Visualizza articoli per tag: GILDA

Lunedì, 19 Luglio 2021 16:09

Parma, studentessa bocciata fa causa e perde

La sezione di Parma del Tar dell'Emilia Romagna ha dato torto a una studentessa la quale dopo non essere stata ammessa agli esami di maturità, nel 2018, aveva fatto causa a una scuola della città.

La Prefettura di Piacenza umilia i docenti

Un recente provvedimento dell’Ufficio Scolastico dell’Emilia Romagna, in applicazione di una legge nazionale, ha stanziato a fondo perduto circa 7 milioni 134 mila euro a favore delle scuole private parmensi e 2 milioni a quelle piacentine.

Sabato, 10 Luglio 2021 06:36

Scuola: Prefettura Parma esclude i docenti

Rientro a scuola in sicurezza per il prossimo anno scolastico la Prefettura di Parma esclude gli insegnanti dalla discussione. Grave atto politico

La Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza conosce le posizioni della Lega e della Capogruppo in Commissione Istruzione al Senato, Maria Gabriella Saponara, in merito alle “classi pollaio” ed al precariato scolastico, le cui responsabilità sono antiche e, purtroppo, riguardano tutti i governi fino ad oggi succedutisi alla guida del Paese.

Le classi pollaio continueranno a essere una caratteristica poco invidiabile della scuola Parmense, la recente classifica pubblicata dal Sole 24 Ore che relega la provincia di Parma all'ultimo posto in merito al rapporto alunni/classi parla chiaro.

Decreto sostegni Bis anche da Parma si leva alta la protesta dei docenti, oggi alle 17,00 su You Tube

Giovedì, 27 Maggio 2021 07:28

GILDA Piacenza: scuole in DAD e Giro d'Italia

Piacenza 26 maggio 2021 - La Gilda degli Insegnanti di Piacenza e Parma tiene a precisare che le norme contrattuali vigenti nel settore dell'Istruzione prevedono che la Didattica a distanza debba essere garantita solo per l'emergenza Covid, quando sono assenti classi o gruppi di alunni, non per situazioni connesse a manifestazioni sportive qual è il Giro d'Italia.

Piacenza 26 maggio 0221 - La Gilda degli Insegnanti di Piacenza e Parma, condividendo la richiesta di un aumento degli organici dei docenti per le scuole primarie di Gropparello e Caorso, suggerisce alle comunità locali di tenere presente che il numero di addetti da assegnare a ciascun territorio è deciso unilateralmente dal Ministero dell'Istruzione e non da altri: si tratta di una scelta puramente politica, che dovrebbe essere ben nota agli amministratori locali che in queste ore hanno preso posizione con iniziative di vario tipo.

L'Ufficio Scolastico di Parma e Piacenza ha comunicato che il Ministero dell'Istruzione ha tagliato d'autorità ben 20 posti nell'organico dei docenti, non garantendo la copertura per i corsi serali nel territorio della provincia di Parma.

Pagina 1 di 24