno, è il frutto di regole a tutela della salute e che permettono di mantenere attiva la capillare rete delle farmacie territoriali che nella nostra provincia sono oltre 170" evidenzia Silvana Casale, presidente di Federfarma Modena, l'associazione che riunisce le farmacie private della provincia, ricordando l'importanza del servizio offerto dalla guardia farmaceutica.

Le farmacie di turno sono dislocate su tutto il territorio provinciale, dalle piccole frazioni ai centri abitati di maggiori dimensioni, suddivise nei sette distretti sanitari di Modena, Carpi, Mirandola, Sassuolo, Castelfranco, Pavullo e Vignola.

Per avere un quadro completo delle farmacie di turno e accedere a tutti i riferimenti – nome, indirizzo, telefono – Federfarma Modena invita a consultare il sito all'indirizzo www.federfarmamo.it. Oltre ad una breve scheda riassuntiva sui servizi offerti da ciascuna farmacia, nello spazio web di Federfarma Modena, è possibile trovare anche preziosi consigli legati alla salute, in particolare al corretto e consapevole utilizzo dei medicinali, e indicazioni sulle campagne di prevenzione e informazione sanitaria promosse dall'associazione.

Di seguito le farmacie che saranno a disposizione dei cittadini il 25 e 26 dicembre

LE FARMACIE APERTE A NATALE SUDDIVISE PER DISTRETTO


MODENA
Servizio di turno diurno con orario dalle 8.00 alle 20.00: Farmacia del Collegio, via Emilia Centro 151, 059.222549; Comunale Del Pozzo, via Emilia Est 416, 059.360091; Comunale Modena Est, Via IX Gennaio 1950 29, 059.282202; Santa Caterina, viale Muratori 145, 059.239195; Scalabrini, Largo dei Traeri 104 - Cognento, 059.353006;

Servizio notturno, tutte le notti dalle 20 alle 8: Comunale del Pozzo, Via Emilia Est 416 (zona Policlinico), 059.360091; Madonnina, Via W. Tabacchi 5 (zona Via Emilia Ovest), 059.333153.

CASTELFRANCO
Servizio di turno 24h/24: Tarozzi, via Ravarino Carpi 76 (Bomporto), 059.909169; Masini, via dei Mille 24 (Piumazzo di Castelfranco Emilia), 059.931041;

VIGNOLA
Servizio di turno 24h/24: Aurora, via Giuseppe Garibaldi 2 (Vignola), 059.771119; Cavani, via Giacomo Matteotti 10 (Castelnuovo Rangone), 059.535705; Tonioni, via Mercato 2 (Zocca), 059.987026; Rizzo, via Falloppie 70 – frazione Magazzino (Savignano sul Panaro), 059.796091;

SASSUOLO
Servizio di turno 24h/24: Pontenuovo, via SS. Consolata 30 (Sassuolo), 0536.872258; Bavutti, via Statale Est 190 (Fiorano Modenese), 0536.910652; Mori, piazza Europa 4 (Montefiorino) 0536.965144;
Appoggio sabato, domenica e festivi: Santa Lucia, via S. Antonio 150 (Colombaro di Formigine), 059.553403;

PAVULLO
Servizio di turno 24h/24: Beckmann, piazza Cesare Battisti 2 (Pavullo), 0536.20194; Bergamini, piazza Vittoria 18 (Fanano), 0536.68117; Sant'Anna, corso Roma 11 (Polinago), 0536.47032; Amidei, via Castello, 14/A (Riolunato), 0536.75083;

CARPI
Servizio di turno 24h/24: Soliani, via Roosevelt 64/66A (Cibeno di Carpi), 059.687121; Sant'Orsola, via Giuseppe Garibaldi 7 (Campogalliano), 059.526911; Sant'Antonio, via G. Di Vittorio 9 (Limidi di Soliera), 059.561627;
Appoggio - Sabato, domenica e festivi: Dell'Ospedale, via Beccaria 1/A (Carpi), 059.691182;

MIRANDOLA
Servizio di turno 24h/24: Del Buon Consiglio, via Don Giuseppe Rettighieri 21 (Mortizzuolo di Mirandola), 0535.37238; Pacchioni, via Volturno 12 (Cavezzo), 0535.58400; Popolare, piazza Roma 27 (Concordia sulla Secchia), 0535.55106; Puviani, via Nazario Sauro 9 (Finale Emilia), 0535.91057;
Appoggio - Turno Diurno Domenicale e Festivo: Farma.Co, via Fogazzaro 8 (Mirandola), 0535.24371; Bertelli, via degli Estensi 187 (San Felice sul Panaro), 0535.84170.

(Fonte: ufficio stampa Federfarma Modena)

 

Lunedì, 09 Dicembre 2013 09:44

Pavullo, nuova base per l’elisoccorso

 

Inaugurata la nuova base per l’elisoccorso di Pavullo nel Frignano.

Pavullo, 09 Dicembre 2013 - -

Gestita dal 118 dell’Azienda USL di Bologna, è dedicata al soccorso in montagna.

Taglio del nastro, lo scorso 6 dicembre, per la nuova base per l'elisoccorso di Pavullo nel Frignano, presso l'Aeroporto Paolucci. La base è dotata di una nuova struttura di ricovero per l'equipaggio aeronautico, sanitario e del Soccorso Alpino, oltre che di tutte le attrezzature. Il servizio, gestito dal 118 dell'Azienda USL di Bologna, è l'unico in Regione a disporre di elicottero con verricello.

La base elisoccorso di Pavullo è collocata all’interno dell'Aeroporto Paolucci, che è stato rinnovato, di recente, nell'area di atterraggio e nell'impianto di illuminazione. Ciò consentirà alla attività di elisoccorso di operare in una struttura all'avanguardia per sicurezza ed efficienza.

La nuova base, nata dalla collaborazione fra Azienda Usl di Bologna, Enac, Comune di Pavullo nel Frignano e Aeroclub Pavullo, è stata inaugurata da Romano Canovi, Sindaco del Comune di Pavullo nel Frignano, Roberto Gianaroli, Presidente dell’Aero Club Pavullo, Giovanni Gordini, Direttore del Dipartimento di Emergenza dell'Azienda Usl di Bologna, Carlo Lusenti e Gian Carlo Muzzarelli, rispettivamente Assessore alle Politiche per la Salute e Assessore alle Attività Produttive della Regione Emilia - Romagna.

Il 118 dell'Azienda USL di Bologna gestisce la base di elisoccorso di Pavullo nel Frignano per conto del Servizio Sanitario Regionale, in convenzione con il Soccorso Alpino Emilia Romagna (SAER). Grazie a questo accordo è stato possibile migliorare il coordinamento degli interventi di soccorso in montagna e in grotta, uniformando le procedure in tutto il territorio regionale e sviluppando una costante e progressiva integrazione tra personale del 118 e volontari del SAER.

Il personale che a turno opera nella base è composto da 48 operatori, tra medici e infermieri,  provenienti dalle Aziende Sanitarie e Ospedaliere di Bologna, Modena, Parma, Reggio Emilia e Ravenna, 17 tecnici di elisoccorso, 6 unità cinofile da valanga SAER, 6 piloti, 2 operatori di verricello.

Da gennaio a novembre 2013 l'elisoccorso ha effettuato 525 missioni, volando per 341 ore circa. Sono state soccorse 402 persone, 29 delle quali recuperate con il verricello. 35 gli interventi eseguiti in luoghi particolarmente difficili da raggiungere, con salvataggi realizzati utilizzando una particolare manovra di volo, l'hovering, che consiste nel mantenere l'elicottero in aria appoggiando sulla roccia un solo pattino. Il 45% delle persone soccorse presentava traumi, il 24% problemi cardiocircolatori, l'11% neurologici, il 5% respiratori.

(Servizio Sanitario Regionale - Città di Pavullo nel frignano)