Visualizza articoli per tag: CNA PR

CNA Parma esprime preoccupazione e disaccordo circa l'ipotesi di eliminazione del secondo lotto dell'infrastruttura viaria Tirreno Brennero, dalle opere strategiche della Regione Emilia Romagna. In allegato la lettera del Presidente di CNA Parma, Gualtiero Ghirardi al Presidente della Regione. -

Parma, 21 ottobre 2015 -

La Presidenza di CNA Parma ha affrontato nei giorni scorsi il tema divenuto di forte attualità in queste settimane, cercando di ripercorrere la lunga vicenda che ha accompagnato l'evolversi del progetto viario Tirreno - Brennero, finendo per rimanere sorpresa di fronte ad un'ipotesi che pare voler mettere da parte molti presupposti ed altrettante opportunità su cui l'economia di questo territorio ritiene ad oggi di poter contare.
"Sorprende innanzitutto l'atteggiamento della Regione" fa notare Ghirardi "che avanza un'ipotesi di questa portata senza averla minimamente confrontata con le realtà del territorio espressione dell'economia, ma forse neppure con la parte politica, al contrario di quanto avvenne quando, tempo fa, questa scelta si trattò di condividerla". CNA Parma esprime poi stupore per le motivazioni addotte, in buona parte pretestuosa quella dell'impatto ambientale e altrettanto poco credibile quella dei costi. "Il costo dell'opera è sempre stato uno degli argomenti su cui hanno fatto leva i detrattori dell'intervento" sostiene Ghirardi "quando invece, così come avvenuto interamente per il primo lotto, i costi sarebbero in capo al Concessionario e solo in minima parte a carico dello Stato".
Critiche arrivano dalla Presidenza di CNA Parma, anche sull'ipotesi di collegamento con la spesso richiamata Cispadana, ritenuta decisamente più impattante dei pochi chilometri che separano il primo tratto di TI-BRE dal confine della Regione. CNA sostiene poi la convinzione che l'opera stradale non possa essere ritenuta alternativa alla costruzione della TI-BRE ferroviaria di cui si parla da decenni ma che sembra invece riesumata ad arte in questo momento per essere contrapposta alle argomentazioni di chi sostiene la necessità di completare il tratto autostradale dell'arteria.
Guardando ad interessi che non possono fermarsi sulle rive del Po, Ghirardi ritiene che "la TI–BRE sia importante per un'area che va ben oltre la provincia di Parma, superando anche un più vasto territorio che potrebbe configurarsi con le province di Piacenza, Parma e Reggio, la TI-BRE è da vedere come strategica per un'area ben più estesa che va dal Veneto alla Liguria attraverso Lombardia, Toscana ed Emilia. L'auspicio che esprime il Presidente di CNA è pertanto quello che "il Governo Regionale possa avere un rapido ripensamento, con l'inserimento del completamento della parte mancante di quest'arteria tra le priorità infrastrutturali della Regione Emilia Romagna, a cui Parma e quella parte importante di economia che CNA ha il dovere di rappresentare, si onora di appartenere".

(Fonte: ufficio stampa CNA Parma)

Uno spettacolo singolare, che coinvolge brillanti giovani imprenditori e artigiani creativi insieme a grandi imprenditori e personalità del mondo della cultura. Il tema portante che accomuna queste storie è l'innovazione e quella certa "rigenerazione culturale" che rende possibile creare imprese di grande successo (nonostante tutto). 

Parma, 12 maggio 2015 - in allegato il programma scaricabile

Dopo aver parlato di mutazioni (economiche, sociali e culturali) e di nuovi sentieri negli eventi pubblici degli scorsi anni – dai diversi "ParmaCamp" al più recente "CNA Next" – CNA vuole ora focalizzare l'attenzione su quelle storie di persone che questa mutazione l'hanno governata e che, attraverso di essa, hanno saputo costruire qualcosa di grande. Il titolo #impresapossibile lascia intendere molto chiaramente lo spirito di questo momento, che si terrà nel pomeriggio di giovedì 14 maggio alle ore 15 presso lo Spazio Bignardi del Teatro Due di Parma.

Sul palco si alterneranno grandi e affermati imprenditori, giovani talenti del territorio che hanno reso concreto e tangibile il proprio sogno d'impresa di successo e alcuni ospiti speciali che porteranno all'attenzione dei presenti la loro storia e la loro esperienza.
Ad aprire formalmente il pomeriggio saranno i saluti di Gualtiero Ghirardi, Presidente CNA Parma, e di Paola Donati, Direttore Fondazione Teatro Due.

A seguire il panel "La grande bellezza" che ospiterà grandi personalità del mondo imprenditoriale del nostro territorio quali Andrea Pontremoli, Dallara Automobili Spa, e Gianpaolo Ghilardotti, FoodLab Srl. Successivamente le storie delle "imprese (davvero) possibili" narrate dagli stessi protagonisti, Eleonora Deidda (Loppis), Stefano Guizzetti (Ciacco), Chiara Allegri (Fogg Art Photo Gallery), Sonia Valente, Luigi Pizzuti (Studio AFA), Paolo Cerri (MEET Hamburger Gourmet), Maria Lamanna (Maria Lamanna Handbags), Alessandro Mercadanti (Ciclofabbro Bagaj), Chiara Berta (Laboratorio Crea), Luca Cavina (Social Cities), Giorgia Barabaschi, Carlo Pignatti (Freekar). Dieci storie esemplari di successo e di passione, una risposta forte e chiara per tutti coloro che si stanno chiedendo se Parma può ancora essere il territorio fertile da cui possono germogliare percorsi imprenditoriali di grande successo.

Successo che CNA augura ai quattro "sogni d'impresa" che si racconteranno attraverso i visionari Alex Salvarani, Leonardo Benecchi (Maringò), Luca Rebecchi (Tank U), Giorgio Toderi, Marco Monegatti (UniPR Racing Team), Francesco Cibati, Matteo Scalfani (C.a.c.c.a.).
Tutti questi racconti saranno interrotti, di tanto in tanto, da interventi tenuti da ospiti speciali, portatori di altre storie positive da cui trarre ispirazione: Matteo Fini, giornalista e scrittore, con l'intervento "Che fine hanno fatto i bamboccioni?", Barbara Fragogna, artista, curatore ed editore, con l'intervento "Maneggiare con cura", Alessandro Tassi Carboni, Presidente Ordine degli Architetti di Parma, con l'intervento "Abitare la città dimenticata" per chiudere con il talento di Mirko Leraghi, Rico Montanini, Danilo Barozzi, Luca Conti, con l'intervento "Io Parlo (e mangio) Parmigiano".

A tirar le somme e a concludere questo pomeriggio speciale sarà Stefania Milo, Presidente Nazionale CNA Giovani Imprenditori, che – insieme a Andrea Mareschi, Responsabile Comunicazione CNA – tesserà le fila di tutti gli interventi con la conduzione dell'evento.
#impresapossibile è realizzato grazie al prezioso sostegno di Banca Popolare di Lodi, Hera Comm, concessionaria Citroen Chierici.

Info: www.cnaparma.it/news/items/impresapossibile-le-storie-di-impresa-in-scena-al-teatro-due.html 

(Fonte: ufficio stampa CNA Parma)

Pubblicato in Comunicati Lavoro Parma

L'incontro tra Giuseppe Forlani e i vertici delle Associazioni dell'artigianato di Parma è avvenuto ieri mattina. Tra i temi portati all'attenzione del Prefetto, i problemi delle imprese derivanti dall'abusivismo e quelli legati all'applicazione di reverse charge e split payment -

Parma, 13 marzo 2015 -

I vertici di CNA Parma e di Confartigianato Imprese Apla hanno incontrato ieri mattina il Prefetto di Parma Giuseppe Forlani. La delegazione era composta dai rispettivi Presidenti (Gualtiero Ghirardi e Leonardo Cassinelli) e Direttori (Domenico Capitelli e Alberto Bertoli).

Un incontro che le Associazioni dell'artigianato hanno ritenuto necessario, per portare all'attenzione del Prefetto temi che preoccupano fortemente gli imprenditori: dai disagi che derivano dall'applicazione di reverse charge e split paymentper come attualmente previsti dalla Legge di stabilità, al grave problema legato all'abusivismo e alle attività illegali in un contesto che vede la nostra provincia arrancare.

I dati economici sono ormai noti per dimostrare, nel caso ce ne fosse bisogno, che Parma sta soffrendo: il comparto artigiano ha registrato una forte diminuzione delle imprese iscritte all'Albo, siamo passati dalle 15.710 imprese iscritte nel 2006 alle 13.226 di fine 2014 (- 2.484), la Cassa edile ha visto diminuire nel periodo 2013/2014 di 228 unità le imprese iscritte (- 24,6%) e di 1.668 il numero dei lavoratori (- 27,2%) e delle ore lavorate (-27,9%), la cassa integrazione è stata utilizzata nel 2014 per oltre 2 milioni di ore.
In questo contesto di generale difficoltà i due provvedimenti contenuti nella Legge di Stabilità 2015, lo "Split Payment" e l'allargamento del "Reverse charge" a talune attività o a prestazioni di esse, vanno ad aggravare una situazione già per se stessa di grave difficoltà.

È stato ampiamente trattato anche il tema della legalità e dell'abusivismo, un problema che spesso si presta a considerazioni non sempre corrette, arrivando a volte ad accostare la lotta o la richiesta di lotta all'abusivismo all'idea di intolleranza, non comprendendo invece che il fenomeno oltre che danneggiare le imprese regolari, molto spesso cela pericolose connivenze con la criminalità organizzata.

Durante l'incontro si è parlato anche dei cosiddetti "concordati in bianco", che in questi ultimi anni hanno subito una notevole accelerazione e sono trasversali alla maggior parte delle attività imprenditoriali. Imprese, anche se formalmente regolari, che operano scorrettamente sul mercato portano a una destabilizzazione del sistema in termini di concorrenza sleale. Modus operandi che sta mettendo in crisi, facendo fallire o rendendo marginali le aziende storiche del territorio che hanno sempre operato in maniera regolare. Il mondo dell'artigianato e della piccola impresa vuole essere messo nelle condizioni di poter operare senza angosce, in un clima di serenità e di concorrenza leale e si augura che tale aspirazione non possa rimanere solo un desiderio ma sia prima di tutto un diritto.

L'incontro si è concluso proficuamente e il Prefetto ha sottolineato che le istituzioni sono vicine agli imprenditori confermando che presto sarà riattivato il tavolo di concertazione con le Associazioni di categoria.

(Fonte: ufficio stampa APLA Parma)

Pubblicato in Comunicati Lavoro Parma

Delusione della Cna per la mancata proroga, al 28 febbraio 2015, dei versamenti fiscali e contributivi per i contribuenti colpiti dagli eventi meteo -

Parma, 23 dicembre 2014 -

La Cna esprime delusione per la mancata proroga, al 28 febbraio 2015, dei versamenti fiscali e contributivi per i contribuenti colpiti dagli eventi meteo accaduti tra il 10 e il 14 ottobre scorso in Liguria, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia, in scadenza ieri 22 dicembre.
Il Governo ha, infatti, disatteso l'impegno all'attivazione della proroga assunto attraverso l'approvazione, venerdì scorso, di un Ordine del giorno della Commissione Bilancio del Senato.
A questo punto ieri le imprese residenti nelle regioni coinvolte dal maltempo, si sono trovate costrette a procedere ai versamenti per evitare sanzioni.
La Cna si aspetta, a stretto giro, un provvedimento che almeno eviti l'applicazione di sanzioni ai contribuenti che purtroppo non sono stati in condizioni di rispettare la scadenza di versamento. Un atto concreto per venire incontro alle reali difficoltà dei contribuenti.

(Fonte: ufficio stampa CNA Parma)

Pubblicato in Comunicati Lavoro Parma

CNA Benessere e Sanità, con il patrocinio del Comune di Parma, ha organizzato un evento di sensibilizzazione con il fine di trasmettere cultura d'impresa, legalità, valorizzazione del saper fare nei settori dell'acconciatura e dell'estetica

Parma, 7 dicembre 2014 - L'evento è parte del progetto Operazione Bellezza che ha gli obiettivi di trasmettere i valori di: cultura d'impresa, tutela del lavoro regolare contro abusivismo e illegalità e valorizzazione del saper fare artigiano e di sostenere le imprese con grande forza, offrendo un servizio unico e completo che le affianca giorno dopo giorno nelle esigenze della quotidianità.

Domenica 7 dicembre dalle 15.30 alle 20.30 estetisti, parrucchieri, barbieri e maghi del make up saranno a disposizione del pubblico con performance creative di alta professionalità nelle sale meeting del Tcafè.

Un nuovo cambio look vi aspetta!

L'evento è realizzato con il patrocinio del Comune di Parma e grazie alla collaborazione delle società del Gruppo CNA, Ecipar, Tecna Srl, Prefina Srl e degli sponsor tecnici Pietranera SpA, Enoitalia e Vezzoli Vini.

(CNA Parma)


CNA Parma apre un punto d'ascolto per una mappatura dei danni causati dagli eventi alluvionali e mette a disposizione degli imprenditori coinvolti nei problemi derivanti dagli allagamenti i propri spazi di coworking -

Parma, 14 ottobre 2014 -

CNA Parma ha aperto un punto d'ascolto per raccogliere situazioni relative a danni causati a ditte associate (e non) dagli eventi alluvionali di ieri. Chiediamo agli imprenditori di segnalarci, attraverso i nostri responsabili oppure attraverso la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la loro situazione affinché possiamo avere un quadro completo di quanto accaduto e nell'eventualità assistere le ditte interessate nella richiesta di contributi nel caso in cui fossero resi disponibili dagli enti preposti.

Abbiamo inoltre rilevato il persistere di grossi problemi alle linee voce e dati di parecchie zone del territorio dovuti all'allagamento di una centrale tecnica. Per questo, informiamo gli imprenditori che avessero i propri uffici amministrativi inagibili o tecnicamente isolati, che per tutta la durata dell'emergenza i nostri spazi di coworking - dotati di linee dati funzionanti non colpite dai problemi legati all'alluvione - sono gratuitamente disposizione per tutti coloro che ne avessero necessità.

(Fonte: ufficio stampa CNA Parma)

Pubblicato in Comunicati Lavoro Parma

CNA organizza il 10 settembre un incontro dedicato alla presentazione dei risultati ottenuti dal progetto ERASME che ha reso possibile una serie di ricerche, analisi dei consumi e diagnosi energetica. Appuntamento al Grand Hotel de La Ville alle ore 17.30 -

Parma, 8 settembre 2014 -

Una recente ricerca della CNA ha confermato che i costi dell'energia incidono sempre più sui processi produttivi e che risultano essere più alti per le piccole imprese rispetto alle grandi. Tuttavia, sono ancora poche le piccole imprese disposte a mettere in atto un audit energetico e questo per varie ragioni, tra cui: la riluttanza a spendere denaro per un audit senza avere la certezza del risultato, la mancanza di risorse per finanziare eventuali investimenti in efficienza energetica.

Con il progetto "ERASME, Energy Audits in SMEs", finanziato nell'ambito del Programma Intelligent Energy – Europe (IEE), la CNA dell'Emilia Romagna ha potuto dimostrare che sono possibili soluzioni efficaci e facilmente applicabili anche alle piccole imprese. Il progetto ha coinvolto CNA Emilia Romagna in un partenariato composto da 7 paesi: Austria, Croazia, Germania, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria, con l'obiettivo di attivare percorsi virtuosi per la realizzazione di audit energetici nelle PMI.

Per l'Emilia Romagna, si è dimostrata particolarmente attiva la CNA di Parma che ha realizzato un numero significativo di check up nelle imprese della meccanica e della trasformazione alimentare, analizzando i consumi energetici, con diversi livelli di approfondimento. Ha contribuito inoltre al buon esito degli interventi, la predisposizione, seguendo l'approccio della Germania, di un panel di soluzioni finanziarie per l'avvio dell'investimento di efficienza energetica, reso possibile dalla collaborazione con importanti Istituti di credito della regione, che hanno realizzato prodotti finanziari a condizioni vantaggiose per le imprese che intendono investire in efficienza energetica.

Nell'ambito del quadro internazionale del progetto, è stato possibile dimostrare che i problemi delle imprese, quando sono valutati attraverso strumenti e metodologie comuni di confronto e collaborazione, portano a soluzioni tangibili e significative per l'ottenimento di un miglioramento dell'efficienza energetica. I risultati del progetto Erasme saranno presentati a Parma mercoledì 10 settembre 2014, ore 17,30, presso il Grand Hotel de la Ville, Largo Piero Calamandrei, 11, alla presenza dell'Assessore alle attività produttive della Regione Emilia-Romagna, Luciano Vecchi, di imprese, esperti e policy makers.

(Fonte: ufficio stampa CNA Parma)

Un momento di informale e libera conversazione sul tema del coworking, appuntamento mercoledì 2 luglio alle ore 18.00 in CNA -

Parma, 30 giugno 2014 -

Il Gruppo CNA Giovani Imprenditori di Parma, organizza, grazie al prezioso sostegno della Banca Popolare di Lodi – Gruppo Banco Popolare, un incontro che avrà come tema protagonista il coworking. Ospiti dell'evento saranno Riccardo Valentino, autore di "Coworking Progress. Il Futuro è arrivato" e Ivana Pais, Sociologa e Docente Ricercatrice della Facoltà di Economia dell'Università Cattolica di Milano.

"Coworking" è condivisione, apertura, scambio, nascita di relazioni, una vera e propria creazione di valore. Il mondo del lavoro è cambiato e continua a farlo giorno dopo giorno verso il futuro con una nuova organizzazione e un nuovo approccio alla realtà lavorativa ed economica. 

La ricerca del ritorno al passato e a vecchi schemi non è più possibile, la strada da percorrere è invece quella dell'innovazione mentale e della co-creazione di nuovi percorsi. 

(Fonte: ufficio stampa CNA Parma)

Pubblicato in Comunicati Lavoro Parma

Appuntamento martedì 20 maggio, presso l'aula magna dell'IPSIA di Parma, dove avverrà la consegna degli attestati di merito agli studenti partecipanti al progetto "Impara ad Intraprendere".

Parma, 19 maggio 2014 -

Il 20 maggio alle ore 11.00 presso l'IPSIA di Parma, si svolgerà la tredicesima edizione del concorso "Impara ad Intraprendere", progetto promosso da CNA Parma ed Ecipar in collaborazione con Cariparma, attraverso il quale si intende trasmettere la cultura imprenditoriale tra i giovani che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro.

Il concorso è la fase finale di un percorso che ha avuto un'alta valenza formativa, e che ha permesso agli studenti di affrontare e discutere non solo le caratteristiche delle imprese, ma, a più ampio raggio, le diverse modalità di ingresso nel mondo del lavoro, esaminando le convenienze e i rischi che ognuna di esse comporta.

Dopo i saluti istituzionali di Gualtiero Ghirardi, Presidente CNA Parma e Sebastiano Lipari, Presidente Ecipar Parma, interverranno Giorgio Piva, Dirigente scolastico Ipsia Parma. La mattinata terminerà con la descrizione dei progetti e la premiazione dei partecipanti a cura di Sara Bisacchi, responsabile del progetto.

Coordinerà gli interventi Domenico Capitelli, Direttore CNA Parma.

(Fonte: ufficio stampa CNA Parma)

 

L'evento moda made in CNA, arriva a Parma dal 20 al 23 marzo dedicato ad artigiani, designer di moda e professionisti riuniti all'interno del prestigioso Tcafè nel centro culturale di Parma, splendida location situata in Piazza Duomo -

 

Parma, 19 marzo 2014 -

Centimetri di moda è un evento ideato e sviluppato da CNA Federmoda Parma, realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Parma, Ecipar, La Verde, Prefina e CPR , che vedrà venti realtà creative del nostro territorio confrontarsi in un allestimento fresco e nuovo progettato ad hoc per consentire la massima libertà di espressione del singolo, ma in grado di recepire la forza di comunicazione di una vera e propria collettiva di idee. 

 

“L’evento del primo week-end di primavera - afferma Giulia Ghiretti, responsabile del settore moda di CNA Parma - sarà dedicato ad artigiani, designer di moda e professionisti riuniti all’interno del prestigioso Tcafè nel centro culturale di Parma, splendida location situata in Piazza Duomo. Ad ogni fashion maker è stato richiesto di esporre un unico oggetto, capo o provocazione che lo stesso reputi ottimale per meglio rappresentare il proprio mood ed esposto in modo tale da essere percepito dal pubblico come un gioiello, all’interno della sala espositiva che sarà aperta dal 20 al 23 marzo”.

 

L’evento avrà inizio giovedì 20 marzo alle ore 18.00 con un aperitivo food & drink a base di prodotti artigianali per proseguire venerdì 21 alle ore 10.00 con la conversazione “Progettare moda, artigianato, futuro” che avrà come ospiti personaggi di alto livello: Antonio Franceschini, Responsabile CNA Federmoda Nazionale, Gloria Bianchino, Direttrice di CSAC, Centro Studi e Archivio Comunicazione, Carlo Prandi, docente della Fondazione Bruno Kessler, Marzio Dall’Acqua, storico dell’arte, Franco Piunti, Presidente dell’Associazione Tessile e Salute, Stefano Saccani, beauty expert. Mentre dalle ore 15.00 gli artigiani della moda si racconteranno in curiose storie di successo. Il compito di presentare e condurre gli interventi sarà dedicato alla giornalista di moda Nicole Fouquè. La giornata di sabato 22 marzo sarà interamente dedicata ai defilé di moda, ai laboratori e alla musica live con la presenza di LeDiesis in concerto. 

 

In Borgo San Biagio, all’interno del Temporary Store del TPalazzo si troverà la “fashion bookshop” dell’evento, uno spazio di lettura e consultazione realizzato in collaborazione con le Biblioteche del Comune di Parma e il Mercatino del Riusato Loppis, al cui interno verrà ricreato il percorso storico culturale della moda.

 

Centimetri di moda è realizzato con il patrocinio dell’Istituto Secoli di Milano, Parma Popup Location e con il sostegno tecnico di Greenery, Morgan Visioli Make Up, Personalità Hairstyle, Birrificio Toccalmatto, Dolceria Zanlari, Dolce e Salato,  Nuova Pasticceria Lady, Crocizia Vini, Gelateria K2 e Associazione PGS Don Bosco. L’ingresso è gratuito, non mancate!

 

(Fonte: ufficio stampa CNA Parma)

 

Pubblicato in Dove andiamo? Emilia
Pagina 2 di 4